Cronologia dei paragrafi

Matrimonio e figli di Osea
Prospettive dell'avvenire
Il Signore e la sposa infedele
Osea risponde la sposa infedele e la mette alla prova. Spiegazione del simbolo
Corruzione generale
Contro i sacerdoti
Il culto di Israele è solo idolatria è libertànaggio
Avvertimento a Giuda e Israele
Sacerdoti, notabili e re conducono il popolo alla rovina
La guerra fratricida
Vanita delle alleanze con lo straniero
Ritorno effimero al Signore
Delitti passati e presenti di Israele
Israele rovinato dall'appello che rivolge allo straniero
Ingratitudine e castigo di Israele
Allarme
Anarchia politica e idolatria
Israele perduto dall'appello che rivolge allo straniero
Contro il culto puramente esteriore
Tristezze dell'esilio
L'annunzio del castigo attira la persecuzione sul profeta
Castigo del delitto di Baal-Peer
Castigo del delitto di Galgala
Distruzione degli emblemi idolatrici di Israele
Israele ha deluso l'aspettativa del Signore
Il Signore vendicherà il suo amore misconosciuto
Ma il Signore perdona
Il ritorno dall'esilio
Perversione politica e religiosa di Israele
Contro Giacobbe ed Efraim
Prospettive di riconciliazione
Castigo dell'idolatria
Castigo dell'ingratitudine
Fine del regno
La rovina inevitabile
Ritorno sincero di Israele al Signore

Matrimonio e figli di Osea (os 1,1-99)

1:1 Parola del Signore rivolta a Osea, figlio di Beerì, al tempo di Ozia, di Iotam, di Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e al tempo di Geroboamo, figlio di Ioas, re d'Israele. 2 Quando il Signore cominciò a parlare a Osea, gli disse: "Va', prenditi in moglie una prostituta, genera figli di prostituzione, poichè il paese non fa che prostituirsi allontanandosi dal Signore". 3 Egli andò a prendere Gomer, figlia di Diblàim: ella concepì e gli partorì un figlio. 4 E il Signore disse a Osea: "Chiamalo Izreèl, perchè tra poco punirò la casa di Ieu per il sangue sparso a Izreèl e porrò fine al regno della casa d'Israele. 5 In quel giorno io spezzerò l'arco d'Israele nella valle di Izreèl". 6 La donna concepì di nuovo e partorì una figlia e il Signore disse a Osea: "Chiamala Non-amata, perchè non amerò più la casa d'Israele, non li perdonerò più. 7 Invece io amerò la casa di Giuda e li salverò nel Signore, loro Dio; non li salverò con l'arco, con la spada, con la guerra, nè con cavalli o cavalieri". 8 Quando ebbe svezzato Non-amata, Gomer concepì e partorì un figlio. 9 E il Signore disse a Osea: "Chiamalo Non-popolo mio, perchè voi non siete popolo mio e io per voi non sono. 10 11

1:1 1:1 La parola del Signore, che fu indirizzata ad Osea, figliuolo di Beeri, a' di' di Uzzia, di Iotam, di Achaz, e di Ezechia, re di Giuda. e a' di' di Geroboamo, figliuolo di Gioas, re d'Israele. 2 1:2 NEL proincipio, quando il Signore parlo' per Osea, il Signore disse ad Osea: Va', proenditi per moglie una meretrice, e genera de' figliuoli di fornicazione. percioc-che' il paese fornica senza fine, sviandosi dal Signore. 3 1:3 Ed egli ando', e proese Gomer, figliuola di Di-blaim, ed ella concepette, e gli partori' un figliuolo. 4 1:4 E il Signore gli disse: Pongli nome Izreel, per-ciocche' fra qui a poco tempo faro' punizione del sangue d'Izreel, soproa la casa di Iehu. e faro' venir meno il regno della casa d'Israele. 5 1:5 E in quel giorno avverra' che io rompero' l'arco d'Israele nella valle d'Izreel. 6 1:6 Poi ella concepette ancora, e partori' una figliuola. E il Signore disse ad Osea: Ponle nome Lo-ruhama. perciocche' io non continuero' piu' a far misericordia alla casa d'Israele, ma li torro' del tutto via. 7 1:7 Ma faro' misericordia alla casa di Giuda, e li salvero' per lo Signore Iddio loro. e non li salvero' per arco, ne' per ispada, ne' per battaglia, ne' per cavalli, ne' per cavalieri. 8 1:8 Poi ella spoppo' Lo-ruhama, e concepette, e partori' un figliuolo. 9 1:9 E il Signore disse ad Osea: Pongli nome Lo-ammi. perciocche' voi non siete mio popolo, ed io altresi' non saro' vostro. 10 1:10 Pur nondimeno il numero de' figliuoli d'Israele sara' come la rena del mare, che non si puo' ne' misurare, ne' annoverare. ed avverra' che in luogo che sara' loro stato detto: Voi non siete mio popolo. si dira' loro: Figliuoli dell'Iddio vivente. 11 1:11 E i figliuoli di Giuda, e i figliuoli d'Israele, si raduneranno insieme, e si costituiranno un capo, e saliranno dalla terra. perciocche' il giorno d'Izreel sara' grande.

1:1 1:1 La parola dell'Eterno che fu rivolta a Osea, figliuolo di Beeri, ai giorni di Uzzia, di Jotham, d'Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e ai giorni di Geroboamo, figliuolo di Joas, re d'Israele. 2 1:2 Quando l'Eterno comincio' a parlare a Osea, l'Eterno disse ad Osea: 'Va', proenditi per moglie una meretrice, e genera de' figliuoli di prostituzione. perchè il paese si prostituisce, abbandonando l'Eterno'. 3 1:3 Ed egli ando' e proese Gomer, figliuola di Di-blaim: ed essa concepi', e gli partori' un figliuolo. 4 1:4 E l'Eterno gli disse: 'Mettigli nome Jizreel. poichè, ancora un po' di tempo, e io puniro' la casa di Jehu a motivo del sangue sparso a Izreel e faro' cessare il regno della casa d'Israele. 5 1:5 E in quel giorno avverra' che io spezzero' l'arco d'Israele nella valle d'Jizreel'. 6 1:6 Ed essa concepi' di nuovo, e partori' una figliuola. E l'Eterno disse ad Osea: 'Mettile nome Lo-ruhama. perchè io non avro' piu' compassione della casa d'Israele in guisa da perdonarla. 7 1:7 Ma avro' compassione della casa di Giuda. li salvero' mediante l'Eterno, il loro Dio. non li salvero' mediante arco, nè spada, nè battaglia, nè cavalli nè cavalieri'. 8 1:8 Or quand'ella ebbe divezzato Lo-ruhama, concepi' e partori' un figliuolo. 9 1:9 E l'Eterno disse ad Osea: 'Mettigli nome Lo-ammi. poichè voi non siete mio popolo, e io non son vostro'. 10 1:10 Nondimeno, il numero de' figliuoli d'Israele sara' come la rena del mare, che non si puo' misurare nè contare. e avverra' che invece di dir loro, come si diceva: 'Voi non siete mio popolo', sara' loro detto: 'Siete figliuoli dell'Iddio vivente'. 11 1:11 E i figliuoli di Giuda e i figliuoli d'Israele si aduneranno assieme, si daranno un capo unico, e saliranno fuor dal paese. poichè grande e' il giorno d'Jizreel.

1:1 1:1 Parola del SIGNORE rivolta a Osea, figlio di Be-eri, al tempo di Uzzia, di Iotam, di Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e al tempo di Geroboamo, figlio di Ioas, re d'Israele. 2 1:2 Il SIGNORE cominciò a parlare a Osea e gli disse: 'Và, proenditi in moglie una prostituta e genera figli di prostituzione. perchè il paese si prostituisce, abbandonando il SIGNORE'. 3 1:3 Egli andò e proese Gomer, figlia di Diblaim. lei concepò, e gli partorò un figlio. 4 1:4 Il SIGNORE gli disse: 'Chiamalo Izreel, perchè tra poco io punirò la casa di Ieu per il sangue versato a Izreel e porrò fine al regno della casa d'Israele. 5 1:5 Quel giorno avverrà che io spezzerò l'arco d'Israele nella valle di Izreel'. 6 1:6 Lei concepò di nuovo e partorò una figlia. Il SIGNORE disse a Osea: 'Chiamala Lo-Ruama, perchè io non avrò più compassione della casa d'Israele in modo da perdonarla. 7 1:7 Ma avrò compassione della casa di Giuda. li salverò mediante il SIGNORE, il loro Dio. non li salverò con l'arco, nè con spada, nè con la guerra, nè con cavalli, nè con cavalieri'. 8 1:8 Quando lei ebbe divezzato Lo-Ruama, concepò e partorò un figlio. 9 1:9 Il SIGNORE disse a Osea: 'Chiamalo Lo-Ammi, perchè voi non siete mio popolo e io non sarò per voi. 10 1:10 'Tuttavia, il numero dei figli d'Israele sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. Avverrà che invece di dir loro, come si diceva: ""Voi non siete mio popolo"", sarà loro detto: ""Siete figli del Dio vivente"". 11 1:11 I figli di Giuda e i figli d'Israele si raduneranno, si daranno un unico capo e marneranno fuori dal paese. perchè sarà grande il giorno di Izreel.

1:1 1:1 La parola dell’Eterno che fu rivolta a Osea, figlio di Beeri, ai giorni di Uz-ziah, di Jotham, di Achaz e di Ezechia, re di Giuda, ai giorni di Geroboamo, figlio di Joas, re d’Israele. 2 1:2 Quando l’Eterno iniziò a parlare a Osea, l’Eterno disse ad Osea: ’Và, proenditi in moglie una prostituta e abbi figli di prostituzione, perchè il paese si prostituisce, allontanandosi dall’Eterno'. 3 1:3 Così egli andò e proese Gomer, figlia di Diblaim, ed essa concepì e gli partorì un figlio. 4 1:4 Allora l’Eterno gli disse: ’Chiamalo Jezreel, perchè fra un pò di tempo vendicherò il sangue sparso a Je-zreel sulla casa di Jehu e porrò fine al regno della casa d’Israele. 5 1:5 In quel giorno avverrà che io spezzerò l’arco d’Israele nella valle di Jezre-el'. 6 1:6 Ella concepì nuovamente e partorì una figlia. Allora l’Eterno disse a Osea: ’Chiamala Lo-ruhamah, perchè non avrò più compassione della casa d’Israele, ma li porterò via interamente. 7 1:7 Avrò invece compassione della casa di Giuda e li salverò mediante l’Eterno, il loro DIO. non li salverò con l’arco nè con la spada o la battaglia, nè con i cavalli o i cavalieri'. 8 1:8 Quando ebbe divezzato Lo-ruhamah, ella concepì e partorì un figlio. 9 1:9 Allora l’Eterno disse a Osea: ’Chiamalo Lo-ammi, perchè voi non siete mio popolo e io non sono vostro Dio. 10 1:10 Tuttavia il numero dei figli d’Israele sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. E avverrà che invece di essere detto loro: ""Voi non siete mio popolo"", sarà loro detto: ""Siete figli del Dio vivente"". 11 1:11 Quindi i figli di Giuda e i figli d’Israele si riuniranno insieme, nomineranno per se stessi un unico capo e saliranno fuori dal paese, perchè grande sarà il giorno di Jezreel'.

1:1 Parola del Signore rivolta a Osea figlio di Beeri, al tempo di Ozia, di Iotam, di Acaz, di Ezechia, re di Giuda, e al tempo di Geroboamo figlio di Ioas, re d'Israele. 2 Quando il Signore cominciò a parlare a Osea, gli disse: ""Va', prenditi in moglie una prostituta e abbi figli di prostituzione, poichè il paese non fa che prostituirsi allontanandosi dal Signore"". 3 Egli andò a prendere Gomer, figlia di Diblàim: essa concepì e gli partorì un figlio. 4 E il Signore disse a Osea: ""Chiamalo Izreel, perchè tra poco vendicherò il sangue di Izreel sulla casa di Ieu e porrò fine al regno della casa d'Israele. 5 In quel giorno io spezzerò l'arco d'Israele nella valle di Izreel"". 6 La donna concepì di nuovo e partorì una figlia e il Signore disse a Osea: ""Chiamala Non-amata, perchè non amerò più la casa d'Israele, non ne avrò più compassione. 7 Invece io amerò la casa di Giuda e saranno salvati dal Signore loro Dio; non li salverò con l'arco, con la spada, con la guerra, nè con cavalli o cavalieri"". 8 Dopo aver divezzato Non-amata, Gomer concepì e partorì un figlio. 9 E il Signore disse a Osea: ""Chiamalo Non-mio- popolo, perchè voi non siete mio popolo e io non esisto per voi"". 10 Il numero degli Israeliti sarà come la sabbia del mare, che non si può misurare nè contare. Invece di sentirsi dire: ""Non siete mio popolo"", saranno chiamati figli del Dio vivente. 11

Mappa

Commento di un santo

Così nessun uomo assennato potrà credere che i piedi del Signore furono bagnati da quella donna con unguento prezioso 24 come lo sogliono i piedi dei lussuriosi e dei depravati, di cui detestiamo i banchetti. Difatti il buon odore rappresenta la buona fama, che ciascuno consegue con le opere della vita buona mentre è incamminato sulle orme di Cristo e ne cosparge i piedi con odore preziosissimo. In questo modo ciò che negli altri uomini spesso è licenziosità, nella persona divina o profetica è segno di una realtà sublime. Così una cosa sono i rapporti con una prostituta nelle persone scostumate, un'altra nel vaticinio del profeta Osea 25. E se nei banchetti degli ubriaconi e dei depravati ci si mette scostumatamente a corpo nudo, non per questo è scostumatezza denudarsi nel fare il bagno.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia