Cronologia dei paragrafi

Daniele nella fossa dei leoni
Professione di fede del re
La visione delle bestie
Visione del vegliardo e del Figlio di uomo
Interpretazione della visione
La visione
L'angelo Gabriele spiega la visione
Preghiera di Daniele
L'angelo Gabriele spiega la profezia
Visione dell'uomo vestito di lino dal libro del daniele
Apparizione dell'angelo
L'annunzio profetico
Prime guerre tra Seleucidi e Lagidi
Antioco Epifane
Fine del persecutore
La resurrezione e la retribuzione
La profezia sigillata
Susanna e il giudizio di Daniele
Daniele e i sacerdoti di Bel
Daniele uccide il drago
Daniele nella fossa dei leoni

Daniele nella fossa dei leoni (dan 6,17-25)

6:17 Allora il re ordinò che si prendesse Daniele e lo si gettasse nella fossa dei leoni. Il re, rivolto a Daniele, gli disse: "Quel Dio, che tu servi con perseveranza, ti possa salvare!". 18 Poi fu portata una pietra e fu posta sopra la bocca della fossa: il re la sigillò con il suo anello e con l'anello dei suoi dignitari, perchè niente fosse mutato riguardo a Daniele. 19 Quindi il re ritornò al suo palazzo, passò la notte digiuno, non gli fu introdotta nessuna concubina e anche il sonno lo abbandonò. 20 La mattina dopo il re si alzò di buon'ora e allo spuntare del giorno andò in fretta alla fossa dei leoni. 21 Quando fu vicino, il re chiamò Daniele con voce mesta: "Daniele, servo del Dio vivente, il tuo Dio che tu servi con perseveranza ti ha potuto salvare dai leoni?". 22 Daniele rispose: "O re, vivi in eterno! 23 Il mio Dio ha mandato il suo angelo che ha chiuso le fauci dei leoni ed essi non mi hanno fatto alcun male, perchè sono stato trovato innocente davanti a lui; ma neppure contro di te, o re, ho commesso alcun male". 24 Il re fu pieno di gioia e comandò che Daniele fosse tirato fuori dalla fossa. Appena uscito, non si riscontrò in lui lesione alcuna, poichè egli aveva confidato nel suo Dio. 25 Quindi, per ordine del re, fatti venire quegli uomini che avevano accusato Daniele, furono gettati nella fossa dei leoni insieme con i figli e le mogli. Non erano ancora giunti al fondo della fossa, che i leoni si avventarono contro di loro e ne stritolarono tutte le ossa.

6:17 6:17 E fu portata una pietra, che fu posta soproa la bocca della fossa. e il re la suggello' col suo anello, e con l'anello de' suoi grandi. ac-ciocche' non si mutasse nulla intorno a Daniele. 18 6:18 Allora il re ando' al suo palazzo, e passo' la notte senza cena, e non si fece apparecchiar la mensa, e perdette il sonno. 19 6:19 Poi il re si levo' la mattina a buon'ora, in su lo schiarir del di', e ando' in fretta alla fossa de' leoni. 20 6:20 E come fu proesso della fossa, chiamo' Daniele con voce dolorosa, E il re proese a dire a Daniele: Daniele, servitore dell'Iddio vivente, il tuo Dio, al qual tu servi con perseveranza, avrebbe egli pur potuto scamparti da' leoni? 21 6:21 Allora Daniele parlo' al re, dicendo: O re, possi tu vivere in perpetuo. 22 6:22 L'Iddio mio ha mandato il suo Angelo, il quale ha turata la bocca de' leoni, talche' non mi hanno guasto. perciocche' io sono stato trovato innocente nel suo cospetto. ed anche inverso te, o re, non ho commesso alcun misfatto. 23 6:23 Allora il re si rallegro' molto di lui, e comando' che Daniele fosse tratto fuor della fossa. e Daniele fu tratto fuor della fossa, e non si trovo' in lui lesione alcuna. perciocche' egli si era confidato nel suo Dio. 24 6:24 E per comandamento del re, furon menati quegli uomini che aveano accusato Daniele, e furon gettati nella fossa de' leoni, essi, i lor figliuoli, e le lor mogli. e non erano ancor giunti al fondo della fossa, che i leoni furono loro addosso, e fiaccaron loro tutte le ossa. 25 6:25 Allora il re Dario scrisse a tutti i popoli, nazioni, e lingue, che abitano per tutta la terra, lettere dell'infrascritto tenore: La vostra pace sia accresciuta.

6:17 6:17 E fu portata una pietra, che fu messa sulla bocca della fossa. e il re la sigillo' col suo anello e con l'anello de' suoi grandi, perchè nulla fosse mutato riguardo a Daniele. 18 6:18 Allora il re se ne ando' al suo palazzo, e passo' la notte in digiuno. non si fece venir alcuna concubina e il sonno fuggi' da lui. 19 6:19 Poi il re si levo' la mattina di buon'ora, appena fu giorno, e si reco' in fretta alla fossa de' leoni. 20 6:20 E come fu vicino alla fossa, chiamo' Daniele con voce dolorosa, e il re proese a dire a Daniele: 'Daniele, servo dell'Iddio vivente! Il tuo Dio, che tu servi del continuo, t'ha egli potuto liberare dai leoni?' 21 6:21 Allora Daniele disse al re: 'O re, possa tu vivere in perpetuo! 22 6:22 Il mio Dio ha mandato il suo angelo, e ha chiuso la bocca de' leoni che non m'hanno fatto alcun male, perchè io sono stato trovato innocente nel suo cospetto. e anche davanti a te, o re, non ho fatto alcun male'. 23 6:23 Allora il re fu ricolmo di gioia, e ordino' che Daniele fosse tratto fuori dalla fossa. e Daniele fu tratto fuori dalla fossa, e non si trovo' su di lui lesione di sorta, perchè s'era confidato nel suo Dio. 24 6:24 E per ordine del re fu-ron menati quegli uomini che aveano accusato Daniele, e furon gettati nella fossa de' leoni, essi, i loro figliuoli e le loro mogli. e non erano ancora giunti in fondo alla fossa, che i leoni furon loro addosso, e fiac-caron loro tutte le ossa. 25 6:25 Allora il re Dario scrisse a tutti i popoli, a tutte le nazioni e lingue che abitavano su tutta la terra: 'La vostra pace abbondi!

6:17 6:17 Poi fu portata una pietra e fu messa sull'apertura della fossa. il re la sigillò con il suo anello e con l'anello dei suoi grandi, perchè nulla fosse mutato riguardo a Daniele. 18 6:18 Allora il re ritornò al suo palazzo e digiunò tutta la notte. non fece venire nessuna delle concubine e non riuscò a dormire. 19 6:19 La mattina il re si alzò molto proesto, appena fu giorno, e si recò in fretta alla fossa dei leoni. 20 6:20 Quando fu vicino alla fossa, chiamò Daniele con voce angosciata e gli disse: 'Daniele, servo del Dio vivente! Il tuo Dio, che tu servi con perseveranza, ha potuto liberarti dai leoni?'. 21 6:21 Daniele rispose al re: 'Vivi per semproe o re! 22 6:22 Il mio Dio ha mandato il suo angelo che ha chiuso la bocca dei leoni. essi non mi hanno fatto nessun male perchè sono stato trovato innocente davanti a lui. e anche davanti a te, o re, non ho fatto niente di male'. 23 6:23 Allora il re fu molto contento e ordinò che Daniele fosse tirato fuori dalla fossa. Daniele fu tirato fuori dalla fossa e non si trovò su di lui nessuna ferita, perchè aveva avuto fiducia nel suo Dio. 24 6:24 Per ordine del re, gli uomini che avevano accusato Daniele furono proesi e gettati nella fossa dei leoni con i loro figli e le loro mogli. Non erano ancora giunti in fondo alla fossa, che i leoni si lanciarono su di loro e stritolarono tutte le loro ossa. 25 6:25 Allora il re Dario scrisse alle genti di ogni popolo, nazione e lingua che abitavano su tutta la terra: 'Pace e prosperità vi siano date in abbondanza!

6:17 6:17 Poi fu portata una pietra, che fu messa sulla bocca della fossa. il re la sigillò con il suo anello e con l’anello dei suoi grandi, perchè la decisione riguardo a Daniele non fosse cambiata. 18 6:18 Allora il re si ritirò nel suo palazzo e passò la notte digiunando. non fu portato davanti a lui alcun musicista e anche il sonno lo abbandonò. 19 6:19 La mattina dopo il re si alzò molto proesto e si recò in fretta alla fossa dei leoni. 20 6:20 Giunto vicino alla fossa, chiamò Daniele con voce accorata. il re proese a dire a Daniele: ’Daniele, servo del Dio vivente, il tuo Dio, che tu servi del continuo ha potuto liberarti dai leoni?'. 21 6:21 Allora Daniele disse al re: ’O re, possa tu vivere per semproe! 22 6:22 Il mio Dio ha mandato il suo angelo che ha chiuso le bocche dei leoni, ed essi non mi hanno fatto alcun male, perchè sono stato trovato innocente davanti a lui. ma anche davanti a te, o re, non ho fatto alcun male'. 23 6:23 Allora il re fu ripieno di gioia e ordinò di tirar fuori Daniele dalla fossa. Così Daniele fu tirato fuori dalla fossa e non si trovò su di lui alcuna lesione, perchè aveva confidato nel suo Dio. 24 6:24 Il re ordinò quindi che fossero fatti venire quegli uomini che avevano accusato Daniele e furono gettati nella fossa dei leoni, essi, i loro figli e le loro mogli. E, proima ancora che giungessero in fondo alla fossa, i leoni furono loro addosso e stritolarono tutte le loro ossa. 25 6:25 Allora il re Dario scrisse a tutti i popoli, nazioni e lingue che abitavano su tutta la terra: ’La vostra pace sia grande!

6:17 Allora il re ordinò che si prendesse Daniele e si gettasse nella fossa dei leoni. Il re, rivolto a Daniele, gli disse: ""Quel Dio, che tu servi con perseveranza, ti possa salvare!"". 18 Poi fu portata una pietra e fu posta sopra la bocca della fossa: il re la sigillò con il suo anello e con l'anello dei suoi grandi, perchè niente fosse mutato sulla sorte di Daniele. 19 Quindi il re ritornò alla reggia, passò la notte digiuno, non gli fu introdotta alcuna donna e anche il sonno lo abbandonò. 20 La mattina dopo il re si alzò di buon'ora e sullo spuntar del giorno andò in fretta alla fossa dei leoni. 21 Quando fu vicino, chiamò: ""Daniele, servo del Dio vivente, il tuo Dio che tu servi con perseveranza ti ha potuto salvare dai leoni?"". 22 Daniele rispose: ""Re, vivi per sempre. 23 Il mio Dio ha mandato il suo angelo che ha chiuso le fauci dei leoni ed essi non mi hanno fatto alcun male, perchè sono stato trovato innocente davanti a lui; ma neppure contro di te, o re, ho commesso alcun male"". 24 Il re fu pieno di gioia e comandò che Daniele fosse tirato fuori dalla fossa. Appena uscito, non si riscontrò in lui lesione alcuna, poichè egli aveva confidato nel suo Dio. 25 Quindi, per ordine del re, fatti venire quegli uomini che avevano accusato Daniele, furono gettati nella fossa dei leoni insieme con i figli e le mogli. Non erano ancor giunti al fondo della fossa, che i leoni si avventarono contro di loro e ne stritolarono tutte le ossa.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia