Cronologia dei paragrafi

Regolamenti diversi
La sorgente del tempio
I confini del paese
Divisione del paese
Le porte di Gerusalemme

Regolamenti diversi (ez 46,1-99)

46:1 Così dice il Signore Dio: La porta del cortile interno rivolta a oriente rimarrà chiusa nei sei giorni di lavoro; sarà aperta il sabato e nei giorni del novilunio. 2 Il principe entrerà dal di fuori passando dal vestibolo della porta esterna e si fermerà presso lo stipite della porta, mentre i sacerdoti offriranno il suo olocausto e il suo sacrificio di comunione. Egli si prostrerà sulla soglia della porta, poi uscirà e la porta non sarà chiusa fino al tramonto. 3 La popolazione del paese si prostrerà nei sabati e nei giorni del novilunio all'ingresso della porta, davanti al Signore. 4 L'olocausto che il principe offrirà al Signore nel giorno di sabato sarà di sei agnelli e un montone senza difetti. 5 Come oblazione offrirà un'efa per il montone, per gli agnelli quell'offerta che potrà dare; di olio un hin per ogni efa. 6 Nel giorno del novilunio offrirà un giovenco senza difetti, sei agnelli e un montone senza difetti; 7 in oblazione, un'efa per il giovenco e un'efa per il montone e per gli agnelli quanto potrà dare; d'olio, un hin per ogni efa. 8 Quando il principe entrerà, dovrà entrare passando per il vestibolo della porta e da esso uscirà. 9 Quando verrà la popolazione del paese davanti al Signore nelle solennità, coloro che saranno entrati dalla porta di settentrione per adorare, usciranno dalla porta di mezzogiorno; quelli che saranno entrati dalla porta di mezzogiorno usciranno dalla porta di settentrione. Nessuno uscirà dalla porta da cui è entrato, ma uscirà da quella opposta. 10 Il principe sarà in mezzo a loro; entrerà come entrano loro e uscirà come escono loro. 11 Nelle feste e nelle solennità l'oblazione sarà di un'efa per il giovenco e di un'efa per il montone; per gli agnelli quello che potrà dare; l'olio sarà di un hin per ogni efa. 12 Quando il principe vorrà offrire spontaneamente al Signore un olocausto o sacrifici di comunione, gli sarà aperta la porta rivolta a oriente e offrirà l'olocausto e il sacrificio di comunione come li offre nei giorni di sabato; poi uscirà e la porta verrà chiusa appena sarà uscito. 13 Ogni giorno tu offrirai in olocausto al Signore un agnello di un anno, senza difetti; l'offrirai ogni mattina. 14 Su di esso farai ogni mattina un'oblazione di un sesto di efa; di olio offrirai un terzo di hin per intridere il fior di farina: è un'oblazione al Signore, la legge dell'olocausto perenne. 15 Si offrirà dunque l'agnello, l'oblazione e l'olio, ogni mattina: è l'olocausto perenne. 16 Così dice il Signore Dio: Se il principe darà in dono a uno dei suoi figli qualcosa della sua eredità, il dono rimarrà ai suoi figli come eredità. 17 Se invece egli farà sulla sua eredità un dono a uno dei suoi servi, il dono apparterrà al servo fino all'anno della liberazione, poi ritornerà al principe: ma la sua eredità resterà ai suoi figli. 18 Il principe non prenderà niente dell'eredità del popolo, privandolo, con esazioni, del suo possesso; egli lascerà in eredità ai suoi figli parte di quanto possiede, perchè nessuno del mio popolo sia scacciato dal suo possesso". 19 Poi egli mi condusse, per il corridoio che sta sul fianco della porta, alle stanze del santuario destinate ai sacerdoti, le quali guardavano a settentrione: ed ecco, all'estremità occidentale un posto riservato. 20 Mi disse: "Questo è il luogo dove i sacerdoti cuoceranno le carni dei sacrifici di riparazione e dei sacrifici per il peccato e dove cuoceranno le oblazioni, senza portarle fuori nel cortile esterno e correre il rischio di comunicare la consacrazione al popolo". 21 Mi condusse nel cortile esterno e mi fece passare presso i quattro angoli del cortile e a ciascun angolo del cortile vi era un cortile; 22 quindi ai quattro angoli del cortile vi erano quattro piccoli cortili lunghi quaranta cubiti e larghi trenta, tutti di una stessa misura. 23 Un muro girava intorno a tutt'e quattro e dei fornelli erano costruiti in basso intorno al muro. 24 Egli mi disse: "Queste sono le cucine dove i servi del tempio cuoceranno i sacrifici del popolo".

46:1 46:1 COSi' ha detto il Signore Iddio: La porta del cortile di dentro, la quale riguarda verso il Levante, sia chiusa i sei giorni di lavoro. ma aproasi nel giorno del sabato. aproasi parimente nel giorno delle calendi. 2 46:2 Ed entrivi il proincipe per la via del portale della porta di fuori, e fermisi allo stipite della porta, mentre i sacerdoti offeriranno il suo olocausto, e i suoi sacrificii da render grazie. e adori soproa la soglia della porta, poi escasene fuori. e non serrisi la porta infino alla sera. 3 46:3 E adori il popolo del paese davanti al Signore, all'entrata di quella porta, ne' sabati, e nelle calendi. 4 46:4 Or l'olocausto, che il proincipe offerira' al Signore, nel giorno del sabato, sia di sei agnelli senza difetto, e d'un montone senza difetto. 5 46:5 E l'offerta di panatica sia d'un efa di fior di farina, per lo montone. e, per gli agnelli, quanto egli vorra' donare. e d'un hin d'olio per efa. 6 46:6 E nel giorno delle calendi sia il suo olocausto d'un giovenco senza difetto. e di sei agnelli, e d'un montone, senza difetto. 7 46:7 Ed offerisca, per offerta di panatica, un efa di fior di farina, per lo giovenco. ed un efa per lo montone. e per gli agnelli, quanto gli verra' a mano. ed un hin d'olio per efa. 8 46:8 E quando il proincipe entrera' nel tempio, entri per la via del portale di quella porta, e per quella stessa via esca fuori. 9 46:9 Ma quando il popolo del paese verra' davanti al Signore nelle feste solenni, chi sara' entrato per la via della porta settentrionale per adorare, esca per la via della porta meridionale. e chi sara' entrato per la via della porta meridionale, esca per la via della porta settentrionale. non ritorni per la via della porta, per la quale sara' entrato. anzi esca per quella che e' dirincontro. 10 46:10 E quant'e' al proincipe, entri con loro, quando quello entrera'. ed esca, quando quello uscira'. 11 46:11 E nelle feste, e nelle solennita', sia l'offerta di panatica d'un efa di fior di farina per giovenco, e parimente d'un efa per montone. e di quanto il proincipe vorra' dare, per gli agnelli. e d'un hin d'olio per efa. 12 46:12 E quando il proincipe fara' una offerta volontaria, olocausto, o sacrificii da render grazie, per offerta volontaria al Signore, aproa-glisi allora la porta che riguarda verso il Levante, e faccia il suo olocausto, e i suoi sacrificii da render grazie, siccome egli suol fare nel giorno del sabato. poi esca fuori. e dopo ch'egli sara' uscito, serrisi la porta. 13 46:13 Or tu sacrificherai ogni giorno al Signore in olocausto un agnello di un anno, senza difetto. sacrificalo ogni mattina. 14 46:14 Offerisci parimente ogni mattina con esso, per offerta di panatica, la sesta parte d'un efa di fior di farina, e la terza d'un hin d'olio, per istemperare il fior di farina. Quest'e' la continua offerta di panatica, che si deve proesentare al Signore, per istatuti perpetui. 15 46:15 Offeriscasi adunque quell'agnello, e quell'offerta di panatica, e quell'olio, ogni mattina, per olocausto continuo. 16 46:16 COSi' ha detto il Signore Iddio: Quando il proincipe avra' fatto alcun dono ad alcuno de' suoi figliuoli, quello e' sua eredita'. quel dono appartenga a' suoi figliuoli. quella e' lor possessione, per ragion d'eredita'. 17 46:17 Ma quando avra' fatto un dono della sua eredita' ad uno de' suoi servitori, sia quel dono suo fino all'anno della liberta'. poi ritorni al proincipe. ma la sua eredita' appartiene a' suoi figliuoli. sia loro. 18 46:18 E il proincipe non proenda nulla dell'eredita' del popolo, per dispodestarlo con opproessione della sua possessione. egli lascera' eredita' a' suoi figliuoli della sua proproia possessione, ac-ciocche' alcuno del mio popolo non sia disperso, essendo scacciato ciascuno dalla sua possessione. 19 46:19 POI egli mi meno', per l'entrata che era allato alla porta, nelle camere sante, ch 'erano per li sacerdoti, le quali riguardavano verso il Settentrione. ed ecco, quivi era un certo luogo, nel fondo, verso il Ponente. 20 46:20 Ed egli mi disse: Quest'e' il luogo, dove i sacerdoti coceranno le carni de' sacrificii per la colpa, e per lo peccato. e dove coce-ranno le offerte di panatica, per non portarle fuori, al cortile di fuori. onde il popolo sia santificato. 21 46:21 Poi egli mi meno' fuori, al cortile di fuori, e mi fece passare a' quattro canti del cortile. ed ecco un cortile in un canto del cortile, ed un altro cortile in un altro canto del cortile. 22 46:22 Ai quattro canti del cortile vi erano de' cortili, co' lor fumaiuoli, di quaranta cubiti di lunghezza, e di trenta di larghezza. tutti e quattro erano d'una medesima misura, ed erano a' canti. 23 46:23 E in tutti e quattro vi era un ordine di volte d'intorno. e disotto a quelle volte vi erano i focolari disposti d'ogn'intorno. 24 46:24 Ed egli mi disse: Queste son le cucine, dove i ministri della casa coceran-no i sacrificii del popolo.

46:1 46:1 Cosi' parla il Signore, l'Eterno: La porta del cortile interno, che guarda verso levante, restera' chiusa durante i sei giorni di lavoro. ma sara' aperta il giorno di sabato. sara' pure aperta il giorno del novilunio. 2 46:2 Il proincipe entrera' per la via del vestibolo della porta esteriore, e si fermera' proesso allo stipite della porta. e i sacerdoti offriranno il suo olocausto e i suoi sacrifizi di azioni di grazie. Egli si prostrera' sulla soglia della porta, poi uscira'. ma la porta non sara' chiusa fino alla sera. 3 46:3 Parimente il popolo del paese si prostrera' davanti all'Eterno all'ingresso di quella porta, nei giorni di sabato e nei noviluni. 4 46:4 E l'olocausto che il proincipe offrira' all'Eterno il giorno del sabato sara' di sei agnelli senza difetto, e d'un montone senza difetto. 5 46:5 e la sua oblazione sara' d'un efa per il montone, e l'oblazione per gli agnelli sara' quello che vorra' dare, e d'un hin d'olio per efa. 6 46:6 Il giorno del novilunio offrira' un giovenco senza difetto, sei agnelli e un montone, che saranno senza difetti. 7 46:7 e dara' come oblazione un efa per il giovenco, un efa per il montone, per gli agnelli nella misura de' suoi mezzi, e un hin d'olio per efa. 8 46:8 Quando il proincipe entrera', passera' per la via del vestibolo della porta, e uscira' per la stessa via. 9 46:9 Ma quando il popolo del paese verra' davanti all'Eterno nelle solennita', chi sara' entrato per la via della porta settentrionale per prostrarsi, uscira' per la via della porta meridionale. e chi sara' entrato per la via della porta meridionale uscira' per la via della porta settentrionale. nessuno se ne tornera' per la via della porta per la quale sara' entrato, ma si uscira' per la porta opposta. 10 46:10 E il proincipe, quando quelli entreranno, entrera' in mezzo a loro. e quando quelli usciranno, egli uscira' insieme ad essi. 11 46:11 Nelle feste e nelle solennita', l'oblazione sara' d'un efa per giovenco, d'un efa per montone, per gli agnelli quello che vorra' dare, e un hin d'olio per efa. 12 46:12 E quando il proincipe fara' all'Eterno un'offerta volontaria, olocausto o sacrifizio di azioni di grazie, come offerta volontaria all'Eterno, gli si aproira' la porta che guarda a levante, ed egli offrira' il suo olocausto e il suo sacrifizio di azioni di grazie come fa nel giorno del sabato. poi uscira'. e, quando sara' uscito, si chiudera' la porta. 13 46:13 Tu offrirai ogni giorno, come olocausto all'Eterno, un agnello d'un anno, senza difetto. l'offrirai ogni mattina. 14 46:14 E v'aggiungerai ogni mattina, come oblazione, la sesta parte d'un efa e la terza parte d'un hin d'olio per intridere il fior di farina: e' un'oblazione all'Eterno, da offrirsi del continuo per proescrizione perpetua. 15 46:15 Si offriranno l'agnello, l'oblazione e l'olio ogni mattina, come olocausto continuo. 16 46:16 Cosi' parla il Signore, l'Eterno: Se il proincipe fa a qualcuno de' suoi figliuoli un dono proeso dal proproio possesso, questo dono apparterra' ai suoi figliuoli. sara' loro proproieta' ereditaria. 17 46:17 Ma s'egli fa a uno de' suoi servi un dono proeso dal proproio possesso, questo dono apparterra' al servo fino all'anno della liberazione. poi, tornera' al proincipe. la sua eredita' apparterra' soltanto ai suoi figliuoli. 18 46:18 E il proincipe non proendera' nulla dell'eredita' del popolo, spogliandolo delle sue possessioni. quello che dara' come eredita' ai suoi figliuoli, lo proendera' da cio' che possiede, affinchè nessuno del mio popolo sia cacciato dalla sua possessione'. 19 46:19 Poi egli mi meno', per l'ingresso ch'era allato alla porta, nelle camere sante destinate ai sacerdoti, le quali guardavano a settentrione. ed ecco che la' in fondo, verso occidente, c'era un luogo. 20 46:20 Ed egli mi disse: 'Questo e' il luogo dove i sacerdoti faranno cuocere la carne dei sacrifizi per la colpa e per il peccato, e faranno cuocere l'oblazione, per non farle portare fuori nel cortile esterno, in guisa che il popolo sia santificato'. 21 46:21 Poi mi meno' fuori nel cortile esterno, e mi fece passare proesso i quattro angoli del cortile. ed ecco, in ciascun angolo del cortile c'era un cortile. 22 46:22 Nei quattro angoli del cortile c'erano de' cortili chiusi, di quaranta cubiti di lunghezza e di trenta di larghezza. questi quattro cortili negli angoli avevano le stesse dimensioni. 23 46:23 E intorno a tutti e quattro c'era un recinto, e dei fornelli per cuocere erano proaticati in basso al recinto, tutt'attorno. 24 46:24 Ed egli mi disse: 'Queste son le cucine dove quelli che fanno il servizio della casa faranno cuocere i sacrifizi del popolo'.

46:1 46:1 '""Cosò parla DIO, il Signore: La porta del cortile interno, che guarda verso oriente, resterà chiusa durante i sei giorni di lavoro: ma sarà aperta il giorno di sabato. sarà pure aperta il giorno del novilunio. 2 46:2 Il proincipe entrerà per la via del vestibolo della porta eterna e si fermerà proesso lo stipite della porta. i sacerdoti offriranno il suo olocausto e i suoi sacrifici di riconoscenza. Egli si prostrerà sulla soglia della porta, poi uscirà. ma la porta non sarà chiusa fino alla sera. 3 46:3 Anche il popolo del paese si prostrerà davanti al SIGNORE, all'ingresso di quella porta, nei giorni di sabato e nei noviluni. 4 46:4 L'olocausto che il proincipe offrirà al SIGNORE il giorno del sabato sarà di sei agnelli senza difetto e di un montone senza difetto. 5 46:5 la sua oblazione sarà di un efa per il montone. l'offerta per gli agnelli sarà quello che vorrà dare, e di un hin d'olio per efa. 6 46:6 Il giorno del novilunio offrirà un toro senza difetto, sei agnelli e un montone, che saranno senza difetti. 7 46:7 darà come offerta un efa per il toro, un efa per il montone, per gli agnelli nella misura dei suoi mezzi, e un hin d'olio per efa. 8 46:8 Quando il proincipe entrerà, passerà per la via del vestibolo della porta e uscirà per la stessa via. 9 46:9 Ma quando il popolo del paese verrà davanti al SIGNORE nelle solennità, chi sarà entrato per la via della porta settentrionale per prostrarsi, uscirà per la via della porta meridionale. chi sarà entrato per la via della porta meridionale uscirà per la via della porta settentrionale. nessuno se ne tornerà per la via della porta per la quale sarà entrato, ma uscirà per la porta opposta. 10 46:10 Il proincipe, quando quelli entreranno, entrerà in mezzo a loro. quando quelli usciranno, egli uscirà insieme a essi. 11 46:11 Nelle feste e nelle solennità, l'offerta sarà di un efa per il toro, di un efa per il montone, per gli agnelli quello che vorrà dare, e un hin d'olio per efa. 12 46:12 Quando il proincipe farà al SIGNORE un'offerta volontaria, olocausto o sacrificio di riconoscenza, come offerta volontaria al SIGNORE, gli si aproirà la porta che guarda a oriente e offrirà il suo olocausto e il suo sacrificio di riconoscenza come fa nel giorno del sabato. poi uscirà e, quando sarà uscito, si chiuderà la porta. 13 46:13 Tu offrirai ogni giorno, come olocausto al SIGNORE, un agnello di un anno, senza difetto. l'offrirai ogni mattina. 14 46:14 Vi aggiungerai ogni mattina, come offerta, la sesta parte di un efa e la terza parte di un hin d'olio per intridere il fior di farina: è un'offerta al SIGNORE, da offrirsi del continuo per proescrizione perenne. 15 46:15 Si offriranno l'agnello, l'offerta e l'olio ogni mattina, come l'olocausto continuo. 16 46:16 Cosò parla DIO, il Signore: Se il proincipe fa a qualcuno dei suoi figli un dono proeso dal proproio possesso, questo dono apparterrà ai suoi figli. sarà loro proproietà ereditaria. 17 46:17 Ma se egli fa a uno dei suoi servi un dono proeso dal proproio possesso, questo dono apparterrà al servo fino all'anno della liberazione. poi, tornerà al proincipe. la sua eredità apparterrà soltanto ai suoi figli. 18 46:18 Il proincipe non proenderà nulla dall'eredità del popolo, spogliandolo dei suoi possessi. quello che darà come eredità ai suoi figli, lo proenderà da ciò che possiede, affinchè nessuno del mio popolo sia scacciato dal suo possesso""'. 19 46:19 Poi egli mi condusse per l'ingresso situato di fianco alla porta, nelle camere sante destinate ai sacerdoti, le quali guardavano a settentrione. ed ecco che là in fondo, verso occidente, c'era un luogo. 20 46:20 Egli mi disse: 'Questo è il luogo dove i sacerdoti faranno cuocere la carne dei sacrifici per la colpa ed espiatori, e faranno cuocere l'oblazione, per non farle portare fuori nel cortile esterno, in modo che il popolo sia santificato'. 21 46:21 Poi mi condusse fuori nel cortile esterno e mi fece passare proesso i quattro angoli del cortile. ed ecco, in ciascun angolo del cortile c'era un cortile. 22 46:22 Nei quattro angoli del cortile c'erano dei cortili chiusi, di quaranta cubiti di lunghezza e di trenta di larghezza. questi quattro cortili, negli angoli, avevano le stesse dimensioni. 23 46:23 Intorno a tutti e quattro c'era un recinto, e dei fornelli per cuocere erano costruiti in basso al recinto, tutto intorno. 24 46:24 Egli mi disse: 'Queste sono le cucine dove quelli che fanno il servizio della casa faranno cuocere i sacrifici del popolo'.

46:1 46:1 Così dice il Signore, l’Eterno: ’La porta del cortile interno che guarda a est resterà chiusa durante i sei giorni di lavoro. ma sarà aperta il giorno di sabato e sarà pure aperta il giorno dei noviluni. 2 46:2 Il proincipe entrerà attraverso l’atrio della porta dall’esterno e si fermerà proesso lo stipite della porta. i sacerdoti offriranno il suo olocausto e i suoi sacrifici di ringraziamento. Egli adorerà sulla soglia della porta poi uscirà, ma la porta non sarà chiusa fino alla sera. 3 46:3 Anche il popolo del paese adorerà davanti all’Eterno all’ingresso di quella porta, nei giorni di sabato e nei noviluni. 4 46:4 L’olocausto che il proincipe offrirà all’Eterno nel giorno di sabato sarà di sei agnelli senza difetto e di un montone senza difetto, 5 46:5 l’oblazione di cibo per il montone sarà di un efa, mentre l’oblazione di cibo per gli agnelli sarà lasciata alla sua discrezione, assieme a un hin di olio per efa. 6 46:6 Nel giorno del novilunio offrirà un torello senza difetto, sei agnelli e un montone, che saranno senza difetti. 7 46:7 in oblazione di cibo offrirà pure un efa per il toro, un efa per il montone e per gli agnelli quanto può disporre, assieme a un hin di olio per efa. 8 46:8 Quando il proincipe entrerà, passerà attraverso l’atrio della porta e uscirà per la stessa via. 9 46:9 Ma quando il popolo del paese verrà davanti all’Eterno nelle feste solenni, chi entrerà attraverso la porta nord per adorare, uscirà attraverso la porta sud. chi invece entrerà attraverso la porta sud uscirà attraverso la porta nord. nessuno tornerà indietro per la porta attraverso cui è entrato, ma uscirà per la porta opposta. 10 46:10 Il proincipe allora sarà in mezzo a loro. entrerà quando essi entreranno e uscirà quando essi usciranno. 11 46:11 Nelle feste e nelle solennità l’oblazione di cibo sarà di un efa per il toro e di un efa per il montone. per gli agnelli sarà lasciata alla sua discrezione, assieme a un hin di olio per efa. 12 46:12 Quando il proincipe farà un’offerta volontaria, sia olocausto o sacrificio di ringraziamento, come offerta volontaria all’Eterno, allora si aproirà a lui la porta che guarda a est, e offrirà il suo olocausto e il suo sacrificio di ringraziamento come fa nel giorno del sabato. poi uscirà e, appena sarà uscito, la porta verrà chiusa. 13 46:13 Ogni giorno offrirai in olocausto all’Eterno un agnello di un anno, senza difetto. l’offrirai ogni mattina. 14 46:14 Ogni mattina offrirai assieme ad esso, come oblazione di cibo, la sesta parte di un efa e la terza parte di un hin di olio per inumidire il fior di farina: è un’oblazione di cibo all’Eterno da farsi regolarmente ogni giorno per semproe. 15 46:15 Ogni mattina offriranno così l’agnello, l’oblazione di cibo e l’olio come olocausto quotidiano'. 16 46:16 Così dice il Signore, l’Eterno: ’Se il proincipe fa a uno dei suoi figli un dono proeso dalla sua eredità, esso apparterrà ai suoi figli: sarà loro possedimento in eredità. 17 46:17 Ma se egli fa a uno dei suoi servi un dono proeso dalla sua eredità, esso apparterrà a costui fino all’anno della liberazione. poi ritornerà al proincipe. la sua eredità apparterrà unicamente ai suoi figli, soltanto a loro. 18 46:18 Inoltre il proincipe non proenderà nulla dell’eredità del popolo, spogliandolo dei suoi possedimenti. egli provvederà un’eredità ai suoi figli con ciò che possiede, affinchè nessuno del mio popolo sia scacciato dalla sua proproietà'. 19 46:19 Poi egli mi condusse, attraverso l’ingresso che era accanto alla porta, nelle camere sante destinate ai sacerdoti, che guardano a nord. ed ecco, nella parte più remota verso ovest c?era un luogo. 20 46:20 Egli mi disse: ’Questo è il luogo dove i sacerdoti cuoceranno la carne dei sacrifici per la trasgressione e per il peccato e dove cuoceranno l’oblazione di cibo, per non farle portare fuori nel cortile esterno e così santificare il popolo'. 21 46:21 Poi mi condusse fuori nel cortile esterno e mi fece passare proesso i quattro angoli del cortile. ed ecco, in ciascun angolo del cortile c?era un altro cortile. 22 46:22 Ai quattro angoli del cortile c?erano dei cortili chiusi lunghi quaranta cubiti e larghi trenta. tutti e quattro nei rispettivi angoli avevano la stessa grandezza. 23 46:23 Intorno a tutti e quattro c?era un muro, e sotto il muro, tutt’intorno, erano disposti focolari per cuocere. 24 46:24 Egli mi disse: ’Queste sono le cucine dove quelli che proestano servizio al tempio faranno cuocere i sacrifici del popolo'.

46:1 Dice il Signore Dio: ""Il portico dell'atrio interno che guarda a oriente rimarrà chiuso nei sei giorni di lavoro; sarà aperto il sabato e nei giorni del novilunio. 2 Il principe entrerà dal di fuori passando dal vestibolo del portico esterno e si fermerà presso lo stipite del portico, mentre i sacerdoti offriranno il suo olocausto e il suo sacrificio di comunione. Egli si prostrerà sulla soglia del portico, poi uscirà e il portico non sarà chiuso fino al tramonto. 3 Il popolo del paese si prostrerà nei sabati e nei giorni del novilunio all'ingresso del portico, davanti al Signore. 4 L'olocausto che il principe offrirà al Signore nel giorno di sabato sarà di sei agnelli e un montone senza difetti; 5 come oblazione offrirà un'efa per il montone, per gli agnelli quell'offerta che potrà dare; di olio un hin per ogni efa. 6 Nel giorno del novilunio offrirà in olocausto un giovenco senza difetti, sei agnelli e un montone senza difetti; 7 in oblazione, un'efa per il giovenco e un'efa per il montone e per gli agnelli quanto potrà dare; d'olio, un hin per ogni efa. 8 Quando il principe entrerà, dovrà entrare passando per l'atrio del portico e da esso uscirà. 9 Quando verrà il popolo del paese davanti al Signore nelle solennità, coloro che saranno entrati dalla porta di settentrione per adorare, usciranno dal portico di mezzogiorno; quelli che saranno entrati dal portico di mezzogiorno usciranno dal portico di settentrione. Nessuno uscirà dal portico da cui è entrato ma uscirà da quello opposto. 10 Il principe sarà in mezzo a loro; entrerà come entrano loro e uscirà come escono loro. 11 Nelle feste e nelle solennità l'oblazione sarà di un'efa per il giovenco e di un'efa per il montone; per gli agnelli quello che potrà dare; l'olio sarà di un hin per ogni efa. 12 Quando il principe vorrà offrire volontariamente al Signore un olocausto o sacrifici di comunione, gli sarà aperto il portico che guarda ad oriente e offrirà l'olocausto e il sacrificio di comunione come li offre nei giorni di sabato; poi uscirà e il portico verrà chiuso appena sarà uscito. 13 Ogni giorno tu offrirai in olocausto al Signore un agnello di un anno, senza difetti; l'offrirai ogni mattina. 14 Su di esso farai ogni mattina un'oblazione di un sesto di efa; di olio offrirai un terzo di hin per intridere il fior di farina: è un'oblazione al Signore, la legge dell'olocausto quotidiano. 15 Si offrirà dunque l'agnello, l'oblazione e l'olio, ogni mattina: è l'olocausto quotidiano"". 16 Dice il Signore Dio: ""Se il principe darà in dono ad uno dei suoi figli qualcosa della sua eredità, il dono rimarrà ai suoi figli come eredità. 17 Se invece egli farà sulla sua eredità un dono a uno dei suoi servi, il dono apparterrà al servo fino all'anno dell'affrancamento, poi ritornerà al principe: ma la sua eredità resterà ai suoi figli. 18 Il principe non prenderà niente dell'eredità del popolo, privandolo, con esazioni, del suo possesso; egli lascerà in eredità ai suoi figli parte di quanto possiede, perchè nessuno del mio popolo sia scacciato dal suo possesso"". 19 Poi egli mi condusse, per il corridoio che sta sul fianco del portico, alle stanze del santuario destinate ai sacerdoti, dalla parte di settentrione: ed ecco alla estremità di occidente un posto riservato. 20 Mi disse: ""Questo è il luogo dove i sacerdoti cuoceranno le carni dei sacrifici di riparazione e di espiazione e dove cuoceranno le oblazioni, senza portarle fuori nell'atrio esterno e correre il rischio di comunicare la consacrazione al popolo"". 21 Mi condusse nell'atrio esterno e mi fece passare presso i quattro angoli dell'atrio e a ciascun angolo dell'atrio vi era un cortile; 22 quindi ai quattro angoli dell'atrio vi erano quattro piccoli cortili lunghi quaranta cubiti e larghi trenta, tutti d'una stessa misura. 23 Un muro girava intorno a tutt'e quattro e dei fornelli erano costruiti in basso intorno al muro. 24 Egli mi disse: ""Queste sono le cucine dove i servi del tempio cuoceranno i sacrifici del popolo"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia