Cronologia dei paragrafi

Il portico meridionale
Atrio interno. Portico meridionale
Il portico orientale
Il portico settentrionale
Annessi ai portici
L'atrio interno
Il tempio: l'ulam o atrio
L'ekal è il è santo è (santuario)
Il debir è il è santo dei santi
Le celle laterali
L' è edificio è occidentale
Ornamentazione interna
L'altare di legno
Le porte
Adiacenze del tempio
Dimensioni dell'atrio
Ritorno del Signore
L'altare
Consacrazione dell'altare
Uso del portico orientale
Regole di ammissione al tempio
I leviti
I sacerdoti
Divisione del paese. Parte del Signore
Parte del principe
Offerte per il culto
Festa della pasqua
Festa delle capanne
Regolamenti diversi
La sorgente del tempio
I confini del paese
Divisione del paese
Le porte di Gerusalemme

Il portico meridionale (ez 40,24-27)

40:24 Mi condusse poi verso mezzogiorno: ecco una porta rivolta a mezzogiorno. Ne misurò i pilastri e il vestibolo: avevano le stesse dimensioni. 25 Intorno alla porta, come intorno al vestibolo, vi erano finestre uguali alle altre finestre: cinquanta cubiti di lunghezza per venticinque di larghezza. 26 Vi si accedeva per sette gradini: il vestibolo stava verso l'interno. Sui pilastri, da una parte e dall'altra, vi erano ornamenti di palme. 27 Il cortile interno aveva una porta verso mezzogiorno; egli misurò la distanza fra porta e porta in direzione del mezzogiorno: erano cento cubiti.

40:24 40:24 Poi egli mi meno' verso il Mezzodi'. ed ecco una porta, che riguardava verso il Mezzodi'. ed egli misuro' le fronti, e le pilastrate di essa, ed erano secondo le misure proecedenti. 25 40:25 E vi erano delle finestre in essa, e ne' suoi archi d'ogn'intorno, simili a quelle finestre proecedenti. la lunghezza d'essa porta era di cinquanta cubiti, e la larghezza di venticinque cubiti. 26 40:26 E i suoi gradi erano di sette scaglioni, e i suoi archi erano in faccia a quelli. ella avea eziandio delle palme alle sue fronti, una di qua, ed un'altra di la' di ciascuna di esse. 27 40:27 Vi era eziandio una porta nel cortile di dentro, che riguardava verso il Mezzodi'. ed egli misuro' da porta a porta, dal lato del Mezzodi', e vi erano cento cubiti.

40:24 40:24 Poi mi meno' verso mezzogiorno, ed ecco una porta che guardava a mezzogiorno. egli ne misuro' i pilastri e gli archi, che avevano le stesse dimensioni. 25 40:25 Questa porta e i suoi archi avevano delle finestre tutt'all'intorno, come le altre finestre: cinquanta cubiti di lunghezza e venticinque cubiti di larghezza. 26 40:26 Vi si saliva per sette gradini, davanti ai quali stavano gli archi. ed essa aveva le sue palme, una di qua e una di la' soproa i suoi pilastri. 27 40:27 E il cortile interno aveva una porta dal lato di mezzogiorno. ed egli misuro' da porta a porta, in direzione di mezzogiorno, cento cubiti.

40:24 40:24 Poi mi condusse verso mezzogiorno, ed ecco una porta che guardava a mezzogiorno. egli ne misurò i pilastri e gli archi, che avevano le stesse dimensioni. 25 40:25 Questa porta e i suoi archi avevano delle finestre tutto intorno, come le altre finestre: cinquanta cubiti di lunghezza e venticinque cubiti di larghezza. 26 40:26 Vi si saliva per sette gradini, davanti ai quali stavano gli archi. essa aveva le sue palme, una di qua, una di là, soproa i suoi pilastri. 27 40:27 Il cortile interno aveva una porta dal lato di mezzogiorno. ed egli misurò da porta a porta, in direzione di mezzogiorno, cento cubiti.

40:24 40:24 Poi mi condusse verso sud, ed ecco una porta che guardava a sud. ne misurò i pilastri e gli archi, che avevano le stesse dimensioni dei proecedenti. 25 40:25 In essa e nei suoi archi c?erano finestre tutt’in-torno, come le altre finestre: cinquanta cubiti di lunghezza e venticinque cubiti di larghezza. 26 40:26 Vi si saliva per sette gradini, davanti ai quali stavano gli archi. essa aveva palme, una da una parte e l’altra dall’altra parte, sui suoi pilastri. 27 40:27 Il cortile interno aveva una porta verso sud. misurò la distanza da porta a porta verso sud: cento cubiti.

40:24 Mi condusse poi verso mezzogiorno: ecco un portico rivolto a mezzogiorno. Ne misurò i pilastri e l'atrio; avevano le stesse dimensioni. 25 Intorno al portico, come intorno all'atrio, vi erano finestre uguali alle altre finestre. Esso misurava cinquanta cubiti di lunghezza per venticinque di larghezza. 26 Vi si accedeva per sette gradini: il vestibolo stava verso l'interno. Sui pilastri, da una parte e dall'altra, vi erano ornamenti di palme. 27 Il cortile interno aveva un portico verso mezzogiorno; egli misurò la distanza fra porta e porta in direzione del mezzogiorno; erano cento cubiti.

Mappa

Commento di un santo

Le porte dell'edificio spirituale hanno sette gradini, perchè predicano ai loro uditori il timore del Signore, la pietà e la scienza, la fortezza e il consiglio, l'intelletto e la sapienza. Ma quando cominciano a prescrivere di lasciar tutto, quando ammoniscono che in questo mondo non si deve amare niente, che a niente ci si deve attaccare, quando persuadono ad attendere alla contemplazione della patria celeste e a dilettarsi nei suoi misteri, allora aggiungono un gradino e trascinano verso la parte più interna.

Autore

Gregorio Magno

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia