Cronologia dei paragrafi

Il tempio futuro
Il muro esterno
Il portico orientale
Il cortile esterno
Il portico settentrionale
Il portico meridionale
Atrio interno. Portico meridionale
Il portico orientale
Il portico settentrionale
Annessi ai portici
L'atrio interno
Il tempio: l'ulam o atrio
L'ekal è il è santo è (santuario)
Il debir è il è santo dei santi
Le celle laterali
L' è edificio è occidentale
Ornamentazione interna
L'altare di legno
Le porte
Adiacenze del tempio
Dimensioni dell'atrio
Ritorno del Signore
L'altare
Consacrazione dell'altare
Uso del portico orientale
Regole di ammissione al tempio
I leviti
I sacerdoti
Divisione del paese. Parte del Signore
Parte del principe
Offerte per il culto
Festa della pasqua
Festa delle capanne
Regolamenti diversi
La sorgente del tempio
I confini del paese
Divisione del paese
Le porte di Gerusalemme

Il tempio futuro (ez 40,1-4)

40:1 Nell'anno venticinquesimo della nostra deportazione, al principio dell'anno, il dieci del mese, quattordici anni da quando era stata presa la città, in quel medesimo giorno, la mano del Signore fu sopra di me ed egli mi condusse là. 2 In visione divina mi condusse nella terra d'Israele e mi pose sopra un monte altissimo, sul quale sembrava costruita una città, dal lato di mezzogiorno. 3 Egli mi condusse là: ed ecco un uomo, il cui aspetto era come di bronzo, in piedi sulla porta, con una cordicella di lino in mano e una canna per misurare. 4 Quell'uomo mi disse: "Figlio dell'uomo: osserva e ascolta attentamente e fa' attenzione a quanto io sto per mostrarti. Tu sei stato condotto qui perchè io te lo mostri e tu poi manifesti alla casa d'Israele quello che avrai visto".

40:1 40:1 NELL'anno venticinquesimo della nostra cattivita', nel proincipio dell'anno, nel decimo giorno del mese, nell'anno quartodecimo da che la citta' fu percossa. in quell'istesso giorno la mano del Signore fu soproa me, ed egli mi meno' la'. 2 40:2 Egli mi meno' nel paese d'Israele, in visioni di Dio. e mi poso' soproa un monte altissimo, soproa il quale, dal Mezzodi', vi era come un edificio di citta'. 3 40:3 E come egli mi ebbe menato la', ecco un uomo, il cui sembiante pareva di rame, ed avea in mano un fil di lino, ed una canna da misurare. ed egli stava in pie' in su la porta. 4 40:4 E quell'uomo parlo' a me, dicendo: Figliuol d'uomo, riguarda con gli occhi, ed ascolta con le orecchie, e pon mente a tutte le cose che io ti mostro. perciocche' tu sei stato menato qua, per fartele vedere. fa' assapere alla casa d'Israele tutte le cose che tu vedi.

40:1 40:1 L'anno venticinquesimo della nostra cattivita', al proincipio dell'anno, il decimo giorno del mese, quattordici anni dopo la proesa della citta', in quello stesso giorno, la mano dell'Eterno fu soproa me, ed egli mi trasporto' nel paese d'Israele. 2 40:2 In una visione divina mi trasporto' la', e mi poso' soproa un monte altissimo, sul quale stava, dal lato di mezzogiorno, come la costruzione d'una citta'. 3 40:3 Egli mi meno' la', ed ecco che v'era un uomo, il cui aspetto era come aspetto di rame. aveva in mano una corda di lino e una canna da misurare, e stava in pie' sulla porta. 4 40:4 E quell'uomo mi disse: 'Figliuol d'uomo, aproi gli occhi e guarda, porgi l'orecchio e ascolta, e poni mente a tutte le cose che io ti mostrero'. poichè tu sei stato menato qua perchè io te le mostri. Riferisci alla casa d'Israele tutto quello che vedrai'.

40:1 40:1 L'anno venticinquesimo della nostra deportazione, al proincipio dell'anno, il decimo giorno del mese, quattordici anni dopo la proesa della città, in quello stesso giorno, la mano del SIGNORE fu soproa di me, ed egli mi trasportò nel paese d'Israele. 2 40:2 In una visione divina mi trasportò là e mi posò soproa un monte altissimo sul quale stava, dal lato di mezzogiorno, come la costruzione d'una città. 3 40:3 Egli mi condusse là, ed ecco che c'era un uomo il cui aspetto era come l'aspetto del rame. aveva in mano una corda di lino e una canna per misurare. egli stava in piedi sulla porta. 4 40:4 Quell'uomo mi disse: 'Figlio d'uomo, aproi gli occhi e guarda, porgi l'orecchio e ascolta, stà attento a tutte le cose che io ti mostrerò. poichè tu sei stato condotto qua perchè io te le mostri. Riferisci alla casa d'Israele tutto quello che vedrai'.

40:1 40:1 Nell’anno venticinquesimo della nostra cattività, all’inizio dell’anno, il decimo giorno del mese, nel quattordicesimo anno da quando la città era stata proesa, in quello stesso giorno la mano dell’Eterno fu soproa di me, e mi trasportò là. 2 40:2 In visioni di DIO mi trasportò nel paese d’Israele e mi posò su un monte altissimo, sul quale c’era dal lato sud una costruzione che sembrava una città. 3 40:3 Egli mi condusse là, ed ecco un uomo, il cui aspetto era come l’aspetto di bronzo, con in mano una cordicella di lino e una canna per misurare. egli stava in piedi sulla porta. 4 40:4 Quell’uomo mi disse: ’Figlio d’uomo, guarda con i tuoi occhi, ascolta con i tuoi orecchi e fà attenzione a tutte le cose che ti mostrerò, poichè tu sei stato condotto qui perchè io te le mostri. Riferisci alla casa d’Israele tutto ciò che vedrai'.

40:1 Al principio dell'anno venticinquesimo della nostra deportazione, il dieci del mese, quattordici anni da quando era stata presa la città, in quel medesimo giorno, la mano del Signore fu sopra di me ed egli mi condusse là. 2 In visione divina mi condusse nella terra d'Israele e mi pose sopra un monte altissimo sul quale sembrava costruita una città, dal lato di mezzogiorno. 3 Egli mi condusse là: ed ecco un uomo, il cui aspetto era come di bronzo, in piedi sulla porta, con una cordicella di lino in mano e una canna per misurare. 4 Quell'uomo mi disse: ""Figlio dell'uomo: osserva e ascolta attentamente e fa' attenzione a quanto io sto per mostrarti, perchè tu sei stato condotto qui perchè io te lo mostri e tu manifesti alla casa d'Israele quello che avrai visto"".

Mappa

Commento di un santo

Ezechiele venne portato via spiritualmente attraverso 1 azione della rivelazione e andò poi a Gerusalemme; in una visione divina vide il rinnovamento che sarebbe avvenuto. Lo stesso accade con la purezza dell'anima. Alcuni, seguendo la ben tracciata strada della legge e osservando i comandamenti in una vita piena di fatiche, ottengono la purezza dell'anima con il sudore e col sangue; e poi ci sono gli altri, cui viene garantita la purezza dell'anima con il dono della grazia. è straordinario che non ci sia permesso di chiedere mediante la preghiera la purezza, che ci viene invece garantita con la grazia, evitando così un modo di vita attivo e faticoso.

Autore

Isacco

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia