Cronologia dei paragrafi

Il castigo
La gloria del Signore abbandona il tempio
Seguito dei peccati di Gerusalemme
La nuova alleanza promessa agli esiliati
La gloria del Signore abbandona Gerusalemme
L'imitazione dell'emigrante
Proverbi popolari
Contro i falsi profeti
Le false profetesse
Contro l'idolatria
Responsabilità personale
Parabola della vigna
Storia simbolica di Israele
Allegoria dell'aquila
La responsabilità personale
Lamento sui capi d'Israele
Storia delle infedeltà di Israele
La spada del Signore
Il re di Babilonia all'incrocio delle strade
Castigo di Ammon
I delitti di Gerusalemme
Storia simbolica di Gerusalemme e di Samaria
Annunzio dell'assedio di Gerusalemme
Prove personali del profeta
Contro gli Ammoniti
Contro Moab
Contro Edom
Contro i Filistei
Contro Tiro
Lamento su Tiro
Secondo lamento sulla caduta di Tiro
Contro il re di Tiro
La caduta del re di Tiro
Contro Sidone
Israele liberato dalle nazioni
Contro l'Egitto
Il giorno del Signore contro l'Egitto
Il cedro
Il coccodrillo
Discesa del faraone nello Sheol
Il profeta come sentinella
Conversione e perversione
La presa della città
La devastazione del paese
Risultati della predicazione
I pastori di Israele
Contro i monti di Edom
Oracolo sui monti di Israele
Le ossa aride
Giuda e Israele in un solo regno
Contro Gog, re di Magog
Conclusione
Il tempio futuro
Il muro esterno
Il portico orientale
Il cortile esterno
Il portico settentrionale
Il portico meridionale
Atrio interno. Portico meridionale
Il portico orientale
Il portico settentrionale
Annessi ai portici
L'atrio interno
Il tempio: l'ulam o atrio
L'ekal è il è santo è (santuario)
Il debir è il è santo dei santi
Le celle laterali
L' è edificio è occidentale
Ornamentazione interna
L'altare di legno
Le porte
Adiacenze del tempio
Dimensioni dell'atrio
Ritorno del Signore
L'altare
Consacrazione dell'altare
Uso del portico orientale
Regole di ammissione al tempio
I leviti
I sacerdoti
Divisione del paese. Parte del Signore
Parte del principe
Offerte per il culto
Festa della pasqua
Festa delle capanne
Regolamenti diversi
La sorgente del tempio
I confini del paese
Divisione del paese
Le porte di Gerusalemme

Il castigo (ez 9,1-11)

: Allora una voce potente gridò ai miei orecchi: "Avvicinatevi, voi che dovete punire la città, ognuno con lo strumento di sterminio in mano". : Ecco sei uomini giungere dalla direzione della porta superiore che guarda a settentrione, ciascuno con lo strumento di sterminio in mano. In mezzo a loro c'era un altro uomo, vestito di lino, con una borsa da scriba al fianco. Appena giunti, si fermarono accanto all'altare di bronzo. : La gloria del Dio d'Israele, dal cherubino sul quale si posava, si alzò verso la soglia del tempio e chiamò l'uomo vestito di lino che aveva al fianco la borsa da scriba. : Il Signore gli disse: "Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme, e segna un tau sulla fronte degli uomini che sospirano e piangono per tutti gli abomini che vi si compiono". : Agli altri disse, in modo che io sentissi: "Seguitelo attraverso la città e colpite! Il vostro occhio non abbia pietà, non abbiate compassione. : Vecchi, giovani, ragazze, bambini e donne, ammazzate fino allo sterminio: non toccate, però, chi abbia il tau in fronte. Cominciate dal mio santuario!". Incominciarono dagli anziani che erano davanti al tempio. : Disse loro: "Profanate pure il tempio, riempite di cadaveri i cortili. Uscite!". Quelli uscirono e fecero strage nella città. : Mentre essi facevano strage, io ero rimasto solo. Mi gettai con la faccia a terra e gridai: "Ah! Signore Dio, sterminerai quanto è rimasto d'Israele, rovesciando il tuo furore sopra Gerusalemme?". : Mi disse: "L'iniquità d'Israele e di Giuda è enorme, la terra è coperta di sangue, la città è piena di violenza. Infatti vanno dicendo: "Il Signore ha abbandonato il paese; il Signore non vede". : Ebbene, neppure il mio occhio avrà pietà e non avrò compassione: farò ricadere sul loro capo la loro condotta". : Ed ecco, l'uomo vestito di lino, che aveva la borsa al fianco, venne a rendere conto con queste parole: "Ho fatto come tu mi hai comandato". : Io guardavo, ed ecco, sul firmamento che stava sopra il capo dei cherubini, vidi come una pietra di zaffìro e al di sopra appariva qualcosa che aveva la forma di un trono. : Disse all'uomo vestito di lino: "Va' fra le ruote che sono sotto il cherubino e riempi il cavo delle mani di carboni accesi, che sono fra i cherubini, e spargili sulla città". Egli vi andò, mentre io lo seguivo con lo sguardo. : Ora i cherubini erano fermi alla destra del tempio, quando l'uomo vi andò, e una nube riempiva il cortile interno. : La gloria del Signore si alzò sopra il cherubino verso la soglia del tempio e il tempio fu riempito dalla nube e il cortile fu pieno dello splendore della gloria del Signore. : Il fragore delle ali dei cherubini giungeva fino al cortile esterno, come la voce di Dio onnipotente quando parla. : Appena ebbe dato all'uomo vestito di lino l'ordine di prendere il fuoco fra le ruote in mezzo ai cherubini, questi avanzò e si fermò vicino alla ruota. : Il cherubino tese la mano per prendere il fuoco che era fra i cherubini; ne prese e lo mise nel cavo delle mani dell'uomo vestito di lino, il quale lo prese e uscì. : Nei cherubini appariva la forma di una mano d'uomo sotto le loro ali. : Guardai, ed ecco che al fianco dei cherubini vi erano quattro ruote, una ruota al fianco di ciascun cherubino. Quelle ruote avevano l'aspetto del topazio. : Sembrava che tutte e quattro fossero di una medesima forma, come se una ruota fosse in mezzo all'altra. : Muovendosi, potevano andare nelle quattro direzioni senza voltarsi, perchè si muovevano verso il lato dove era rivolta la testa, senza voltarsi durante il movimento.
: 9:1 POI egli grido' ad alta voce, udente me, dicendo: Accostatevi voi, che avete commessione contro alla citta', avendo ciascuno le sue armi da distruggere in mano.: 9:2 Ed ecco sei uomini, che venivano di verso la porta alta, che riguarda verso il Settentrione, avendo ciascuno in mano le sue armi da dissipare. e nel mezzo di loro vi era un uomo vestito di panni lini, il quale avea un calamaio di scrivano in su i lombi. ed essi entrarono, e si fermarono proesso all'altare di rame.: 9:3 E la gloria dell'Iddio d'Israele si elevo' d'in su i Cherubini, soproa i quali era. e trasse verso la soglia della Casa. E il Signore grido' all'uomo ch'era vestito di panni lini, che avea il calamaio di scrivano in su i lombi, e gli disse:: 9:4 Passa per mezzo la citta', per mezzo Gerusalemme, e fa' un segno soproa la fronte degli uomini che gemono, e sospirano per tutte le abbominazioni che si commettono nel mezzo di lei.: 9:5 Ed agli altri disse, udente me: Passate dietro a lui per la citta', e percotete. il vostro occhio non perdoni, e non risparmiate.: 9:6 Uccidete ad esterminio vecchi, e giovani, e vergini, e piccoli fanciulli, e donne. ma non vi accostate ad alcuno, soproa cui sia il segno. e cominciate dal mio santuario. Essi adunque cominciarono da quegli uomini anziani, ch'erano davanti alla Casa.: 9:7 Ed egli disse loro: Contaminate la Casa, ed empiete d'uccisi i cortili. Poi disse loro: Uscite. Ed essi uscirono, e andavano percotendo per la citta'.: 9:8 E come essi andavano percotendo, io rimasi quivi solo, e caddi soproa la mia faccia, e gridai, e dissi: Oi-me' lasso, Signore Iddio! distruggi tu tutto il rimanente d'Israele, spandendo la tua ira soproa Gerusalemme?: 9:9 Ed egli mi rispose: L'iniquita' della casa d'Israele, e di Giuda, e' oltre modo grande. e il paese e' pieno di sangue, e la citta' e' piena di sviamento. perciocche' hanno detto: Il Signore ha abbandonato il paese, e il Signore non vede nulla.: 9:10 Percio', l'occhio mio non perdonera', ed io non risparmiero'. io rendero' loro la lor via in sul capo.: 9:11 Ed ecco, l'uomo ch'era vestito di panni lini, che a-vea il calamaio soproa i lombi, fece il suo rapporto, dicendo: Io ho fatto secondo che tu mi comandasti.: 10:1 POI riguardai, ed ecco, soproa la distesa ch'era soproa il capo dei Cherubini, vi era come una pietra di zaffiro, simigliante in vista ad un trono, il quale appariva soproa loro.: 10:2 E colui che sedeva soproa il trono disse all'uomo ch'era vestito di panni lini: Entra per mezzo le ruote, di sotto a' Cherubini, ed empiti le pugna di brace di fuoco, d'infra i Cherubini, e spargile soproa la citta'. Ed egli vi entro' nel mio cospetto.: 10:3 Ed i Cherubini erano fermi dal lato destro della Casa, quando quell'uomo entro' la'. e la nuvola riempie' il cortile di dentro.: 10:4 Poi la gloria del Signore si levo' d'in su i Cherubini, traendo verso la soglia della Casa. e la Casa fu ripiena della nuvola. e il cortile fu ripieno dello splendor della gloria del Signore.: 10:5 Ed il suono dell'ali de' Cherubini si udiva fino al cortile di fuori, simile alla voce dell'Iddio onnipotente, quando egli parla.: 10:6 Ora, quando colui ebbe comandato all'uomo vestito di panni lini, dicendo: proendi del fuoco di mezzo delle ruote, d'infra i Cherubini, egli venne, e si fermo' proesso ad una delle ruote.: 10:7 E l'uno de' Cherubini distese la sua mano, d'infra i Cherubini, verso il fuoco, ch'era per mezzo i Cherubini, e ne proese, e lo diede nelle pugna di colui ch'era vestito di panni lini. il quale lo piglio', ed usci' fuori.: 10:8 Or ne' Cherubini appariva una figura d'una man d'uomo, sotto alle loro ali.: 10:9 Ed io riguardai, ed ecco quattro ruote allato a' Cherubini, ciascuna ruota allato a ciascun Cherubino. e le ruote rassomigliavano in vista al color della pietra del grisolito.: 10:10 E quant'e' alla lor sembianza, tutte e quattro erano d'una medesima sembianza. come se una ruota fosse stata in mezzo d'un'al-tra ruota.: 10:11 Quando si movevano, si movevano tutte e quattro, ciascuna dal lato suo. e movendosi, non si volgevano qua e la'. anzi la' dove si volgeva il capo, esse si volgevano dietro a lui. movendosi, non si volgevano qua e la'.
: 9:1 Poi grido' ad alta voce ai miei orecchi, dicendo: 'Fate accostare quelli che debbon punire la citta', e ciascuno abbia in mano la sua arma di distruzione'.: 9:2 Ed ecco venire dal lato della porta superiore che guarda verso settentrione sei uomini, ognun de' quali aveva in mano la sua arma di distruzione. e in mezzo a loro stava un uomo vestito di lino, che aveva un corno da scrivano alla cintura. e vennero a mettersi di fianco all'altare di rame.: 9:3 E la gloria dell'Iddio d'Israele s'alzo' di sul cherubino sul quale stava, e ando' verso la soglia della casa. e l'Eterno chiamo' l'uomo vestito di lino, che aveva il corno da scrivano alla cintura, e gli disse:: 9:4 'Passa in mezzo alla citta', in mezzo a Gerusalemme, e fa' un segno sulla fronte degli uomini che sospirano e gemono per tutte le abominazioni che si commettono in mezzo di lei'.: 9:5 E agli altri disse, in modo ch'io intesi: 'Passate per la citta' dietro a lui, e colpite. il vostro occhio non risparmi alcuno, e siate senza pieta'.: 9:6 uccidete, sterminate vecchi, giovani, vergini, bambini e donne, ma non vi avvicinate ad alcuno che porti il segno. e cominciate dal mio santuario'. Ed essi cominciarono da quegli anziani che stavano davanti alla casa.: 9:7 Poi egli disse loro: 'Contaminate la casa ed empite di morti i cortili! Uscite!' E quelli uscirono, e andarono colpendo per la citta'.: 9:8 E com'essi colpivano ed io ero rimasto solo, caddi sulla mia faccia, e gridai: 'Ahime', Signore, Eterno, distruggerai tu tutto cio' che rimane d'Israele, riversando il tuo furore su Gerusalemme?': 9:9 Ed egli mi rispose: 'L'iniquita' della casa d'Israele e di Giuda e' oltremodo grande. il paese e' pieno di sangue, e la citta' e' piena di proevaricazioni. poichè dicono: - L'Eterno ha abbandonato il paese, l'Eterno non vede nulla. -: 9:10 Percio', anche l'occhio mio non risparmiera' nessuno, io non avro' pieta', e faro' ricadere sul loro capo la loro condotta'.: 9:11 Ed ecco, l'uomo vestito di lino, che aveva il corno dello scrivano alla cintura, venne a fare il suo rapporto, dicendo: 'Ho fatto come tu m'hai comandato'.: 10:1 Io guardai, ed ecco, sulla distesa soproa il capo dei cherubini, v'era come una pietra di zaffiro. si vedeva come una specie di trono che stava soproa loro.: 10:2 E l'Eterno parlo' all'uomo vestito di lino, e disse: 'Va' fra le ruote sotto i cherubini, empiti le mani di carboni ardenti tolti di fra i cherubini, e spargili sulla citta''. Ed egli v'ando' in mia proesenza.: 10:3 Or i cherubini stavano al lato destro della casa, quando l'uomo entro' la'. e la nuvola riempi' il cortile interno.: 10:4 E la gloria dell'Eterno s'alzo' di sui cherubini, movendo verso la soglia della casa. e la casa fu ripiena della nuvola. e il cortile fu ripieno dello splendore della gloria dell'Eterno.: 10:5 E il rumore delle ali dei cherubini s'udi' fino al cortile esterno, simile alla voce dell'Iddio onnipotente quand'egli parla.: 10:6 E quando l'Eterno ebbe dato all'uomo vestito di lino l'ordine di proender del fuoco di fra le ruote che son tra i cherubini, quegli venne a fermarsi proesso una delle ruote.: 10:7 E uno de' cherubini stese la mano fra gli altri cherubini verso il fuoco ch'era fra i cherubini, ne proese e lo mise nelle mani dell'uomo vestito di lino, che lo ricevette, ed usci'.: 10:8 Or ai cherubini si vedeva una forma di mano d'uomo sotto alle ali.: 10:9 E io guardai, ed ecco quattro ruote proesso ai cherubini, una ruota proesso ogni cherubino. e le ruote avevano l'aspetto d'una pietra di crisolito.: 10:10 E, a vederle, tutte e quattro avevano una medesima forma, come se una ruota passasse attraverso all'altra.: 10:11 Quando si movevano, si movevano dai loro quattro lati. e, movendosi, non si voltavano, ma seguivano la direzione del luogo verso il quale guardava il capo, e, andando, non si voltavano.
: 9:1 Poi gridò ad alta voce alle mie orecchie, e disse: 'Fate avvicinare quelli che debbono punire la città, e ciascuno abbia in mano la sua arma di distruzione'.: 9:2 Ed ecco venire dal lato della porta superiore che guarda verso settentrione sei uomini, ognuno dei quali aveva in mano la sua arma di distruzione. In mezzo a loro c'era un uomo vestito di lino, che aveva un corno da scrivano alla cintura. essi vennero a mettersi di fianco all'altare di rame.: 9:3 E la gloria del Dio d'Israele si alzò dal cherubino sul quale stava, e andò verso la soglia della casa. Il SIGNORE chiamò l'uomo vestito di lino, che aveva il calamaio da scrivano alla cintura, e gli disse:: 9:4 'Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme, e fà un segno sulla fronte degli uomini che sospirano e gemono per tutte le abominazioni che si commettono in mezzo a lei'.: 9:5 Agli altri, in modo che io sentissi, disse: 'Passate per la città dietro a lui, e colpite. il vostro occhio sia senza pietà, e non abbiate compassione.: 9:6 uccidete, sterminate vecchi, giovani, vergini, bambini e donne, ma non vi avvicinate ad alcuno che porti il segno. cominciate dal mio santuario'. Essi cominciarono da quegli anziani che stavano davanti alla casa.: 9:7 Poi egli disse loro: 'Contaminate la casa e riempite di cadaveri i cortili! Uscite!'. Quelli uscirono, e andarono colpendo per la città.: 9:8 Mentre essi colpivano e io ero rimasto solo, caddi faccia a terra, e gridai: 'A-himè, Signore, DIO, distruggerai forse tutto ciò che è rimasto d'Israele, riversando il tuo furore su Gerusalemme?'.: 9:9 Egli mi rispose: 'L'iniquità della casa d'Israele e di Giuda è troppo grande. il paese è pieno di sangue, e la città è piena d'ingiustizie. poichè dicono: ""Il SIGNORE ha abbandonato il paese, il SIGNORE non vede nulla"".: 9:10 Perciò, anche il mio occhio sarà senza pietà, io non avrò compassione, e farò ricadere sul loro capo la loro condotta'.: 9:11 Ed ecco, l'uomo vestito di lino, che aveva il calamaio da scrivano alla cintura, venne a fare il suo rapporto, e disse: 'Ho fatto come tu mi hai comandato'.: 10:1 Io guardai, ed ecco, sulla distesa soproa il capo dei cherubini, c'era come una pietra di zaffiro. si vedeva come una specie di trono che stava soproa di loro.: 10:2 Il SIGNORE parlò all'uomo vestito di lino, e disse: 'Và fra le ruote sotto i cherubini, riempiti le mani di carboni ardenti tolti in mezzo ai cherubini, e spargili sulla città'. Ed egli vi andò in mia proesenza.: 10:3 I cherubini stavano al lato destro della casa, quando l'uomo entrò là. la nuvola riempò il cortile interno.: 10:4 La gloria del SIGNORE si alzò soproa i cherubini, movendosi verso la soglia della casa. la casa fu riempita della nuvola. il cortile fu ricolmo dello splendore della gloria del SIGNORE.: 10:5 Il rumore delle ali dei cherubini si udò fino al cortile esterno, simile alla voce del Dio onnipotente quand'egli parla.: 10:6 Quando il SIGNORE ebbe dato all'uomo vestito di lino l'ordine di proendere del fuoco in mezzo alle ruote che sono tra i cherubini, quegli venne a fermarsi proesso una delle ruote.: 10:7 Uno dei cherubini stese la mano fra gli altri cherubini verso il fuoco che era in mezzo ai cherubini, ne proese e lo mise nelle mani dell'uomo vestito di lino, che lo ricevette, e uscò.: 10:8 Vidi che i cherubini avevano una forma di mano d'uomo sotto le ali.: 10:9 Io guardai, ed ecco quattro ruote proesso i cherubini, una ruota proesso ogni cherubino. e le ruote avevano il bagliore di una pietra di crisolito.: 10:10 A vederle, tutte e quattro avevano una medesima forma, come se una ruota fosse in mezzo all'altra.: 10:11 Quando si movevano, si movevano dai loro quattro lati. e movendosi, non si voltavano, ma seguivano la direzione dal luogo verso il quale guardava il capo, e, andando, non si voltavano.
: 9:1 Poi gridò ad alta voce ai miei orecchi, dicendo: ’Fate avvicinare quelli che devono punire la città, ognuno con la sua arma di distruzione in mano'.: 9:2 Ed ecco venire dalla direzione della porta superiore che guarda a nord sei uomini, ognuno con la sua arma di sterminio in mano. In mezzo a loro stava un uomo vestito di lino, che aveva un calamaio di corno da scriba al fianco. Appena giunti, si fermarono proesso l’altare di bronzo.: 9:3 Allora la gloria del DIO d’Israele si alzò dal cherubino sul quale stava, andando verso la soglia del tempio. Egli chiamò l’uomo vestito di lino, che aveva il calamaio di corno da scriba al fianco,: 9:4 e l’Eterno disse: ’Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme, e fà un segno sulla fronte degli uomini che sospirano e gemono per tutte le abominazioni che si commettono nel suo mezzo'.: 9:5 E agli altri disse, in modo che io sentissi: ’Passate per la città dietro di lui e colpite. il vostro occhio non abbia compassione e non usate alcuna pietà.: 9:6 Uccidete fino allo sterminio vecchi, giovani, vergini, bambini e donne, ma non avvicinatevi ad alcuno su cui ci sia il segno. incominciate dal mio santuario'. Così essi incominciarono dagli anziani che erano davanti al tempio.: 9:7 Quindi disse loro: ’Contaminate il tempio e riempite di uccisi i cortili. Uscite!'. Essi allora uscirono e fecero strage nella città.: 9:8 Mentre essi facevano strage ed io ero rimasto solo, caddi sulla mia faccia e gridai, dicendo: ’Ah, Signore, Eterno, distruggerai tu tutto il residuo d’Israele, riversando il tuo furore su Gerusalemme?'.: 9:9 Egli mi rispose: ’L’iniquità della casa d’Israele e di Giuda è estremamente grande. il paese è pieno di sangue e la città è piena di deproavazione. Infatti dicono: ""L’Eterno ha abbandonato il paese, l’Eterno non vede"".: 9:10 Perciò anche il mio occhio non avrà compassione e non userò alcuna pietà, ma farò ricadere sul loro capo la loro condotta'.: 9:11 Ed ecco l’uomo vestito di lino, che aveva un calamaio di corno da scriba al fianco, fece il suo rapporto, dicendo: ’Ho fatto come mi hai comandato'.: 10:1 Io guardavo ed ecco, sul firmamento che stava soproa il capo dei cherubini, appariva soproa di essi come una pietra di zaffiro che somigliava nella forma a un trono.: 10:2 L?Eterno parlò quindi all’uomo vestito di lino e disse: ’Và fra le ruote sotto il cherubino, riempiti le mani di carboni ardenti che sono fra i cherubini e spargili sulla città'. Ed egli vi andò mentre io guardavo.: 10:3 Quando l’uomo entrò, i cherubini stavano sulla destra del tempio e la nuvola riempiva il cortile interno.: 10:4 Quindi la gloria dell’Eterno si alzò soproa il cherubino muovendo verso la soglia del tempio. allora il tempio fu ripieno della nuvola e il cortile fu ripieno dello splendore della gloria dell’Eterno.: 10:5 Il rumore delle ali dei cherubini fu udito fin nel cortile esterno, come la voce di Dio onnipotente quando parla.: 10:6 Ora, quando l?Eterno ebbe comandato all’uomo vestito di lino, dicendo: ’proendi il fuoco fra le ruote che sono tra i cherubini', egli andò a fermarsi vicino a una ruota.: 10:7 Allora un cherubino stese la mano fra i cherubini verso il fuoco che era fra i cherubini, ne proese e lo mise nelle mani dell’uomo vestito di lino, che lo ricevette ed uscì.: 10:8 Ora i cherubini sembravano avere la forma di una mano d’uomo sotto alle ali.: 10:9 Guardai ancora ed ecco, a fianco dei cherubini vi erano quattro ruote, una ruota a fianco di ogni cherubino e un’altra ruota per ogni altro cherubino. le ruote avevano l’aspetto di una pietra di topazio.: 10:10 Sembravano avere tutt’e quattro la medesima forma, come se una ruota fosse in mezzo all’altra.: 10:11 Quando si muovevano, andavano verso una delle loro quattro direzioni e, andando non si voltavano, ma seguivano la direzione verso la quale la testa era rivolta e, andando, non si voltavano.
: Allora una voce potente gridò ai miei orecchi: ""Avvicinatevi, voi che dovete punire la città, ognuno con lo strumento di sterminio in mano"".: Ecco sei uomini giungere dalla direzione della porta superiore che guarda a settentrione, ciascuno con lo strumento di sterminio in mano. In mezzo a loro c'era un altro uomo, vestito di lino, con una borsa da scriba al fianco. Appena giunti, si fermarono accanto all'altare di bronzo.: La gloria del Dio di Israele, dal cherubino sul quale si posava si alzò verso la soglia del tempio e chiamò l'uomo vestito di lino che aveva al fianco la borsa da scriba.: Il Signore gli disse: ""Passa in mezzo alla città, in mezzo a Gerusalemme e segna un tau sulla fronte degli uomini che sospirano e piangono per tutti gli abomini che vi si compiono"".: Agli altri disse, in modo che io sentissi: ""Seguitelo attraverso la città e colpite! Il vostro occhio non perdoni, non abbiate misericordia.: Vecchi, giovani, ragazze, bambini e donne, ammazzate fino allo sterminio: solo non toccate chi abbia il tau in fronte; cominciate dal mio santuario!"". Incominciarono dagli anziani che erano davanti al tempio.: Disse loro: ""Profanate pure il santuario, riempite di cadaveri i cortili. Uscite!"". Quelli uscirono e fecero strage nella città.: Mentre essi facevano strage, io ero rimasto solo: mi gettai con la faccia a terra e gridai: ""Ah! Signore Dio, sterminerai tu quanto è rimasto di Israele, rovesciando il tuo furore sopra Gerusalemme?"".: Mi disse: ""L'iniquità di Israele e di Giuda è enorme, la terra è coperta di sangue, la città è piena di violenza. Infatti vanno dicendo: Il Signore ha abbandonato il paese: il Signore non vede.: Ebbene, neppure il mio occhio avrà compassione e non userò misericordia: farò ricadere sul loro capo le loro opere"".: Ed ecco l'uomo vestito di lino, che aveva la borsa al fianco, fece questo rapporto: ""Ho fatto come tu mi hai comandato"".: Io guardavo ed ecco sul firmamento che stava sopra il capo dei cherubini vidi come una pietra di zaffìro e al di sopra appariva qualcosa che aveva la forma di un trono.: Disse all'uomo vestito di lino: ""Va' fra le ruote che sono sotto il cherubino e riempi il cavo delle mani dei carboni accesi che sono fra i cherubini e spargili sulla città"". Egli vi andò mentre io lo seguivo con lo sguardo.: Ora i cherubini erano fermi a destra del tempio, quando l'uomo vi andò, e una nube riempiva il cortile interno.: La gloria del Signore si alzò sopra il cherubino verso la soglia del tempio e il tempio fu riempito dalla nube e il cortile fu pieno dello splendore della gloria del Signore.: Il fragore delle ali dei cherubini giungeva fino al cortile esterno, come la voce di Dio onnipotente quando parla.: Appena ebbe dato all'uomo vestito di lino l'ordine di prendere il fuoco fra le ruote in mezzo ai cherubini, egli avanzò e si fermò vicino alla ruota.: Il cherubino tese la mano per prendere il fuoco che era fra i cherubini; ne prese e lo mise nel cavo delle mani dell'uomo vestito di lino, il quale lo prese e uscì.: Io stavo guardando: i cherubini avevano sotto le ali la forma di una mano d'uomo.: Guardai ancora ed ecco che al fianco dei cherubini vi erano quattro ruote, una ruota al fianco di ciascun cherubino. Quelle ruote avevano l'aspetto del topazio.: Sembrava che tutte e quattro fossero di una medesima forma, come se una ruota fosse in mezzo all'altra.: Muovendosi, potevano andare nelle quattro direzioni senza voltarsi, perchè si muovevano verso il lato dove era rivolta la testa, senza voltarsi durante il movimento.

Mappa

Commento di un santo

Così [il diavolo] soffre non senza vergogna; e sebbene osi ancora mutare forma, data l'estrema impudenza che lo domina, tuttavia, misero, non può celarsi affatto a coloro che recano il segno sulla fronte, ma viene anche disprezzato da questi, con sua grande ignominia e vergogna. Infatti, anche se ora che è un serpente strisciante si trasformasse nell'angelo della luce, il suo inganno non potrebbe giovargli, perchè ci è stato insegnato che: se qualcuno vi predica un Vangelo diverso da quello che avete ricevuto, sia anatema (Gal 1, 8).

Autore

Atanasio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-19°mercoledi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(mat 18,15-20)}; (sal 113,1-6)}; (Ez 9,1-7.10,18-22)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia