Cronologia dei paragrafi

Visione dei peccati di Gerusalemme
Il castigo
La gloria del Signore abbandona il tempio
Seguito dei peccati di Gerusalemme
La nuova alleanza promessa agli esiliati
La gloria del Signore abbandona Gerusalemme
L'imitazione dell'emigrante
Proverbi popolari
Contro i falsi profeti
Le false profetesse
Contro l'idolatria
Responsabilità personale
Parabola della vigna
Storia simbolica di Israele
Allegoria dell'aquila
La responsabilità personale
Lamento sui capi d'Israele
Storia delle infedeltà di Israele
La spada del Signore
Il re di Babilonia all'incrocio delle strade
Castigo di Ammon
I delitti di Gerusalemme
Storia simbolica di Gerusalemme e di Samaria
Annunzio dell'assedio di Gerusalemme
Prove personali del profeta
Contro gli Ammoniti
Contro Moab
Contro Edom
Contro i Filistei
Contro Tiro
Lamento su Tiro
Secondo lamento sulla caduta di Tiro
Contro il re di Tiro
La caduta del re di Tiro
Contro Sidone
Israele liberato dalle nazioni
Contro l'Egitto
Il giorno del Signore contro l'Egitto
Il cedro
Il coccodrillo
Discesa del faraone nello Sheol
Il profeta come sentinella
Conversione e perversione
La presa della città
La devastazione del paese
Risultati della predicazione
I pastori di Israele
Contro i monti di Edom
Oracolo sui monti di Israele
Le ossa aride
Giuda e Israele in un solo regno
Contro Gog, re di Magog
Conclusione
Il tempio futuro
Il muro esterno
Il portico orientale
Il cortile esterno
Il portico settentrionale
Il portico meridionale
Atrio interno. Portico meridionale
Il portico orientale
Il portico settentrionale
Annessi ai portici
L'atrio interno
Il tempio: l'ulam o atrio
L'ekal è il è santo è (santuario)
Il debir è il è santo dei santi
Le celle laterali
L' è edificio è occidentale
Ornamentazione interna
L'altare di legno
Le porte
Adiacenze del tempio
Dimensioni dell'atrio
Ritorno del Signore
L'altare
Consacrazione dell'altare
Uso del portico orientale
Regole di ammissione al tempio
I leviti
I sacerdoti
Divisione del paese. Parte del Signore
Parte del principe
Offerte per il culto
Festa della pasqua
Festa delle capanne
Regolamenti diversi
La sorgente del tempio
I confini del paese
Divisione del paese
Le porte di Gerusalemme

Visione dei peccati di Gerusalemme (ez 8,1-99)

8:1 Nell'anno sesto, nel sesto mese, il cinque del mese, mentre mi trovavo in casa e dinanzi a me sedevano gli anziani di Giuda, la mano del Signore Dio si posò su di me 2 e vidi qualcosa dall'aspetto d'uomo: da ciò che sembravano i suoi fianchi in giù, appariva come di fuoco e dai fianchi in su appariva come uno splendore simile al metallo incandescente. 3 Stese come una mano e mi afferrò per una ciocca di capelli: uno spirito mi sollevò fra terra e cielo e in visioni divine mi portò a Gerusalemme, all'ingresso della porta interna, che guarda a settentrione, dove era collocato l'idolo della gelosia, che provoca gelosia. 4 Ed ecco, là era la gloria del Dio d'Israele, simile a quella che avevo visto nella valle. 5 Mi disse: "Figlio dell'uomo, alza gli occhi verso settentrione!". Ed ecco, a settentrione della porta dell'altare l'idolo della gelosia, proprio all'ingresso. 6 Mi disse: "Figlio dell'uomo, vedi che cosa fanno costoro? Guarda i grandi abomini che la casa d'Israele commette qui per allontanarmi dal mio santuario! Ne vedrai altri ancora peggiori". 7 Mi condusse allora all'ingresso del cortile e vidi un foro nella parete. 8 Mi disse: "Figlio dell'uomo, sfonda la parete". Sfondai la parete, ed ecco apparve una porta. 9 Mi disse: "Entra e osserva gli abomini malvagi che commettono costoro". 10 Io entrai e vidi ogni sorta di rettili e di animali obbrobriosi e tutti gli idoli della casa d'Israele raffigurati intorno alle pareti. 11 11 Settanta anziani della casa d'Israele, fra i quali vi era Iaazania, figlio di Safan, ritto in mezzo a loro, stavano davanti ad essi, ciascuno con il turibolo in mano, mentre il profumo saliva in nubi d'incenso. 12 Mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo, quello che fanno gli anziani della casa d'Israele nelle tenebre, ciascuno nella stanza recondita del proprio idolo? Vanno dicendo: "Il Signore non ci vede, il Signore ha abbandonato il paese"". 13 Poi mi disse: "Vedrai che si commettono abomini peggiori di questi". 14 Mi condusse all'ingresso della porta del tempio del Signore che guarda a settentrione e vidi donne sedute che piangevano Tammuz. 15 Mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo? Vedrai abomini peggiori di questi". 16 Mi condusse nel cortile interno del tempio del Signore; ed ecco, all'ingresso dell'aula del tempio, fra il vestibolo e l'altare, circa venticinque uomini, con le spalle voltate al tempio e la faccia a oriente che, prostrati, adoravano il sole. 17 Mi disse: "Hai visto, figlio dell'uomo? Come se non bastasse per quelli della casa di Giuda commettere simili abomini in questo luogo, hanno anche riempito il paese di violenze, per provocare la mia collera. Eccoli, vedi, che si portano il ramoscello sacro alle narici. 18 Ebbene, anch'io agirò con furore. Il mio occhio non avrà pietà e non avrò compassione: manderanno alte grida ai miei orecchi, ma non li ascolterò".

8:1 8:1 POI avvenne, nell'anno sesto, nel quinto giorno del sesto mese, che sedendo io in casa mia, e sedendo gli anziani di Giuda in mia proesenza, la mano del Signore Iddio cadde quivi soproa me. 2 8:2 Ed io riguardai, ed ecco la sembianza d'un uomo simile in vista al fuoco. dall'apparenza de' lombi di esso in giu', vi era fuoco. e da' lombi in su, vi era come l'apparenza d'un grande splendore, simile al colore di fin rame scintillante. 3 8:3 Ed egli stese una sembianza di mano, e mi proese per la chioma della mia testa. e lo Spirito mi levo' fra cielo e terra, e mi meno' in Gerusalemme, in visioni di Dio, all'entrata della porta di dentro, che guarda verso il Settentrione, dove era la cappella dell'idolo di gelosia, che provoca a gelosia. 4 8:4 Ed ecco, quivi era la gloria dell'Iddio d'Israele, simile alla visione che io avea veduta nella campagna. 5 8:5 Ed egli mi disse: Fi-gliuol d'uomo, leva ora gli occhi tuoi verso il Settentrione. Ed io levai gli occhi miei verso il Settentrione. ed ecco, dal Settentrione, alla porta dell'altare, all'entrata, era quell'idolo di gelosia. 6 8:6 Ed egli mi disse: Fi-gliuol d'uomo, vedi tu cio' che costoro fanno? le grandi abbominazioni che la casa d'Israele commette qui. ac-ciocche' io mi dilunghi dal mio santuario? ma pur di nuovo vedrai ancora altre grandi abbominazioni. 7 8:7 Ed egli mi condusse all'entrata del cortile, ed io riguardai, ed ecco un buco nella parete. 8 8:8 Ed egli mi disse: Fi-gliuol d'uomo, fa' ora un foro in questa parete. Ed io feci un foro nella parete. ed ecco un uscio. 9 8:9 Ed egli mi disse: Entra, e vedi le scellerate abbominazioni ch'essi commettono qui. 10 8:10 Io dunque entrai, e riguardai. ed ecco delle figure di rettili, e d'animali d'o-gni specie, cosa abbomine-vole. e tutti gl'idoli della casa d'Israele, ritratti in su la parete attorno attorno. 11 8:11 E settant'uomini degli anziani della casa d'Israele, con Iaazania figliuolo di Safan, ch'era in pie' per mezzo loro, stavano diritti davanti a quelli, avendo ciascuno il suo turibolo in mano, onde saliva una folta nuvola di profumo. 12 8:12 Ed egli mi disse: Fi-gliuol d'uomo, hai tu veduto cio' che gli anziani della casa d'Israele fanno in tenebre, ciascuno nella sua cappella d'immagini? percioc-che' dicono: Il Signore non ci vede. il Signore ha abbandonato il paese. 13 8:13 Poi mi disse: Tu vedrai ancora di nuovo altre grandi abbominazioni, che costoro commettono. 14 8:14 Ed egli mi meno' all'entrata della porta della Casa del Signore, che e' verso il Settentrione. ed ecco, quivi sedevano delle donne che piangevano Tammuz. 15 8:15 Ed egli mi disse: Fi-gliuol d'uomo, hai tu veduto? ancor di nuovo vedrai abbominazioni maggiori di queste. 16 8:16 Ed egli mi meno' nel cortile di dentro della Casa del Signore. ed ecco, all'entrata del Tempio del Signore, fra il portico e l'altare, intorno a venticinque uomini, che aveano le spalle volte alla Casa del Signore, e le facce verso l'Oriente. e adoravano il sole, verso l'Oriente. 17 8:17 Ed egli mi disse: Hai tu veduto, figliuol d'uomo? e' egli cosa leggiera alla casa di Giuda di aver commesse le abbominazioni che hanno commesse qui, che hanno ancora ripieno il paese di violenza, e si son volti a dispettarmi? ma ecco, essi si cacciano il ramo nel volto a loro stessi. 18 8:18 Io adunque altresi' operero' in ira. l'occhio mio non perdonera', ed io non risparmiero'. benche' gridino ad alta voce a' miei orecchi, io non li ascoltero'.

8:1 8:1 E il sesto anno, il quinto giorno del sesto mese, avvenne che, come io stavo seduto in casa mia e gli anziani di Giuda eran seduti in mia proesenza, la mano del Signore, dell'Eterno, cadde quivi su me. 2 8:2 Io guardai, ed ecco una figura d'uomo, che aveva l'aspetto del fuoco. dai fianchi in giu' pareva di fuoco. e dai fianchi in su aveva un aspetto risplendente, come di terso rame. 3 8:3 Egli stese una forma di mano, e mi proese per una ciocca de' miei capelli. e lo spirito mi sollevo' fra terra e cielo, e mi trasporto' in visioni divine a Gerusalemme, all'ingresso della porta interna che guarda verso il settentrione, dov'era posto l'idolo della gelosia, che eccita a gelosia. 4 8:4 Ed ecco che quivi era la gloria dell'Iddio d'Israele, come nella visione che avevo avuta nella valle. 5 8:5 Ed egli mi disse: 'Fi-gliuol d'uomo, alza ora gli occhi verso il settentrione'. Ed io alzai gli occhi verso il settentrione, ed ecco che al settentrione della porta dell'altare, all'ingresso, stava quell'idolo della gelosia. 6 8:6 Ed egli mi disse: 'Fi-gliuol d'uomo, vedi tu quello che costoro fanno? le grandi abominazioni che la casa d'Israele commette qui, perchè io m'allontani dal mio santuario? Ma tu vedrai ancora altre piu' grandi abominazioni'. 7 8:7 Ed egli mi condusse all'ingresso del cortile. Io guardai, ed ecco un buco nel muro. 8 8:8 Allora egli mi disse: 'Figliuol d'uomo, adesso fora il muro'. E quand'io ebbi forato il muro, ecco una porta. 9 8:9 Ed egli mi disse: 'Entra, e guarda le scellerate abominazioni che costoro commettono qui'. 10 8:10 Io entrai, e guardai. ed ecco ogni sorta di figure di rettili e di bestie abominevoli, e tutti gl'idoli della casa d'Israele dipinti sul muro attorno attorno. 11 8:11 e settanta fra gli anziani della casa d'Israele, in mezzo ai quali era Jaazania, figliuolo di Shafan, stavano in pie' davanti a quelli, avendo ciascuno un turibolo in mano, dal quale saliva il profumo d'una nuvola d'incenso. 12 8:12 Ed egli mi disse: 'Fi-gliuol d'uomo, hai tu visto quello che gli anziani della casa d'Israele fanno nelle tenebre, ciascuno nelle camere riservate alle sue immagini? poichè dicono: -L'Eterno non ci vede, l'Eterno ha abbandonato il paese'. 13 8:13 Poi mi disse: 'Tu vedrai ancora altre piu' grandi abominazioni che costoro commettono'. 14 8:14 E mi meno' all'ingresso della porta della casa dell'Eterno, che e' verso il settentrione. ed ecco quivi sedevano delle donne che piangevano Tammuz. 15 8:15 Ed egli mi disse: 'Hai tu visto, figliuol d'uomo? Tu vedrai ancora delle abominazioni piu' grandi di queste'. 16 8:16 E mi meno' nel cortile della casa dell'Eterno. ed ecco, all'ingresso del tempio dell'Eterno, fra il portico e l'altare, circa venticinque uomini che voltavano le spalle alla casa dell'Eterno, e la faccia verso l'oriente. e si prostravano verso l'oriente, davanti al sole. 17 8:17 Ed egli mi disse: 'Hai visto, figliuol d'uomo? e' egli poca cosa per la casa di Giuda di commettere le abominazioni che commette qui, perchè abbia anche a riempire il paese di violenza, e a tornar semproe a provocarmi ad ira? Ed ecco che s'accostano il ramo al naso. 18 8:18 E anch'io agiro' con furore. l'occhio mio non li risparmiera', e io non avro' pieta'. e per quanto gridino ad alta voce ai miei orecchi, io non daro' loro ascolto'.

8:1 8:1 Il sesto anno, il quinto giorno del sesto mese, mentre stavo seduto in casa mia e gli anziani di Giuda erano seduti in mia proesenza, la mano del Signore, di DIO, cadde su di me. 2 8:2 Io guardai, ed ecco una figura d'uomo, che aveva l'aspetto del fuoco. dai fianchi in giù pareva fuoco. e dai fianchi in su aveva un aspetto risplendente, come un bagliore di metallo. 3 8:3 Egli stese una forma di mano e mi proese per una ciocca dei miei capelli. lo spirito mi sollevò fra terra e cielo, e mi trasportò in visioni divine a Gerusalemme, all'ingresso della porta interna che guarda verso il settentrione, dov'era situato l'idolo della gelosia, che provoca gelosia. 4 8:4 Ed ecco, là era la gloria del DIO d'Israele, come nella visione che avevo avuta nella valle. 5 8:5 Egli mi disse: 'Figlio d'uomo, alza ora gli occhi verso il settentrione'. Io alzai gli occhi verso il settentrione, ed ecco che al settentrione della porta dell'altare, all'ingresso, stava quell'idolo della gelosia. 6 8:6 Egli mi disse: 'Figlio d'uomo, vedi ciò che fanno costoro? le grandi abominazioni che la casa d'Israele commette qui, perchè io mi allontani dal mio santuario? Ma tu vedrai altre abominazioni ancora più grandi'. 7 8:7 Egli mi condusse all'ingresso del cortile. Io guardai, ed ecco un buco nel muro. 8 8:8 Allora egli mi disse: 'Figlio d'uomo, adesso fà un'apertura nel muro'. Quando io ebbi fatto un'apertura nel muro, ecco una porta. 9 8:9 Egli mi disse: 'Entra, e guarda le scellerate abominazioni che costoro commettono qui'. 10 8:10 Io entrai, e guardai. ed ecco ogni sorta di figure di rettili e di bestie abominevoli, e tutti gli idoli della casa d'Israele dipinti sul muro tutto attorno. 11 8:11 settanta fra gli anziani della casa d'Israele, in mezzo ai quali era Iaazania, figlio di Safan, stavano in piedi davanti a quelli, tenendo ciascuno un turibolo in mano, dal quale saliva il profumo in nuvole d'incenso. 12 8:12 Egli mi disse: 'Figlio d'uomo, hai visto ciò che gli anziani della casa d'Israele fanno nelle tenebre, ciascuno nelle camere riservate alle sue immagini? Infatti dicono: ""Il SIGNORE non ci vede, il SIGNORE ha abbandonato il paese""'. 13 8:13 Poi mi disse: 'Tu vedrai altre abominazioni, ancora più grandi, che costoro commettono'. 14 8:14 Mi condusse all'ingresso della porta della casa del SIGNORE, che è verso settentrione. ed ecco là sedevano delle donne che piangevano Tammuz. 15 8:15 Egli mi disse: 'Hai visto, figlio d'uomo? Tu vedrai abominazioni ancora più grandi di queste'. 16 8:16 Mi condusse nel cortile della casa del SIGNORE. ed ecco, all'ingresso del tempio del SIGNORE, fra il portico e l'altare, circa venticinque uomini che voltavano le spalle alla casa del SIGNORE, e la faccia verso l'oriente. si prostravano verso l'oriente, davanti al sole. 17 8:17 Egli mi disse: 'Hai visto, figlio d'uomo? è forse poca cosa per la casa di Giuda commettere le abominazioni che commette qui, perchè debba anche riempire il paese di violenza, e tornare semproe a provocare la mia ira? Ecco che s'accostano il ramo al naso. 18 8:18 Anch'io agirò con furore. il mio occhio sarà senza pietà. io non avrò misericordia. per quanto gridino ad alta voce ai miei orecchi, io non darò loro ascolto'.

8:1 8:1 Nel sesto anno, nel sesto mese, il cinque del mese, avvenne che mentre ero seduto in casa mia e gli anziani di Giuda stavano seduti di fronte a me, la mano del Signore, l’Eterno, cadde in quel luogo su di me. 2 8:2 Io guardai, ed ecco una figura di uomo dall’aspetto di fuoco. da ciò che sembravano i suoi lombi in giù pareva di fuoco, e da ciò che sembravano i suoi lombi in su pareva splendente come il colore di bronzo incandescente. 3 8:3 Egli stese una forma di mano e mi afferrò per una ciocca dei miei capelli, e lo Spirito mi sollevò fra terra e cielo e mi trasportò in visioni di DIO a Gerusalemme, all’ingresso della porta interna che guarda a nord, dove era posto l’idolo della gelosia, che provoca a gelosia. 4 8:4 Ed ecco, là era la gloria del DIO d’Israele, simile alla visione che avevo visto nella pianura. 5 8:5 Quindi egli mi disse: ’Figlio d’uomo, alza ora i tuoi occhi verso il nord'. Così alzai i miei occhi verso il nord, ed ecco, a nord della porta dell’altare, proproio all’ingresso, c?era l’idolo della gelosia. 6 8:6 Ed egli mi disse: ’Figlio d’uomo, vedi ciò che fanno costoro, le grandi abominazioni che qui commette la casa d’Israele e che mi fanno allontanare dal mio santuario? Ma tu vedrai abominazioni ancora più grandi'. 7 8:7 Così egli mi condusse all’ingresso del cortile. Io guardai, ed ecco un buco nella parete. 8 8:8 Allora mi disse: ’Figlio d’uomo, fà un foro nella parete'. Così feci un foro nella parete, ed ecco un’apertura. 9 8:9 Egli mi disse: ’Entra e guarda le malvagie abominazioni che costoro commettono qui'. 10 8:10 Così entrai a guardare, ed ecco ogni sorta di rettili e di bestie abominevoli e tutti gl’idoli della casa d’Israele, intagliati tutt’intorno sulla parete. 11 8:11 E davanti ad essi stavano settanta uomini fra gli anziani della casa d’Israele, in mezzo ai quali era Jaaza-niah, figlio di Shafan, ciascuno con il suo turibolo in mano, dal quale saliva una densa nuvola d’incenso. 12 8:12 Quindi mi disse: ’Figlio d’uomo, hai visto ciò che gli anziani della casa d’Israele fanno nell’oscurità, ciascuno nella camera delle sue immagini? Infatti dicono: ""L’Eterno non ci vede, l’Eterno ha abbandonato il paese''. 13 8:13 Poi mi disse: ’Tu vedrai abominazioni ancora più grandi che commettono'. 14 8:14 Allora mi condusse all’ingresso della porta della casa dell’Eterno, che è verso il nord. ed ecco, là sedevano donne che piangevano Tammuz. 15 8:15 Quindi mi disse: ’Hai visto, figlio d’uomo? Tu vedrai abominazioni ancora più grandi di queste'. 16 8:16 Allora mi condusse nel cortile interno della casa dell’Eterno. ed ecco, all’ingresso del tempio dell’Eterno, fra il portico e l’altare, circa venticinque uomini, con le spalle voltate al tempio dell’Eterno e la faccia rivolta a est, che adoravano il sole a est. 17 8:17 Poi mi disse: ’Hai visto, figlio d’uomo? è forse piccola cosa per la casa di Giuda commettere le abominazioni che commette qui? Essi infatti hanno riempito il paese di violenza e mi hanno ripetutamente provocato ad ira. Ed ecco, si portano il ramo al naso. 18 8:18 Perciò anch’io agirò con furore. il mio occhio non avrà compassione e non userò alcuna pietà. Anche se faranno pervenire alte grida ai miei orecchi, non li ascolterò'.

8:1 Al quinto giorno del sesto mese dell'anno sesto, mentre mi trovavo in casa e dinanzi a me sedevano gli anziani di Giuda, la mano del Signore Dio si posò su di me 2 e vidi qualcosa dall'aspetto d'uomo: da ciò che sembravano i suoi fianchi in giù, appariva come di fuoco e dai fianchi in su appariva come uno splendore simile all'elettro. 3 Stese come una mano e mi afferrò per i capelli: uno spirito mi sollevò fra terra e cielo e mi portò in visioni divine a Gerusalemme, all'ingresso del cortile interno, che guarda a settentrione, dove era collocato l'idolo della gelosia, che provocava la gelosia. 4 Ed ecco là era la gloria del Dio d'Israele, simile a quella che avevo visto nella valle. 5 Mi disse: ""Figlio dell'uomo, alza gli occhi verso settentrione!"". Ed ecco a settentrione della porta dell'altare l'idolo della gelosia, proprio all'ingresso. 6 Mi disse: ""Figlio dell'uomo, vedi che fanno costoro? Guarda i grandi abomini che la casa d'Israele commette qui per allontanarmi dal mio santuario! Ne vedrai altri ancora peggiori"". 7 Mi condusse allora all'ingresso del cortile e vidi un foro nella parete. 8 Mi disse: ""Figlio dell'uomo, sfonda la parete"". Sfondai la parete, ed ecco apparve una porta. 9 Mi disse: ""Entra e osserva gli abomini malvagi che commettono costoro"". 10 Io entrai e vidi ogni sorta di rettili e di animali abominevoli e tutti gli idoli del popolo d'Israele raffigurati intorno alle pareti 11 e settanta anziani della casa d'Israele, fra i quali Iazanià figlio di Safàn, in piedi, davanti ad essi, ciascuno con il turibolo in mano, mentre il profumo saliva in nubi d'incenso. 12 Mi disse: ""Hai visto, figlio dell'uomo, quello che fanno gli anziani del popolo d'Israele nelle tenebre, ciascuno nella stanza recondita del proprio idolo? Vanno dicendo: Il Signore non ci vede... il Signore ha abbandonato il paese..."". 13 Poi mi disse: ""Hai visto, figlio dell'uomo? Vedrai che si commettono nefandezze peggiori di queste"". 14 Mi condusse all'ingresso del portico della casa del Signore che guarda a settentrione e vidi donne sedute che piangevano Tammuz. 15 Mi disse: ""Hai visto, figlio dell'uomo? Vedrai abomini peggiori di questi"". 16 Mi condusse nell'atrio interno del tempio; ed ecco all'ingresso del tempio, fra il vestibolo e l'altare, circa venticinque uomini, con le spalle voltate al tempio e la faccia a oriente che, prostrati, adoravano il sole. 17 Mi disse: ""Hai visto, figlio dell'uomo? Come se fosse piccola cosa per la casa di Giuda, commettere simili nefandezze in questo luogo, hanno riempito il paese di violenze, per provocare la mia collera. Eccoli, vedi, che si portano il ramoscello sacro alle narici. 18 Ebbene anch'io agirò con furore. Il mio occhio non s'impietosirà; non avrò compassione: manderanno alte grida ai miei orecchi, ma non li ascolterò"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia