Cronologia dei paragrafi

I peccati di Israele
La fine è prossima
I peccati di Israele
Visione dei peccati di Gerusalemme
Il castigo
La gloria del Signore abbandona il tempio
Seguito dei peccati di Gerusalemme
La nuova alleanza promessa agli esiliati
La gloria del Signore abbandona Gerusalemme
L'imitazione dell'emigrante
Proverbi popolari
Contro i falsi profeti
Le false profetesse
Contro l'idolatria
Responsabilità personale
Parabola della vigna
Storia simbolica di Israele
Allegoria dell'aquila
La responsabilità personale
Lamento sui capi d'Israele
Storia delle infedeltà di Israele
La spada del Signore
Il re di Babilonia all'incrocio delle strade
Castigo di Ammon
I delitti di Gerusalemme
Storia simbolica di Gerusalemme e di Samaria
Annunzio dell'assedio di Gerusalemme
Prove personali del profeta
Contro gli Ammoniti
Contro Moab
Contro Edom
Contro i Filistei
Contro Tiro
Lamento su Tiro
Secondo lamento sulla caduta di Tiro
Contro il re di Tiro
La caduta del re di Tiro
Contro Sidone
Israele liberato dalle nazioni
Contro l'Egitto
Il giorno del Signore contro l'Egitto
Il cedro
Il coccodrillo
Discesa del faraone nello Sheol
Il profeta come sentinella
Conversione e perversione
La presa della città
La devastazione del paese
Risultati della predicazione
I pastori di Israele
Contro i monti di Edom
Oracolo sui monti di Israele
Le ossa aride
Giuda e Israele in un solo regno
Contro Gog, re di Magog
Conclusione
Il tempio futuro
Il muro esterno
Il portico orientale
Il cortile esterno
Il portico settentrionale
Il portico meridionale
Atrio interno. Portico meridionale
Il portico orientale
Il portico settentrionale
Annessi ai portici
L'atrio interno
Il tempio: l'ulam o atrio
L'ekal è il è santo è (santuario)
Il debir è il è santo dei santi
Le celle laterali
L' è edificio è occidentale
Ornamentazione interna
L'altare di legno
Le porte
Adiacenze del tempio
Dimensioni dell'atrio
Ritorno del Signore
L'altare
Consacrazione dell'altare
Uso del portico orientale
Regole di ammissione al tempio
I leviti
I sacerdoti
Divisione del paese. Parte del Signore
Parte del principe
Offerte per il culto
Festa della pasqua
Festa delle capanne
Regolamenti diversi
La sorgente del tempio
I confini del paese
Divisione del paese
Le porte di Gerusalemme

I peccati di Israele (ez 6,11-99)

6:11 Così dice il Signore Dio: Batti le mani, pesta i piedi e di': "Ohimè, per tutti i loro orribili abomini il popolo d'Israele perirà di spada, di fame e di peste! 12 Chi è lontano morirà di peste, chi è vicino cadrà di spada, chi è assediato morirà di fame: sfogherò su di loro il mio sdegno". 13 Saprete allora che io sono il Signore, quando i loro cadaveri giaceranno fra i loro idoli, intorno ai loro altari, su ogni colle elevato, su ogni cima di monte, sotto ogni albero verde e ogni quercia frondosa, dovunque hanno bruciato profumi soavi ai loro idoli. 14 Stenderò la mano su di loro e renderò la terra desolata e brulla, dal deserto fino a Ribla, dovunque dimorino; sapranno allora che io sono il Signore".

6:11 6:11 Cosi' ha detto il Signore Iddio: Battiti a palme, e scalpita la terra co' piedi, e di': Ahi lasso! per tutte le scellerate abbominazioni della casa d'Israele. per-ciocche' caderanno per la spada, e per la fame, e per la peste. 12 6:12 Chi sara' lontano morira' di peste, e chi sara' vicino cadera' per la spada. e chi sara' rimasto, e sara' assediato morra' di fame. ed io adempiero' la mia ira soproa loro. 13 6:13 E voi conoscerete che io sono il Signore, quando i loro uccisi saranno in mezzo de' loro idoli intorno a' loro altari, soproa ogni alto colle, soproa tutte le sommita' de' monti, e sotto ogni albero verdeggiante, e sotto ogni quercia folta. che sono i luoghi dove han fatti soavi odori a tutti i loro idoli. 14 6:14 Ed io stendero' la mia mano soproa loro, e rendero' il paese desolato e deserto, piu' che non e' il deserto di verso Dibla, in tutte le loro abitazioni. e conosceranno che io sono il Signore.

6:11 6:11 Cosi' parla il Signore, l'Eterno: Batti le mani, batti del piede, e di': Ahime'! a motivo di tutte le scellerate abominazioni della casa d'Israele, che cadra' per la spada, per la fame, per la peste. 12 6:12 Chi sara' lontano morira' di peste. chi sara' vicino cadra' per la spada. e chi sara' rimasto e sara' assediato, perira' di fame. e io sfoghero' cosi' il mio furore su di loro. 13 6:13 E voi conoscerete che io sono l'Eterno, quando i loro morti saranno in mezzo ai loro idoli, attorno ai loro altari, soproa ogni alto colle, su tutte le vette dei monti, sotto ogni albero verdeggiante, sotto ogni querce dal folto fogliame, la' dove essi offrivano profumi d'odor soave a tutti i loro idoli. 14 6:14 E io stendero' su di loro la mia mano, e rendero' il paese piu' solitario e desolato del deserto di Dibla, dovunque essi abitano. e conosceranno che io sono l'Eterno'.

6:11 6:11 Cosò parla DIO, il Signore: Batti le mani e i piedi, e dò: 'Ahimè!' a causa di tutte le scellerate abominazioni della casa d'Israele, che cadrà di spada, di fame e di peste. 12 6:12 Chi sarà lontano morirà di peste. chi sarà vicino cadrà di spada. chi sarà rimasto e sarà assediato, perirà di fame. io sfogherò cosò il mio furore su di loro. 13 6:13 Voi conoscerete che io sono il SIGNORE, quando i loro morti saranno in mezzo ai loro idoli, attorno ai loro altari, soproa ogni alto colle, su tutte le vette dei monti, sotto ogni albero verdeggiante, sotto ogni quercia dal folto fogliame, là dove essi offrivano profumi d'odor soave a tutti i loro idoli. 14 6:14 Io stenderò su di loro la mia mano e renderò il paese più solitario e desolato del deserto di Dibla, dovunque essi abitano. conosceranno che io sono il SIGNORE""'.

6:11 6:11 Così dice il Signore, l’Eterno: ’Batti le mani, pesta i piedi e di?: 'Ahimè, per tutte le malvagie abominazioni della casa d’Israele, perchè cadranno di spada, di fame e di peste. 12 6:12 Chi è lontano morirà di peste, chi è vicino cadrà di spada e chi è rimasto ed è assediato perirà di fame. così sfogherò il mio furore su di loro. 13 6:13 Allora riconoscerete che io sono l’Eterno, quando i loro uccisi cadranno in mezzo ai loro idoli, attorno ai loro altari, soproa ogni alto colle, su tutte le sommità dei monti, sotto ogni albero verdeggiante, sotto ogni quercia frondosa, ovunque offrivano profumi odorosi a tutti i loro idoli. 14 6:14 Così stenderò contro di loro la mia mano e renderò il paese desolato, sì, più desolato del deserto di Di-blah, in tutti i loro luoghi abitati. allora riconosceranno che io sono l’Eterno""'.

6:11 Così dice il Signore Dio: Batti le mani, pesta i piedi in terra e di': Oh, per tutti i loro orribili abomini il popolo d'Israele perirà di spada, di fame e di peste! 12 Chi è lontano morirà di peste, chi è vicino cadrà di spada, chi è assediato morirà di fame: sfogherò su di loro il mio sdegno. 13 Saprete allora che io sono il Signore, quando i loro cadaveri giaceranno fra i loro idoli, intorno ai loro altari, su ogni colle elevato, su ogni cima di monte, sotto ogni albero verde e ogni quercia frondosa, dovunque hanno bruciato profumi soavi ai loro idoli. 14 Stenderò la mano su di loro e renderò la terra desolata e brulla dal deserto fino a Ribla, dovunque dimorino; sapranno allora che io sono il Signore"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia