Cronologia dei paragrafi

La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La vendetta del Signore (ger 51,34-40)

51:34 "Mi ha divorata, mi ha consumata Nabucodònosor re di Babilonia, mi ha ridotta come un vaso vuoto, mi ha inghiottita come fa il drago, ha riempito il suo ventre, dai miei luoghi deliziosi mi ha scacciata". 35 "Il mio strazio e la mia sventura ricadano su Babilonia!", dice la popolazione di Sion. "Il mio sangue sugli abitanti della Caldea!", dice Gerusalemme. 36 Perciò così dice il Signore: "Ecco, io difendo la tua causa, compio la tua vendetta; prosciugherò il suo mare, disseccherò le sue sorgenti. 37 Babilonia diventerà un cumulo di rovine, un rifugio di sciacalli, un oggetto di stupore e di scherno, senza più abitanti. 38 Essi ruggiscono insieme come leoncelli, ringhiano come cuccioli di una leonessa. 39 Con veleno preparerò loro una bevanda, li inebrierò perchè si stordiscano. Si addormenteranno in un sonno perenne e non si svegliaranno mai più. Oracolo del Signore. 40 Li farò scendere al macello come agnelli, come montoni insieme con i capri".

51:34 51:34 Nebucadnesar, re di Babilonia, mi ha divorata, mi ha tritata, mi ha ridotta ad esser come un vaso vuoto, mi ha inghiottita come un dragone, ha empiuto il suo ventre delle mie delizie, mi ha scacciata. 35 51:35 La violenza che mi e' stata fatta, e la mia carne, e' soproa Babilonia, dira' l'abita-trice di Sion. e il mio sangue e' soproa gli abitatori di Caldea, dira' Gerusalemme. 36 51:36 Percio', cosi' ha detto il Signore: Ecco, io dibattero' la tua querela, e faro' la tua vendetta. ed asciughero' il mar di quella, e dissecchero' la sua fonte. 37 51:37 E Babilonia sara' ridotta in monti di ruine, in ricetto di sciacalli, in istu-pore, e in zufolo, senza che vi abiti piu' alcuno. 38 51:38 Essi ruggeranno tutti insieme come leoncelli, fremeranno come leoncini di leonesse. 39 51:39 Io faro' che i lor conviti si riscalderanno nel modo usato, e li faro' ineb-briare, acciocche' facciano gran festa, e dormano un eterno sonno, senza risvegliarsi mai, dice il Signore. 40 51:40 Io li faro' scendere al macello, come agnelli, come montoni, e becchi.

51:34 51:34 Nebucadnetsar, re di Babilonia, ci ha divorati, ci ha schiacciati, ci ha posti la' come un vaso vuoto. ci ha inghiottiti come un dragone. ha empito il suo ventre con le nostre delizie, ci ha cacciati via. 35 51:35 'La violenza che m'e' fatta e la mia carne ricadano su Babilonia', dira' l'abitante di Sion. 'Il mio sangue ricada sugli abitanti di Caldea', dira' Gerusalemme. 36 51:36 Percio', cosi' parla l'Eterno: Ecco, io difendero' la tua causa, e faro' la tua vendetta! io prosciughero' il suo mare, dissecchero' la sua sorgente, 37 51:37 e Babilonia diventera' un monte di ruine, un ricetto di sciacalli, un oggetto di stupore e di scherno, un luogo senz'abitanti. 38 51:38 Essi ruggiranno assieme come leoni, grideranno come piccini di leonesse. 39 51:39 Quando saranno riscaldati, daro' loro da bere, li inebriero' perchè stiano allegri, e poi s'addormentino d'un sonno perpetuo, e non si risveglino piu', dice l'Eterno. 40 51:40 Io li faro' scendere al macello come agnelli, come montoni, come caproi.

51:34 51:34 'Nabucodonosor, re di Babilonia, ci ha divorati, ci ha schiacciati, ci ha posti là come un vaso vuoto. ci ha inghiottiti come un dragone. ha riempito il suo ventre con le nostre delizie, ci ha cacciati via. 35 51:35 La violenza che mi è fatta e il tormento della mia carne ricadano su Babilonia!' dirà l'abitante di Sion. 'Il mio sangue ricada sugli abitanti di Caldea!' dirà Gerusalemme. 36 51:36 Perciò, cosò parla il SIGNORE: 'Ecco, io difenderò la tua causa e farò la tua vendetta! Io prosciugherò il suo mare, disseccherò la sua sorgente. 37 51:37 Babilonia diventerà un mucchio di macerie, un covo di sciacalli, un oggetto di stupore e di scherno, un luogo senza abitanti. 38 51:38 Essi ruggiranno assieme come leoni, grideranno come piccoli di leonesse. 39 51:39 Quando saranno riscaldati, darò loro da bere, li ubriacherò perchè stiano allegri, e poi si addormentino di un sonno perenne e non si risveglino più' dice il SIGNORE. 40 51:40 'Io li farò scendere al macello come agnelli, come montoni, come caproi.

51:34 51:34 ’Nebukadnetsar, re di Babilonia, ci ha divorati, ci ha schiacciati, ci ha ridotti a un vaso vuoto. ci ha inghiottiti come un dragone, ha riempito il suo ventre con i nostri cibi squisiti, ci ha cacciati via. 35 51:35 La violenza che è stata fatta a me e alla mia carne ricada su Babilonia', dirà l’abitante di Sion. ’Il mio sangue ricada sugli abitanti di Caldea', dirà Gerusalemme. 36 51:36 Perciò così dice l’Eterno: ’Ecco, io difenderò la tua causa e compirò la tua vendetta. Io farò prosciugare il suo mare e farò inaridire la sua sorgente. 37 51:37 Babilonia diventerà un cumulo di rovine, un rifugio per sciacalli, un oggetto di stupore e di scherno, senza abitanti. 38 51:38 Essi ruggiranno assieme come leoni, ringhieranno come cuccioli di leoni. 39 51:39 Quando avranno caldo, darò loro da bere, li inebrierò perchè si rallegrino e si addormentino di un sonno perenne, senza più risvegliarsi', dice l’Eterno. 40 51:40 ’Io li farò scendere al macello come agnelli, come montoni insieme ai caproi.

51:34 ""Mi ha divorata, mi ha consumata Nabucodònosor, re di Babilonia, mi ha ridotta come un vaso vuoto, mi ha inghiottita come fa il coccodrillo, ha riempito il suo ventre, dai miei luoghi deliziosi, mi ha scacciata. 35 Il mio strazio e la mia sventura ricadano su Babilonia!"" dice la popolazione di Sion, ""il mio sangue sugli abitanti della Caldea!"" dice Gerusalemme. 36 Perciò così parla il Signore: ""Ecco io difendo la tua causa, compio la tua vendetta; prosciugherò il suo mare, disseccherò le sue sorgenti. 37 Babilonia diventerà un cumulo di rovine, un rifugio di sciacalli, un oggetto di stupore e di scherno, senza abitanti. 38 Essi ruggiscono insieme come leoncelli, rugghiano come cuccioli di una leonessa. 39 Con veleno preparerò loro una bevanda, li inebrierò perchè si stordiscano e si addormentino in un sonno perenne, per non svegliarsi mai più. Parola del Signore. 40 Li farò scendere al macello come agnelli, come montoni insieme con i capri"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia