Cronologia dei paragrafi

Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

Leggi sugli schiavi (eso 21,1-11)

21:1 Queste sono le norme che tu esporrai loro. 2 Quando tu avrai acquistato uno schiavo ebreo, egli ti servirà per sei anni e nel settimo potrà andarsene libero, senza riscatto. 3 Se è venuto solo, solo se ne andrà; se era coniugato, sua moglie se ne andrà con lui. 4 Se il suo padrone gli ha dato moglie e questa gli ha partorito figli o figlie, la donna e i suoi figli saranno proprietà del padrone, ed egli se ne andrà solo. 5 Ma se lo schiavo dice: "Io sono affezionato al mio padrone, a mia moglie, ai miei figli, non voglio andarmene libero", 6 allora il suo padrone lo condurrà davanti a Dio, lo farà accostare al battente o allo stipite della porta e gli forerà l'orecchio con la lesina, e quello resterà suo schiavo per sempre. 7 Quando un uomo venderà la figlia come schiava, ella non se ne andrà come se ne vanno gli schiavi. 8 Se lei non piace al padrone, che perciò non la destina a sè in moglie, la farà riscattare. In ogni caso egli non può venderla a gente straniera, agendo con frode verso di lei. 9 Se egli la vuol destinare in moglie al proprio figlio, si comporterà nei suoi riguardi secondo il diritto delle figlie. 10 Se egli prende in moglie un'altra, non diminuirà alla prima il nutrimento, il vestiario, la coabitazione. 11 Se egli non le fornisce queste tre cose, lei potrà andarsene, senza che sia pagato il prezzo del riscatto.

21:1 21:1 OR queste sono le leggi giudiciali, le quali tu proporrai loro: 2 21:2 Quando tu avrai comperato un servo Ebreo, servati egli sei anni. ma al settimo anno vadasene franco, senza pagar nulla. 3 21:3 Se egli e' venuto sol col suo corpo, vadasene col suo corpo. se egli avea moglie, vadasene la sua moglie con lui. 4 21:4 Se il suo signore gli ha data moglie, la quale gli abbia partoriti figliuoli o figliuole. quella moglie, e i figliuoli di essa, sieno del signore. e vadasene egli col suo corpo. 5 21:5 Ma se pure il servo dice: Io amo il mio signore, la mia moglie, e i miei figliuoli. io non me ne voglio andar franco. 6 21:6 faccialo il suo signore comparire davanti a' giudici. poi faccialo approessare all'uscio, o allo stipite della porta, e forigli l'orecchio con una lesina. e servagli colui in perpetuo. 7 21:7 E quando alcuno avra' venduta la sua figliuola per serva, non esca ella di casa, come i servi ne escono. 8 21:8 Se ella dispiace al suo signore, a cui il padre l'avra' sposata, facciala quello franca. non abbia podesta' di venderla a un popolo straniero, dopo averle rotta la fede. 9 21:9 E se egli la fa sposare al suo figliuolo, facciale secondo la ragion delle fanciulle. 10 21:10 Se egli gliene proende un'altra, non tolgale il nutrimento, ne' il vestire, ne' la coabitazione. 11 21:11 E se egli non le fa queste tre cose, vadasene ella gratuitamente, senza pagar danari alcuni.

21:1 21:1 Or queste sono le leggi che tu porrai dinanzi a loro: 2 21:2 Se comproi un servo ebreo, egli ti servira' per sei anni. ma il settimo se ne andra' libero, senza pagar nulla. 3 21:3 Se e' venuto solo, se ne andra' solo. se aveva moglie, la moglie se ne andra' con lui. 4 21:4 Se il suo padrone gli da' moglie e questa gli partorisce figliuoli e figliuole, la moglie e i figliuoli di lei saranno del padrone, ed egli se ne andra' solo. 5 21:5 Ma se il servo fa questa dichiarazione: - 'Io amo il mio padrone, mia moglie e i miei figliuoli. io non voglio andarmene libero' - 6 21:6 allora il suo padrone lo fara' comparire davanti a Dio, e lo fara' accostare alla porta o allo stipite, e il suo padrone gli forera' l'orecchio con una lesina. ed egli lo servira' per semproe. 7 21:7 Se uno vende la proproia figliuola per esser serva, ella non se ne andra' come se ne vanno i servi. 8 21:8 S'ella dispiace al suo padrone, che se l'era proesa per moglie, egli la fara' riscattare. ma non avra' il diritto di venderla a gente straniera, dopo esserle stato infedele. 9 21:9 E se la da' in isposa al suo figliuolo, la trattera' secondo il diritto delle fanciulle. 10 21:10 Se proende un altra moglie, non togliera' alla proima nè il vitto, nè il vestire, nè la coabitazione. 11 21:11 Se non le fa queste tre cose, ella se ne andra' senza pagamento di proezzo.

21:1 21:1 'Queste sono le leggi che tu esporrai davanti a loro: 2 21:2 Se comproi uno schiavo ebreo, egli ti serviró per sei anni, ma il settimo se ne andró libero, senza pagare nulla. 3 21:3 Se è venuto solo, se ne andró solo. se aveva moglie, la moglie se ne andró con lui. 4 21:4 Se il suo padrone gli dó moglie e questa gli partorisce figli e figlie, la moglie e i figli di lei saranno del padrone, ed egli se ne andró solo. 5 21:5 Ma se lo schiavo fa questa dichiarazione: ""Io amo il mio padrone, mia moglie e i miei figli. io non voglio andarmene libero"". 6 21:6 allora il suo padrone lo faró comparire davanti a Dio, lo faró accostare alla porta o allo stipite. poi il suo padrone gli foreró l'orecchio con una lesina ed egli lo serviró per semproe. 7 21:7 Se uno vende la proproia figlia come schiava, questa non se ne andró come se ne vanno gli schiavi. 8 21:8 Se lei non piace al suo padrone, che si era proposto di proenderla in moglie, deve permettere che sia riscattata. ma non avró il diritto di venderla a gente straniera, dopo esserle stato infedele. 9 21:9 Se la dó in sposa a suo figlio, dovró trattarla secondo il diritto delle figlie. 10 21:10 Se proende un'altra moglie, non toglieró alla proima nè il vitto, nè il vestire, nè la coabitazione. 11 21:11 Se non le fa queste tre cose, lei se ne andró senza pagare nessun proezzo.

21:1 21:1 ’Ora queste sono le leggi che tu porrai davanti a loro: 2 21:2 Se comproi uno schiavo ebreo, egli ti serviró per sei anni. ma il settimo se ne andró libero, senza pagare nulla. 3 21:3 Se è venuto solo, se ne andró solo. se aveva moglie, la moglie se ne andró con lui. 4 21:4 Se il suo padrone gli dó moglie e questa gli partorisce figli e figlie, la moglie e i figli di lei saranno del padrone, ed egli se ne andró solo. 5 21:5 Ma se lo schiavo apertamente dice: ""Io amo il mio padrone, mia moglie e i miei figli, e non voglio andarmene libero"", 6 21:6 allora il suo padrone lo faró avvicinare a DIO e lo faró accostare alla porta o allo stipite. quindi il suo padrone gli foreró l’orecchio con un punteruolo. ed egli lo serviró per semproe. 7 21:7 Se uno vende la proproia figlia per essere serva, ella non se ne andró come se ne vanno gli schiavi. 8 21:8 Se ella non piace al suo padrone, che se l’era proesa per sè, egli la lasceró riscattare. ma non avró il diritto di venderla a gente straniera, perchè sarebbe un trattarla con inganno. 9 21:9 E se la dó in sposa a suo figlio, la tratteró in base al diritto delle figlie. 10 21:10 Se proende un’altra moglie, egli non diminuiró il suo cibo, il suo vestiario e la sua coabitazione. 11 21:11 Se non fa per lei queste tre cose, ella se ne andró per niente, senza pagamento di proezzo.

21:1 Queste sono le norme che tu esporrai loro. 2 Quando tu avrai acquistato uno schiavo ebreo, egli ti servirà per sei anni e nel settimo potrà andarsene libero, senza riscatto. 3 Se è entrato solo, uscirà solo; se era coniugato, sua moglie se ne andrà con lui. 4 Se il suo padrone gli ha dato moglie e questa gli ha partorito figli o figlie, la donna e i suoi figli saranno proprietà del padrone ed egli se ne andrà solo. 5 Ma se lo schiavo dice: Io sono affezionato al mio padrone, a mia moglie, ai miei figli; non voglio andarmene in libertà, 6 allora il suo padrone lo condurrà davanti a Dio, lo farà accostare al battente o allo stipite della porta e gli forerà l'orecchio con la lesina; quegli sarà suo schiavo per sempre. 7 Quando un uomo venderà la figlia come schiava, essa non se ne andrà come se ne vanno gli schiavi. 8 Se essa non piace al padrone, che così non se la prende come concubina, la farà riscattare. Comunque egli non può venderla a gente straniera, agendo con frode verso di lei. 9 Se egli la vuol dare come concubina al proprio figlio, si comporterà nei suoi riguardi secondo il diritto delle figlie. 10 Se egli ne prende un'altra per sè, non diminuirà alla prima il nutrimento, il vestiario, la coabitazione. 11 Se egli non fornisce a lei queste cose, essa potrà andarsene, senza che sia pagato il prezzo del riscatto.

Mappa

Commento di un santo

Leggiamo che ogni ebreo osserva la stessa Pasqua, e nel settimo anno ogni prigioniero viene liberato, e nell'anno del Giubileo, cioè nel cinquantesimo anno (cf. Lv 25 , 1012) , ogni proprietà torna la suo proprietario. Tutto quèsto non si riferisce al presente, ma al futuro. Per il fatto che siamo in schiavitù durante i sei giorni di questo mondo, nel settimo giorno, quello cioè del vero ed eterno sabato, saremo liberati. Se desideriamo essere liberi, noi lo saremo anche mentre siamo ancora nella schiavitù del mondo. Se invece non lo desideriamo, il nostro orecchio sarà annoiato come conseguenza della nostra disobbedienza . Noi insieme alle moglie e ai figli resteremo in perenne schiavitù se preferiamo la carne e le sue opere alla libertà.

Autore

Girolamo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia