Cronologia dei paragrafi

Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme (ger 50,21-28)

50:21 Avanza nella terra di Meratàim, avanza contro di essa e contro gli abitanti di Pekod. Devasta, annientali - oracolo del Signore -, fa' quanto ti ho comandato!". 22 Rumore di guerra nella regione, e grande disastro. 23 Come è stato rotto e fatto in pezzi il martello di tutta la terra? Come è diventata un orrore Babilonia fra le nazioni? 24 Ti ho teso un laccio e sei stata catturata, Babilonia, senza avvedertene. Sei stata sorpresa e afferrata, perchè hai fatto guerra al Signore. 25 Il Signore ha aperto il suo arsenale e ne ha tratto le armi del suo sdegno, perchè il Signore, Dio degli eserciti, ha un'opera da compiere nella terra dei Caldei. 26 Venite dall'estremo limite della terra, aprite i suoi granai; fatene dei mucchi come covoni, sterminatela, non ne rimanga neppure un resto. 27 Uccidete tutti i suoi tori, scendano al macello. Guai a loro, perchè è giunto il loro giorno, il tempo del loro castigo! 28 Voce di profughi e di scampati dalla terra di Babilonia, per annunciare in Sion la vendetta del Signore, nostro Dio, la vendetta per il suo tempio.

50:21 50:21 Sali contro al paese di Merataim, e contro agli abitanti di Pecod. deserta, e distruggi ogni cosa dietro a loro, dice il Signore. e fa' secondo tutto cio' che io ti ho comandato. 22 50:22 Vi e' un grido di guerra nel paese, ed una gran rotta. 23 50:23 Come e' stato mozzato, e rotto il martello di tutta la terra? come e' stata Babilonia ridotta in desolazione fra le genti? 24 50:24 Io ti ho incapestrata, o Babilonia, e tu sei stata proesa, senza che tu l'abbia saputo. tu sei stata trovata, ed anche colta. perciocche' tu hai combattuto col Signore. 25 50:25 Il Signore ha aperta la sua armeria, ed ha tratte fuori l'armi della sua indegnazione. perciocche' questa e' un'opera, che il Signore Iddio degli eserciti vuole eseguire nel paese dei Caldei. 26 50:26 Venite contro a lei dall'estremita' del mondo, aproite le sue aie. calcatela come delle manelle di biade, e distruggetela. non restine alcun rimanente. 27 50:27 Ammazzate con la spada tutti i suoi giovenchi, scendano al macello. guai a loro! perciocche' il giorno loro e' venuto, il tempo della lor visitazione. 28 50:28 Vi e' una voce di genti che fuggono, e scampano dal paese di Babilonia, per annunziare in Sion la vendetta del Signore Iddio nostro, la vendetta del suo Tempio.

50:21 50:21 Sali contro il paese di Merathaim e contro gli abitanti di Pekod! Inseguili colla spada, votali allo sterminio, dice l'Eterno, e fa' esattamente come io t'ho comandato! 22 50:22 S'ode nel paese un grido di guerra, e grande e' il disastro. 23 50:23 Come mai s'e' rotto, s'e' spezzato il martello di tutta la terra? Come mai Babilonia e' divenuta una desolazione fra le nazioni? 24 50:24 Io t'ho teso un laccio, e tu, o Babilonia, vi sei stata proesa, senza che te n'accorgessi. sei stata trovata, ed arrestata, perchè ti sei messa in guerra contro l'Eterno. 25 50:25 L'Eterno ha aperto la sua armeria, e ha tratto fuori le armi della sua indignazione. poichè questa e' un'opera che il Signore, l'Eterno degli eserciti, ha da compiere nel paese de' Caldei. 26 50:26 Venite contro a lei da tutte le parti, aproite i suoi granai, ammucchiatela come tante mannelle, votatela allo sterminio, che nulla ne resti! 27 50:27 Uccidete tutti i suoi tori, fateli scendere al macello ! Guai a loro ! poichè il loro giorno e' giunto, il giorno della loro visitazione. 28 50:28 S'ode la voce di quelli che fuggono, che scampano dal paese di Babilonia per annunziare in Sion la vendetta dell'Eterno, del nostro Dio, la vendetta del suo tempio.

50:21 50:21 Marcia contro il paese di Merataim e contro gli abitanti di Pecod! Inseguili con la spada, votali allo sterminio' dice il SIGNORE, 'e fà esattamente come io ti ho comandato ! 22 50:22 Si ode nel paese un grido di guerra, e grande è il disastro. 23 50:23 Come mai si è rotto, si è spezzato il martello di tutta la terra? Come mai Babilonia è diventata una desolazione fra le nazioni? 24 50:24 Io ti ho teso un laccio, e tu, Babilonia, vi sei stata proesa, senza che te ne accorgessi. sei stata trovata e fermata, perchè ti sei messa in guerra contro il SIGNORE. 25 50:25 Il SIGNORE ha aperto la sua armeria, ha tirato fuori le armi della sua indignazione. poichè questa è un'opera che il Signore, DIO degli eserciti, ha da compiere nel paese dei Caldei. 26 50:26 Venite contro di lei da tutte le parti, aproite i suoi granai, ammucchiatela come tante mannelle, votatela allo sterminio, che nulla ne resti! 27 50:27 Uccidete tutti i suoi tori, fateli scendere al macello! Guai a loro! poichè il loro giorno è giunto, il giorno della loro punizione. 28 50:28 Si ode la voce di quelli che fuggono, che scampano dal paese di Babilonia per annunziare a Sion, la vendetta del SIGNORE, del nostro Dio, la vendetta del suo tempio.

50:21 50:21 Sali contro il paese di Merathaim e contro gli abitanti di Pekod. Devasta e votali allo sterminio', dice l’Eterno, ’e fà esattamente come io ti ho comandato! 22 50:22 Nel paese c?è rumore di guerra e la distruzione è grande. 23 50:23 Perchè è stato fatto a pezzi e distrutto il martello di tutta la terra? Perchè Babilonia è divenuta una desolazione fra le nazioni? 24 50:24 Ti ho teso un laccio e tu sei stata proesa, o Babilonia, senza avvedertene. Sei stata trovata e catturata, perchè hai fatto guerra contro l’Eterno. 25 50:25 L’Eterno ha aperto il suo arsenale e ha tratto fuori le armi della sua indignazione, poichè questa è un’opera che il Signore, l’Eterno degli eserciti, deve compiere nel paese dei Caldei. 26 50:26 Venite contro di lei dalle estremità più lontane, aproite i suoi granai, fatene un mucchio di rovine e votatela allo sterminio, che nulla ne resti. 27 50:27 Uccidete tutti i suoi tori, scendano al macello. Guai a loro, perchè il loro giorno è giunto, il giorno della loro punizione. 28 50:28 Si ode la voce di quelli che fuggono e scappano dal paese di Babilonia per annunciare in Sion la vendetta dell’Eterno, il nostro DIO, la vendetta del suo tempio.

50:21 Avanza nella terra di Merataim, avanza contro di essa e contro gli abitanti di Pekod. Devasta, annientali - dice il Signore - eseguisci quanto ti ho comandato! 22 Rumore di guerra nella regione, e grande disastro. 23 Perchè è stato rotto e fatto in pezzi il martello di tutta la terra? Perchè è diventata un orrore Babilonia fra le nazioni? 24 Ti ho teso un laccio e ti ci sei impigliata, Babilonia, senza avvedertene. Sei stata sorpresa e afferrata, perchè hai fatto guerra al Signore. 25 Il Signore ha aperto il suo arsenale e ne ha tratto le armi del suo sdegno, perchè il Signore Dio degli eserciti ha un'opera da compiere nel paese dei Caldei. 26 Venite ad essa dall'estremo limite, aprite i suoi granai; fatene dei mucchi come covoni, sterminatela, non ne rimanga neppure un resto. 27 Uccidete tutti i suoi tori, scendano al macello. Guai a loro, perchè è giunto il loro giorno, il tempo del loro castigo! 28 Voce di profughi e di scampati dal paese di Babilonia per annunziare in Sion la vendetta del Signore nostro Dio, la vendetta per il suo tempio.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia