Cronologia dei paragrafi

Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Caduta di Babilonia, liberazione di Israele (ger 50,11-20)

50:11 Gioite pure e tripudiate, predatori della mia eredità! Saltate pure come giovenchi su un prato e nitrite come stalloni! 12 Vostra madre è piena di confusione, è coperta di vergogna colei che vi ha partorito. Ecco, è l'ultima delle nazioni, un deserto, un luogo riarso e una steppa. 13 A causa dell'ira del Signore non sarà più abitata, sarà tutta una desolazione. Chiunque passerà vicino a Babilonia rimarrà stupito e fischierà di scherno davanti a tutte le sue piaghe. 14 Disponetevi intorno a Babilonia, voi tutti che tendete l'arco; tirate senza risparmiare le frecce, perchè ha peccato contro il Signore. 15 Da ogni parte alzate il grido di guerra contro di lei. Essa tende la mano, crollano le sue torri, rovinano le sue mura: questa è la vendetta del Signore. Vendicatevi di lei, trattatela come essa ha trattato gli altri! 16 Sterminate in Babilonia chi semina e chi impugna la falce per mietere. Di fronte alla spada micidiale ciascuno ritorni al suo popolo e ciascuno fugga verso la sua terra. 17 Una pecora smarrita è Israele, i leoni le hanno dato la caccia; per primo l'ha divorata il re d'Assiria, poi Nabucodònosor, re di Babilonia, ne ha stritolato le ossa. 18 Perciò, dice il Signore degli eserciti, Dio d'Israele: "Ecco, io punirò il re di Babilonia e la sua terra, come già ho punito il re d'Assiria, 19 e ricondurrò Israele nel suo pascolo. Pascolerà sul Carmelo e sul Basan; sulle montagne di èfraim e di Gàlaad si sazierà. 20 In quei giorni e in quel tempo - oracolo del Signore - si cercherà l'iniquità d'Israele, ma essa non sarà più; si cercheranno i peccati di Giuda, ma non si troveranno, perchè io perdonerò al resto che lascerò.

50:11 50:11 Perciocche' voi vi siete rallegrati. perciocche' voi avete trionfato, rubando la mia eredita'. perciocche' voi avete ruzzato a guisa di vitella che pastura fra l'erbetta tenera, e avete annitrito come destrieri. 12 50:12 La madre vostra e' grandemente confusa. quella che vi ha partoriti e' svergognata. ecco, e' l'ultima delle nazioni, un deserto, un luogo arido, ed una solitudine. 13 50:13 Per l'indegnazione del Signore, ella non sara' piu' abitata, anzi sara' tutta desolata. chiunque passera' proesso di Babilonia sara' attonito, e zufolera', per tutte le sue piaghe. 14 50:14 Ordinate l'assalto contro a Babilonia d'ogni intorno, o voi arcieri tutti. saettate contro a lei, non risparmiate le saette. per-ciocche' ella ha peccato contro al Signore. 15 50:15 Date di gran gridi contro a lei d'ogn'intorno. ella porge le mani. i suoi fondamenti caggiono, e le sue mura son diroccate. perciocche' questa e' la vendetta del Signore. proendete vendetta di lei. fatele siccome ella ha fatto. 16 50:16 Sterminate di Babilonia il seminatore, e colui che tratta la falce nel tempo della mietitura. ritorni ciascuno al suo popolo, e figgasene ciascuno al suo paese, d'innanzi alla spada dello sforzatore. 17 50:17 Israele e' stato una pecorella smarrita, i leoni l'hanno cacciata. il proimo che la divoro' fu il re d'Assiria. ma quest'ultimo, cioe', Nebucadnesar, re di Babilonia, le ha tritate le ossa. 18 50:18 Percio', il Signor degli eserciti, l'Iddio d'Israele, ha detto cosi': Ecco, io faro' punizione del re di Babilonia, e del suo paese, siccome ho fatta punizione del re di Assiria. 19 50:19 E ricondurro' Israele alla sua mandra, ed egli pasturera' in Carmel, ed in Basan. e l'anima sua sara' saziata nel monte di Efraim, e di Galaad. 20 50:20 In quei giorni, e in quel tempo, dice il Signore, si cerchera' l'iniquita' d'Israele, ma non sara' piu'. e i peccati di Giuda, ma non si ritroveranno piu': perciocche' io perdonero' a quelli che avro' lasciati di resto.

50:11 50:11 Si', gioite, si', rallegratevi, o voi che avete saccheggiato la mia eredita', si', saltate come una giovenca che trebbia il grano, nitrite come forti destrieri! 12 50:12 La madre vostra e' tutta coperta d'onta, colei che v'ha partoriti, arrossisce. ecco, essa e' l'ultima delle nazioni, un deserto, una terra arida, una solitudine. 13 50:13 A motivo dell'ira dell'Eterno non sara' piu' abitata, sara' una completa solitudine. chiunque passera' proesso a Babilonia rimarra' stupito, e fischiera' per tutte le sue piaghe. 14 50:14 Schieratevi contro Babilonia d'ogn'intorno, o voi tutti che tirate d'arco! Tirate contro di lei, non risparmiate le frecce! poich'essa ha peccato contro l'Eterno. 15 50:15 Levate contro di lei il grido di guerra, d'ogn'intorno. ella si arrende. le sue colonne cadono, le sue mura crollano, perchè questa e' la vendetta dell'Eterno! Vendicatevi di lei! Fate a lei com'essa ha fatto! 16 50:16 Sterminate da Babilonia colui che semina, e colui che maneggia la falce al tempo della me'sse. Per scampare alla spada micidiale ritorni ciascuno al suo popolo, fugga ciascuno verso il proproio paese! 17 50:17 Israele e' una pecora smarrita, a cui de' leoni han dato la caccia. il re d'Assiria, pel proimo, l'ha divorata. e quest'ultimo, Nebucadnetsar, re di Babilonia, le ha frantumate le ossa. 18 50:18 Percio' cosi' parla l'Eterno degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Ecco, io puniro' il re di Babilonia e il suo paese, come ho punito il re d'Assiria. 19 50:19 E ricondurro' Israele ai suoi pascoli. egli pasturera' al Carmel e in Basan, e l'anima sua si saziera' sui colli d'Efraim e in Galaad. 20 50:20 In quei giorni, in quel tempo, dice l'Eterno, si cerchera' l'iniquita' d'Israele, ma essa non sara' piu', e i peccati di Giuda, ma non si troveranno. poichè io perdonero' a quelli che avro' lasciati di resto.

50:11 50:11 'Sò, gioite, sò, esultate, voi che avete saccheggiato la mia eredità. sò, saltate come una giovenca che trebbia il grano, nitrite come forti destrieri! 12 50:12 Vostra madre è tutta coperta di vergogna, colei che vi ha partoriti, arrossisce. ecco, essa è l'ultima delle nazioni, un deserto, una terra arida, una solitudine. 13 50:13 A causa dell'ira del SIGNORE non sarà più abitata, sarà una completa solitudine. chiunque passerà proesso Babilonia rimarrà stupito, e fischierà per tutte le sue piaghe. 14 50:14 Schieratevi contro Babilonia tutto intorno, o voi tutti che tirate d'arco! Tirate contro di lei, non risparmiate le frecce! poichè essa ha peccato contro il SIGNORE. 15 50:15 Alzate contro di lei il grido di guerra, tutto intorno. essa si arrende. le sue colonne cadono, le sue mura crollano, perchè questa è la vendetta del SIGNORE! Vendicatevi di lei! Comportatevi con lei come essa si è comportata! 16 50:16 Sterminate da Babilonia colui che semina e colui che maneggia la falce al tempo della mietitura. Per scampare alla spada micidiale ritorni ciascuno al suo popolo, fugga ciascuno verso il proproio paese! 17 50:17 Israele è una pecora smarrita, a cui i leoni hanno dato la caccia. il re di Assiria, per proimo, l'ha divorata. e quest'ultimo, Nabucodo-nosor, re di Babilonia, le ha frantumato le ossa'. 18 50:18 Perciò cosò parla il SIGNORE degli eserciti, Dio d'Israele: 'Ecco, io punirò il re di Babilonia e il suo paese, come ho punito il re di Assiria. 19 50:19 Ricondurrò Israele ai suoi pascoli. egli pascolerà sul Carmelo e in Basan, si sazierà sui colli di Efraim e in Galaad. 20 50:20 In quei giorni, in quel tempo' dice il SIGNORE, 'si cercherà l'iniquità d'Israele, ma essa non sarà più, si cercheranno i peccati di Giuda, ma non si troveranno. poichè io perdonerò a quelli che avrò lasciati come residuo.

50:11 50:11 ’Gioite e rallegratevi, o saccheggiatori della mia eredità, perchè vi siete ingrassati come una giovenca che trebbia il grano e nitrite come forti destrieri. 12 50:12 Vostra madre sarà grandemente svergognata, colei che vi ha partoriti arrossirà. Ecco, essa sarà l’ultima delle nazioni, un deserto, una terra arida, una solitudine. 13 50:13 A motivo dell’ira dell’Eterno non sarà più abitata, sarà una completa desolazione. chiunque passerà vicino a Babilonia rimarrà stupito e fischierà per tutte le sue ferite. 14 50:14 Schieratevi tutt’intor-no a Babilonia, o voi tutti tiratori d’arco. Tirate contro di essa, non risparmiate alcuna freccia, perchè ha peccato contro l’Eterno. 15 50:15 Mandate grida di guerra contro di essa tutt’in-torno. ella si è arresa, le sue fondamenta sono cadute, le sue mura sono crollate, perchè questa è la vendetta dell’Eterno. Vendicatevi di lei. Fate a lei come essa ha fatto ad altri. 16 50:16 Sterminate da Babilonia chi semina e chi impugna la falce al tempo della messe. Per paura della spada dell’opproessore ciascuno ritornerà al suo popolo, ciascuno fuggirà al proproio paese. 17 50:17 Israele è una pecora smarrita, a cui i leoni hanno dato la caccia. per proimo l’ha divorata il re di Assiria, poi quest’ultimo, Nebukad-netsar, re di Babilonia, le ha frantumato le ossa'. 18 50:18 Perciò così dice l’Eterno degli eserciti, il DIO d’Israele: ’Ecco, io punirò il re di Babilonia e il suo paese, come ho punito il re di Assiria. 19 50:19 Ma ricondurrò Israele al suo pascolo, pascolerà sul Karmel e in Bashan e la sua anima si sazierà sui colli di Efraim e in Galaad. 20 50:20 In quei giorni, in quel tempo', dice l’Eterno, ’si cercherà l’iniquità d’Israele, ma non ce ne sarà alcuna, e i peccati di Giuda, ma non si troveranno. perchè io perdonerò a quelli che la-scerò come residuo.

50:11 Gioite pure e tripudiate, saccheggiatori della mia eredità! Saltate pure come giovenchi su un prato e nitrite come destrieri! 12 La vostra madre è piena di confusione, e coperta di vergogna colei che vi ha partorito. Ecco è l'ultima delle nazioni, un deserto, un luogo riarso e una steppa. 13 A causa dell'ira del Signore non sarà più abitata, sarà tutta una desolazione. Chiunque passerà vicino a Babilonia rimarrà stupito e fischierà davanti a tutte le sue piaghe. 14 Disponetevi intorno a Babilonia, voi tutti che tendete l'arco; tirate contro di essa, non risparmiate le frecce, poichè essa ha peccato contro il Signore. 15 Alzate il grido di guerra contro di essa, da ogni parte. Essa tende la mano, crollano le sue torri, rovinano le sue mura, poichè questa è la vendetta del Signore. Vendicatevi di lei, trattatela come essa ha trattato gli altri! 16 Sterminate in Babilonia chi semina e chi impugna la falce al momento della messe. Di fronte alla spada micidiale ciascuno ritorni al suo popolo e ciascuno fugga verso il suo paese. 17 Una pecora smarrita è Israele, i leoni le hanno dato la caccia; per primo l'ha divorata il re di Assiria, poi il re di Babilonia ne ha stritolato le ossa. 18 Perciò, dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Ecco, io punirò il re di Babilonia e il suo paese, come già ho punito il re di Assiria, 19 e ricondurrò Israele nel suo pascolo, pascolerà sul Carmelo e sul Basan; sulle montagne di Efraim e di Gàlaad si sazierà. 20 In quei giorni e in quel tempo - dice il Signore - si cercherà l'iniquità di Israele, ma essa non sarà più, si cercheranno i peccati di Giuda, ma non si troveranno, perchè io perdonerò a quanti lascerò superstiti.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia