Cronologia dei paragrafi

Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Oracolo contro Moab (ger 48,1-99)

48:1 Su Moab. Così dice il Signore degli eserciti, Dio d'Israele: "Guai a Nebo, poichè è devastata! Piena di vergogna e catturata è Kiriatàim, sente vergogna, è abbattuta la roccaforte. 2 Non esiste più la fama di Moab, a Chesbon tramano il male contro di essa: "Venite ed eliminiamola dalle nazioni". Anche tu, Madmen, sarai demolita, la spada ti inseguirà. 3 Una voce, un grido da Coronàim: "Devastazione e rovina grande!". 4 Abbattuta è Moab, le grida si fanno sentire fino a Soar. 5 Piangendo, salgono la salita di Luchìt, giù per la discesa di Coronàim si odono grida strazianti: 6 "Fuggite, salvate la vostra vita! Siate come l'asino selvatico nel deserto". 7 Poichè hai posto la fiducia nelle tue fortezze e nei tuoi tesori, anche tu sarai preso e Camos andrà in esilio, insieme con i suoi sacerdoti e con i suoi capi. 8 Il devastatore verrà contro ogni città, nessuna città potrà scampare. Sarà devastata la valle e la pianura desolata, come dice il Signore. 9 Erigete un cippo funebre a Moab, perchè è tutta in rovina. Le sue città diventeranno un deserto, nessuno le abiterà. 10 Maledetto chi compie fiaccamente l'opera del Signore, maledetto chi trattiene la spada dal sangue! 11 Moab era tranquillo fin dalla giovinezza, riposava come vino sulla sua feccia, non è stato travasato di botte in botte, nè è mai andato in esilio; per questo gli è rimasto il suo sapore, il suo profumo non si è alterato. 12 Per questo giorni verranno - oracolo del Signore - nei quali manderò uomini a travasarlo, vuoteranno le sue botti e frantumeranno i suoi otri. 13 Moab si vergognerà di Camos come la casa d'Israele si è vergognata di Betel, in cui aveva riposto la sua fiducia. 14 Come potete dire: "Noi siamo uomini prodi e uomini valorosi per la battaglia"? 15 Il devastatore di Moab sale contro di lui, i suoi giovani migliori scendono al macello. Oracolo del re, il cui nome è Signore degli eserciti. 16 è vicina la rovina di Moab, la sua sventura avanza in gran fretta. 17 Compiangetelo, voi tutti suoi vicini e tutti voi che conoscete il suo nome; dite: "Come si è spezzata la verga robusta, quello scettro magnifico?". 18 Scendi dalla tua gloria, siedi sull'arido suolo, o popolo che abiti a Dibon; poichè il devastatore di Moab sale contro di te, egli distrugge le tue fortezze. 19 Sta sulla strada e osserva, tu che abiti ad Aroèr. Interroga il fuggiasco e lo scampato, domanda: "Che cosa è successo?". 20 Moab prova vergogna, è in rovina; urlate, gridate, annunciate sull'Arnon che Moab è devastato. 21 è arrivato il giudizio per la regione dell'altopiano, per Colon, per Iaas e per Mefàat, 22 per Dibon, per Nebo e per Bet-Diblatàim, 23 per Kiriatàim, per Bet-Gamul e per Bet-Meon, 24 per Keriòt e per Bosra, per tutte le città del territorio di Moab, lontane e vicine. 25 è infranta la potenza di Moab, è spezzato il suo braccio. Oracolo del Signore. 26 Inebriatelo, perchè si è sollevato contro il Signore, e Moab si rotolerà nel vomito e anch'esso diventerà oggetto di scherno. 27 Non è stato forse Israele per te oggetto di scherno? Fu questi forse sorpreso fra i ladri, dato che quando parli di lui scuoti sempre la testa? 28 Abbandonate le città e dimorate nelle rupi, abitanti di Moab, siate come la colomba, che fa il nido sull'orlo di un precipizio. 29 Abbiamo udito l'orgoglio di Moab, il grande orgoglioso, la sua superbia, il suo orgoglio, la sua alterigia, l'altezzosità del suo cuore. 30 Conosco bene la sua tracotanza - oracolo del Signore -, l'inconsistenza delle sue chiacchiere, le sue opere vane. 31 Per questo alzo un lamento su Moab, grido per tutto Moab, gemo per gli uomini di Kir-Cheres. 32 Io piango per te come per Iazer, o vigna di Sibma! I tuoi tralci arrivavano al mare, raggiungevano Iazer. Sui tuoi frutti e sulla tua vendemmia è piombato il devastatore. 33 Sono scomparse gioia e allegria dai frutteti e dalla regione di Moab. è finito il vino nei tini, non pigia più il pigiatore, il canto di gioia non è più canto di gioia. 34 Delle grida di Chesbon e di Elalè si diffonde l'eco fino a Iaas; da Soar si odono grida fino a Coronàim e a Eglat-Selisià, poichè anche le acque di Nimrìm sono un deserto. 35 Io farò scomparire in Moab - oracolo del Signore - chi sale sulle alture e chi brucia incenso ai suoi dèi. 36 Perciò il mio cuore per Moab geme come i flauti, il mio cuore geme come i flauti per gli uomini di Kir-Cheres, poichè sono venute meno le loro scorte. 37 Sì, ogni testa è rasata, ogni barba è tagliata; ci sono incisioni sulle mani e tutti i fianchi sono coperti di sacco. 38 Sopra tutte le terrazze di Moab e nelle sue piazze è tutto un lamento, perchè io ho spezzato Moab come un vaso senza valore. Oracolo del Signore. 39 Come è rovinato! Gridate! Come Moab ha voltato vergognosamente le spalle! Moab è diventato oggetto di scherno e di orrore per tutti i suoi vicini. 40 Poichè così dice il Signore: Ecco, come l'aquila si libra e distende le ali su Moab. 41 Le città sono prese, le fortezze sono espugnate. In quel giorno il cuore dei prodi di Moab sarà come il cuore di una donna nei dolori del parto. 42 Moab è distrutto, ha cessato di essere popolo, perchè si è sollevato contro il Signore. 43 Terrore, fossa e laccio ti sovrastano, o abitante di Moab. Oracolo del Signore. 44 Chi fugge al grido di terrore cadrà nella fossa, chi risale dalla fossa sarà preso nel laccio, perchè io manderò sui Moabiti tutto questo nell'anno del loro castigo. Oracolo del Signore. 45 All'ombra di Chesbon si fermano spossati i fuggiaschi, ma un fuoco esce da Chesbon, una fiamma dal palazzo di Sicon e divora le tempie di Moab e il cranio di uomini turbolenti. 46 Guai a te, Moab, sei perduto, popolo di Camos, poichè i tuoi figli sono condotti in schiavitù, le tue figlie in esilio. 47 Ma io cambierò la sorte di Moab negli ultimi giorni". Oracolo del Signore. Fin qui il giudizio su Moab.

48:1 48:1 QUANT'e' a Moab, cosi' ha detto il Signor degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Guai a Nebo! perciocche' e' stata guasta. Chiriataim e' stata confusa, e proesa. la rocca e' stata confusa, e spaventata. 2 48:2 Non vi e' piu' vanto per Moab in Hesbon. e' stato macchinato contro a quella del male, dicendo: Venite, e distruggiamola, che non sia piu' nazione. anche tu, Madmen, perirai. la spada ti perseguitera'. 3 48:3 Una voce di grido viene di Horonaim, voce di guasto, e di gran rotta. 4 48:4 Moab e' rotto, i suoi piccoli figliuoli hanno dati di gran gridi. 5 48:5 Perciocche' un continuo pianto sale per la salita di Luhit. imperocche' hanno uditi i nemici, un grido di rotta, nella discesa di Horo-naim. 6 48:6 Fuggite, scampate le vostre persone, e sieno come un tamerice nel deserto. 7 48:7 Perciocche', perche' tu ti sei confidata nelle tue opere, e ne' tuoi tesori, tu ancora sarai proesa. e Chemos andra' in cattivita', co' suoi sacerdoti, e co' suoi proinci-pro 8 48:8 E il guastatore entrera' in tutte le citta', e niuna citta' scampera'. e la valle perira', e la pianura sara' distrutta. perciocche' il Signore l'ha detto. 9 48:9 Date dell'ale a Moab, ch'egli se ne voli via ratto. le sue citta' saranno messe in desolazione, senza che vi abiti piu' alcuno. 10 48:10 Maledetto sia colui che fara' l'opera del Signore rimessamente, e maledetto sia colui che divietera' la sua spada di spandere il sangue. 11 48:11 Moab e' stato in tranquillita' fin dalla sua fanciullezza, e si e' riposato soproa la sua feccia, e non e' stato mai travasato, e non e' andato in cattivita'. percio' il suo sapore gli e' restato, e il suo odore non si e' mutato. 12 48:12 Percio', ecco i giorni vengono, dice il Signore, che io gli mandero' de' tra-mutatori, che lo tramuteranno di stanza, e vuoteranno i suoi vaselli, e spezzeranno i suoi barili. 13 48:13 E Moab sara' confuso di Chemos, come la casa d'Israele e' stata confusa di Betel, lor confidanza. 14 48:14 Come dite voi: Noi siam forti, ed uomini di valore per la guerra? 15 48:15 Moab e' deserto, e le sue citta' son perite, e la scelta de' suoi giovani e' scesa all'uccisione, dice il Re, il cui Nome e': Il Signor degli eserciti. 16 48:16 La calamita' di Moab e' proesta a venire, e il suo male si affretta molto. 17 48:17 Condoletevi con lui, voi suoi circonvicini tutti. e voi tutti, che conoscete il suo nome, dite: Come e' stato rotto lo scettro di fortezza, la verga di gloria? 18 48:18 O figliuola abitatrice di Dibon, scendi del seggio di gloria, e siedi in luogo arido. perciocche' il guastatore di Moab e' salito contro a te, egli ha disfatte le tue fortezze. 19 48:19 O abitatrice di Aroer, fermati in su la strada, e riguarda. domanda colui che fugge, e colei che scampa. di': Che cosa e' avvenuto? 20 48:20 Moab e' confuso, perciocchà e' stato rotto. urlate, e gridate. annunziate in su l'Arnon che Moab e' stato guasto. 21 48:21 e che il giudicio e' venuto soproa la contrada della pianura, soproa Holon, e soproa Iasa, e soproa Mefa-at. 22 48:22 e soproa Dibon, e soproa Nebo, e soproa Bet-diblataim. 23 48:23 e soproa Chiriataim, e soproa Bet-gamul, e soproa Bet-meon. 24 48:24 e soproa Cheriot, e soproa Bosra, e soproa tutte le citta' del paese di Moab, lontane e vicine. 25 48:25 Il corno di Moab e' stato troncato, ed il suo braccio e' stato rotto, dice il Signore. 26 48:26 Inebbriatelo, percioc-che' egli si e' innalzato contro al Signore. e dibattasi Moab nel suo vomito, e sia in derisione anch'egli. 27 48:27 Israele non ti e' egli stato in derisione? e' egli forse stato ritrovato fra i ladri, che ogni volta che tu parli di lui, tu ti commuovi tutto? 28 48:28 Lasciate le citta', ed abitate nella rocca, abitatori di Moab. e siate come una colomba, che si annida nel didentro della foce d'una grotta. 29 48:29 Noi abbiamo intesa la superbia di Moab, grandemente superbo. il suo orgoglio, la sua superbia, e la sua alterezza, e l'innalzamento del suo cuore. 30 48:30 Io ho conosciuto, dice il Signore, il suo furore. ma non sara' cosa ferma. le sue menzogne non produrranno nulla di stabile. 31 48:31 Percio', io urlero' per cagion di Moab, daro' di gran gridi per cagion di tutto quanto Moab. ei si gemera' per que' di Chir-heres. 32 48:32 Io vi piangero', o vigne di Sibma, del pianto di Iazer. le tue propaggini pas-savan di la' dal mare, ed arrivavano infino al mare di Iazer. il guastatore si e' avventato soproa i tuoi frutti di state, e soproa la tua vendemmia. 33 48:33 E la letizia, e la festa e' tolta dal campo fertile, e dal paese di Moab. ed io ho fatto venir meno il vino ne' tini. non si pigera' piu' con grida da inanimare. le grida non saranno piu' grida da inanimare. 34 48:34 Per lo grido di He-sbon, che e' pervenuto infino ad Eleale, hanno messi i lor gridi infino a Iahas, e da Soar infino ad Horonaim, come una giovenca di tre anni. perciocche' anche le acque di Nimrim sono state ridotte in luoghi deserti. 35 48:35 Ed io faro' venir meno a Moab, dice il Signore, ogni uomo che offerisca sacrificio nell'alto luogo, e che faccia profumi a' suoi dii. 36 48:36 Per tanto, il mio cuore romoreggera' per Moab, a guisa di flauti. il mio cuore romoreggera' per la gente di Chir-heres, a guisa di flauti. percio' ancora il loro avanzo, ch'aveano fatto, perira'. 37 48:37 Perciocche' ogni testa sara' pelata, ed ogni barba sara' rasa. soproa tutte le mani vi saranno delle tagliature, e de' sacchi soproa i lombi. 38 48:38 Soproa tutti i tetti di Moab, e nelle sue piazze, non vi sara' altro che cordoglio. perciocche' io ho rotto Moab, come un vaso del quale non si fa stima alcuna, dice il Signore. 39 48:39 Urleranno, dicendo: Moab come e' egli stato messo in rotta? come ha egli volte le spalle? egli e' stato confuso, ed e' stato in derisione, e in ispavento, a tutti quelli che sono d'intorno a lui. 40 48:40 Perciocche', cosi' ha detto il Signore: Ecco, colui volera' come un'aquila, e spieghera' le sue ale contro a Moab. 41 48:41 Cheriot e' stata proesa, e le fortezze sono state occupate. e in quel giorno il cuor degli uomini prodi di Moab sara' come il cuore d'una donna, che e' nella distretta del parto. 42 48:42 E Moab sara' distrutto, talche' non sara' piu' popolo. perciocche' egli si e' innalzato contro al Signore. 43 48:43 Spavento, fossa, e laccio, ti soproastanno, o abitatore di Moab, dice il Signore. 44 48:44 Chi fuggira' per lo spavento cadera' nella fossa. e chi salira' fuor della fossa sara' proeso col laccio. perciocche' io faro' venir soproa lui, soproa Moab, l'anno della lor visitazione, dice il Signore. 45 48:45 Quelli che fuggivano si son fermati all'ombra di Hesbon, perche' le forze son lor mancate. ma un fuoco e' uscito di Hesbon, ed una fiamma di mezzo della citta' di Sihon, che ha consumati i proincipi di Moab, e la sommita' del capo degli uomini di tumulto. 46 48:46 Guai a te, Moab! il popolo di Chemos e' perito. perciocche' i tuoi figliuoli sono andati in cattivita', e le tue figliuole in servitu'. 47 48:47 Ma pure ancora io ritrarro' Moab di cattivita' negli ultimi giorni, dice il Signore. Fino a qui e' il giu-dicio di Moab.

48:1 48:1 Riguardo a Moab. Cosi' parla l'Eterno degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Guai a Nebo! poichè e' devastata. Kiriathaim e' coperta d'onta, e' proesa. Misgab e' coperta d'onta e sbigottita. 2 48:2 Il vanto di Moab non e' piu'. in Heshbon macchinan del male contro di lui: 'Venite, distruggiamolo, e non sia piu' nazione'. Tu pure, o Madmen, sarai ridotta al silenzio. la spada finseguira'. 3 48:3 Delle grida vengon da Horonaim: Devastazione e gran rovina! 4 48:4 Moab e' infranto, i suoi piccini fanno udire i lor gridi. 5 48:5 Poichè su per la salita di Luhith si piange, si sale piangendo perchè giu' per la discesa di Horonaim s'ode il grido angoscioso della rotta. 6 48:6 Fuggite, salvate le vostre persone, siano esse come una tamerice nel deserto! 7 48:7 Poichè, siccome ti sei confidato nelle tue opere e nei tuoi tesori, anche tu sarai proeso. e Kemosh andra' in cattivita', coi suoi sacerdoti e coi suoi capi. 8 48:8 Il devastatore verra' contro tutte le citta', e nessuna citta' scampera'. la valle perira' e la pianura sara' distrutta, come l'Eterno ha detto. 9 48:9 Date delle ali a Moab, poichè bisogna che voli via. le sue citta' diventeranno una desolazione, senza che piu' v'abiti alcuno. 10 48:10 Maledetto colui che fa l'opera dell'Eterno fiaccamente, maledetto colui che trattiene la spada dallo spargere il sangue! 11 48:11 Moab era tranquillo fin dalla sua giovinezza, riposava sulle sue fecce, non e' stato travasato da vaso a vaso, non e' andato in cattivita'. per questo ha conservato il suo sapore, e il suo profumo non s'e' alterato. 12 48:12 Percio' ecco, i giorni vengono, dice l'Eterno, ch'io gli mandero' de' trava-satori, che lo travaseranno. vuoteranno i suoi vasi, frantumeranno le sue a'nfore. 13 48:13 E Moab avra' vergogna di Kemosh, come la casa d'Israele ha avuto vergogna di Bethel, in cui avea riposto la sua fiducia. 14 48:14 Come potete dire: 'Noi siam uomini prodi, uomini valorosi per la battaglia?' 15 48:15 Moab e' devastato. le sue citta' salgono in fumo, il fiore de' suoi giovani scende al macello, dice il re, che ha nome l'Eterno degli eserciti. 16 48:16 La calamita' di Moab sta per giungere, la sua sciagura viene a gran passi. 17 48:17 Compiangetelo voi tutti che lo circondate, e voi tutti che conoscete il suo nome, dite: 'Come s'e' spezzato quel forte scettro, quel magnifico bastone?' 18 48:18 O figliuola che abiti in Dibon, scendi dalla tua gloria, siedi sul suolo riarso, poichè il devastatore di Moab sale contro di te, distrugge le tue fortezze. 19 48:19 O tu che abiti in Aro-er, fermati per la strada, e guarda. interroga il fuggiasco e colei che scampa, e di': 'Che e' successo?' 20 48:20 Moab e' coperto d'onta, perchè e' infranto. mandate urli! gridate! annunziate sull'Arnon che Moab e' devastato! 21 48:21 Un castigo e' venuto sul paese della pianura, soproa Holon, soproa Jahats, su Mefaath, 22 48:22 su Dibon, su Nebo, su Beth-Diblathaim, 23 48:23 su Kiriathaim, su Beth-Gamul, su Beth-Meon, 24 48:24 su Kerioth, su Botsra, su tutte le citta' del paese di Moab, lontane e vicine. 25 48:25 Il corno di Moab e' tagliato, il suo braccio e' spezzato, dice l'Eterno. 26 48:26 Inebriatelo, poich'egli s'e' innalzato contro l'Eterno, e si rotoli Moab nel suo vomito, e diventi anch'egli un oggetto di scherno ! 27 48:27 Israel non e' egli stato per te un oggetto di scherno? Era egli forse stato trovato fra i ladri, che ogni volta che parli di lui tu scuoti il capo? 28 48:28 Abbandonate le citta' e andate a stare nelle rocce, o abitanti di Moab! Siate come le colombe che fanno il lor nido sull'orlo de' proecipizi. 29 48:29 Noi abbiamo udito l'orgoglio di Moab, l'orgogliosissimo popolo, la sua arroganza, la sua superbia, la sua fierezza, l'alterigia del suo cuore. 30 48:30 Io conosco la sua tracotanza, dice l'Eterno, ch'e' mal fondata. le sue vanterie non hanno approdato a nulla di stabile. 31 48:31 Percio', io alzo un lamento su Moab, io do' in gridi per tutto Moab. percio' si geme per quei di Kir-Heres. 32 48:32 O vigna di Sibma, io piango per te piu' ancora che per Jazer. i tuoi rami anda-van oltre il mare, arrivavano fino al mare di Jazer. il devastatore e' piombato sui tuoi frutti d'estate e sulla tua vendemmia. 33 48:33 La gioia e l'allegrezza sono scomparse dalla fertile campagna e dal paese di Moab. io ho fatto venir meno il vino negli strettoi. non si pigia piu' l'uva con gridi di gioia. il grido che s'ode non e' piu' il grido di gioia. 34 48:34 Gli alti lamenti di Heshbon giungon fino a E-lealeh. si fanno udire fin verso Jahats. da Tsoar fino a Horonaim, fino a Eglath-Sceliscia. perfino le acque di Nimrim son prosciugate. 35 48:35 E io faro' venir meno in Moab, dice l'Eterno, chi salga sull'alto luogo, e chi offra profumi ai suoi de'i. 36 48:36 Percio' il mio cuore geme per Moab come gemono i flauti, il mio cuore geme come gemono i flauti per quei di Kir-Heres, perchè tutto quello che aveano ammassato e' perduto. 37 48:37 Poichè tutte le teste sono rasate, tutte le barbe sono tagliate, su tutte le mani ci son delle incisioni, e sui fianchi, dei sacchi. 38 48:38 Su tutti i tetti di Mo-ab e nelle sue piazze, da per tutto, e' lamento. poichè io ho frantumato Moab, come un vaso di cui non si fa stima di sorta, dice l'Eterno. 39 48:39 Com'e' stato infranto! Urlate! Come Moab ha vo'l-to vergognosamente le spalle! Come Moab e' diventato lo scherno e lo spavento di tutti quelli che gli stanno dintorno! 40 48:40 Poichè cosi' parla l'Eterno: Ecco, il nemico fende l'aria come l'aquila, spiega le sue ali verso Mo-ab. 41 48:41 Kerioth e' proesa, le fortezze sono occupate, e il cuore dei prodi di Moab, in quel giorno, e' come il cuore d'una donna in doglie di parto. 42 48:42 Moab sara' distrutto, non sara' piu' popolo, perchè s'e' innalzato contro l'Eterno. 43 48:43 Spavento, fossa, laccio ti soproastanno, o abitante di Moab! dice l'Eterno. 44 48:44 Chi fugge dinanzi allo spavento, cade nella fossa. chi risale dalla fossa, riman proeso al laccio. perchè io fo venire su lui, su Moab, l'anno in cui dovra' render conto, dice l'Eterno. 45 48:45 All'ombra di He-shbon i fuggiaschi si fermano, spossati. ma un fuoco esce da Heshbon, una fiamma di mezzo a Sihon, che divora i fianchi di Mo-ab, il sommo del capo dei figli del tumulto. 46 48:46 Guai a te, o Moab! Il popolo di Kemosh e' perduto! poichè i tuoi figliuoli son portati via in cattivita', e in cattivita' son menate le tue figliuole. 47 48:47 Ma io faro' tornar Moab dalla cattivita' negli ultimi giorni, dice l'Eterno. Fin qui il giudizio su Moab.

48:1 48:1 Riguardo a Moab. Cosò parla il SIGNORE degli eserciti, Dio d'Israele: 'Guai a Nebo! poichè è devastata. Chiriataim è coperta di vergogna e conquistata. Misgab è coperta di vergogna e sbigottita. 2 48:2 Il vanto di Moab non è più. in Chesbon tramano del male contro di lui: ""Venite, distruggiamolo, e non sia più nazione"". Tu pure, o Madmen, sarai ridotta al silenzio. la spada t'inseguirà. 3 48:3 Delle grida vengono da Coronaim: ""Devastazione e gran rovina!"". 4 48:4 Moab è infranto, i suoi piccini fanno udire i loro gridi. 5 48:5 Infatti su per la salita di Luit si piange, si sale piangendo perchè giù per la discesa di Coronaim si ode il grido angoscioso della gente in fuga. 6 48:6 Fuggite, salvate le vostre persone, siate come la città di Aroer nel deserto ! 7 48:7 Infatti, siccome ti sei confidato nelle tue opere e nei tuoi tesori, anche tu sarai proeso. Chemos sarà deportato con i suoi sacerdoti e con i suoi capi. 8 48:8 Il devastatore verrà contro tutte le città, nessuna città scamperà. la valle perirà e la pianura sarà distrutta, come il SIGNORE ha detto. 9 48:9 Date delle ali a Moab, poichè bisogna che voli via. le sue città diventeranno una desolazione, nessuno le abiterà. 10 48:10 Maledetto colui che fa l'opera del SIGNORE fiaccamente, maledetto colui che trattiene la spada dallo spargere il sangue! 11 48:11 Moab era tranquillo fin dalla sua giovinezza, riposava come vino sulla sua feccia, non è stato travasato da vaso a vaso, non è andato in esilio. per questo ha conservato il suo sapore, il suo profumo non si è alterato. 12 48:12 Perciò ecco, i giorni vengono' dice il SIGNORE, 'in cui io gli manderò dei travasatori, che lo travaseranno. vuoteranno i suoi vasi, frantumeranno le sue anfore. 13 48:13 Moab avrà vergogna di Chemos, come la casa d'Israele ha avuto vergogna di Betel, in cui aveva riposto la sua fiducia. 14 48:14 Come potete dire: ""Noi siamo uomini prodi, valorosi in battaglia?"". 15 48:15 Moab è devastato. le sue città salgono in fumo, il fiore dei suoi giovani scende al macello' dice il re, che si chiama il SIGNORE degli eserciti. 16 48:16 'La calamità di Moab sta per giungere, la sua sciagura giunge veloce. 17 48:17 Compiangetelo voi tutti che lo circondate. voi tutti, che conoscete il suo nome, dite: ""Come ha fatto a spezzarsi quel forte scettro, quel magnifico bastone?"". 18 48:18 O figlia che abiti in Dibon, scendi dalla tua gloria, siedi sul suolo riarso, poichè il devastatore di Moab marcia contro di te, distrugge le tue fortezze. 19 48:19 O tu che abiti in Aro-er, fermati per la strada, e guarda. interroga il fuggiasco e colei che scampa, e dò: ""Che cos'è successo?"". 20 48:20 Moab è coperto di vergogna, perchè è infranto. lanciate urla, gridate! annunziate sull'Arnon che Moab è devastato ! 21 48:21 Un castigo è venuto sul paese della pianura, soproa Colon, soproa Iaas, su Mefaat, 22 48:22 su Dibon, su Nebo, su Bet-Diblataim, 23 48:23 su Chiriataim, su Bet-Gamul, su Bet-Meon, 24 48:24 su Cheriot, su Bosra, su tutte le città del paese di Moab vicine e lontane. 25 48:25 La forza di Moab è abbattuta, il suo braccio è spezzato' dice il SIGNORE. 26 48:26 'Ubriacatelo, poich'egli si è innalzato contro il SIGNORE, si rotoli Moab nel suo vomito e diventi anch'egli un oggetto di scherno! 27 48:27 Israele non è forse stato per te un oggetto di scherno? Era forse stato trovato fra i ladri, che ogni volta che parli di lui tu scuoti il capo? 28 48:28 Abbandonate le città e andate a sistemarvi nelle rocce, o abitanti di Moab! Siate come le colombe che fanno il loro nido sull'orlo dei proecipizi. 29 48:29 Noi abbiamo udito l'orgoglio di Moab, l'orgogliosissimo popolo, la sua arroganza, la sua superbia, la sua fierezza, l'alterigia del suo cuore. 30 48:30 Io conosco la sua tracotanza' dice il SIGNORE. 'le sue vanterie non hanno approdato a nulla di stabile. 31 48:31 Perciò, io alzo un lamento su Moab, io prorompo in grida per tutto Moab. perciò si geme per quelli di Chir-Eres. 32 48:32 O vigna di Sibma, io piango per te più ancora che per Iazer. i tuoi rami andavano oltre il mare, arrivavano fino al mare di Iazer. il devastatore è piombato sui tuoi frutti d'estate e sulla tua vendemmia. 33 48:33 La gioia e l'esultanza sono scomparse dalla fertile campagna e dal paese di Moab. io ho fatto mancare il vino nei tini. non si pigia più l'uva con grida di gioia. il grido che si ode non è più il grido di gioia. 34 48:34 Gli alti lamenti di Chesbon giungono fino a Eleale. si fanno udire fin verso Iaas. da Soar fino a Coronaim, fino a Eglat-Selisia. perfino le acque di Nimrim sono prosciugate. 35 48:35 Io farò venir meno in Moab' dice il SIGNORE 'chi sale sull'alto luogo e chi offre profumi ai suoi dèi. 36 48:36 Perciò il mio cuore geme per Moab come gemono i flauti, il mio cuore geme come gemono i flauti per quelli di Chir-Eres, perchè tutto quello che avevano ammassato è perduto. 37 48:37 Infatti tutte le teste sono rasate, tutte le barbe sono tagliate, su tutte le mani ci sono incisioni, e sacchi sui fianchi. 38 48:38 Su tutti i tetti di Mo-ab e nelle sue piazze, dappertutto, è lamento. poichè io ho frantumato Moab, come un vaso considerato di nessun valore' dice il SIGNORE. 39 48:39 'Com'è stato infranto! Urlate! Come Moab ha voltato vergognosamente le spalle! Come Moab è diventato lo scherno e lo spavento di tutti quelli che gli stanno intorno!'. 40 48:40 Infatti cosò parla il SIGNORE: 'Ecco, il nemico fende l'aria come l'aquila, spiega le sue ali verso Moab. 41 48:41 Cheriot è proesa, le fortezze sono occupate. il cuore dei prodi di Moab, in quel giorno, è come il cuore d'una donna in doglie di parto. 42 48:42 Moab sarà distrutto, non sarà più popolo, perchè si è innalzato contro il SIGNORE. 43 48:43 Spavento, fossa, laccio ti sovrastano, o abitante di Moab!' dice il SIGNORE. 44 48:44 'Chi fugge davanti allo spavento, cade nella fossa. chi risale dalla fossa, rimane proeso al laccio. perchè io faccio venire su di lui, su Moab, l'anno in cui dovrà render conto' dice il SIGNORE. 45 48:45 'All'ombra di Chesbon i fuggiaschi si fermano, spossati. ma un fuoco esce da Chesbon, una fiamma di mezzo a Sion, che divora le tempie di Mo-ab, la cima del capo dei figli del tumulto. 46 48:46 Guai a te, Moab! Il popolo di Chemos è perduto! poichè i tuoi figli sono portati via in schiavitù, e le tue figlie in esilio. 47 48:47 Ma io farò tornare Moab dalla deportazione negli ultimi giorni' dice il SIGNORE. Fin qui il giudizio su Moab.

48:1 48:1 Contro Moab. Così dice l’Eterno degli eserciti, il DIO d’Israele: ’Guai a Nebo, perchè è devastata. Kiriathaim è coperta di vergogna, è proesa. la roccaforte è coperta di vergogna e sbigottita. 2 48:2 La gloria di Moab non è più. in Heshbon tramano del male contro di lui, dicendo: ""Venite e distruggiamola, perchè non sia più nazione"". Tu pure, o Mad-men, sarai demolita, la spada ti inseguirà. 3 48:3 Una voce che implora aiuto uscirà da Horonaim: devastazione e grande rovina! 4 48:4 Moab è infranto, i suoi piccoli fanno udire le loro grida. 5 48:5 Sulla salita di Luhith salgono piangendo amaramente, mentre nella discesa di Horonaim si ode il grido angosciato della disfatta. 6 48:6 Fuggite, salvate la vostra vita e siate come un tamarisco nel deserto! 7 48:7 Poichè hai posto la tua fiducia nelle tue opere e nei tuoi tesori, anche tu sarai proeso. e Kemosh andrà in cattività assieme ai suoi sacerdoti e ai suoi proincipi. 8 48:8 Il devastatore verrà contro tutte le città, e nessuna città scamperà. la valle perirà e la pianura sarà distrutta, come l’Eterno ha detto. 9 48:9 Date ali a Moab, perchè possa volare via. le sue città diventeranno una desolazione, e più nessuno vi abiterà. 10 48:10 Maledetto colui che compie l’opera dell’Eterno fiaccamente, maledetto colui che trattiene la sua spada dallo spargere il sangue! 11 48:11 Moab è stato tranquillo fin dalla sua giovinezza, riposando sulle sue fecce, e non è stato travasato da vaso a vaso nè è andato in cattività. per questo gli è rimasto il suo sapore e il suo profumo non si è alterato. 12 48:12 Perciò ecco, verranno i giorni', dice l’Eterno, ’nei quali gli manderò dei travasatori che lo travaseranno. vuoteranno i suoi vasi e frantumeranno le sue anfore. 13 48:13 Allora Moab si vergognerà di Kemosh, come la casa d’Israele si è vergognata di Bethel, in cui aveva riposto la sua fiducia. 14 48:14 Come potete dire: ""Noi siamo uomini forti e valorosi per la battaglia'? 15 48:15 Moab è devastato. le sue città salgono in fumo e i suoi giovani migliori scendono al macello', dice il Re, il cui nome è l’Eterno degli eserciti. 16 48:16 ’La calamità di Moab è ormai imminente e la sua sciagura avanza velocemente. 17 48:17 Fate cordoglio per lui, voi tutti che lo circondate, e tutti voi che conoscete il suo nome, dite: 'Come si è spezzato quel forte scettro, quel magnifico bastone?'. 18 48:18 O figlia che abiti in Dibon, scendi dalla tua gloria e siedi sul suolo riarso, perchè il devastatore di Moab è salito contro di te, ha distrutto le tue fortezze. 19 48:19 O tu che abiti in Aro-er, fermati lungo la strada e guarda. interroga il fuggiasco e colei che scappa e domanda: 'Che cos’è successo?'. 20 48:20 Moab è coperto di vergogna, perchè è infranto. gemete e gridate, annunziate sull’Arnon che Moab è devastato ! 21 48:21 Un castigo è venuto sulla regione della pianura, su Holon, su Jahats e su Mefaath, 22 48:22 su Dibon, su Nebo e su Beth-Diblathaim, 23 48:23 su Kiriathaim, su Beth-Gamul e su Beth-Meon, 24 48:24 su Kerioth, su Bo-tsrah e su tutte le città del paese di Moab, lontane e vicine. 25 48:25 Il corno di Moab è tagliato e il suo braccio è spezzato', dice l’Eterno. 26 48:26 ’Inebriatelo, perchè si è innalzato contro l’Eterno. Moab si voltolerà nel suo vomito e diventerà an-ch’esso oggetto di scherno. 27 48:27 Israele non è forse stato per te un oggetto di scherno? è stato forse trovato fra i ladri, che ogni volta che parli di lui scuoti la testa? 28 48:28 Abbandonate le città e andate ad abitare nella roccia, o abitanti di Moab, e siate come la colomba che fa il suo nido sulle pareti che sovrastano un proecipizio. 29 48:29 Abbiamo udito l’orgoglio di Moab, estremamente orgoglioso, la sua altezzosità, la sua superbia, la sua arroganza e l’alterigia del suo cuore. 30 48:30 Io conosco la sua rabbia', dice l’Eterno, ’che però non ha consistenza, il suo vantarsi che non ha approdato a nulla. 31 48:31 Perciò io innalzo un lamento su Moab e manderò grida per tutto Moab. si gemerà per gli uomini di Kir-Heres. 32 48:32 O vigna di Sibmah, io piango per te come si piange per Jazer. i tuoi tralci sono giunti oltre il mare, arrivavano fino al mare di Jazer. Il devastatore è piombato sui tuoi frutti d’estate e sulla tua vendemmia. 33 48:33 La gioia e l’allegrezza sono scomparse dalla fertile campagna e dal paese di Moab. ho fatto scomparire il vino dai tini, nessuno più pigia con grida di gioia, le loro grida non sono più grida di gioia. 34 48:34 A motivo del grido di Heshbon la loro voce s’è udita fino a Elealeh e a Ja-hats, da Tsoar fino a Horo-naim, come una giovenca di tre anni. perfino le acque di Nimrim sono divenute una desolazione. 35 48:35 Io farò venir meno in Moab', dice l’Eterno, ’chi offre sacrifici sugli alti luoghi e chi brucia incenso ai suoi dèi. 36 48:36 Perciò il mio cuore per Moab gemerà come i flauti, il mio cuore gemerà come i flauti per gli uomini di Kir-Heres, perchè la ricchezza che hanno acquistato è andata perduta. 37 48:37 Poichè ogni testa sarà rasata, ogni barba sarà tagliata, su tutte le mani ci saranno incisioni e sui fianchi il sacco. 38 48:38 Su tutti i tetti di Mo-ab e nelle sue piazze è tutto un lamento, perchè io ho frantumato Moab, come un vaso che non ha più alcun valore', dice l’Eterno. 39 48:39 ’Gemeranno dicendo: 'Com’è stato infranto! Come Moab ha voltato vergognosamente le spalle! Così Moab è diventato lo scherno e lo spavento di tutti quelli che gli stanno attorno.''. 40 48:40 Poichè così dice l’Eterno: ’Ecco, egli spiccherà il volo come un’aquila e spiegherà le sue ali verso Moab. 41 48:41 Kerioth è proesa, le fortezze sono occupate e il cuore dei prodi di Moab in quel giorno sarà come il cuore di una donna nelle doglie di parto. 42 48:42 Moab sarà distrutto, non sarà più popolo, perchè si è innalzato contro l’Eterno. 43 48:43 Spavento, fossa, laccio ti sovrastano, o abitante di Moab', dice l’Eterno. 44 48:44 ’Chi fugge davanti allo spavento cadrà nella fossa e chi esce dalla fossa sarà proeso nel laccio, perchè farò venire su di lui, su Mo-ab, l’anno della sua punizione', dice l’Eterno. 45 48:45 ’All’ombra di He-shbon si fermano spossati i fuggiaschi, ma un fuoco esce da Heshbon e una fiamma di mezzo a Sihon, che divora i fianchi di Moab e la sommità del capo degli uomini tumultuanti. 46 48:46 Guai a te, o Moab! Il popolo di Kemosh è perduto, perchè i tuoi figli son portati in cattività e le tue figlie in esilio. 47 48:47 Ma io farò tornare Moab dalla cattività negli ultimi giorni, dice l’Eterno'. Fin qui il giudizio su Moab.

48:1 Su Moab. Così dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: ""Guai a Nebo poichè è devastata, piena di vergogna e catturata è Kiriataim; sente vergogna, è abbattuta la roccaforte. 2 Non esiste più la fama di Moab; in Chesbon tramano contro di essa: Venite ed eliminiamola dalle nazioni. Anche tu, Madmen, sarai demolita, la spada ti inseguirà. 3 Una voce, un grido da Coronaim: Devastazione e rovina grande! 4 Abbattuto è Moab, le grida si fanno sentire fino in Zoar. 5 Su per la salita di Luchit vanno piangendo, giù per la discesa di Coronaim si ode un grido di disfatta. 6 Fuggite, salvate la vostra vita! Siate come l'asino selvatico nel deserto. 7 Poichè hai posto la fiducia nelle tue fortezze e nei tuoi tesori, anche tu sarai preso e Camos andrà in esilio insieme con i suoi sacerdoti e con i suoi capi. 8 Il devastatore verrà contro ogni città; nessuna città potrà scampare. Sarà devastata la valle e la pianura desolata, come dice il Signore. 9 Date ali a Moab, perchè dovrà prendere il volo. Le sue città diventeranno un deserto, perchè non vi sarà alcun abitante. 10 Maledetto chi compie fiaccamente l'opera del Signore, maledetto chi trattiene la spada dal sangue! 11 Moab era tranquillo fin dalla giovinezza, riposava come vino sulla sua feccia, non è stato travasato di botte in botte, nè è mai andato in esilio; per questo gli è rimasto il suo sapore, il suo profumo non si è alterato. 12 Per questo, ecco, giorni verranno - dice il Signore - nei quali gli manderò travasatori a travasarlo, vuoteranno le sue botti e frantumeranno i suoi otri. 13 Moab si vergognerà di Camos come la casa di Israele si è vergognata di Betel, oggetto della sua fiducia. 14 Come potete dire: Noi siamo uomini prodi e uomini valorosi per la battaglia? 15 Il devastatore di Moab sale contro di lui, i suoi giovani migliori scendono al macello - dice il re il cui nome è Signore degli eserciti. 16 è vicina la rovina di Moab, la sua sventura avanza in gran fretta. 17 Compiangetelo, voi tutti suoi vicini e tutti voi che conoscete il suo nome; dite: Come si è spezzata la verga robusta, quello scettro magnifico? 18 Scendi dalla tua gloria, siedi sull'arido suolo, o popolo che abiti a Dibon; poichè il devastatore di Moab è salito contro di te, egli ha distrutto le tue fortezze. 19 Sta' sulla strada e osserva, tu che abiti in Aroer. Interroga il fuggiasco e lo scampato, domanda: Che cosa è successo? 20 Moab prova vergogna, è in rovina; urlate, gridate, annunziate sull'Arnon che Moab è devastato. 21 è arrivato il giudizio per la regione dell'altipiano, per Colon, per Iaaz e per Mefaat, 22 per Dibon, per Nebo e per Bet-Diblataim, 23 per Kiriataim, per Bet-Gamul e per Bet-Meon, 24 per Keriot e per Bozra, per tutte le città della regione di Moab, lontane e vicine. 25 è infranta la potenza di Moab ed è rotto il suo braccio. 26 Inebriatelo, perchè si è levato contro il Signore, e Moab si rotolerà nel vomito e anch'esso diventerà oggetto di scherno. 27 Non è stato forse Israele per te oggetto di scherno? Fu questi forse sorpreso fra i ladri, dato che quando parli di lui scuoti sempre la testa? 28 Abbandonate le città e abitate nelle rupi, abitanti di Moab, siate come la colomba che fa il nido nelle pareti d'una gola profonda. 29 Abbiamo udito l'orgoglio di Moab, il grande orgoglioso, la sua superbia, il suo orgoglio, la sua alterigia, l'altezzosità del suo cuore. 30 Conosco bene la sua tracotanza - dice il Signore - l'inconsistenza delle sue chiacchiere, le sue opere vane. 31 Per questo alzo un lamento su Moab, grido per tutto Moab, gemo per gli uomini di Kir-Cheres. 32 Io piango per te come per Iazer, o vigna di Sibma! I tuoi tralci arrivavano al mare, giungevano fino a Iazèr. Sulle tue frutta e sulla tua vendemmia è piombato il devastatore. 33 Sono scomparse la gioia e l'allegria dai frutteti e dalla regione di Moab. è sparito il vino nei tini, non pigia più il pigiatore, il canto di gioia non è più canto di gioia. 34 Delle grida di Chesbon e di Eleale si diffonde l'eco fino a Iacaz; da Zoar si odono grida fino a Coronàim e a Eglat-Selisia, poichè le acque di Nimrim son diventate una zona desolata. 35 Io farò scomparire in Moab - dice il Signore - chi sale sulle alture e chi brucia incenso ai suoi dèi. 36 Perciò il mio cuore per Moab geme come i flauti, il mio cuore geme come i flauti per gli uomini di Kir-Cheres, essendo venute meno le loro scorte. 37 Poichè ogni testa è rasata, ogni barba è tagliata; ci sono incisioni su tutte le mani e tutti hanno i fianchi cinti di sacco. 38 Sopra tutte le terrazze di Moab e nelle sue piazze è tutto un lamento, perchè io ho spezzato Moab come un vaso senza valore. Parola del Signore. 39 Come è rovinato! Gridate! Come Moab ha voltato vergognosamente le spalle! Moab è diventato oggetto di scherno e di orrore per tutti i suoi vicini. 40 Poichè così dice il Signore: Ecco, come l'aquila egli spicca il volo e spande le ali su Moab. 41 Le città son prese, le fortezze sono occupate. In quel giorno il cuore dei prodi di Moab sarà come il cuore di donna nei dolori del parto. 42 Moab è distrutto, ha cessato d'essere popolo, perchè si è insuperbito contro il Signore. 43 Terrore, trabocchetto, tranello cadranno su di te, abitante di Moab. Oracolo del Signore. 44 Chi sfugge al terrore cadrà nel trabocchetto; chi risale dal trabocchetto sarà preso nel tranello, perchè io manderò sui Moabiti tutto questo nell'anno del loro castigo. Oracolo del Signore. 45 All'ombra di Chesbòn si fermano spossati i fuggiaschi, ma un fuoco esce da Chesbon, una fiamma dal palazzo di Sicon e divora le tempie di Moab e il cranio di uomini turbolenti. 46 Guai a te, Moab, sei perduto, popolo di Camos, poichè i tuoi figli sono condotti schiavi, le tue figlie portate in esilio. 47 Ma io cambierò la sorte di Moab negli ultimi giorni. Oracolo del Signore"". Qui finisce il giudizio su Moab.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia