Cronologia dei paragrafi

Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Oracolo contro i Filistei (ger 47,1-99)

47:1 Parola del Signore che fu rivolta al profeta Geremia sui Filistei, prima che il faraone occupasse Gaza. 2 Così dice il Signore: "Ecco, si sollevano ondate dal settentrione, diventano un torrente che straripa. Allagano la terra e ciò che è in essa, la città e i suoi abitanti. Gli uomini gridano, urlano tutti gli abitanti della terra. 3 Allo strepito scalpitante degli zoccoli dei suoi cavalli, al fragore dei suoi carri, al cigolio delle ruote, i padri non si voltano verso i figli, le loro mani sono senza forza, 4 perchè è arrivato il giorno in cui saranno distrutti tutti i Filistei e saranno abbattute Tiro e Sidone con quanti sono rimasti ad aiutarle; il Signore infatti distrugge i Filistei, il resto dell'isola di Caftor. 5 Fino a Gaza si sono rasati per lutto, àscalon è ridotta al silenzio. Asdod, povero resto degli Anakiti, fino a quando ti farai incisioni? 6 Ah! spada del Signore, quando ti concederai riposo? Rientra nel fodero, fèrmati e càlmati. 7 Come potrà riposare, se il Signore le ha ordinato di agire? Contro àscalon e tutta la costa del mare, là egli l'ha destinata".

47:1 47:1 LA parola del Signore che fu indirizzata al profeta Geremia contro a' Filistei, avanti che Faraone perco-tesse Gaza. 2 47:2 Cosi' ha detto il Signore: Ecco, delle acque salgono di Settentrione, e sono come un torrente che trabocca, e inonderanno la terra, e tutto quello ch'e' in essa, le citta', e i loro abitanti. e gli uomini grideranno, e tutti gli abitatori del paese urleranno. 3 47:3 Per lo strepito del calpestio delle unghie de' destrieri di esso, per lo romore de' suoi carri, per lo fracasso delle sue ruote, i padri non si son rivolti a' figliuoli, per la fiacchezza delle lor mani. 4 47:4 per cagion del giorno che viene, per guastar tutti i Filistei, per isterminare a Tiro, e a Sidon, ogni rimanente di aiuto. perciocche' il Signore disertera' i Filistei, il rimanente dell'isola di Caftor. 5 47:5 Raditura di capo e' avvenuta a Gaza, Ascalon e' perita, col rimanente della lor valle. Infino a quando ti farai tu delle tagliature addosso? 6 47:6 Ahi spada del Signore! infino a quando non ti riposerai? ricogliti nel tuo fodero, riposati, e resta. 7 47:7 Come ti riposeresti? conciossiache' il Signore le abbia data commessione, e l'abbia assegnata la', contro ad Ascalon, e contro al lito del mare.

47:1 47:1 La parola dell'Eterno che fu rivolta al profeta Geremia riguardo ai Filistei proima che Faraone colpisse Gaza. 2 47:2 Cosi' parla l'Eterno: Ecco, delle acque salgono dal settentrione. formano un torrente che straripa. esse inondano il paese e tutto cio' che contiene, le citta' e i loro abitanti. gli uomini mandano grida, tutti gli abitanti del paese urlano. 3 47:3 Per lo strepito dell'unghie de' suoi potenti destrieri, per il rumore de' suoi carri e il fracasso delle ruote, i padri non si voltan verso i figliuoli, tanto le lor mani son divenute fiacche, 4 47:4 perchè giunge il giorno in cui tutti i Filistei saranno devastati, in cui saran sopproessi i restanti ausiliari di Tiro e di Sidone, poichè l'Eterno devastera' i Filistei, cio' che resta dell'isola di Caftor. 5 47:5 Gaza e' divenuta calva, Askalon e' ridotta al silenzio. Resti degli Anakim, fino a quando vi farete delle incisioni? 6 47:6 O spada dell'Eterno, quando sara' che ti riposerai? Rientra nel tuo fodero, fermati e rimani tranquilla! 7 47:7 Come ti potresti tu riposare? L'Eterno le da' i suoi ordini, le addita Askalon e il lido del mare.

47:1 47:1 La parola del SIGNORE che fu rivolta al profeta Geremia riguardo ai Filistei, proima che il faraone colpisse Gaza. 2 47:2 Cosò parla il SIGNORE: 'Ecco, delle acque salgono dal settentrione. formano un torrente che straripa. esse inondano il paese e tutto ciò che contiene, le città e i loro abitanti. gli uomini lanciano grida, tutti gli abitanti del paese urlano. 3 47:3 Per lo strepito degli zoccoli dei suoi potenti destrieri, per il rumore dei suoi carri e il fracasso delle ruote i padri non si voltano verso i figli, tanto le loro mani sono divenute fiacche, 4 47:4 perchè giunge il giorno in cui tutti i Filistei saranno devastati, in cui saranno sopproessi i restanti ausiliari di Tiro e di Sidone, poichè il SIGNORE devasterà i Filistei, ciò che resta dell'isola di Caftor. 5 47:5 Gaza è divenuta calva, Ascalon è ridotta al silenzio. Resti degli Anachim, fino a quando vi farete delle incisioni? 6 47:6 O spada del SIGNORE, quando ti riposerai? Rientra nel tuo fodero, fermati e rimani tranquilla! 7 47:7 Come potresti riposare? Il SIGNORE le dà i suoi ordini, le addita Ascalon e il lido del mare'.

47:1 47:1 La parola dell’Eterno che fu rivolta al profeta Geremia contro i Filistei, proima che il Faraone attaccasse Gaza. 2 47:2 Così dice l’Eterno: ’Ecco, delle acque salgono dal nord, diventano un torrente che straripa e inondano il paese e tutto ciò che contiene, la città e quelli che abitano in essa. allora gli uomini grideranno e tutti gli abitanti del paese urleranno. 3 47:3 Allo strepito degli zoccoli scalpitanti dei suoi possenti destrieri, al fragore dei suoi carri, al fracasso delle sue ruote, i padri non si volgeranno verso i figli per la debolezza delle loro mani, 4 47:4 a motivo del giorno che viene per devastare tutti i Filistei, eliminando da Tiro e Sidone ogni superstite che può dar aiuto, perchè l’Eterno distruggerà i Filistei, i superstiti dell’isola di Kaftor. 5 47:5 Gaza è divenuta calva, Ashkelon è distrutta. O superstiti della loro valle, fino a quando vi farete incisioni? 6 47:6 O spada dell’Eterno, quando mai ti concederai riposo? Rientra nel tuo fodero, fermati e stà calma! 7 47:7 Come potrebbe riposare, se l’Eterno le ha dato ordini contro Ashkelon e contro il lido del mare?. egli l’ha convocata là'.

47:1 Parola del Signore che fu rivolta al profeta Geremia sui Filistei, prima che il faraone occupasse Gaza. 2 Così dice il Signore: ""Ecco s'avanzano ondate dal settentrione diventano un torrente che straripa. Allagano la terra e ciò che è in essa, la città e i suoi abitanti. Gli uomini gridano, urlano tutti gli abitanti della terra. 3 Allo scalpitar dei suoi possenti cavalli, al fragor dei suoi carri, al cigolio delle ruote, i padri non si voltano verso i figli, le loro mani sono senza forza 4 perchè è arrivato il giorno in cui saran distrutti tutti i Filistei e saranno abbattute Tiro e Sidòne, con tutti i loro ausiliari; il Signore infatti distrugge i Filistei, il resto dell'isola di Caftor. 5 Fino a Gaza si son rasati per lutto, è distrutta Ascalòna. Asdod, povero resto degli Anakiti, fino a quando ti farai incisioni? 6 Ah! spada del Signore, quando dunque ti concederai riposo? Rientra nel fodero, riposati e sta' calma. 7 Come potrà riposare, poichè il Signore le ha ordinato di agire contro Ascalòna e il lido del mare? Là egli l'ha destinata"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia