Cronologia dei paragrafi

La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La fuga in Egitto (ger 42,1-22)

: Tutti i capi delle bande armate e Giovanni, figlio di Karèach, e Azaria, figlio di Osaià, e tutto il popolo, piccoli e grandi, si presentarono: al profeta Geremia e gli dissero: "Ti sia gradita la nostra supplica! Prega per noi il Signore, tuo Dio, in favore di tutto questo resto, perchè noi siamo rimasti in pochi dopo essere stati molti, come vedi con i tuoi occhi. : Il Signore, tuo Dio, ci indichi la via per la quale dobbiamo andare e che cosa dobbiamo fare". : Il profeta Geremia rispose loro: "Comprendo! Ecco, pregherò il Signore, vostro Dio, secondo le vostre parole e vi riferirò quanto il Signore mi risponderà per voi; non vi nasconderò nulla". : Essi allora dissero a Geremia: "Il Signore sia contro di noi testimone verace e fedele, se non faremo quanto il Signore, tuo Dio, ti dirà che dobbiamo fare. : Che ci sia gradita o no, noi ascolteremo la voce del Signore, nostro Dio, al quale ti mandiamo, obbediremo alla voce del Signore, nostro Dio, perchè ce ne venga del bene". : Al termine di dieci giorni, la parola del Signore fu rivolta a Geremia. : Quando Geremia finì di riferire a tutto il popolo tutte le parole del Signore, loro Dio - tutte quelle parole per cui il Signore lo aveva inviato a loro -,: Azaria, figlio di Osaià, e Giovanni, figlio di Karèach, e tutti quegli uomini superbi e ribelli dissero a Geremia: "Una menzogna stai dicendo! Non ti ha inviato il Signore, nostro Dio, a dirci: "Non andate in Egitto per dimorarvi";: ma Baruc, figlio di Neria, ti istiga contro di noi per consegnarci nelle mani dei Caldei, perchè ci uccidano e ci deportino a Babilonia". : Pertanto Giovanni, figlio di Karèach, e tutti i capi delle bande armate e tutto il popolo non obbedirono all'invito del Signore di rimanere nel paese di Giuda. : Così Giovanni, figlio di Karèach, e tutti i capi delle bande armate raccolsero tutti i superstiti di Giuda, che erano ritornati per abitare nella terra di Giuda da tutte le regioni in mezzo alle quali erano stati dispersi,: uomini, donne, bambini, le figlie del re e tutte le persone che Nabuzaradàn, capo delle guardie, aveva lasciato con Godolia, figlio di Achikàm, figlio di Safan, insieme con il profeta Geremia e con Baruc, figlio di Neria,: e andarono nella terra d'Egitto, non avendo dato ascolto alla voce del Signore, e giunsero fino a Tafni.
: 42:1 E TUTTI i capi della gente di guerra, e Giohanan, figliuolo di Carea, e Ieza-nia, figliuolo di Osaia, e tutto il popolo, dal minore al maggiore, si accostarono.: 42:2 e dissero al profeta Geremia: Deh! caggia la nostra supplicazione nel tuo cospetto, e fa' orazione al Signore Iddio tuo per noi, per tutto questo rimanente (perciocche' di molti siamo rimasti pochi, come i tuoi occhi ci veggono),: 42:3 acciocche' il Signore Iddio tuo ci dichiari la via, per la quale abbiamo da camminare, e cio' che abbiamo a fare.: 42:4 E il profeta Geremia disse loro: Ho inteso. ecco, io faro' orazione al Signore Iddio vostro, come avete detto. ed io vi rapportero' tutto cio' che il Signore vi avra' risposto. io non ve ne celero' nulla.: 42:5 Ed essi dissero a Geremia: Il Signore sia per testimonio verace e fedele tra noi, se noi non facciamo secondo tutto cio' che il Signore Iddio tuo ti avra' mandato a dirci.: 42:6 O bene, o mal che sia, noi ubbidiremo alla voce del Signore Iddio nostro, al quale noi ti mandiamo. ac-ciocche' bene ne avvenga, quando avremo ubbidito alla voce del Signore Iddio nostro.: 42:7 Ed avvenne, in capo di dieci giorni, che la parola del Signore fu indirizzata a Geremia.: 43:1 OR avvenne che quando Geremia ebbe finito di pronunziare a tutto il popolo tutte le parole del Signore Iddio loro, le quali il Signore Iddio loro mandava a dir loro per lui, cioe', tutte quelle parole.: 43:2 Azaria, figliuolo di Osaia, e Giohanan, figliuolo di Carea, e tutti gli uomini superbi, dissero a Geremia: Tu parli falsamente. il Signore Iddio nostro non ti ha mandato per dire: Non entrate in Egitto, per dimorarvi.: 43:3 Anzi Baruc, figliuolo di Neria, t'incita contro a noi, per darci in man de' Caldei, per farci morire, o per farci menare in cattivita' in Babilonia.: 43:4 Cosi' Giohanan, figliuolo di Carea, e tutti i capi della gente di guerra, e tutto il popolo, non ubbidirono alla voce del Signore, per dimorar nel paese di Giuda.: 43:5 E Giohanan, figliuolo di Carea, e tutti i capi della gente di guerra, proesero tutto il rimanente di Giuda, e quelli che se n'erano tornati da tutte le nazioni, dove erano stati dispersi, per dimorar nel paese di Giuda:: 43:6 gli uomini, le donne, i fanciulli, e le figliuole del re, e tutte le persone, che Nebuzaradan, capitano delle guardie, aveva lasciate con Ghedalia, figliuolo di Ahi-cam, figliuolo di Safan, ed anche il profeta Geremia, e Baruc, figliuolo di Neria.: 43:7 e se ne vennero nel paese di Egitto. perciocche' non ubbidirono alla voce del Signore. ed arrivarono fino a T afnes.
: 42:1 Tutti i capi delle forze, Johanan, figliuolo di Kareah, Jezania, figliuolo di Ho-saia, e tutto il popolo, dal piu' piccolo al piu' grande, s'accostarono,: 42:2 e dissero al profeta Geremia: 'Deh, siati accetta la nostra supplicazione, e proega l'Eterno, il tuo Dio, per noi, per tutto questo residuo (poichè, di molti che eravamo, siamo rimasti pochi, come lo vedono gli occhi tuoi).: 42:3 affinchè l'Eterno, il tuo Dio, ci mostri la via per la quale dobbiamo camminare, e che cosa dobbiam fare'.: 42:4 E il profeta Geremia disse loro: 'Ho inteso. ecco, io proeghero' l'Eterno, il vostro Dio, come avete detto. e tutto quello che l'Eterno vi rispondera' ve lo faro' conoscere. e nulla ve ne celero''.: 42:5 E quelli dissero a Geremia: 'L'Eterno sia un testimonio verace e fedele contro di noi, se non facciamo tutto quello che l'Eterno, il tuo Dio, ti mandera' a dirci.: 42:6 Sia la sua risposta gradevole o sgradevole, noi ubbidiremo alla voce dell'Eterno, del nostro Dio, al quale ti mandiamo, affinchè bene ce ne venga, per aver ubbidito alla voce dell'Eterno, del nostro Dio'.: 42:7 Dopo dieci giorni, la parola dell'Eterno fu rivolta a Geremia.: 43:1 Or quando Geremia ebbe finito di dire al popolo tutte le parole dell'Eterno, del loro Dio, tutte le parole che l'Eterno, il loro Dio, l'aveva incaricato di dir loro,: 43:2 Azaria, figliuolo di Hosaia, e Johanan, figliuolo di Kareah, e tutti gli uomini superbi dissero a Geremia: 'Tu dici il falso. l'Eterno, il nostro Dio, non t'ha mandato a dire: - Non entrate in Egitto per dimorarvi, -: 43:3 ma Baruc, figliuolo di Neria, t'incita contro di noi per darci in man de' Caldei, per farci morire o per farci menare in cattivita' a Babilonia' .: 43:4 Cosi' Johanan, figliuolo di Kareah, tutti i capi delle forze e tutto il popolo non ubbidirono alla voce dell'Eterno, che ordinava loro di dimorare nel paese di Giuda.: 43:5 E Johanan, figliuolo di Kareah, e tutti i capi delle forze proesero tutti i superstiti di Giuda i quali, di fra tutte le nazioni dov'erano stati dispersi, erano ritornati per dimorare nel paese di Giuda:: 43:6 gli uomini, le donne, i fanciulli, le figliuole del re e tutte le persone che Nebu-zaradan, capo delle guardie, aveva lasciate con Gheda-lia, figliuolo di Ahikam, figliuolo di Shafan, come pure il profeta Geremia, e Ba-ruc, figliuolo di Neria,: 43:7 ed entrarono nel paese d'Egitto, perchè non ubbidirono alla voce dell'Eterno. e giunsero a Tahpanes.
: 42:1 Tutti i capi degli uomini armati, Iocanan, figlio di Carea, Iezania, figlio di Osaia, e tutto il popolo dal più piccolo al più grande, si avvicinarono: 42:2 e dissero al profeta Geremia: 'Ti sia accetta la nostra supplica, e proega il SIGNORE, il tuo Dio per noi, per tutto questo residuo (poichè, di molti che eravamo, siamo rimasti pochi, come lo vedono i tuoi occhi): 42:3 affinchè il SIGNORE Dio tuo, ci mostri la via per la quale dobbiamo camminare, e che cosa dobbiamo fare'.: 42:4 Il profeta Geremia disse loro: 'Ho inteso. ecco, io proegherò il SIGNORE, il vostro Dio, come avete detto. tutto quello che il SIGNORE vi risponderà ve lo farò conoscere, non vi nasconderò nulla'.: 42:5 Quelli dissero a Geremia: 'Il SIGNORE sia un testimone verace e fedele contro di noi, se non facciamo tutto quello che il SIGNORE, il tuo Dio, ti manderà a dirci.: 42:6 Sia la sua risposta gradevole o sgradevole, noi ubbidiremo alla voce del SIGNORE nostro Dio, al quale ti mandiamo, affinchè bene ce ne venga, per aver ubbidito alla voce del SIGNORE nostro Dio'.: 42:7 Dopo dieci giorni, la parola del SIGNORE fu rivolta a Geremia.: 43:1 Quando Geremia ebbe finito di dire al popolo tutte le parole del SIGNORE loro Dio, tutte le parole che il SIGNORE loro Dio l'aveva incaricato di dir loro,: 43:2 Azaria, figlio di Osaia, e Iocanan, figlio di Carea, e tutti gli uomini superbi dissero a Geremia: 'Tu dici il falso. il SIGNORE, il nostro Dio, non ti ha mandato a dire: ""Non andate in Egitto per abitarvi"",: 43:3 ma Baruc, figlio di Neria, ti incita contro di noi per darci in mano dei Caldei, per farci morire o per farci deportare a Babilonia'.: 43:4 Cosò Iocanan, figlio di Carea, tutti i capi degli uomini armati e tutto il popolo non ubbidirono alla voce del SIGNORE, che ordinava loro di abitare nel paese di Giuda.: 43:5 Iocanan, figlio di Ca-rea, e tutti i capi degli uomini armati proesero tutti i superstiti di Giuda i quali, da tutte le nazioni dov'erano stati dispersi, erano ritornati per abitare nel paese di Giuda:: 43:6 gli uomini, le donne, i bambini, le figlie del re e tutte le persone che Nebu-zaradan, capo delle guardie, aveva lasciate con Gheda-lia, figlio di Aicam, figlio di Safan, come pure il profeta Geremia, e Baruc, figlio di Neria,: 43:7 e andarono nel paese d'Egitto, perchè non ubbidirono alla voce del SIGNORE. e giunsero a Tapanes.
: 42:1 Tutti i capi delle forze, Johanan, figlio di Kareah, Jezaniah figlio di Hoshaiah e tutto il popolo, dal più piccolo al più grande, si avvicinarono: 42:2 e dissero al profeta Geremia: ’Deh, giunga la nostra supplica davanti a te e proega l’Eterno, il tuo DIO, per noi, per tutto questo residuo (perchè di molti che eravamo siamo rimasti in pochi, come ti rendi conto con i tuoi stessi occhi),: 42:3 affinchè l’Eterno, il tuo DIO, ci mostri la strada per la quale dobbiamo camminare e ciò che dobbiamo fare'.: 42:4 Il profeta Geremia disse loro: ’Ho capito! Ecco, proegherò l’Eterno, il vostro DIO, secondo le vostre parole e vi farò sapere tutto ciò che l’Eterno vi risponderà. non vi nasconderò nulla'.: 42:5 Essi allora dissero a Geremia: ’L’Eterno sia un testimone verace e fedele contro di noi, se non faremo secondo ogni parola che l’Eterno, il tuo DIO, ci manderà a dire per tuo mezzo.: 42:6 Sia la sua risposta gradita o sgradita, noi ubbidiremo alla voce dell’Eterno, il nostro DIO, al quale ti mandiamo, affinchè ce ne venga bene nell’ubbidire alla voce dell’Eterno, il nostro DIO'.: 42:7 Dopo dieci giorni avvenne che la parola dell’Eterno fu rivolta a Geremia.: 43:1 Or avvenne che quando Geremia ebbe finito di riferire a tutto il popolo tutte le parole dell’Eterno, il loro DIO, tutte quelle parole, per cui l’Eterno, il loro Dio, lo aveva mandato a loro,: 43:2 Azaria, figlio di Ho-shaiah e Johanan, figlio di Kareah, e tutti gli uomini superbi dissero a Geremia: ’Tu dici il falso. l’Eterno, il nostro DIO, non ti ha mandato a dire: ""Non andate in Egitto per dimorarvi"",: 43:3 ma Baruk, figlio di Neriah, ti incita contro di noi per darci in mano dei Caldei, per farci morire o per farci condurre in cattività a Babilonia'.: 43:4 Così Johanan, figlio di Kareah, tutti i capi delle forze e tutto il popolo non ubbidirono al comando dell’Eterno di rimanere nel paese di Giuda.: 43:5 Ma Johanan, figlio di Kareah e tutti i capi delle forze proesero tutti i superstiti di Giuda che erano ritornati da tutte le nazioni dove erano stati dispersi, per dimorare nel paese di Giuda:: 43:6 gli uomini, le donne, i fanciulli, le figlie del re e tutte le persone che Nebu-zaradan, capo delle guardie, aveva lasciato con Gheda-liah figlio di Ahikam, figlio di Shafan, assieme al profeta Geremia e a Baruk, figlio di Neriah,: 43:7 e andarono nel paese d’Egitto, perchè non ubbidirono alla voce dell’Eterno, e giunsero fino a Tahpanhes.
: Tutti i capi delle bande armate e Giovanni figlio di Kareca, e Azaria figlio di Osaia e tutto il popolo, dai piccoli ai grandi, si presentarono: al profeta Geremia e gli dissero: ""Ti sia gradita la nostra supplica! Prega per noi il Signore tuo Dio, in favore di tutto questo residuo di popolazione, perchè noi siamo rimasti in pochi dopo essere stati molti, come vedi con i tuoi occhi.: Il Signore tuo Dio ci indichi la via per la quale dobbiamo andare e che cosa dobbiamo fare"".: Il profeta Geremia rispose loro: ""Comprendo! Ecco, pregherò il Signore vostro Dio secondo le vostre parole e vi riferirò quanto il Signore risponde per voi; non vi nasconderò nulla"".: Essi allora dissero a Geremia: ""Il Signore sia contro di noi testimone verace e fedele, se non faremo quanto il Signore tuo Dio ti rivelerà per noi.: Che ci sia gradita o no, noi ascolteremo la voce del Signore nostro Dio al quale ti mandiamo, perchè ce ne venga bene obbedendo alla voce del Signore nostro Dio"".: Al termine di dieci giorni, la parola del Signore fu rivolta a Geremia.: Quando Geremia finì di riferire a tutto il popolo tutte le parole del Signore loro Dio - tutte quelle parole per cui il Signore lo aveva inviato a loro -: Azaria figlio di Osaia e Giovanni figlio di Kareca e tutti quegli uomini superbi e ribelli dissero a Geremia: ""Una menzogna stai dicendo! Non ti ha inviato il Signore nostro Dio a dirci: Non andate in Egitto per dimorare là;: ma Baruch figlio di Neria ti istiga contro di noi per consegnarci nelle mani dei Caldei, perchè ci uccidano e ci deportino in Babilonia"".: Pertanto Giovanni figlio di Kareca e tutti i capi delle bande armate e tutto il popolo non obbedirono all'invito del Signore di rimanere nel paese di Giuda.: Così Giovanni figlio di Kareca e tutti i capi delle bande armate raccolsero tutti i superstiti di Giuda, che erano ritornati per abitare nella terra di Giuda da tutte le regioni in mezzo alle quali erano stati dispersi,: uomini, donne, bambini, le principesse reali e tutte le persone che Nabuzaradan, capo delle guardie, aveva lasciate con Godolia figlio di Achikam, figlio di Safan, insieme con il profeta Geremia e con Baruch figlio di Neria,: e andarono nel paese d'Egitto, non avendo dato ascolto alla voce del Signore, e giunsero fino a Tafni.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia