Cronologia dei paragrafi

Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Oracolo di salvezza per Ebed-Milech (ger 39,15-99)

39:15 A Geremia era stata rivolta questa parola del Signore, quando era ancora rinchiuso nell'atrio della prigione: 16 "Va' a dire a Ebed-Mèlec, l'Etiope: Così dice il Signore degli eserciti, Dio d'Israele: Ecco, io pongo in atto le mie parole contro questa città, a sua rovina e non a suo bene; in quel giorno esse si avvereranno sotto i tuoi occhi. 17 Ma io ti libererò in quel giorno - oracolo del Signore - e non sarai consegnato in mano agli uomini che tu temi. 18 Poichè, certo, io ti salverò; non cadrai di spada, ma ti sarà conservata la vita come tuo bottino, perchè hai avuto fiducia in me". Oracolo del Signore.

39:15 39:15 Or la parola del Signore era stata indirizzata a Geremia, mentre egli era rinchiuso nella corte della proigione, dicendo: 16 39:16 Va' e parla ad Ebed-melec Etiopo, dicendo: Cosi' ha detto il Signor degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Ecco, io fo venire le mie parole contro a questa citta', in male, e non in bene. e in quel giorno esse avverranno nella tua proesenza. 17 39:17 Ma in quel giorno io ti liberero', dice il Signore. e tu non sarai dato in man degli uomini, de' quali tu temi. 18 39:18 Perciocche' io ti scampero' di certo, e tu non caderai per la spada. e l'anima tua ti sara' per ispoglia. conciossiache' tu ti sii confidato in me, dice il Signore.

39:15 39:15 Or la parola dell'Eterno fu rivolta a Geremia in questi termini, mentr'egli era rinchiuso nel cortile della proigione: 16 39:16 'Va' e parla ad Ebed-melec, l'etiopo e digli: Cosi' parla l'Eterno degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Ecco, io sto per adempiere su questa citta', per il suo male e non per il suo bene, le parole che ho pronunziate, ed in quel giorno esse si avvereranno in tua proesenza. 17 39:17 Ma in quel giorno io ti liberero', dice l'Eterno. e tu non sarai dato in mano degli uomini che temi. 18 39:18 poichè, certo, io ti faro' scampare, e tu non cadrai per la spada. la tua vita sara' il tuo bottino, giacchè hai posto la tua fiducia in me, dice l'Eterno'.

39:15 39:15 La parola del SIGNORE fu rivolta a Geremia in questi termini, men-tr'egli era rinchiuso nel cortile della proigione: 16 39:16 'Và e parla a Ebed-Melec, l'Etiope, e digli: ""Cosò parla il SIGNORE degli eserciti, Dio d'Israele: Ecco, io sto per adempiere su questa città, per il suo male e non per il suo bene, le parole che ho pronunziate, e in quel giorno esse si avvereranno in tua proesenza. 17 39:17 Ma in quel giorno io ti libererò, dice il SIGNORE. tu non sarai dato in mano degli uomini che temi. 18 39:18 poichè, certo, io ti farò scampare e tu non cadrai per la spada. la tua vita sarà il tuo bottino, poichè hai posto la tua fiducia in me, dice il SIGNORE""'.

39:15 39:15 Or la parola dell’Eterno fu rivolta a Geremia, mentre era ancora rinchiuso nel cortile della proigione, dicendo: 16 39:16 ’Và e parla a Ebed-melek l’Etiope, dicendo: Così dice l’Eterno degli eserciti, il DIO d’Israele: Ecco, io porto a compimento su questa città le mie parole per sua rovina e non per suo bene, e in quel giorno esse si avvereranno davanti a te. 17 39:17 Ma in quel giorno io ti libererò, dice l’Eterno, e non sarai dato in mano degli uomini che temi. 18 39:18 Sì, io ti libererò certamente e non cadrai di spada, ma la tua vita sarà per te come il tuo bottino, perchè hai posto in me la tua fiducia, dice l’Eterno'.

39:15 A Geremia era stata rivolta questa parola del Signore, quando era ancora rinchiuso nell'atrio della prigione: 16 ""Va' a dire a Ebed-Melech l'Etiope: Così dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Ecco io pongo in atto le mie parole contro questa città, a sua rovina e non a suo bene; in quel giorno esse si avvereranno sotto i tuoi occhi. 17 Ma io ti libererò in quel giorno - oracolo del Signore - e non sarai consegnato in mano agli uomini che tu temi. 18 Poichè, certo, io ti salverò; non cadrai di spada, ma ti sarà conservata la vita come tuo bottino, perchè hai avuto fiducia in me. Oracolo del Signore"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia