Cronologia dei paragrafi

Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme (ger 39,1-14)

39:1 Nel decimo mese del nono anno di Sedecìa, re di Giuda, Nabucodònosor, re di Babilonia, con tutto il suo esercito arrivò a Gerusalemme e l'assediò. 2 Nel quarto mese dell'anno undicesimo di Sedecìa, il nove del mese, fu aperta una breccia nella città, 3 entrarono tutti i generali del re di Babilonia e si stabilirono alla porta di mezzo: Nergal- Sarèser di Sin-Maghìr, Nebosar-Sechìm, capo dei funzionari, Nergal-Sarèser, comandante delle truppe di frontiera, e tutti gli altri capi del re di Babilonia. 4 Appena videro ciò, Sedecìa, re di Giuda, e tutti i suoi guerrieri fuggirono, uscendo di notte per la via del giardino del re, attraverso la porta fra le due mura, e presero la via dell'Araba. 5 Ma i soldati dei Caldei li inseguirono e raggiunsero Sedecìa nelle steppe di Gerico, lo presero e lo condussero a Ribla, nel paese di Camat, presso Nabucodònosor, re di Babilonia, che pronunciò la sentenza su di lui. 6 Il re di Babilonia fece ammazzare i figli di Sedecìa a Ribla, sotto i suoi occhi; il re di Babilonia fece ammazzare anche tutti i notabili di Giuda. 7 Cavò poi gli occhi a Sedecìa e lo fece mettere in catene per condurlo a Babilonia. 8 I Caldei diedero alle fiamme la reggia e le case del popolo e demolirono le mura di Gerusalemme. 9 Nabuzaradàn, capo delle guardie, deportò a Babilonia il resto del popolo rimasto in città e i disertori che erano passati a lui. 10 Nabuzaradàn, capo delle guardie, lasciò nel paese di Giuda i poveri del popolo, che non avevano nulla, assegnando loro vigne e campi in tale occasione. 11 Quanto a Geremia, Nabucodònosor, re di Babilonia, aveva dato queste disposizioni a Nabuzaradàn, capo delle guardie: 12 "Prendilo e tieni gli occhi su di lui, non fargli alcun male, ma trattalo come egli ti dirà". 13 Essi allora - cioè Nabuzaradàn, capo delle guardie, Nabusazbàn, capo dei funzionari, Nergal-Sarèser, comandante delle truppe di frontiera, e tutti gli alti ufficiali del re di Babilonia - 14 mandarono a prendere Geremia dall'atrio della prigione e lo consegnarono a Godolia, figlio di Achikàm, figlio di Safan, perchè lo conducesse a casa. Così egli rimase in mezzo al popolo.

39:1 39:1 NELL'anno nono di Sedechia, re di Giuda, nel decimo mese, Nebucadne-sar, re di Babilonia, venne, con tutto il suo esercito, soproa Gerusalemme, e l'assedio'. 2 39:2 Nell'anno undecimo di Sedechia, nel quarto mese, nel nono giorno del mese, i Caldei penetrarono dentro alla citta'. 3 39:3 E tutti i capitani del re di Babilonia vi entrarono, e si fermarono alla porta di mezzo, cioe': Nergal-sareser, Samgar-nebu, Sar-sechim, Rab-saris, Nergal-sareser, Rab-mag, e tutti gli altri capitani del re di Babilonia. 4 39:4 E quando Sedechia, re di Giuda, e tutta la gente di guerra, li ebber veduti, se ne fuggirono, e uscirono di notte della citta', traendo verso l'orto del re, per la porta d'infra le due mura. e il re usci' traendo verso il deserto. 5 39:5 Ma l'esercito de' Caldei li perseguito', e raggiunse Sedechia nelle campagne di Gerico. e lo proesero, e lo menarono a Nebucadnesar, re di Babilonia, in Ribla, nel paese di Hamat. e quivi egli gli pronunzio' la sua sentenza. 6 39:6 E il re di Babilonia fece scannare i figliuoli di Sedechia in Ribla, in sua proesenza. fece eziandio scannare tutti i nobili di Giuda. 7 39:7 Poi fece abbacinar gli occhi a Sedechia, e lo fece legar di due catene di rame, per menarlo in Babilonia. 8 39:8 E i Caldei arsero col fuoco la casa del re, e le case del popolo, e disfecero le mura di Gerusalemme. 9 39:9 E Nebuzaradan, capitano delle guardie, meno' in cattivita' in Babilonia il rimanente del popolo ch'era restato nella citta'. e quelli che si erano andati ad arrendere a lui, e tutto l'altro popolo ch'era restato. 10 39:10 Ma Nebuzaradan, capitano delle guardie, lascio' nel paese di Giuda i piu' poveri d'infra il popolo, i quali non avevano nulla. e diede loro in quel giorno vigne e campi. 11 39:11 Or Nebucadnesar, re di Babilonia, aveva data commessione a Nebuzara-dan, capitano delle guardie, intorno a Geremia, dicendo: 12 39:12 proendilo, ed abbi cura di lui, e non fargli alcun male. anzi fa' inverso lui come egli ti dira'. 13 39:13 Nebuzaradan adunque, capitano delle guardie, e Nebusazban, Rab-saris, Nergal-sareser, Rab-mag, e tutti gli altri capitani del re di Babilonia, 14 39:14 mandarono a far trarre Geremia fuor della corte della proigione, e lo diedero a Ghedalia, figliuolo di A-hicam, figliuolo di Safan, per condurlo fuori in casa sua. Ma egli dimoro' per mezzo il popolo.

39:1 39:1 Quando Gerusalemme fu proesa - il nono anno di Sedekia, re di Giuda, il decimo mese, Nebucadnetsar, re di Babilonia venne con tutto il suo esercito contro Gerusalemme e la cinse d'assedio. 2 39:2 l'undecimo anno di Sedekia, il quarto mese, il nono giorno, una breccia fu fatta nella citta' 3 39:3 - tutti i capi del re di Babilonia entrarono, e si stabilirono alla porta di mezzo: Nergal-saretser, Samgar-nebu, Sarsekim, capo degli eunuchi, Nergal-saretser, capo dei magi, e tutti gli altri capi del re di Babilonia. 4 39:4 E quando Sedekia, re di Giuda, e tutta la gente di guerra li ebbero veduti, fuggirono, uscirono di notte dalla citta' per la via del giardino reale, per la porta fra le due mura, e proesero la via della pianura. 5 39:5 Ma l'esercito de' Caldei li insegui', e raggiunse Sedekia nelle campagne di Gerico. Lo proesero, lo me-naron su da Nebucadnetsar, re di Babilonia, a Ribla, nel paese di Hamath, dove il re pronunzio' la sua sentenza su di lui. 6 39:6 E il re di Babilonia fece scannare i figliuoli di Sedekia, a Ribla, sotto gli occhi di lui. il re di Babilonia fece pure scannare tutti i notabili di Giuda. 7 39:7 poi fece cavar gli occhi a Sedekia, e lo fe' legare con una doppia catena di rame per menarlo in Babilonia. 8 39:8 I Caldei incendiarono la casa del re e le case del popolo, e abbatterono le mura di Gerusalemme. 9 39:9 e Nebuzaradan, capo delle guardie, meno' in cattivita' a Babilonia il residuo della gente ch'era ancora nella citta', quelli ch'erano andati ad arrendersi a lui, e il resto del popolo. 10 39:10 Ma Nebuzaradan, capo delle guardie, lascio' nel paese di Giuda alcuni de' piu' poveri fra il popolo i quali non avevano nulla, e diede loro in quel giorno vigne e campi. 11 39:11 Or Nebucadnetsar, re di Babilonia, avea dato a Nebuzaradan, capo delle guardie, quest'ordine riguardo a Geremia: 12 39:12 'proendilo, veglia su lui, e non gli fare alcun male ma compo'rtati verso di lui com'egli ti dira''. 13 39:13 Cosi' Nebuzaradan, capo delle guardie, Nebu-shazban, capo degli eunuchi, Nergal-saretser, capo de' magi, e tutti i capi del re di Babilonia 14 39:14 mandarono a far trarre Geremia fuori dal cortile della proigione, e lo consegnarono a Ghedalia, figliuolo di Ahikam, figliuolo di Shafan, perchè fosse menato a casa. e cosi' egli abito' fra il popolo.

39:1 39:1 Quando Gerusalemme fu proesa, il nono anno di Sedechia, re di Giuda, il decimo mese, Nabucodonosor re di Babilonia venne con tutto il suo esercito contro Gerusalemme e la cinse d'assedio. 2 39:2 L'undicesimo anno di Sedechia, il quarto mese, il nono giorno, una breccia fu fatta nella città, 3 39:3 tutti i capi del re di Babilonia entrarono, e si stabilirono alla porta di mezzo: Nergal-Sareser, Samgar-Nebu, Sarsechim, capo degli eunuchi, Nergal-Sareser, capo dei magi, e tutti gli altri capi del re di Babilonia. 4 39:4 Quando Sedechia, re di Giuda, e tutta la gente di guerra li videro, fuggirono, uscirono di notte dalla città, per la via del giardino reale, per la porta fra le due mura, e proesero la via della pianura. 5 39:5 Ma l'esercito dei Caldei li inseguò e raggiunse Sedechia nelle campagne di Gerico. Lo catturarono, lo condussero su da Nabuco-donosor, re di Babilonia, a Ribla, nel paese di Camat, dove il re pronunziò la sua sentenza su di lui. 6 39:6 Il re di Babilonia fece scannare i figli di Sedechia, a Ribla, sotto i suoi occhi. il re di Babilonia fece pure scannare tutti i notabili di Giuda. 7 39:7 poi fece cavar gli occhi a Sedechia e lo fece legare con una doppia catena di bronzo per deportarlo a Babilonia. 8 39:8 I Caldei incendiarono il palazzo del re e le case del popolo, e abbatterono le mura di Gerusalemme. 9 39:9 Nebuzaradan, capo delle guardie, deportò a Babilonia il residuo della gente che era ancora nella città, quelli che erano andati ad arrendersi a lui, e il resto del popolo. 10 39:10 Ma Nebuzaradan, capo delle guardie, lasciò nel paese di Giuda alcuni dei più poveri fra il popolo i quali non avevano nulla e diede loro in quel giorno vigne e campi. 11 39:11 Nabucodonosor, re di Babilonia, aveva dato a Ne-buzaradan, capo delle guardie, quest'ordine riguardo a Geremia: 12 39:12 'proendilo, veglia su di lui, e non gli far del male, ma comportati verso di lui com'egli ti dirà'. 13 39:13 Cosò Nebuzaradan, capo delle guardie, Nebusa-zban, capo degli eunuchi, Nergal-Sareser, capo dei magi, e tutti i capi del re di Babilonia 14 39:14 mandarono a proendere Geremia e lo fecero uscire dal cortile della proigione. 10 consegnarono a Gheda-lia, figlio di Aicam, figlio di Safan, perchè fosse condotto a casa. cosò egli abitò fra 11 popolo.

39:1 39:1 Nel nono anno di Se-dekia, re di Giuda, nel decimo mese, Nebukadnetsar, re di Babilonia, venne con tutto il suo esercito contro Gerusalemme e la cinse d’assedio. 2 39:2 Nell’anno undicesimo di Sedekia nel quarto mese, il nove del mese fu aperta una breccia nella città. 3 39:3 tutti i proincipi del re di Babilonia entrarono e si stabilirono alla Porta di Mezzo: Nergalsharetser, Samgar-nebo, Sarsekim, capo degli eunuchi, Nergal-sharetser, Rab-mag e tutti gli altri proincipi del re di Babilonia. 4 39:4 Appena Sedekia, re di Giuda, e tutti gli uomini di guerra li videro, fuggirono, uscendo di notte dalla città per la via del giardino reale, attraverso la porta fra le due mura, e proesero la via del-l’Arabah. 5 39:5 Ma l’esercito dei Caldei li inseguì e raggiunse Sedekia nelle pianure di Gerico. Così lo proesero e lo condussero da Nebukadne-tsar, re di Babilonia, a Ri-blah nel paese di Hamath, dove pronunciò il giudizio su di lui. 6 39:6 Poi il re di Babilonia fece uccidere i figli di Sedekia sotto i suoi occhi a Riblah. il re di Babilonia fece pure uccidere tutti i nobili di Giuda. 7 39:7 fece inoltre cavare gli occhi a Sedekia e lo fece legare con una doppia catena di bronzo per condurlo a Babilonia. 8 39:8 I Caldei diedero alle fiamme la casa del re e le case del popolo, e demolirono le mura di Gerusalemme. 9 39:9 Poi Nebuzaradan, capo delle guardie, condusse in cattività a Babilonia il residuo del popolo che era rimasto in città e quelli che avevano disertato dalla sua parte assieme al resto del popolo rimasto. 10 39:10 Ma Nebuzaradan, capo delle guardie, lasciò nel paese di Giuda i più poveri del popolo che non avevano nulla, assegnando loro in quel tempo vigne e campi. 11 39:11 Ma riguardo a Geremia, Nebukadnetsar, re di Babilonia, aveva dato quest’ordine a Nebuzaradan, capo delle guardie, dicendo: 12 39:12 ’proendilo, tieni i tuoi occhi su di lui e non fargli alcun male, ma comportati con lui come egli ti dirà'. 13 39:13 Così Nebuzaradan, capo delle guardie, Nebu-shazban, capo degli eunuchi, Nergalsharetser, Rab-mag e tutti gli altri ufficiali del re di Babilonia, 14 39:14 mandarono a proendere Geremia dal cortile della proigione e lo consegnarono a Ghedaliah figlio di Ahi-kam, figlio di Shafan, perchè lo conducesse a casa. Così egli abitò in mezzo al popolo.

39:1 Nel decimo mese del nono anno di Sedecìa re di Giuda, Nabucodònosor re di Babilonia mosse con tutto l'esercito contro Gerusalemme e l'assediò. 2 Nel quarto mese dell'anno undecimo di Sedecìa, il nove del mese, fu aperta una breccia nella città, 3 entrarono tutti i generali del re di Babilonia e si stabilirono alla Porta di mezzo; Nergal- Sarezer di Sin-Magir, Nebosar-Sechim, capo dei funzionari, Nergal-Sarezer, comandante delle truppe di fontiera e tutti gli altri capi del re di Babilonia. 4 Appena videro ciò, Sedecìa re di Giuda e tutti i suoi guerrieri fuggirono uscendo di notte per la via del giardino del re, attraverso la porta fra le due mura, e presero la via dell'Araba. 5 Ma i soldati caldei li inseguirono e raggiunsero Sedecìa nelle steppe di Gerico, lo presero e lo condussero da Nabucodònosor re di Babilonia a Ribla nel paese di Camat, dove il re pronunziò la sentenza su di lui. 6 Il re di Babilonia fece sgozzare i figli di Sedecìa, a Ribla, sotto gli occhi di lui; il re di Babilonia fece anche sgozzare tutti i notabili di Giuda. 7 Cavò poi gli occhi a Sedecìa e lo legò con catene per condurlo a Babilonia. 8 I Caldei diedero alle fiamme la reggia e le case del popolo e demolirono le mura di Gerusalemme. 9 Tutto il resto del popolo rimasto in città e i disertori che erano passati a lui e tutto il resto del popolo, Nabuzaradan, capo delle guardie, li deportò a Babilonia. 10 Nabuzaradan, capo delle guardie, lasciò nel paese di Giuda i poveri del popolo, che non avevano nulla, assegnando loro vigne e campi in tale occasione. 11 Quanto a Geremia, Nabucodònosor re di Babilonia aveva dato queste disposizioni a Nabuzaradan, capo delle guardie: 12 ""Prendilo e tieni gli occhi su di lui, non fargli alcun male, ma fa' per lui ciò che egli ti dirà"". 13 Essi allora - cioè Nabuzaradan, capo delle guardie, Nabusazban capo dei funzionari, Nergal Sarezer, comandante delle truppe di frontiera e tutti gli alti ufficiali del re di Babilonia - 14 mandarono a prendere Geremia dall'atrio della prigione e lo consegnarono a Godolia figlio di Achikam, figlio di Safan, perchè lo conducesse a casa. Così egli rimase in mezzo al popolo.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia