Cronologia dei paragrafi

Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Permanenza di Israele (ger 31,35-37)

31:35 Così dice il Signore, che ha posto il sole come luce del giorno, la luna e le stelle come luce della notte, che agita il mare così che ne fremano i flutti e il cui nome è Signore degli eserciti: 36 "Quando verranno meno queste leggi dinanzi a me - oracolo del Signore -, allora anche la discendenza d'Israele cesserà di essere un popolo davanti a me per sempre". 37 Così dice il Signore: "Se qualcuno riuscirà a misurare in alto i cieli e ad esplorare in basso le fondamenta della terra, allora anch'io respingerò tutta la discendenza d'Israele per tutto ciò che ha commesso. Oracolo del Signore.

31:35 31:35 Cosi' ha detto il Signore, che ha dato il sole per la luce del di', e gli ordini della luna, e delle stelle, per la luce della notte. che commuove il mare, onde le sue onde romoreggiano. il cui Nome e': Il Signor degli eserciti: 36 31:36 Se quegli ordini sono giammai da me cangiati, dice il Signore. anche potra' la progenie d'Israele cessare d'esser nazione davanti a me in perpetuo. 37 31:37 Cosi' ha detto il Signore: Se i cieli di soproa si possono misurare, e i fondamenti della terra di sotto si possono scandagliare, io altresi' riprovero' tutta la progenie d'Israele, per tutte le cose che hanno fatte, dice il Signore.

31:35 31:35 Cosi' parla l'Eterno, che ha dato il sole come luce del giorno, e le leggi alla luna e alle stelle perchè sian luce alla notte. che solleva il mare si' che ne muggon le onde. colui che ha nome: l'Eterno degli eserciti. 36 31:36 Se quelle leggi vengono a mancare dinanzi a me, dice l'Eterno, allora anche la progenie d'Israele cessera' d'essere in perpetuo una nazione nel mio cospetto. 37 31:37 Cosi' parla l'Eterno: Se i cieli di soproa possono esser misurati, e le fondamenta della terra di sotto, scandagliate, allora anch'io rigettero' tutta la progenie d'Israele per tutto quello ch'essi hanno fatto, dice l'Eterno.

31:35 31:35 Cosò parla il SIGNORE, che ha dato il sole come luce del giorno e le leggi alla luna e alle stelle perchè siano luce alla notte. che solleva il mare in modo che ne mugghiano le onde. colui che ha nome: il SIGNORE degli eserciti. 36 31:36 'Se quelle leggi verranno a mancare davanti a me' dice il SIGNORE, 'allora anche la discendenza d'Israele cesserà di essere per semproe una nazione in mia proesenza'. 37 31:37 Cosò parla il SIGNORE: 'Se i cieli di soproa possono essere misurati e le fondamenta della terra di sotto, scandagliate, allora anch'io rigetterò tutta la discendenza d'Israele per tutto quello che essi hanno fatto' dice il SIGNORE.

31:35 31:35 Così dice l’Eterno, che ha dato il sole per la luce di giorno e le leggi alla luna e alle stelle per la luce di notte, che solleva il mare e ne fa mugghiare le onde, il cui nome è l’Eterno degli eserciti. 36 31:36 ’Se quelle leggi venissero meno davanti a me', dice l’Eterno, ’allora anche la progenie d’Israele cesserebbe di essere una nazione davanti a me per semproe'. 37 31:37 Così dice l’Eterno: ’Se si potessero misurare i cieli in alto, o esplorare le fondamenta della terra in basso, allora anch’io rigetterei tutta la progenie d’Israele per tutto ciò che hanno fatto, dice l’Eterno.

31:35 Così dice il Signore che ha fissato il sole come luce del giorno, la luna e le stelle come luce della notte, che solleva il mare e ne fa mugghiare le onde e il cui nome è Signore degli eserciti: 36 ""Quando verranno meno queste leggi dinanzi a me - dice il Signore - allora anche la progenie di Israele cesserà di essere un popolo davanti a me per sempre"". 37 Così dice il Signore: ""Se si possono misurare i cieli in alto ed esplorare in basso le fondamenta della terra, anch'io rigetterò tutta la progenie di Israele per ciò che ha commesso"". Oracolo del Signore.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia