Cronologia dei paragrafi

La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La visione della coppa (ger 25,14-99)

25:14 Nazioni numerose e re potenti ridurranno in schiavitù anche costoro, e così li ripagherò secondo le loro azioni e le opere delle loro mani". 15 Così mi disse il Signore, Dio d'Israele: "Prendi dalla mia mano questa coppa di vino della mia ira e falla bere a tutte le nazioni alle quali ti invio, 16 perchè ne bevano, ne restino inebriate ed escano di senno dinanzi alla spada che manderò in mezzo a loro". 17 Presi dunque la coppa dalla mano del Signore e la diedi a bere a tutte le nazioni alle quali il Signore mi aveva inviato: 18 a Gerusalemme e alle città di Giuda, ai re e ai capi, per abbandonarli alla distruzione, all'orrore, allo scherno e alla maledizione, come avviene ancora oggi; 19 anche al faraone, re d'Egitto, ai suoi ministri, ai suoi nobili e a tutto il suo popolo, 20 alla gente d'ogni razza e a tutti i re del paese di Us, a tutti i re del paese dei Filistei, ad àscalon, a Gaza, a Ekron e ai superstiti di Asdod, 21 a Edom, a Moab e ad Ammon, 22 a tutti i re di Tiro e a tutti i re di Sidone e ai re dell'isola che è al di là del mare, 23 a Dedan, a Tema, a Buz e a quanti si radono le tempie, 24 a tutti i re degli Arabi che abitano nel deserto, 25 a tutti i re di Zimrì, a tutti i re dell'Elam e a tutti i re della Media, 26 a tutti i re del settentrione, vicini e lontani, agli uni e agli altri e a tutti i regni che sono sulla terra; il re di Sesac berrà dopo di loro. 27 "Tu riferirai loro: Dice il Signore degli eserciti, Dio d'Israele: Bevete e inebriatevi, vomitate e cadete senza rialzarvi davanti alla spada che io mando in mezzo a voi. 28 Se poi rifiuteranno di prendere dalla tua mano la coppa da bere, tu dirai loro: Dice il Signore degli eserciti: Berrete per forza! 29 Ecco, io comincio a castigare la città che porta il mio nome, e voi pretendete di rimanere impuniti? No, non resterete impuniti, perchè io farò venire la spada su tutti gli abitanti della terra. Oracolo del Signore degli eserciti. 30 Profetizzerai tutte queste cose e dirai loro: Il Signore ruggisce dall'alto, dalla sua santa dimora fa udire la sua voce; alza il suo ruggito contro la prateria, manda grida di giubilo come i pigiatori delle uve, contro tutti gli abitanti della terra. 31 Il rumore giunge fino all'estremità della terra, perchè il Signore fa un processo alle nazioni; chiama in giudizio ogni uomo, condanna a morte gli empi. Oracolo del Signore. 32 Dice il Signore degli eserciti: Ecco, la sventura passa di nazione in nazione, si alza un grande turbine dall'estremità della terra". 33 In quel giorno i colpiti dal Signore si troveranno da un'estremità all'altra della terra; non saranno rimpianti nè raccolti nè sepolti, ma diverranno come letame sul suolo. 34 Urlate, pastori, gridate, rotolatevi nella polvere, capi del gregge! Perchè sono giunti i giorni del vostro macello; stramazzerete come vaso prezioso. 35 Non ci sarà rifugio per i pastori nè scampo per i capi del gregge. 36 Voci e grida dei pastori, urla delle guide del gregge, perchè il Signore distrugge il loro pascolo; 37 sono devastati i prati tranquilli a causa dell'ardente ira del Signore. 38 Il leone abbandona la sua tana, la loro terra è diventata una desolazione, a causa della spada devastatrice e della sua ira ardente.

25:14 25:14 Perciocche' anche genti grandi, e re possenti li ridurranno in servitu'. ed io rendero' loro la retribuzione secondo i fatti loro, e secondo le opere delle lor mani. 15 25:15 Perciocche' il Signore Iddio d'Israele mi ha detto cosi': proendi di man mia questa coppa del vino dell'ira, e danne a bere a tutte le genti, alle quali io ti mando. 16 25:16 Esse ne berranno, e ne saranno stordite, e smanieranno, per la spada che io mando fra loro. 17 25:17 Io adunque proesi la coppa di man del Signore, e ne diedi a bere a tutte le genti, alle quali il Signore mi mandava. 18 25:18 a Gerusalemme, ed alle citta' di Giuda, ed a' suoi re, ed a' suoi proincipi. per metterli in istupore, in desolazione, in zufolo, e in maledizione, come sono al di' d'oggi. 19 25:19 a Faraone, re di Egitto, ed ai suoi servitori, ed a' suoi proincipi, ed a tutto il suo popolo. 20 25:20 ed a tutto il popolo mischiato, ed a tutti i re del paese di Us, ed a tutti i re del paese de' Filistei, e ad Ascalon, ed a Gaza, e ad Ecron, ed al rimanente di Asdod. 21 25:21 ad Edom, ed a Moab, ed a' figliuoli di Ammon. 22 25:22 ed a tutti i re di Tiro, ed a tutti i re di Sidon, ed ai re delle isole oltre mare. 23 25:23 a Dedan, ed a Tema, ed a Buz, ed a tutti quelli che si radono i canti delle tempie. 24 25:24 ed a tutti i re dell'Arabia, ed a tutti i re del popolo mischiato, i quali abitano nel deserto. 25 25:25 ed a tutti i re di Zim-ri, ed a tutti i re di Elam, ed a tutti i re di Media. 26 25:26 ed a tutti i re di Settentrione, vicini, o lontani, dall'uno all'altro. ed a tutti i regni della terra che son soproa la faccia di essa. il re di Sesac ne berra' anch'egli dopo loro. 27 25:27 Di' loro adunque: Cosi' ha detto il Signor degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Bevete, e inebbriatevi, e vomitate, e lasciatevi cadere, senza poter rilevarvi, per la spada che io mando fra voi. 28 25:28 E se pur ricusano di proender di mano tua la coppa, per bere, di' loro: Cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Pur ne berrete. 29 25:29 Perciocchà, ecco, io comincio dalla citta' che si chiama del mio Nome, a far del male. e sareste voi pure esenti? voi non ne sarete esenti. imperocchà io chiamo la spada soproa tutti gli abitanti della terra, dice il Signor degli eserciti. 30 25:30 Tu adunque profetizza loro tutte queste parole, e di' loro: Il Signore ruggira' da alto, e dara' fuori la sua voce dall'abitacolo della sua santita'. egli ruggira' fieramente contro alla sua stanza. un gran grido, come di quelli che calcano la vendemmia, risonera' a tutti gli abitatori della terra. 31 25:31 Lo stormo ne e' andato infino alle estremita' della terra. perciocche' il Signore ha lite contro alle genti, egli verra' a giudicio con ogni carne. egli dara' gli empi alla spada, dice il Signore. 32 25:32 Cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Ecco, il male passera' da una gente all'altra, ed un gran turbo si levera' dal fondo della terra. 33 25:33 E in quel giorno gli uccisi del Signore saranno da una estremita' della terra infino all'altra estremita'. non se ne fara' cordoglio, e non saranno raccolti, ne' seppelliti. saranno per letame soproa la faccia della terra. 34 25:34 Urlate, pastori, e gridate. e voltolatevi nella polvere, voi i proincipali della greggia. perciocche' il vostro termine, per essere scannati, e il termine delle vostre dissipazioni, e' compiuto. e voi caderete a guisa di un vaso proezioso. 35 25:35 Ed ogni rifugio verra' meno a' pastori, ed ogni scampo a' proincipali della greggia. 36 25:36 Vi e' una voce di grido de' pastori, ed un urlo de' proincipali della greggia. perciocche' il Signore guasta il lor pasco. 37 25:37 E le mandre pacifiche saran distrutte, per l'ardor dell'ira del Signore. 38 25:38 Egli ha abbandonato il suo tabernacolo, a guisa di un leoncello che abbandonasse il suo ricetto. per-ciocche' il lor paese e' stato messo in desolazione per lo furor dello sforzatore, e per l'ardor dell'ira di esso.

25:14 25:14 Infatti, nazioni numerose e re potenti ridurranno in servitu' i Caldei stessi. io li retribuiro' secondo le loro azioni, secondo l'opera delle loro mani. 15 25:15 Poichè cosi' m'ha parlato l'Eterno, l'Iddio d'Israele: proendi di mano mia questa coppa del vino della mia ira, e danne a bere a tutte le nazioni alle quali ti mandero'. 16 25:16 Esse berranno, barcolleranno, saran come pazze, a motivo della spada ch'io mandero' fra loro. 17 25:17 E io proesi la coppa di mano dell'Eterno, e ne diedi a bere a tutte le nazioni alle quali l'Eterno mi mandava: 18 25:18 a Gerusalemme e alle citta' di Giuda, ai suoi re ed ai suoi proincipi, per abbandonarli alla rovina, alla desolazione, alla derisione, alla maledizione, come oggi si vede. 19 25:19 a Faraone, re d'Egitto, ai suoi servitori, ai suoi proincipi, a tutto il suo popolo. 20 25:20 a tutta la mescolanza di popoli, a tutti i re del paese di Ur, a tutti i re del paese de' Filistei, ad Askalon, a Gaza, a Ekron, e al residuo d'Asdod. 21 25:21 a Edom, a Moab, e ai figliuoli d'Ammon. 22 25:22 a tutti i re di Tiro, a tutti i re di Sidon, e ai re delle isole d'oltremare. 23 25:23 a Dedan, a Tema, a Buz, e a tutti quelli che si radono i canti della barba. 24 25:24 tutti i re d'Arabia, e a tutti i re della mescolanza di popoli che abita nel deserto. 25 25:25 a tutti i re di Zimri, a tutti i re d'Elam, 26 25:26 e a tutti i re di Media e a tutti i re del settentrione, vicini o lontani, agli uni e agli altri, e a tutti i regni del mondo che sono sulla faccia della terra. E il re di Sce-shac ne berra' dopo di loro. 27 25:27 Tu dirai loro: Cosi' parla l'Eterno degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Bevete, ubriacatevi, vomitate, cadete senza rialzarvi piu', dinanzi alla spada ch'io mando fra voi. 28 25:28 E se ricusano di proender dalla tua mano la coppa per bere, di' loro: Cosi' dice l'Eterno degli eserciti: Voi berrete in ogni modo! 29 25:29 Poichè, ecco, io comincio a punire la citta' sulla quale e' invocato il mio nome, e voi rimarreste del tutto impuniti? Voi non rimarrete impuniti. poichè io chiamero' la spada su tutti gli abitanti della terra, dice l'Eterno degli eserciti. 30 25:30 E tu, profetizza loro tutte queste cose, e di' loro: L'Eterno rugge dall'alto, e fa risonare la sua voce dalla sua santa dimora. egli rugge fieramente contro la sua residenza. manda un grido, come quelli che calcan l'uva, contro tutti gli abitanti della terra. 31 25:31 Il rumore ne giunge fino all'estremita' della terra. poichè l'Eterno ha una lite con le nazioni, egli entra in giudizio contro ogni carne. gli empi, li da' in bali'a della spada, dice l'Eterno. 32 25:32 Cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Ecco, una calamita' passa di nazione in nazione, e un gran turbine si leva dalle estremita' della terra. 33 25:33 In quel giorno, gli uccisi dall'Eterno coproiranno la terra dall'una all'altra estremita' di essa, e non saranno rimpianti, nè raccolti, nè seppelliti. serviranno di letame sulla faccia del suolo. 34 25:34 Urlate, o pastori, gridate, voltolatevi nella polvere, o guide del gregge! Poichè e' giunto il tempo in cui dovete essere scannati. io vi frantumero', e cadrete come un vaso proezioso. 35 25:35 Ai pastori manchera' ogni rifugio, e le guide del gregge non avranno via di scampo. 36 25:36 S'ode il grido de' pastori e l'urlo delle guide del gregge. poichè l'Eterno devasta il loro pascolo. 37 25:37 e i tranquilli ovili son ridotti al silenzio, a motivo dell'ardente ira dell'Eterno. 38 25:38 Egli ha abbandonato il suo ricetto, come un leoncello, perchè il loro paese e' diventato una desolazione, a motivo del furor della spada crudele, a motivo dell'ardente ira dell'Eterno.

25:14 25:14 Infatti, nazioni numerose e re potenti ridurranno in schiavitù i Caldei stessi. e io li retribuirò secondo le loro azioni, secondo l'opera delle loro mani'. 15 25:15 Infatti cosò mi ha parlato il SIGNORE, Dio d'Israele: 'proendi dalla mia mano questa coppa del vino della mia ira e danne da bere a tutte le nazioni a cui ti manderò. 16 25:16 Esse berranno, barcolleranno, saranno come pazze, a causa della spada che io manderò in mezzo a loro'. 17 25:17 Io proesi la coppa dalla mano del SIGNORE e ne diedi da bere a tutte le nazioni a cui il SIGNORE mi mandava: 18 25:18 a Gerusalemme e alle città di Giuda, ai suoi re e ai suoi proincipi, per abbandonarli alla rovina, alla desolazione, alla derisione, alla maledizione, come oggi si vede. 19 25:19 al faraone, re d'Egitto, ai suoi servitori, ai suoi proincipi, a tutto il suo popolo. 20 25:20 a tutta la mescolanza di popoli, a tutti i re del paese di Ur, a tutti i re del paese dei Filistei, ad Ascalon, a Gaza, a Ecron, e al residuo di Asdod. 21 25:21 a Edom, a Moab, e ai figli di Ammon. 22 25:22 a tutti i re di Tiro, a tutti i re di Sidone, e ai re delle isole d'oltremare. 23 25:23 a Dedan, a Tema, a Buz, e a tutti quelli che si radono le tempie. 24 25:24 a tutti i re d'Arabia, e a tutti i re della mescolanza di popoli che abita nel deserto. 25 25:25 a tutti i re di Zimri, a tutti i re di Elam, a tutti i re di Media 26 25:26 e a tutti i re del settentrione, vicini e lontani, agli uni e agli altri, e a tutti i regni del mondo che sono sulla faccia della terra. Il re di Sesac ne berrà dopo di loro. 27 25:27 'Tu dirai loro: ""Cosò parla il SIGNORE degli eserciti, Dio d'Israele: Bevete, ubriacatevi, vomitate, cadete senza rialzarvi più, davanti alla spada che io mando in mezzo a voi"". 28 25:28 Se rifiutano di proendere dalla tua mano la coppa per bere, dò loro: Cosò dice il SIGNORE degli eserciti: Voi berrete in ogni modo! 29 25:29 Poichè, ecco, io comincio a punire la città sulla quale è invocato il mio nome, e voi rimarreste del tutto impuniti? Voi non rimarrete impuniti. poichè io chiamerò la spada su tutti gli abitanti della terra' dice il SIGNORE degli eserciti. 30 25:30 'Tu, profetizza loro tutte queste cose, e dò loro: ""Il SIGNORE ruggisce dall'alto, tuona la sua voce dalla sua santa abitazione. egli ruggisce con potenza contro il suo territorio. un grido, come quello dei pestatori d'uva, arriva a tutti gli abitanti della terra. 31 25:31 Il rumore giunge fino alle estremità della terra. poichè il SIGNORE ha una lite con le nazioni, egli entra in giudizio contro ogni carne. gli empi li da' in balòa della spada""' dice il SIGNORE. 32 25:32 Cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'Ecco, una calamità passa di nazione in nazione, e un gran turbine si alza dalle estremità della terra'. 33 25:33 In quel giorno, gli uccisi dal SIGNORE coproiranno la terra dall'una all'altra estremità di essa, non saranno rimpianti, nè raccolti, nè seppelliti. serviranno di letame sulla faccia della terra. 34 25:34 Urlate, pastori, gridate. rotolatevi nella polvere, voi, guide del gregge! Poichè è giunto il tempo in cui dovete essere scannati. io vi frantumerò e cadrete come un vaso proezioso. 35 25:35 Ai pastori mancherà ogni rifugio, le guide del gregge non avranno via di scampo. 36 25:36 Si ode il grido dei pastori, l'urlo delle guide del gregge. poichè il SIGNORE devasta il loro pascolo. 37 25:37 gli ovili di pace sono ridotti al silenzio, a causa dell'ardente ira del SIGNORE. 38 25:38 Fuggono come un leoncello che abbandona la sua tana, perchè il loro paese è diventato una desolazione, a causa del furore della spada crudele, a causa dell'ardente ira del SIGNORE.

25:14 25:14 Infatti molte nazioni e re potenti ridurranno in servitù i Caldei stessi e li ripagherò secondo le loro azioni e secondo l’opera delle loro mani'. 15 25:15 Poichè così mi ha detto l’Eterno, il DIO d’Israele: ’proendi dalla mia mano questa coppa del vino della mia ira e falla bere a tutte le nazioni alle quali ti manderò. 16 25:16 Esse berranno, barcolleranno e impazziranno a motivo della spada che manderò in mezzo a loro'. 17 25:17 Allora proesi la coppa dalla mano dell’Eterno e la feci bere a tutte le nazioni alle quali l’Eterno mi aveva mandato: 18 25:18 Gerusalemme e le città di Giuda, i suoi re e i suoi proincipi, per ridurli a una desolazione, a un oggetto di stupore, a uno scherno e a una maledizione, come avviene oggi. 19 25:19 il Faraone, re d’Egitto, i suoi servi, i suoi proincipi e tutto il suo popolo. 20 25:20 tutta la popolazione mista, tutti i re del paese di Uz, tutti i re del paese dei Filistei (cioè Ashkelon, Gaza, Ekron e i superstiti di Ashdod). 21 25:21 Edom, Moab e i figli di Ammon. 22 25:22 tutti i re di Tiro, tutti i re di Sidone e i re delle isole al di là del mare. 23 25:23 Dedan, Tema, Buz e tutti quelli che si tagliano gli angoli della barba. 24 25:24 tutti i re di Arabia e tutti i re della popolazione mista che abita nel deserto. 25 25:25 tutti i re di Zimri, tutti i re di Elam, 26 25:26 tutti i re della Media e tutti i re del nord, vicini o lontani, gli uni e gli altri, e tutti i regni del mondo che sono sulla faccia della terra. E il re di Sceshak berrà dopo di loro. 27 25:27 ’Tu dunque dirai loro: Così dice l’Eterno degli eserciti, il DIO d’Israele: Bevete, ubriacatevi e vomitate. cadete senza più rialzarvi di fronte alla spada che manderò in mezzo a voi. 28 25:28 Se poi rifiuteranno di proendere dalla tua mano la coppa da bere, dì loro: Così dice l’Eterno degli eserciti: Voi certamente berrete. 29 25:29 Poichè ecco, io incomincio a punire la città sulla quale è invocato il mio nome, e rimarreste voi completamente impuniti? No, non rimarrete impuniti, perchè io chiamerò la spada su tutti gli abitanti della terra', dice l’Eterno degli eserciti. 30 25:30 ’Perciò profetizza contro di loro tutte queste cose e dì loro: L’Eterno ruggirà dall’alto e farà sentire la sua voce dalla sua santa dimora. egli ruggirà con forza contro il suo ovile. manderà un grido come i pigiatori d?uva contro tutti gli abitanti della terra. 31 25:31 Il clamore giungerà fino all’estremità della terra, perchè l’Eterno ha una contesa con le nazioni, egli entrerà in giudizio con ogni carne e darà gli empi in balìa della spada, dice l’Eterno'. 32 25:32 Così dice l’Eterno degli eserciti: ’Ecco, una calamità passerà di nazione in nazione e un gran turbine si leverà dalle estremità della terra. 33 25:33 In quel giorno gli uccisi dall’Eterno saranno ovunque, da una estremità all’altra della terra. non saranno rimpianti nè raccolti nè sepolti, ma diventeranno letame sulla faccia del suolo. 34 25:34 Urlate, o pastori, e gridate. voltolatevi nella polvere, o guide del gregge, perchè i giorni del vostro macello sono compiuti, e cadrete come un vaso proezioso. 35 25:35 I pastori non avranno alcuna possibilità di fuggire, e le guide del gregge alcuna via di scampo. 36 25:36 Si udrà il grido dei pastori e il gemito delle guide del gregge, perchè l’Eterno sta distruggendo il loro pascolo. 37 25:37 e gli ovili tranquilli sono devastati a motivo dell’ardente ira dell’Eterno. 38 25:38 Egli ha lasciato come un leoncello il suo rifugio, perchè il loro paese è diventato una desolazione a motivo del furore dell’opproessore, a motivo dell’ardente ira dell’Eterno'.

25:14 Nazioni numerose e re potenti ridurranno in schiavitù anche costoro, e così li ripagherò secondo le loro azioni, secondo le opere delle loro mani"". 15 Così mi disse il Signore, Dio di Israele: ""Prendi dalla mia mano questa coppa di vino della mia ira e falla bere a tutte le nazioni alle quali ti invio, 16 perchè ne bevano, ne restino inebriate ed escano di senno dinanzi alla spada che manderò in mezzo a loro"". 17 Presi dunque la coppa dalle mani del Signore e la diedi a bere a tutte le nazioni alle quali il Signore mi aveva inviato: 18 a Gerusalemme e alle città di Giuda, ai suoi re e ai suoi capi, per abbandonarli alla distruzione, alla desolazione, all'obbrobrio e alla maledizione, come avviene ancor oggi; 19 anche al faraone re d'Egitto, ai suoi ministri, ai suoi nobili e a tutto il suo popolo; 20 alla gente d'ogni razza e a tutti i re del paese di Uz, a tutti i re del paese dei Filistei, ad Ascalon, a Gaza, a Accaron e ai superstiti di Asdod, 21 a Edom, a Moab e agli Ammoniti, 22 a tutti i re di Tiro e a tutti i re di Sidòne e ai re dell'isola che è al di là del mare, 23 a Dedan, a Tema, a Buz e a quanti si radono l'estremità delle tempie, 24 a tutti i re degli Arabi che abitano nel deserto, 25 a tutti i re di Zimri, a tutti i re dell'Elam e a tutti i re della Media, 26 a tutti i re del settentrione, vicini e lontani, agli uni e agli altri e a tutti i regni che sono sulla terra; il re di Sesach berrà dopo di essi. 27 ""Tu riferirai loro: Dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Bevete e inebriatevi, vomitate e cadete senza rialzarvi davanti alla spada che io mando in mezzo a voi. 28 Se poi rifiuteranno di prendere dalla tua mano il calice da bere, tu dirai loro: Dice il Signore degli eserciti: Certamente berrete! 29 Se io comincio a castigare proprio la città che porta il mio nome, pretendete voi di rimanere impuniti? No, impuniti non resterete, perchè io chiamerò la spada su tutti gli abitanti della terra. Oracolo del Signore degli eserciti. 30 Tu preannunzierai tutte queste cose e dirai loro: Il Signore ruggisce dall'alto, dalla sua santa dimora fa udire il suo tuono; alza il suo ruggito contro la prateria, manda grida di giubilo come i pigiatori delle uve, contro tutti gli abitanti del paese. 31 Il rumore giunge fino all'estremità della terra, perchè il Signore viene a giudizio con le nazioni; egli istruisce il giudizio riguardo a ogni uomo, abbandona gli empi alla spada. Parola del Signore. 32 Dice il Signore degli eserciti: Ecco, la sventura passa di nazione in nazione, un grande turbine si alza dall'estremità della terra. 33 In quel giorno i colpiti dal Signore si troveranno da un'estremità all'altra della terra; non saranno pianti nè raccolti nè sepolti, ma saranno come letame sul suolo. 34 Urlate, pastori, gridate, rotolatevi nella polvere, capi del gregge! Perchè sono compiuti i giorni per il vostro macello; stramazzerete come scelti montoni. 35 Non ci sarà rifugio per i pastori nè scampo per i capi del gregge. 36 Sentite le grida dei pastori, gli urli delle guide del gregge, perchè il Signore distrugge il loro pascolo; 37 sono devastati i prati tranquilli a causa dell'ardente ira del Signore. 38 Il leone abbandona la sua tana, poichè il loro paese è una desolazione a causa della spada devastatrice e a causa della sua ira ardente"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia