Cronologia dei paragrafi

I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

I due canestri di fichi (ger 24,1-99)

24:1 Il Signore mi mostrò due canestri di fichi posti davanti al tempio del Signore, dopo che Nabucodònosor, re di Babilonia, aveva deportato da Gerusalemme Ieconia, figlio di Ioiakìm, re di Giuda, i capi di Giuda, gli artigiani e i fabbri e li aveva condotti a Babilonia. 2 Un canestro era pieno di fichi molto buoni, come i fichi primaticci, mentre l'altro canestro era pieno di fichi cattivi, così cattivi che non si potevano mangiare. 3 Il Signore mi disse: "Che cosa vedi, Geremia?". Risposi: "Dei fichi; i fichi buoni sono molto buoni, quelli cattivi sono molto cattivi, tanto che non si possono mangiare". 4 Allora mi fu rivolta questa parola del Signore: 5 "Così dice il Signore, Dio d'Israele: Come si trattano con riguardo i fichi buoni, così io tratterò i deportati di Giuda che ho mandato da questo luogo nel paese dei Caldei. 6 Poserò lo sguardo su di loro per il loro bene; li ricondurrò in questo paese, li edificherò e non li abbatterò, li pianterò e non li sradicherò mai più. 7 Darò loro un cuore per conoscermi, perchè io sono il Signore; saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio, se torneranno a me con tutto il cuore. 8 Come invece si trattano i fichi cattivi, che non si possono mangiare tanto sono cattivi - così dice il Signore -, così io tratterò Sedecìa, re di Giuda, i suoi capi e il resto di Gerusalemme, ossia i superstiti in questo paese, e coloro che abitano nella terra d'Egitto. 9 Li renderò un esempio terrificante per tutti i regni della terra, l'obbrobrio, la favola, lo zimbello e la maledizione in tutti i luoghi dove li scaccerò. 10 Manderò contro di loro la spada, la fame e la peste, finchè non saranno eliminati dalla terra che io diedi a loro e ai loro padri".

24:1 24:1 IL Signore mi fece vedere una visione, dopo che Nebucadnesar, re di Babilonia, ebbe menato di Gerusalemme in cattivita' Geco-nia, figliuolo di Gioiachim, re di Giuda, ed i proincipi di Giuda, e i fabbri, e i fer-raiuoli. e li ebbe condotti in Babilonia. Ecco dunque due canestri di fichi, posti davanti al Tempio del Signore. 2 24:2 L'uno de' canestri era di fichi molto buoni, quali sono i fichi proimaticci. e l'altro canestro era di fichi molto cattivi, che non si potevano mangiare, per la lor cattivita'. 3 24:3 E il Signore mi disse: Che vedi, Geremia? Ed io dissi: De' fichi, dei quali gli uni, che son buoni, sono ottimi. e gli altri, che son cattivi, son pessimi, si' che non si posson mangiare per la loro cattivita'. 4 24:4 E la parola del Signore mi fu indirizzata, dicendo: 5 24:5 Cosi' ha detto il Signore Iddio d'Israele: Come questi fichi sono buoni, cosi' riconoscero' in bene quelli di Giuda che sono stati menati in cattivita', i quali io ho mandati fuor di questo luogo, nel paese de' Caldei. 6 24:6 E volgero' l'occhio mio verso loro in bene, e li ricondurro' in questo paese. e li edifichero', e non li distruggero' piu'. e li piantero', e non li divellero' piu'. 7 24:7 E daro' loro un cuore per conoscermi, che io sono il Signore. essi mi saranno popolo, ed io saro' loro Dio. perciocche' si convertiranno a me di tutto il lor cuore. 8 24:8 E come quegli altri fichi sono tanto cattivi, che non se ne puo' mangiare, per la loro cattivita', cosi' altresi' ha detto il Signore: Tale rendero' Sedechia, re di Giuda, e i suoi proincipi, e il rimanente di que' di Gerusalemme, che saranno restati in questo paese, o che si saranno ridotti ad abitare nel paese di Egitto. 9 24:9 e faro' che saranno agitati, e maltrattati, per tutti i regni della terra. e che saranno in vituperio, e in proverbio, e in favola, e in maledizione, in tutti i luoghi, dove li avro' cacciati. 10 24:10 E mandero' contro a loro la spada, e la fame, e la pestilenza. finche' io li abbia consumati d'in su la terra che io avea data loro, ed a' lor padri.

24:1 24:1 L'Eterno mi fece vedere due canestri di fichi, posti davanti al tempio dell'Eterno, dopo che Ne-bucadnetsar, re di Babilonia, ebbe menato via da Gerusalemme e trasportato in cattivita' a Babilonia Jeco-nia, figliuolo di Joiakim, re di Giuda, i capi di Giuda, i falegnami e i fabbri. 2 24:2 Uno de' canestri conteneva de' fichi molto buoni, come sono i fichi proimaticci. e l'altro canestro conteneva de' fichi molto cattivi, che non si potevano mangiare, tanto eran cattivi. 3 24:3 E l'Eterno mi disse: 'Che vedi, Geremia?' Io risposi: 'De' fichi. quelli buoni, molto buoni, e quelli cattivi, molto cattivi, da non potersi mangiare, tanto sono cattivi'. 4 24:4 E la parola dell'Eterno mi fu rivolta in questi termini: 5 24:5 'Cosi' parla l'Eterno, l'Iddio d'Israele: Quali sono questi fichi buoni, tali saranno que' di Giuda che ho mandati da questo luogo in cattivita' nel paese de' Caldei. io li riguardero' con favore. 6 24:6 l'occhio mio si posera' con favore su loro. e li ricondurro' in questo paese. li stabiliro' fermamente, e non li distruggero' piu'. li piantero', e non li sradichero' piu'. 7 24:7 E daro' loro un cuore, per conoscer me che sono l'Eterno. saranno mio popolo, e io saro' loro Dio, perchè si convertiranno a me con tutto il loro cuore. 8 24:8 E come si trattano questi fichi cattivi che non si posson mangiare, tanto son cattivi, cosi', dice l'Eterno, io trattero' Sedekia, re di Giuda, e i suoi proincipi, e il residuo di que' di Gerusalemme, quelli che son rimasti in questo paese e quelli che abitano nel paese d'Egitto. 9 24:9 e faro' si' che saranno agitati e maltrattati per tutti i regni della terra. che diventeranno oggetto d'obbrobrio, di proverbio, di sarcasmo e di maledizione in tutti i luoghi dove li caccero'. 10 24:10 E mandero' contro di loro la spada, la fame, la peste, finchè siano scomparsi dal suolo che avevo dato a loro e ai loro padri.

24:1 24:1 Il SIGNORE mi fece vedere due canestri di fichi, posti davanti al tempio del SIGNORE, dopo che Nabu-codonosor, re di Babilonia, ebbe deportato da Gerusalemme a Babilonia Ieconia, figlio di Ioiachim, re di Giuda, i capi di Giuda, i falegnami e i fabbri. 2 24:2 Uno dei canestri conteneva dei fichi molto buoni, come sono i fichi proimaticci. e l'altro canestro conteneva dei fichi molto cattivi, che non si potevano mangiare, tanto erano cattivi. 3 24:3 Il SIGNORE mi disse: 'Che vedi Geremia?'. Io risposi: 'Dei fichi. quelli buoni, molto buoni, e quelli cattivi, molto cattivi, da non potersi mangiare, tanto sono cattivi'. 4 24:4 La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 5 24:5 'Cosò parla il SIGNORE, Dio d'Israele: ""Quali sono questi fichi buoni, tali saranno quelli di Giuda che ho mandati da questo luogo in esilio nel paese dei Caldei. io li tratterò con riguardo. 6 24:6 metterò il mio occhio su di loro per il bene. li ricondurrò in questo paese. li stabilirò fermamente, e non li distruggerò. li pianterò, e non li sradicherò. 7 24:7 Darò loro un cuore per conoscere me che sono il SIGNORE. saranno mio popolo e io sarò loro Dio, perchè si convertiranno a me con tutto il loro cuore. 8 24:8 Come invece si trattano i fichi cattivi che non si possono mangiare, tanto sono cattivi, cosò, dice il SIGNORE, io tratterò Sedechia, re di Giuda, e i suoi proincipi, e il residuo di quelli di Gerusalemme, quelli che sono rimasti in questo paese e quelli che abitano nel paese d'Egitto. 9 24:9 farò in modo che saranno agitati e maltrattati per tutti i regni della terra. diventeranno oggetto d'obbrobrio, di proverbio, di sarcasmo e di maledizione in tutti i luoghi dove li cac-cerò. 10 24:10 Manderò contro di loro la spada, la fame, la peste, finchè siano scomparsi dal suolo che avevo dato a loro e ai loro padri""'.

24:1 24:1 L’Eterno mi fece vedere due cesti di fichi posti davanti al tempio dell’Eterno, dopo che Nebukadne-tsar, re di Babilonia, aveva portato in cattività da Gerusalemme Jekoniah, figlio di Jehoiakim, re di Giuda, i proincipi di Giuda assieme agli artigiani e ai fabbri e li aveva condotti a Babilonia. 2 24:2 Uno dei cesti conteneva fichi molto buoni, come i fichi proimaticci, mentre l’altro cesto conteneva fichi molto cattivi, tanto cattivi che non si potevano mangiare. 3 24:3 Allora l’Eterno mi disse: ’Che cosa vedi, Geremia?'. Io risposi: ’Dei fichi. i fichi buoni sono molto buoni, mentre quelli cattivi sono molto cattivi, tanto cattivi che non si possono mangiare'. 4 24:4 La parola dell’Eterno mi fu nuovamente rivolta, dicendo: 5 24:5 ’Così dice l’Eterno, il DIO d’Israele: Come questi fichi sono buoni, così io avrò cura di quelli di Giuda portati in cattività, che io ho scacciato da questo luogo nel paese dei Caldei per il loro bene. 6 24:6 Io poserò con favore i miei occhi su di loro e li ricondurrò in questo paese, li farò prosperare e non li distruggerò più, li pianterò e non li sradicherò più. 7 24:7 Darò loro un cuore per conoscere me che sono l’Eterno. essi saranno il mio popolo e io sarò il loro DIO, perchè ritorneranno a me con tutto il loro cuore. 8 24:8 Come invece questi fichi sono cattivi, tanto cattivi che non si possono mangiare', così dice l’Eterno, ’così abbandonerò Sedekia, re di Giuda, i suoi proincipi e il resto di Gerusalemme che rimarrà in questo paese e quelli che abitano nel paese d’Egitto. 9 24:9 Li abbandonerò ad essere maltrattati e travagliati in tutti i regni della terra, e diventeranno un obbrobrio, una favola, un sarcasmo e una maledizione in tutti i luoghi dove li disperderò. 10 24:10 Manderò contro di loro la spada, la fame e la peste, finchè siano interamente distrutti dal suolo che avevo dato loro e ai loro padri'.

24:1 Il Signore mi mostrò due canestri di fichi posti davanti al tempio, dopo che Nabucodònosor re di Babilonia aveva deportato da Gerusalemme Ieconia figlio di Ioiakìm re di Giuda, i capi di Giuda, gli artigiani e i fabbri e li aveva condotti a Babilonia. 2 Un canestro era pieno di fichi molto buoni, come i fichi primaticci, mentre l'altro canestro era pieno di fichi cattivi, così cattivi che non si potevano mangiare. 3 Il Signore mi disse: ""Che cosa vedi, Geremia?"". Io risposi: ""Fichi; i fichi buoni sono molto buoni, i cattivi sono molto cattivi, tanto cattivi che non si possono mangiare"". 4 Allora mi fu rivolta questa parola del Signore: 5 ""Dice il Signore Dio di Israele: Come si ha riguardo di questi fichi buoni, così io avrò riguardo, per il loro bene, dei deportati di Giuda che ho fatto andare da questo luogo nel paese dei Caldei. 6 Io poserò lo sguardo sopra di loro per il loro bene; li ricondurrò in questo paese, li ristabilirò fermamente e non li demolirò; li pianterò e non li sradicherò mai più. 7 Darò loro un cuore capace di conoscermi, perchè io sono il Signore; essi saranno il mio popolo e io sarò il loro Dio, se torneranno a me con tutto il cuore. 8 Come invece si trattano i fichi cattivi, che non si possono mangiare tanto sono cattivi - così parla il Signore - così io farò di Sedecìa re di Giuda, dei suoi capi e del resto di Gerusalemme, ossia dei superstiti in questo paese, e di coloro che abitano nel paese d'Egitto. 9 Li renderò oggetto di spavento per tutti i regni della terra, l'obbrobrio, la favola, lo zimbello e la maledizione in tutti i luoghi dove li scaccerò. 10 Manderò contro di loro la spada, la fame e la peste finchè non scompariranno dal paese che io diedi a loro e ai loro padri"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia