Cronologia dei paragrafi

Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Contro Ioiakim (ger 22,13-19)

22:13 Guai a chi costruisce la sua casa senza giustizia e i suoi piani superiori senza equità, fa lavorare il prossimo per niente, senza dargli il salario, 14 e dice: "Mi costruirò una casa grande con vasti saloni ai piani superiori", e vi apre finestre e la riveste di tavolati di cedro e la dipinge di rosso. 15 Pensi di essere un re, perchè ostenti passione per il cedro? Forse tuo padre non mangiava e beveva? Ma egli praticava il diritto e la giustizia e tutto andava bene, 16 tutelava la causa del povero e del misero e tutto andava bene; non è questo che significa conoscermi? Oracolo del Signore. 17 Invece i tuoi occhi e il tuo cuore non badano che al tuo interesse, a spargere sangue innocente, a commettere violenze e angherie. 18 Per questo così dice il Signore su Ioiakìm, figlio di Giosia, re di Giuda: "Non faranno per lui il lamento: "Ahi, fratello mio! Ahi, sorella!". Non faranno per lui il lamento: "Ahi, signore! Ahi, maestà!". 19 Sarà sepolto come si seppellisce un asino, lo trascineranno e lo getteranno al di là delle porte di Gerusalemme".

22:13 22:13 Guai a colui ch'edifica la sua casa, e non con giustizia. e le sue sale, e non con dirittura. che si serve del suo prossimo per nulla, e non gli da' il pagamento dell'opera sua. che dice: 14 22:14 Io mi edifichero' una casa grande, e delle sale spaziose. e taglia a quelle delle finestre larghe, e la fa tavolata di cedri, e la dipinge di minio ! 15 22:15 Regnerai tu perche' cerchi d'eccellere co' cedri? non mangio', e non bevve tuo padre, facendo cio' ch'e' diritto, e giusto? ed allora bene gli avvenne. 16 22:16 Egli fece ragione al povero ed al bisognoso: ed allora bene gli avvenne. non e' cio' conoscermi? dice il Signore. 17 22:17 Ma tu non hai gli occhi, ne' il cuore, se non alla tua avarizia, ed a spandere il sangue innocente, e ad opproessione, ed a storsione, per farla. 18 22:18 Percio', il Signore ha detto cosi' di Gioiachim, figliuolo di Giosia, re di Giuda: Ei non se ne fara' cordoglio, dicendo: Ahi fratel mio! Ahi sorella! Ei non se ne fara' altresi' cordoglio, dicendo: Ahi Signore! e: Ahi sua maesta'! 19 22:19 Egli sara' seppellito della sepoltura di un asino, essendo strascinato, e gettato via lungi dalle porte di Gerusalemme.

22:13 22:13 Guai a colui ch'edifica la sua casa senza giustizia, e le sue camere senza equita'. che fa lavorare il prossimo per nulla, e non gli paga il suo salario. 14 22:14 e dice: 'Mi edifichero' una casa grande e delle camere spaziose', e vi fa eseguire delle finestre, la riveste di legno di cedro e la dipinge di rosso! 15 22:15 Regni tu forse perchè hai la passione del cedro? Tuo padre non mangiava egli e non beveva? Ma faceva cio' ch'e' retto e giusto, e tutto gli andava bene. 16 22:16 Egli giudicava la causa del povero e del bisognoso, e tutto gli andava bene. Questo non e' egli conoscermi? dice l'Eterno. 17 22:17 Ma tu non hai occhi nè cuore che per la tua cupidigia, per spargere sangue innocente, e per fare opproessione e violenza. 18 22:18 Percio', cosi' parla l'Eterno riguardo a Joiakim, figliuolo di Giosia, re di Giuda: Non se ne fara' cordoglio, dicendo: 'Ahime', fratel mio, ahime' sorella!' Non se ne fara' cordoglio, dicendo: 'Ahime', signore, ahime' sua maesta'! ' 19 22:19 Sara' sepolto come si seppellisce un asino, trascinato e gettato fuori delle porte di Gerusalemme.

22:13 22:13 'Guai a colui che costruisce la sua casa senza giustizia e le sue camere senza equità. che fa lavorare il prossimo per nulla, non gli paga il suo salario 14 22:14 e dice: ""Mi costruirò una casa grande con camere spaziose al piano di soproa"". Egli vi fa delle finestre, la riveste di legno di cedro e la dipinge di rosso! 15 22:15 Tu regni forse perchè hai la passione del cedro? Tuo padre forse non mangiava e beveva? Però faceva ciò che è retto e giusto, e tutto gli andava bene. 16 22:16 Egli giudicava la causa del povero e del bisognoso, e tutto gli andava bene. Questo non significa forse conoscermi?' dice il SIGNORE. 17 22:17 'Ma tu non hai occhi nè cuore che per la tua cupidigia, per spargere sangue innocente, per fare opproessione e violenza'. 18 22:18 Perciò, cosò parla il SIGNORE riguardo a Ioia-chim, figlio di Giosia, re di Giuda: 'Non lo si compiangerà, dicendo: ""Ahimè, fratello mio, ahimè sorella!"". Non se ne farà cordoglio, dicendo: ""Ahimè, SIGNORE, ahimè, maestà! "". 19 22:19 Sarà sepolto come si seppellisce un asino, trascinato e gettato fuori dalle porte di Gerusalemme'.

22:13 22:13 Guai a chi costruisce la sua casa senza giustizia e le sue stanze superiori senza equità, che fa lavorare il prossimo per nulla e non gli retribuisce il suo lavoro, 14 22:14 e dice: ’Mi costruirò una casa grande con spaziose stanze superiori', e vi aproe finestre, la riveste di legno di cedro e la dipinge di rosso. 15 22:15 ’Pensi forse di essere re, perchè sei circondato da cedro? Tuo padre non mangiava e beveva? Ma agiva con rettitudine e giustizia e tutto gli andava bene. 16 22:16 Egli difendeva la causa del povero e del bisognoso e tutto gli andava bene. Non significa questo conoscere me?', dice l’Eterno. 17 22:17 ’Ma i tuoi occhi e il tuo cuore non mirano che al tuo ingiusto guadagno, a spargere sangue innocente e a compiere opproessione e violenza'. 18 22:18 Perciò così dice l’Eterno riguardo a Jehoiakim, figlio di Giosia, re di Giuda: ’Non faranno cordoglio per lui, dicendo: Ahimè, fratello mio! Ahimè, sorella!'. Non faranno cordoglio per lui, dicendo: Ahimè, signore! Ahimè, sua maestà!'. 19 22:19 Sarà sepolto come si seppellisce un asino, trascinato e gettato lontano dalle porte di Gerusalemme.

22:13 Guai a chi costruisce la casa senza giustizia e il piano di sopra senza equità, che fa lavorare il suo prossimo per nulla, senza dargli la paga, 14 e dice: ""Mi costruirò una casa grande con spazioso piano di sopra"" e vi apre finestre e la riveste di tavolati di cedro e la dipinge di rosso. 15 Forse tu agisci da re perchè ostenti passione per il cedro? Forse tuo padre non mangiava e beveva? Ma egli praticava il diritto e la giustizia e tutto andava bene. 16 Egli tutelava la causa del povero e del misero e tutto andava bene; questo non significa infatti conoscermi? Oracolo del Signore. 17 I tuoi occhi e il tuo cuore, invece, non badano che al tuo interesse, a spargere sangue innocente, a commettere violenza e angherie. 18 Per questo così dice il Signore su Ioiakim figlio di Giosia, re di Giuda: ""Non faranno il lamento per lui, dicendo: Ahi, fratello mio! Ahi, sorella! Non faranno il lamento per lui, dicendo: Ahi, signore! Ahi, maestà! 19 Sarà sepolto come si seppellisce un asino, lo trascineranno e lo getteranno al di là delle porte di Gerusalemme"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia