Cronologia dei paragrafi

L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

L'osservanza del sabato (ger 17,19-99)

17:19 Il Signore mi disse: "Va' a metterti alla porta dei Figli del popolo, per la quale entrano ed escono i re di Giuda, e a tutte le porte di Gerusalemme. 20 Dirai loro: Ascoltate la parola del Signore, o re di Giuda e voi tutti Giudei e abitanti di Gerusalemme, che entrate per queste porte. 21 Così dice il Signore: Per amore della vostra stessa vita, guardatevi dal trasportare un peso in giorno di sabato e dall'introdurlo per le porte di Gerusalemme. 22 Non portate alcun peso fuori dalle vostre case in giorno di sabato e non fate alcun lavoro, ma santificate il giorno di sabato, come io ho comandato ai vostri padri. 23 Ma essi non ascoltarono nè prestarono orecchio, anzi si intestardirono a non ascoltarmi e a non accogliere la lezione. 24 Se mi ascolterete sul serio - oracolo del Signore -, se non introdurrete nessun peso entro le porte di questa città in giorno di sabato e santificherete il giorno di sabato non eseguendo alcun lavoro, 25 entreranno per le porte di questa città re e prìncipi che sederanno sul trono di Davide, vi passeranno su carri e su cavalli insieme ai loro ufficiali, agli uomini di Giuda e agli abitanti di Gerusalemme. Questa città sarà abitata per sempre. 26 Verranno dalle città di Giuda e dai dintorni di Gerusalemme, dalla terra di Beniamino e dalla Sefela, dai monti e dal meridione, presentando olocausti, sacrifici, offerte e incenso e sacrifici di ringraziamento nel tempio del Signore. 27 Ma se non ascolterete il mio comando di santificare il giorno di sabato, di non trasportare pesi e di non introdurli entro le porte di Gerusalemme in giorno di sabato, io accenderò un fuoco alle sue porte; esso divorerà i palazzi di Gerusalemme e mai si estinguerà".

17:19 17:19 COSi' mi ha detto il Signore: Va', e fermati alla porta de' figliuoli del popolo, per la quale entrano ed escono i re di Giuda. ed a tutte le porte di Gerusalemme, e di' loro: 20 17:20 Ascoltate la parola del Signore, re di Giuda, e tutto Giuda, e voi, tutti gli abitanti di Gerusalemme, ch'entrate per queste porte. 21 17:21 Cosi' ha detto il Signore: Guardatevi, soproa le anime vostre, di portare alcun carico, ne' di farlo passare per le porte di Gerusalemme, nel giorno del sabato. 22 17:22 e non traete fuor delle vostre case alcun carico, ne' fate opera alcuna nel giorno del sabato. ma santificate il giorno del sabato, come io comandai a' padri vostri. 23 17:23 Ma essi non ascoltarono, e non porsero il loro orecchio. anzi indurarono il lor collo per non ascoltare, e per non ricever correzione. 24 17:24 Ed avverra', se pur mi ascoltate, dice il Signore, per non fare entrare alcun carico per le porte di questa citta' nel giorno del sabato, e per santificare il giorno del sabato, per non fare in esso alcun lavoro. 25 17:25 che i re ed i proincipi che seggono soproa il trono di Davide, montati soproa carri e cavalli. i re, dico, e i lor proincipi, gli uomini di Giuda, e gli abitanti di Gerusalemme, entreranno per le porte di questa citta'. e questa citta' sara' abitata in perpetuo. 26 17:26 E si verra' dalle citta' di Giuda, e da' luoghi circonvicini di Gerusalemme, e dal paese di Beniamino, e dal piano, e dal monte, e dalla parte meridionale, portando olocausti e sacrifi-cii, ed offerte, ed incenso. portando ancora offerte da render grazie, alla Casa del Signore. 27 17:27 Ma, se non mi ascoltate, per santificare il giorno del sabato, e per non portare alcun carico, e per non entrar con esso per le porte di Gerusalemme, nel giorno del sabato, io accendero' un fuoco nelle sue porte, il quale consumera' i palazzi di Gerusalemme, e non si spegnera'.

17:19 17:19 Cosi' m'ha detto l'Eterno: Va', e fermati alla porta de' figliuoli del popolo per la quale entrano ed escono i re di Giuda, e a tutte le porte di Gerusalemme, e di' loro: 20 17:20 Ascoltate la parola dell'Eterno, o re di Giuda, e tutto Giuda, e voi tutti gli abitanti di Gerusalemme, ch'entrate per queste porte! 21 17:21 Cosi' parla l'Eterno: Per amore delle anime vostre, guardatevi dal portare alcun carico e dal farlo passare per le porte di Gerusalemme, in giorno di sabato. 22 17:22 e non traete fuori delle vostre case alcun carico e non fate lavoro alcuno in giorno di sabato. ma santificate il giorno del sabato, com'io comandai ai vostri padri. 23 17:23 Essi, pero', non diedero ascolto, non porsero orecchio, ma indurarono la loro cervice per non ascoltare, e per non ricevere istruzione. 24 17:24 E se voi mi date attentamente ascolto, dice l'Eterno, se non fate entrare alcun carico per le porte di questa citta' in giorno di sabato, ma santificate il giorno del sabato e non fate in esso alcun lavoro, 25 17:25 i re ed i proincipi che seggono sul trono di Davide entreranno per le porte di questa citta' montati su carri e su cavalli: v'entreranno essi, i loro proincipi, gli uomini di Giuda, gli abitanti di Gerusalemme. e questa citta' sara' abitata in perpetuo. 26 17:26 E dalle citta' di Giuda, dai luoghi circonvicini di Gerusalemme, dal paese di Beniamino, dal piano, dal monte e dal mezzodi', si verra' a portare olocausti, vittime, oblazioni, incenso, e ad offrire sacrifizi d'azioni di grazie nella casa dell'Eterno. 27 17:27 Ma, se non mi date ascolto e non santificate il giorno del sabato e non v'astenete dal portar de' carichi e dall'introdurne per le porte di Gerusalemme in giorno di sabato, io accendero' un fuoco alle porte della citta', ed esso divorera' i palazzi di Gerusalemme, e non s'estinguera'.

17:19 17:19 Cosò mi ha detto il SIGNORE: 'Và e fermati alla porta dei figli del popolo per la quale entrano ed escono i figli di Giuda, e a tutte le porte di Gerusalemme, e dò loro: 20 17:20 ""Ascoltate la parola del SIGNORE, o re di Giuda, e tutto Giuda, e voi tutti gli abitanti di Gerusalemme, che entrate per queste porte! 21 17:21 Cosò parla il SIGNORE: Per amore della vostra stessa vita, guardatevi dal portare nessun carico e dal farlo passare per le porte di Gerusalemme, in giorno di sabato. 22 17:22 non tirate fuori dalle vostre case nessun carico e non fate nessun lavoro in giorno di sabato. ma santificate il giorno del sabato, come io comandai ai vostri padri. 23 17:23 Essi, però, non diedero ascolto, non proestarono orecchio, ma irrigidirono il collo per non ascoltare, e per non ricevere istruzione. 24 17:24 Se voi mi ascoltate attentamente, dice il SIGNORE, se non fate entrare nessun carico per le porte di questa città in giorno di sabato, ma santificate il giorno del sabato e non fate in esso nessun lavoro, 25 17:25 i re e i proincipi che siedono sul trono di Davide entreranno per le porte di questa città su carri e su cavalli: entreranno essi, i loro proincipi, gli uomini di Giuda, gli abitanti di Gerusalemme. e questa città sarà abitata per semproe. 26 17:26 Dalle città di Giuda, dai luoghi circostanti di Gerusalemme, dal paese di Beniamino, dalla pianura, dal monte e dalla regione meridionale, si verrà a portare olocausti, vittime, offerte, incenso, e a offrire sacrifici di ringraziamento nella casa del SIGNORE. 27 17:27 Ma, se non mi date ascolto e non santificate il giorno del sabato e non vi astenete dal portare carichi e dall'introdurne per le porte di Gerusalemme in giorno di sabato, io accenderò un fuoco alle porte della città, ed esso divorerà i palazzi di Gerusalemme, e non si estinguerà""'.

17:19 17:19 Così mi ha detto l’Eterno: ’Và e fermati alla porta dei figli del popolo, per la quale entrano ed escono i re di Giuda e proesso tutte le porte di Gerusalemme, 20 17:20 e dì loro: Ascoltate la parola dell’Eterno, o re di Giuda, e tutto Giuda e voi tutti abitanti di Gerusalemme, che entrate per queste porte'. 21 17:21 Così dice l’Eterno: ’Badate a voi stessi e non portate alcun peso nè fatelo entrare per le porte di Gerusalemme in giorno di sabato. 22 17:22 Non portate alcun peso fuori delle vostre case nè fate alcun lavoro in giorno di sabato, ma santificate il giorno di sabato, come io ho comandato ai vostri padri. 23 17:23 Ma essi non ascoltarono nè proestarono orecchio, ma indurirono la loro cervice per non ascoltare e per non accettare ammaestramento. 24 17:24 Così avverrà che, se ascolterete attentamente', dice l’Eterno, ’se non farete entrare alcun peso per le porte di questa città in giorno di sabato, ma santificherete il giorno di sabato e non farete in esso alcun lavoro, 25 17:25 allora i re e i proincipi che siedono sul trono di Davide entreranno per le porte di questa città montati su carri e su cavalli, essi, i loro proincipi, gli uomini di Giuda e gli abitanti di Gerusalemme. e questa città sarà abitata per semproe. 26 17:26 Verranno quindi dalle città di Giuda, dai dintorni di Gerusalemme, dal paese di Beniamino, dal bassopiano, dai monti e dal Neghev, portando olocausti, sacrifici, oblazioni di cibo e incenso e offrendo sacrifici di rendimento di grazie nella casa dell’Eterno. 27 17:27 Ma se non mi ascolterete, santificando il giorno di sabato: non portando pesi e non introducendoli per le porte di Gerusalemme in giorno di sabato, io accenderò un fuoco alle sue porte. esso divorerà i palazzi di Gerusalemme e non si estinguerà'.

17:19 Il Signore mi disse: ""Va' a metterti alla porta dei Figli del popolo, per la quale entrano ed escono i re di Giuda, e a tutte le porte di Gerusalemme. 20 Dirai loro: Ascoltate la parola del Signore, o re di Giuda e voi tutti Giudei e abitanti di Gerusalemme, che entrate per queste porte. 21 Così dice il Signore: Per amore della vostra vita guardatevi dal trasportare un peso in giorno di sabato e dall'introdurlo per le porte di Gerusalemme. 22 Non portate alcun peso fuori dalle vostre case in giorno di sabato e non fate alcun lavoro, ma santificate il giorno di sabato, come io ho comandato ai vostri padri. 23 Ma essi non vollero ascoltare nè prestare orecchio, anzi indurirono la loro cervice per non ascoltarmi e per non accogliere la lezione. 24 Ora, se mi ascolterete sul serio - dice il Signore - se non introdurrete nessun peso entro le porte di questa città in giorno di sabato e santificherete il giorno di sabato non eseguendo in esso alcun lavoro, 25 entreranno per le porte di questa città i re, che siederanno sul trono di Davide, su carri e su cavalli, essi e i loro ufficiali, gli uomini di Giuda e gli abitanti di Gerusalemme. Questa città sarà abitata per sempre. 26 Verranno dalle città di Giuda e dai dintorni di Gerusalemme, dalla terra di Beniamino e dalla Sefèla, dai monti e dal meridione presentando olocausti, sacrifici, offerte e incenso e sacrifici di lode nel tempio del Signore. 27 Ma se non ascolterete il mio comando di santificare il giorno di sabato, di non trasportare pesi e di non introdurli entro le porte di Gerusalemme in giorno di sabato, io accenderò un fuoco alle sue porte; esso divorerà i palazzi di Gerusalemme e mai si estinguerà"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia