Cronologia dei paragrafi

La vita del profeta come segno
Il ritorno dei dispersi di Israele
Annunzio dell'invasione
La conversione delle nazioni
Colpe cultuali di Giuda
Sentenze di saggezza
Fiducia nel tempio e nel Signore
Una preghiera di vendetta
L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La vita del profeta come segno (ger 16,1-13)

16:1 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 2 "Non prendere moglie, non avere figli nè figlie in questo luogo, 3 perchè dice il Signore riguardo ai figli e alle figlie che nascono in questo luogo e riguardo alle madri che li partoriscono e ai padri che li generano in questo paese: 4 Moriranno di malattie strazianti, non saranno rimpianti nè sepolti, ma diverranno come letame sul suolo. Periranno di spada e di fame; i loro cadaveri saranno pasto agli uccelli del cielo e alle bestie della terra". 5 Poichè così dice il Signore: "Non entrare in una casa dove si fa un banchetto funebre, non piangere con loro e non commiserarli, perchè io ho ritirato da questo popolo la mia pace - oracolo del Signore -, la mia benevolenza e la mia compassione. 6 Moriranno in questo paese grandi e piccoli; non saranno sepolti nè si farà lamento per loro e nessuno per disperazione si farà incisioni nè per lutto si taglierà i capelli per loro. 7 Non si spezzerà il pane all'afflitto per consolarlo del morto e non gli si darà da bere il calice della consolazione per suo padre e per sua madre. 8 Non entrare nemmeno in una casa dove si banchetta per sederti a mangiare e a bere con loro, 9 poichè così dice il Signore degli eserciti, Dio d'Israele: Ecco, sotto i vostri occhi e nei vostri giorni farò cessare da questo luogo i canti di gioia e di allegria, i canti dello sposo e della sposa. 10 Quando annuncerai a questo popolo tutte queste cose, ti diranno: "Perchè il Signore ha decretato contro di noi questa sventura così grande? Quali iniquità e quali peccati abbiamo commesso contro il Signore, nostro Dio?". 11 Tu allora risponderai loro: Perchè i vostri padri mi abbandonarono - oracolo del Signore -, seguirono altri dèi, li servirono e li adorarono, mentre abbandonarono me e non osservarono la mia legge. 12 E voi avete agito peggio dei vostri padri; ognuno di voi, infatti, segue caparbiamente il suo cuore malvagio e si rifiuta di ascoltarmi. 13 Perciò vi scaccerò da questo paese verso un paese che nè voi nè i vostri padri avete conosciuto, e là servirete divinità straniere giorno e notte, perchè non vi farò più grazia.

16:1 16:1 POI la parola del Signore mi fu indirizzata, dicendo: 2 16:2 Non proenderti moglie, e non aver figliuoli, ne' figliuole, in questo luogo. 3 16:3 Perciocche', cosi' ha detto il Signore intorno a' figliuoli, ed alle figliuole, che nasceranno in questo luogo, ed alle madri che li avranno partoriti, ed a' padri che li avranno generati in questo paese: 4 16:4 Morranno di morti dolorose. non se ne fara' cordoglio, e non saranno seppelliti. saranno per letame in su la faccia della terra, e saranno consumati per la spada, e per la fame. ed i lor corpi morti saranno per pasto agli uccelli del cielo, ed alle bestie della terra. 5 16:5 Perciocche', cosi' ha detto il Signore: Non entrare in alcuna casa di convito funerale, e non andar per far cordoglio, e non condolerti con loro. perciocche' io ho ritratta la mia pace da questo popolo, dice il Signore, e la mia benignita', e le mie compassioni. 6 16:6 E grandi e piccoli morranno in questo paese, senza esser seppelliti. e non si fara' cordoglio per loro, e niuno si fara' tagliature addosso, ne' si radera' per loro. 7 16:7 e non si spartira' loro pane per lo duolo, per consolarli del morto. e non si dara' loro a bere la coppa delle consolazioni per padre, ne' per madre di alcuno. 8 16:8 Parimente non entrare in alcuna casa di convito, per seder con loro, per mangiare e per bere. 9 16:9 Perciocche', cosi' ha detto il Signor degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Ecco, io fo cessare in questo luogo, davanti agli occhi vostri, e a' di' vostri, la voce di gioia, e la voce di allegrezza, la voce dello sposo, e la voce della sposa. 10 16:10 Or avverra', quando tu avrai annunziate tutte queste parole a questo popolo, ch'essi ti diranno: Perche' ha il Signore pronunziato contro a noi tutto questo gran male? e quale e' la nostra iniquita', e quale e' il nostro peccato, che noi abbiamo commesso contro al Signore Iddio nostro? 11 16:11 E tu dirai loro: Per-ciocche' i vostri padri mi hanno lasciato, dice il Signore. e sono iti dietro ad altri dii, e li hanno serviti, ed adorati. ed hanno abbandonato me, e non hanno osservata la mia Legge. 12 16:12 E voi avete fatto vie peggio che i vostri padri. ed ecco, ciascun di voi va dietro alla durezza del cuor suo malvagio, per non ascoltarmi. 13 16:13 Percio', io vi caccero' fuor di questo paese, in un paese che ne' voi, ne' i vostri padri, non avete conosciuto. e quivi servirete giorno e notte, ad altri dii. percioc-che' io non vi faro' grazia.

16:1 16:1 La parola dell'Eterno mi fu rivolta in questi termini: 2 16:2 Non ti proender moglie e non aver figliuoli nè figliuole in questo luogo. 3 16:3 Poichè cosi' parla l'Eterno riguardo ai figliuoli e alle figliuole che nascono in questo paese, e alle madri che li partoriscono, e ai padri che li generano in questo paese: 4 16:4 Essi morranno consunti dalle malattie, non saranno rimpianti, e non avranno sepoltura. serviranno di letame sulla faccia del suolo. saranno consumati dalla spada e dalla fame, e i loro cadaveri saran pasto agli uccelli del cielo, e alle bestie della terra. 5 16:5 Poichè cosi' parla l'Eterno: Non entrare nella casa del lutto, non andare a far cordoglio con loro nè a compiangerli, perchè, dice l'Eterno, io ho ritirato da questo popolo la mia pace, la mia benignita', la mia compassione. 6 16:6 Grandi e piccoli morranno in questo paese. non avranno sepoltura, non si fara' cordoglio per loro, nessuno si fara' incisioni addosso o si radera' per loro. 7 16:7 non si rompera' per loro il pane del lutto per consolarli d'un morto, e non si offrira' loro a bere la coppa della consolazione per un padre o per una madre. 8 16:8 Parimente non entrare in alcuna casa di convito per sederti con loro a mangiare ed a bere. 9 16:9 Poichè cosi' parla l'Eterno degli eserciti, l'Iddio d'Israele: Ecco, io faro' cessare in questo luogo, davanti ai vostri occhi, ai giorni vostri, il grido di gioia, il grido d'allegrezza, la voce dello sposo e la voce della sposa. 10 16:10 E avverra' che quando tu annunzierai a questo popolo tutte queste cose, essi ti diranno: - Perchè l'Eterno ha egli pronunziato contro di noi tutta questa grande calamita'? Qual e' la nostra iniquita'? Qual e' il peccato che abbiam commesso contro l'Eterno, il nostro Dio? - 11 16:11 Allora tu risponderai loro: 'Perchè i vostri padri m'hanno abbandonato, dice l'Eterno, sono andati dietro ad altri de'i, li hanno serviti e si son prostrati dinanzi a loro, hanno abbandonato me e non hanno osservato la mia legge. 12 16:12 E voi avete fatto anche peggio de' vostri padri. perchè, ecco, ciascuno cammina seguendo la caparbieta' del suo cuore malvagio, per non dare ascolto a me. 13 16:13 percio' io vi caccero' da questo paese in un paese che nè voi nè i vostri padri avete conosciuto. e quivi servirete giorno e notte ad altri de'i, perchè io non vi faro' grazia di sorta'.

16:1 16:1 La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 2 16:2 'Non proendere moglie e non aver figli nè figlie in questo luogo'. 3 16:3 Infatti cosò parla il SIGNORE riguardo ai figli e alle figlie che nascono in questo paese, alle madri che li partoriscono e ai padri che li generano in questo paese: 4 16:4 'Essi moriranno consumati dalle malattie, non saranno rimpianti, e non avranno sepoltura. serviranno di letame sulla faccia della terra. saranno consumati dalla spada e dalla fame, e i loro cadaveri saranno pasto per gli uccelli del cielo e per le bestie della terra'. 5 16:5 Poichè cosò parla il SIGNORE: 'Non entrare nella casa del lutto, non andare ad affliggerti con loro nè a compiangerli, perchè' dice il SIGNORE 'io ho ritirato da questo popolo la mia pace, la mia bontà, la mia compassione'. 6 16:6 'Grandi e piccoli moriranno in questo paese. non avranno sepoltura, non si farà lutto per loro, nessuno si farà incisioni addosso o si raderà per loro. 7 16:7 non si spezzerà per loro il pane del lutto per consolarli di un morto, non si offrirà loro da bere la coppa della consolazione per un padre o per una madre. 8 16:8 Allo stesso modo non entrare in nessuna casa di convito per sederti con loro a mangiare e a bere. 9 16:9 Infatti cosò parla il SIGNORE degli eserciti, Dio d'Israele: Ecco, io farò cessare in questo luogo, davanti ai vostri occhi, ai giorni vostri, il grido di gioia, il grido d'esultanza, il canto dello sposo e il canto della sposa. 10 16:10 Quando tu annunzierai a questo popolo tutte queste cose, essi ti diranno: ""Perchè il SIGNORE ha pronunziato contro di noi tutta questa grande calamità? Qual è la nostra iniquità? Qual è il peccato che abbiamo commesso contro il SIGNORE, il nostro Dio?"". 11 16:11 Allora tu risponderai loro: ""Perchè i vostri padri mi hanno abbandonato"" dice il SIGNORE, ""sono andati dietro ad altri dèi, li hanno serviti e si sono prostrati davanti a loro, hanno abbandonato me e non hanno osservato la mia legge. 12 16:12 Voi avete fatto anche peggio dei vostri padri. perchè, ecco, ciascuno cammina seguendo la caparbietà del suo cuore malvagio, per non dare ascolto a me. 13 16:13 perciò io vi caccerò da questo paese in un paese che nè voi nè i vostri padri avete conosciuto. là servirete giorno e notte altri dèi, perchè io non vi farò grazia"".

16:1 16:1 La parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: 2 16:2 ’Non proendere moglie nè avere figli o figlie in questo luogo'. 3 16:3 Poichè così dice l’Eterno riguardo ai figli e alle figlie che sono nati in questo paese e riguardo alle madri che li hanno partoriti e ai padri che li hanno generati in questo paese: 4 16:4 ’Essi moriranno di morti atroci. non saranno rimpianti nè sepolti, ma saranno lasciati come letame sulla superficie del suolo. saranno sterminati dalla spada e dalla fame, e i loro cadaveri saranno pasto per gli uccelli del cielo e per le bestie della terra'. 5 16:5 Poichè così dice l’Eterno: ’Non entrare nella casa del lutto e non andare a far cordoglio e a piangerli, perchè io ho ritirato da questo popolo la mia pace, la mia benignità e la mia compassione', dice l’Eterno. 6 16:6 ’Grandi e piccoli moriranno in questo paese. non saranno sepolti nè si farà cordoglio per essi, non si faranno incisioni nè rasatura per essi. 7 16:7 Non si romperà il pane per quelli che fanno cordoglio per consolarli di un morto nè si darà loro da bere il calice della consolazione per il proproio padre e la proproia madre. 8 16:8 Non entrare neppure in una casa di banchetto per sederti con loro a mangiare e a bere'. 9 16:9 Poichè così dice l’Eterno degli eserciti, il DIO d’Israele: ’Ecco, io farò cessare in questo luogo, sotto i vostri occhi e nei vostri giorni, il grido di gioia e il grido di allegrezza, la voce dello sposo e la voce della sposa. 10 16:10 E avverrà che quando annunzierai a questo popolo tutte queste cose, ti diranno: ""Perchè l’Eterno ha pronunciato contro di noi tutta questa grande calamità? Qual è la nostra iniquità? Qual è il peccato che abbiamo commesso contro l’Eterno, il nostro DIO?"". 11 16:11 Allora tu risponderai loro: Perchè i vostri padri mi hanno abbandonato', dice l’Eterno, ’sono andati dietro ad altri dèi, li hanno serviti e si sono prostrati davanti a loro, hanno abbandonato me e non hanno osservato la mia legge. 12 16:12 E voi avete fatto peggio dei vostri padri, perchè ecco, ciascuno cammina seguendo la caparbietà del suo cuore malvagio e rifiuta di ascoltarmi. 13 16:13 Perciò io vi scaccerò da questo paese in un paese che nè voi nè i vostri padri avete conosciuto e là servirete altri dèi giorno e notte, perchè io non vi farò grazia'.

16:1 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 2 ""Non prendere moglie, non aver figli nè figlie in questo luogo, 3 perchè dice il Signore riguardo ai figli e alle figlie che nascono in questo luogo e riguardo alle madri che li partoriscono e ai padri che li generano in questo paese: 4 Moriranno di malattie strazianti, non saranno rimpianti nè sepolti, ma saranno come letame sulla terra. Periranno di spada e di fame; i loro cadaveri saranno pasto degli uccelli dell'aria e delle bestie della terra"". 5 Poichè così dice il Signore: ""Non entrare in una casa dove si fa un banchetto funebre, non piangere con loro nè commiserarli, perchè io ho ritirato da questo popolo la mia pace - dice il Signore - la mia benevolenza e la mia compassione. 6 Moriranno in questo paese grandi e piccoli; non saranno sepolti nè si farà lamento per essi; nessuno si farà incisioni nè si taglierà i capelli. 7 Non si spezzerà il pane all'afflitto per consolarlo del morto e non gli si darà da bere il calice della consolazione per suo padre e per sua madre. 8 Non entrare nemmeno in una casa dove si banchetta per sederti a mangiare e a bere con loro, 9 poichè così dice il Signore degli eserciti, Dio di Israele: Ecco, sotto i vostri occhi e nei vostri giorni farò cessare da questo luogo le voci di gioia e di allegria, la voce dello sposo e della sposa. 10 Quando annunzierai a questo popolo tutte queste cose, ti diranno: Perchè il Signore ha decretato contro di noi questa sventura così grande? Quali iniquità e quali peccati abbiamo commesso contro il Signore nostro Dio? 11 Tu allora risponderai loro: Perchè i vostri padri mi abbandonarono - parola del Signore - seguirono altri dèi, li servirono e li adorarono, mentre abbandonarono me e non osservarono la mia legge. 12 Voi però avete agito peggio dei vostri padri; ognuno di voi, infatti, segue la caparbietà del suo cuore malvagio rifiutandosi di ascoltarmi. 13 Perciò vi scaccerò da questo paese verso un paese che nè voi nè i vostri padri avete conosciuto e là servirete divinità straniere giorno e notte, poichè io non vi userò più misericordia.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia