Cronologia dei paragrafi

Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

Istituzione dei giudici (eso 18,13-99)

18:13 Il giorno dopo Mosè sedette a render giustizia al popolo e il popolo si trattenne presso Mosè dalla mattina fino alla sera. 14 Allora il suocero di Mosè, visto quanto faceva per il popolo, gli disse: "Che cos'è questo che fai per il popolo? Perchè siedi tu solo, mentre il popolo sta presso di te dalla mattina alla sera?". 15 Mosè rispose al suocero: "Perchè il popolo viene da me per consultare Dio. 16 Quando hanno qualche questione, vengono da me e io giudico le vertenze tra l'uno e l'altro e faccio conoscere i decreti di Dio e le sue leggi". 17 Il suocero di Mosè gli disse: "Non va bene quello che fai! 18 Finirai per soccombere, tu e il popolo che è con te, perchè il compito è troppo pesante per te; non puoi attendervi tu da solo. 19 Ora ascoltami: ti voglio dare un consiglio e Dio sia con te! Tu sta' davanti a Dio in nome del popolo e presenta le questioni a Dio. 20 A loro spiegherai i decreti e le leggi; indicherai loro la via per la quale devono camminare e le opere che devono compiere. 21 Invece sceglierai tra tutto il popolo uomini validi che temono Dio, uomini retti che odiano la venalità, per costituirli sopra di loro come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine. 22 Essi dovranno giudicare il popolo in ogni circostanza; quando vi sarà una questione importante, la sottoporranno a te, mentre essi giudicheranno ogni affare minore. Così ti alleggerirai il peso ed essi lo porteranno con te. 23 Se tu fai questa cosa e Dio te lo ordina, potrai resistere e anche tutto questo popolo arriverà in pace alla meta". 24 Mosè diede ascolto alla proposta del suocero e fece quanto gli aveva suggerito. 25 Mosè dunque scelse in tutto Israele uomini validi e li costituì alla testa del popolo come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine. 26 Essi giudicavano il popolo in ogni circostanza: quando avevano affari difficili li sottoponevano a Mosè, ma giudicavano essi stessi tutti gli affari minori. 27 Poi Mosè congedò il suocero, il quale tornò alla sua terra.

18:13 18:13 E il giorno seguente, avvenne che, sedendo Mose', per render ragion al popolo, e stando il popolo in pie' davanti a Mose', dalla mattina fino alla sera. 14 18:14 il suocero di Mose' vide tutto quel che egli faceva al popolo, e disse: Che cosa e' questo che tu fai inverso questo popolo? perche' siedi tu solo, e tutto il popolo ti sta in pie' davanti, dalla mattina fino alla sera? 15 18:15 E Mose' rispose al suo suocero: Io il fo, perche' questo popolo viene a me per domandare Iddio. 16 18:16 Quando essi hanno qualche affare, vengono a me, ed io giudico fra l'uno e l'altro, e dichiaro loro gli statuti di Dio, e le sue leggi. 17 18:17 Ma il suocero di Mose', gli disse: Cio' che tu fai non ista' bene. 18 18:18 Per certo tu verrai meno, e tu, e questo popolo ch'e' teco. perciocche' cotesto affare e' troppo grave per te. tu non puoi far cio' tutto solo. 19 18:19 Attendi ora alla mia voce, io ti consigliero', e Iddio sara' teco: Sii tu per lo popolo davanti a Dio, e rapporta a Dio gli affari. 20 18:20 E ammaestra il popolo intorno agli statuti, e alle leggi. e dichiaragli la via per la quale ha da camminare, e l'opere che ha da fare. 21 18:21 E tu scegli d'infra tutto il popolo degli uomini di valore, che temano Iddio. uomini leali che abbiano in odio l'avarizia. e costituiscili soproa il popolo capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine, e capi di diecine. 22 18:22 E rendano essi ragione al popolo in ogni tempo. e rapportino a te ogni grande affare. ma giudichino ogni piccolo affare. Cosi' ti sgraverai del carico che hai addosso, ed essi lo porteranno teco. Se tu fai questa cosa, 23 18:23 e se Iddio te la comanda, tu potrai durare. e anche tutto questo popolo perverra' in pace al suo luo-g?. 24 18:24 E Mose' acconsenti' al dire del suo suocero, e fece tutto cio' ch'egli avea detto. 25 18:25 E Mose' scelse di tutto Israele degli uomini di valore, e li costitui' capi soproa il popolo. capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine, e capi di diecine. 26 18:26 E quelli doveano render ragione al popolo in ogni tempo. essi rapportavano a Mose' gli affari difficili, e giudicavano ogni piccolo affare. 27 18:27 Poi Mose' accommiato' il suo suocero, ed egli se ne ando' nel suo paese.

18:13 18:13 Il giorno seguente, Mose' si assise per render ragione al popolo. e il popolo stette intorno a Mose' dal mattino fino alla sera. 14 18:14 E quando il suocero di Mose' vide tutto quello ch'egli faceva per il popolo, disse: 'Che e' questo che tu fai col popolo? Perchè siedi solo, e tutto il popolo ti sta attorno dal mattino fino alla sera?' 15 18:15 E Mose' rispose al suo suocero: 'Perchè il popolo viene da me per consultare Dio. 16 18:16 Quand'essi hanno qualche affare, vengono da me, e io giudico fra l'uno e l'altro, e fo loro conoscere gli ordini di Dio e le sue leggi'. 17 18:17 Ma il suocero di Mose' gli disse: 'Questo che tu fai non va bene. 18 18:18 Tu ti esaurirai certamente: tu e questo popolo ch'e' teco. poichè quest'affare e' troppo grave per te. tu non puoi bastarvi da te solo. 19 18:19 Or ascolta la mia voce. io ti daro' un consiglio, e Dio sia teco: Sii tu il rapproesentante del popolo dinanzi a Dio, e porta a Dio le loro cause. 20 18:20 Insegna loro gli ordini e le leggi, e mostra loro la via per la quale han da camminare e quello che de-von fare. 21 18:21 ma scegli fra tutto il popolo degli uomini capaci che temano Dio: degli uomini fidati, che detestino il lucro iniquo. e stabiliscili sul popolo come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di diecine. 22 18:22 e rendano essi ragione al popolo in ogni tempo. e riferiscano a te ogni affare di grande importanza, ma ogni piccolo affare lo decidano loro. Allevia cosi' il peso che grava su te, e lo portino essi teco. 23 18:23 Se tu fai questo, e se Dio te l'ordina, potrai durare. e anche tutto questo popolo arrivera' felicemente al luogo che gli e' destinato'. 24 18:24 Mose' acconsenti' al dire del suo suocero, e fece tutto quello ch'egli avea detto. 25 18:25 E Mose' scelse fra tutto Israele degli uomini capaci, e li stabili' capi del popolo: capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di diecine. 26 18:26 E quelli rendevano ragione al popolo in ogni tempo. le cause difficili le portavano a Mose', ma ogni piccolo affare lo decidevano loro. 27 18:27 Poi Mose' accomiato' il suo suocero, il quale se ne torno' al suo paese.

18:13 18:13 Il giorno seguente, Mosè si sedette per amministrare la giustizia al popolo, e il popolo rimase intorno a Mosè dal mattino fino alla sera. 14 18:14 Quando il suocero di Mosè vide tutto quello che egli faceva per il popolo, disse: 'Che cosa fai con il popolo? Perchè siedi solo, e tutto il popolo ti sta attorno dal mattino fino alla sera?'. 15 18:15 Mosè rispose a suo suocero: 'Perchè il popolo viene da me per consultare Dio. 16 18:16 Quando essi hanno qualche questione, vengono da me e io giudico fra l'uno e l'altro, faccio loro conoscere gli ordini di Dio e le sue leggi'. 17 18:17 Ma il suocero di Mosè gli disse: 'Quel che fai non va bene. 18 18:18 Tu ti esaurirai certamente e stancherai anche questo popolo che è con te. perchè questo compito è troppo pesante per te. tu non puoi farcela da solo. 19 18:19 Ascolta la mia voce. io ti darò un consiglio, e Dio sia con te: sii tu il rapproesentante del popolo davanti a Dio, e porta a Dio le loro cause. 20 18:20 Insegna loro i decreti e le leggi, mostra loro la via per la quale devono camminare e quello che devono fare. 21 18:21 ma scegli fra tutto il popolo degli uomini capaci e timorati di Dio: degli uomini fidati, che detestino il guadagno illecito. e stabiliscili sul popolo come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine. 22 18:22 Essi dovranno amministrare la giustizia al popolo in ogni circostanza. Essi riferiscano a te su ogni questione di grande importanza, ma ogni piccolo affare lo decidano loro. Cosò alleggerirai il tuo carico, ed essi lo porteranno con te. 23 18:23 Se tu fai questo, e se Dio te lo conferma, tu potrai resistere. anche tutto questo popolo arriveró felicemente al luogo che gli è destinato'. 24 18:24 Mosè ascoltò la voce di suo suocero e fece tutto quello che egli aveva detto. 25 18:25 Mosè scelse fra tutto Israele degli uomini capaci e li stabilò capi del popolo: capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine. 26 18:26 Questi amministravano la giustizia al popolo in ogni tempo. le cause difficili le segnalavano a Mosè, ma ogni piccolo affare lo decidevano loro. 27 18:27 Poi Mosè lasciò partire suo suocero, che se ne tornò al suo paese.

18:13 18:13 Or avvenne che, il giorno seguente, Mosè si assise per giudicare il popolo. e il popolo stette intorno a Mosè dal mattino fino alla sera. 14 18:14 Quando il suocero di Mosè vide tutto ciò che egli faceva per il popolo, disse: ’Che è questo che tu fai col popolo? Perchè siedi solo, e tutto il popolo ti sta attorno dal mattino fino alla sera?'. 15 18:15 Mosè rispose a suo suocero: ’Perchè il popolo viene da me per consultare DIO. 16 18:16 Quando essi hanno un problema, vengono da me, e io giudico fra l’uno e l’altro e faccio loro conoscere gli statuti di DIO e le sue leggi'. 17 18:17 Ma il suocero di Mosè gli disse: ’Ciò che tu fai non va bene. 18 18:18 Finirai senz’altro per esaurirti, tu e questo popolo che è con te, perchè il compito è troppo arduo. Non puoi farcela da solo. 19 18:19 Ora ascoltami. io ti darò un consiglio e DIO sia con te: Rapproesenta tu il popolo davanti a DIO e porta a DIO i loro problemi. 20 18:20 Insegna loro gli statuti e le leggi e mostra loro la via per la quale devono camminare e ciò che devono fare. 21 18:21 Ma scegli fra tutto il popolo degli uomini capaci che temano DIO, degli uomini fidati, che detestino il guadagno ingiusto, e stabiliscili sul popolo come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di diecine. 22 18:22 E lascia che siano loro a giudicare il popolo in ogni tempo. essi riporteranno a te ogni problema di grande importanza, ma ogni piccolo problema lo decideranno loro. Così saró più facile per te, ed essi porteranno il peso con te. 23 18:23 Se tu fai questo, e così DIO ti ordina, potrai durare. e anche tutto questo popolo arriveró felicemente al luogo loro destinato'. 24 18:24 Mosè diede ascolto alla voce del suo suocero, e fece tutto ciò che egli aveva detto. 25 18:25 Così Mosè scelse fra tutto Israele degli uomini capaci e li stabilì capi del popolo: capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di diecine. 26 18:26 Così essi giudicavano il popolo in ogni tempo. le cause difficili le portavano a Mosè, ma ogni piccolo problema lo decidevano loro. 27 18:27 Poi Mosè congedò suo suocero, il quale se ne tornò al suo paese.

18:13 Il giorno dopo Mosè sedette a render giustizia al popolo e il popolo si trattenne presso Mosè dalla mattina fino alla sera. 14 Allora Ietro, visto quanto faceva per il popolo, gli disse: ""Che cos'è questo che fai per il popolo? Perchè siedi tu solo, mentre il popolo sta presso di te dalla mattina alla sera?"". 15 Mosè rispose al suocero: ""Perchè il popolo viene da me per consultare Dio. 16 Quando hanno qualche questione, vengono da me e io giudico le vertenze tra l'uno e l'altro e faccio conoscere i decreti di Dio e le sue leggi"". 17 Il suocero di Mosè gli disse: ""Non va bene quello che fai! 18 Finirai per soccombere, tu e il popolo che è con te, perchè il compito è troppo pesante per te; tu non puoi attendervi da solo. 19 Ora ascoltami: ti voglio dare un consiglio e Dio sia con te! Tu stó davanti a Dio in nome del popolo e presenta le questioni a Dio. 20 A loro spiegherai i decreti e le leggi; indicherai loro la via per la quale devono camminare e le opere che devono compiere. 21 Invece sceglierai tra tutto il popolo uomini integri che temono Dio, uomini retti che odiano la venalità e li costituirai sopra di loro come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine. 22 Essi dovranno giudicare il popolo in ogni circostanza; quando vi sarà una questione importante, la sottoporranno a te, mentre essi giudicheranno ogni affare minore. Così ti alleggerirai il peso ed essi lo porteranno con te. 23 Se tu fai questa cosa e se Dio te la comanda, potrai resistere e anche questo popolo arriverà in pace alla sua mèta"". 24 Mosè ascoltò la voce del suocero e fece quanto gli aveva suggerito. 25 Mosè dunque scelse uomini capaci in tutto Israele e li costituì alla testa del popolo come capi di migliaia, capi di centinaia, capi di cinquantine e capi di decine. 26 Essi giudicavano il popolo in ogni circostanza: quando avevano affari difficili li sottoponevano a Mosè, ma giudicavano essi stessi tutti gli affari minori. 27 Poi Mosè congedò il suocero, il quale tornò al suo paese.

Mappa

Commento di un santo

Niente fu mai più umile di lui che, essendo il capo di un così grande popolo, ed avendo sopraffatto nel mare il re e la schiera di tutti gli egiziani, come se fossero stati mosche, e avendo compiuto così tanti miracoli sia in Egitto che nel Mar Rosso e nel deserto, e avendo ricevuto una così alta testimonianza, tuttavia si sentì esattamente come se fosse stato una persona ordinaria. Come genero egli fu più umile di suo suocero; Mosè prese consigli da lui e non si indignò, nè disse: Cos'è mai questo? Dopo tanti e così grandi sei venuto da noi con i tuoi consigli

Autore

Cristotomo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale