Cronologia dei paragrafi

La cintura inutilizzabile
I boccali di vino fracassati
Prospettive di esilio
Minacce è Ioiachan
Ammonizione e Gerusalemme che non si converte
La grande siccità
La sventura della guerra
Rinnovo della vocazione
La vita del profeta come segno
Il ritorno dei dispersi di Israele
Annunzio dell'invasione
La conversione delle nazioni
Colpe cultuali di Giuda
Sentenze di saggezza
Fiducia nel tempio e nel Signore
Una preghiera di vendetta
L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La cintura inutilizzabile (ger 13,1-11)

13:1 Il Signore mi disse così: "Va' a comprarti una cintura di lino e mettitela ai fianchi senza immergerla nell'acqua". 2 Io comprai la cintura, secondo il comando del Signore, e me la misi ai fianchi. 3 Poi la parola del Signore mi fu rivolta una seconda volta: 4 "Prendi la cintura che hai comprato e che porti ai fianchi e va' subito all'Eufrate e nascondila nella fessura di una pietra". 5 Io andai e la nascosi presso l'Eufrate, come mi aveva comandato il Signore. 6 Dopo molto tempo il Signore mi disse: "àlzati, va' all'Eufrate e prendi di là la cintura che ti avevo comandato di nascondervi". 7 Io andai all'Eufrate, cercai e presi la cintura dal luogo in cui l'avevo nascosta; ed ecco, la cintura era marcita, non era più buona a nulla. 8 Allora mi fu rivolta questa parola del Signore: 9 "Dice il Signore: In questo modo ridurrò in marciume l'orgoglio di Giuda e il grande orgoglio di Gerusalemme. 10 Questo popolo malvagio, che rifiuta di ascoltare le mie parole, che si comporta secondo la caparbietà del suo cuore e segue altri dèi per servirli e per adorarli, diventerà come questa cintura, che non è più buona a nulla. 11 Poichè, come questa cintura aderisce ai fianchi di un uomo, così io volli che aderisse a me tutta la casa d'Israele e tutta la casa di Giuda - oracolo del Signore -, perchè fossero mio popolo, mia fama, mia lode e mia gloria, ma non mi ascoltarono.

13:1 13:1 COSi' mi ha detto il Signore: Va', e comperati una cintura lina, e mettitela in su i lombi, e non metterla nell'acqua. 2 13:2 Io dunque comperai quella cintura, secondo la parola del Signore, e me la misi in su i lombi. 3 13:3 E la parola del Signore mi fu indirizzata la seconda volta, dicendo: 4 13:4 proendi la cintura che tu hai comperata, la quale tu hai in su i lombi, e levati, e va' all'Eufrate, e nascondila quivi in una buca di un sasso. 5 13:5 Ed io andai, e la nascosi proesso all'Eufrate, siccome il Signore mi avea comandato. 6 13:6 E dopo molti giorni, avvenne che il Signore mi disse: Levati, va' all'Eufrate, e togli di la' la cintura, che io ti avea comandato di nascondervi. 7 13:7 Ed io andai all'Eufrate, e cavai, e tolsi la cintura dal luogo dove io l'avea nascosta. ed ecco, la cintura era guasta, e non era piu' buona a nulla. 8 13:8 E la parola del Signore mi fu indirizzata, dicendo: 9 13:9 Cosi' ha detto il Signore: Cosi' guastero' la magnificenza di Giuda, la gran magnificenza di Gerusalemme. 10 13:10 di questo popolo malvagio, che ricusa di ascoltar le mie parole, che cammina nella durezza del cuor suo, e va dietro ad altri dii, per servirli, e per adorarli. e quella diventera' come questa cintura, che non e' piu' buona a nulla. 11 13:11 Perciocchà, siccome la cintura e' apposta in su i lombi dell'uomo, cosi' io mi avea congiunta tutta la casa d'Israele, e tutta la casa di Giuda, dice il Signore. acciocchà fosse mio popolo, a fama, ed a lode, ed a gloria. ma essi non hanno ubbidito.

13:1 13:1 Cosi' mi ha detto l'Eterno: 'Va', comproati una cintura di lino, mettitela sui fianchi, ma non la porre nell'acqua'. 2 13:2 Cosi' io comproai la cintura, secondo la parola dell'Eterno, e me la misi sui fianchi. 3 13:3 E la parola dell'Eterno mi fu indirizzata per la seconda volta, in questi termini: 4 13:4 'proendi la cintura che hai comproata e che hai sui fianchi. va' verso l'Eufrate, e quivi nascondila nella fessura d'una roccia'. 5 13:5 E io andai, e la nascosi proesso l'Eufrate, come l'Eterno mi aveva comandato. 6 13:6 Dopo molti giorni l'Eterno mi disse: 'Le'vati, va' verso l'Eufrate, e togli di la' la cintura, che io t'avevo comandato di nascondervi'. 7 13:7 E io andai verso l'Eufrate, e scavai, e tolsi la cintura dal luogo dove l'avevo nascosta. ed ecco, la cintura era guasta, e non era piu' buona a nulla. 8 13:8 Allora la parola dell'Eterno mi fu rivolta in questi termini: 9 13:9 Cosi' parla l'Eterno: 'In questo modo io distruggero' l'orgoglio di Giuda e il grande orgoglio di Gerusalemme, 10 13:10 di questo popolo malvagio che ricusa di ascoltare le mie parole, che cammina seguendo la caparbieta' del suo cuore, e va dietro ad altri de'i per servirli e per prostrarsi dinanzi a loro. esso diventera' come questa cintura, che non e' piu' buona a nulla. 11 13:11 Poichè, come la cintura aderisce ai fianchi dell'uomo, cosi' io avevo strettamente unita a me tutta la casa d'Israele e tutta la casa di Giuda, dice l'Eterno, perchè fossero mio popolo, mia fama, mia lode, mia gloria. ma essi non han voluto dare ascolto.

13:1 13:1 Cosò mi ha detto il SIGNORE: 'Và, comproati una cintura di lino, mettitela attorno ai fianchi, ma non la porre nell'acqua'. 2 13:2 Cosò io comproai la cintura, secondo la parola del SIGNORE, e me la misi attorno ai fianchi. 3 13:3 La parola del SIGNORE mi fu indirizzata per la seconda volta, in questi termini: 4 13:4 'proendi la cintura che hai comproata e che hai attorno ai fianchi. và verso l'Eufrate e nascondila laggiù nella fessura d'una roccia'. 5 13:5 Io andai e la nascosi proesso l'Eufrate, come il SIGNORE mi aveva comandato. 6 13:6 Dopo molti giorni, il SIGNORE mi disse: 'Alzati, và verso l'Eufrate e togli di là la cintura che io ti avevo comandato di nascondervi'. 7 13:7 Io andai verso l'Eufra-te, scavai e tolsi la cintura dal luogo dove l'avevo nascosta. Ecco, la cintura era marcita, non era più buona a nulla. 8 13:8 Allora la parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 9 13:9 'Cosò parla il SIGNORE: ""In questo modo io distruggerò l'orgoglio di Giuda e il grande orgoglio di Gerusalemme, 10 13:10 di questo popolo malvagio che rifiuta di ascoltare le mie parole, che cammina seguendo la caparbietà del suo cuore, e va dietro ad altri dèi per servirli e per prostrarsi davanti a loro. esso diventerà come questa cintura, che non è più buona a nulla. 11 13:11 Infatti, come la cintura aderisce ai fianchi dell'uomo, cosò io avevo strettamente unita a me tutta la casa d'Israele e tutta la casa di Giuda"" dice il SIGNORE, ""perchè fossero mio popolo, mia fama, mia lode, mia gloria. ma essi non hanno voluto dare ascolto"".

13:1 13:1 Così mi ha detto l’Eterno: ’Và a comproarti una cintura di lino e mettila sui tuoi lombi, ma non immergerla nell’acqua'. 2 13:2 Così io comproai la cintura, secondo la parola dell’Eterno e me la misi sui lombi. 3 13:3 Poi la parola dell’Eterno mi fu rivo/ta una seconda volta, dicendo: 4 13:4 ’proendi la cintura che hai comproato e che hai sui tuoi lombi, levati, và verso l’Eufrate e là nascondila nella fessura di una roccia'. 5 13:5 Io andai e la nascosi proesso l’Eufrate, come l’Eterno mi aveva comandato. 6 13:6 Dopo molti giorni avvenne che l’Eterno mi disse: ’Levati, và verso l’Eufrate e proendi di là la cintura che ti avevo comandato di nascondervi'. 7 13:7 Io andai verso l’Eufra-te, scavai e proesi la cintura dal luogo in cui l’avevo nascosta. Ma ecco, la cintura era marcita, non era più buona a nulla. 8 13:8 Allora la parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: 9 13:9 ’Così dice l’Eterno: ""In questo modo io distruggerò l’orgoglio di Giuda e il grande orgoglio di Gerusalemme. 10 13:10 Questo popolo malvagio, che rifiuta di ascoltare le mie parole, che cammina nella caparbietà del suo cuore e va dietro ad altri dèi per servirli e per prostrarsi davanti a loro, diventerà come questa cintura, che non è più buona a nulla. 11 13:11 Poichè, come la cintura aderisce ai lombi dell’uomo, così io avevo fatto aderire a me tutta la casa d’Israele e tutta la casa di Giuda', dice l’Eterno, ’perchè fossero mio popolo, per mia fama, lode e gloria. ma non hanno voluto ascoltare""'.

13:1 Il Signore mi parlò così: ""Va' a comprarti una cintura di lino e mettitela ai fianchi senza immergerla nell'acqua"". 2 Io comprai la cintura secondo il comando del Signore e me la misi ai fianchi. 3 Poi la parola del Signore mi fu rivolta una seconda volta: 4 ""Prendi la cintura che hai comprato e che porti ai fianchi e va' subito verso l'Eufrate e nascondila nella fessura di una pietra"". 5 Io andai e la nascosi presso l'Eufrate, come mi aveva comandato il Signore. 6 Ora, dopo molto tempo, il Signore mi disse: ""Alzati, va' all'Eufrate e prendi di là la cintura che ti avevo comandato di nascondervi"". 7 Io andai verso l'Eufrate, cercai e presi la cintura dal luogo in cui l'avevo nascosta; ed ecco, la cintura era marcita, non era più buona a nulla. 8 Allora mi fu rivolta questa parola del Signore: 9 ""Dice il Signore: In questo modo ridurrò in marciume la grande gloria di Giuda e di Gerusalemme. 10 Questo popolo malvagio, che rifiuta di ascoltare le mie parole, che si comporta secondo la caparbietà del suo cuore e segue altri dèi per servirli e per adorarli, diventerà come questa cintura, che non è più buona a nulla. 11 Poichè, come questa cintura aderisce ai fianchi di un uomo, così io volli che aderisse a me tutta la casa di Israele e tutta la casa di Giuda - parola del Signore - perchè fossero mio popolo, mia fama, mia lode e mia gloria, ma non mi ascoltarono.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-17°lunedi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(mat 13,31-35)}; (ger 13,1-11)}; (deu 32,18-21)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia