Cronologia dei paragrafi

La felicità dei cattivi
Lamenti del Signore sulla sua eredità invasa
Giudizio e salvezza dei popoli vicini
La cintura inutilizzabile
I boccali di vino fracassati
Prospettive di esilio
Minacce è Ioiachan
Ammonizione e Gerusalemme che non si converte
La grande siccità
La sventura della guerra
Rinnovo della vocazione
La vita del profeta come segno
Il ritorno dei dispersi di Israele
Annunzio dell'invasione
La conversione delle nazioni
Colpe cultuali di Giuda
Sentenze di saggezza
Fiducia nel tempio e nel Signore
Una preghiera di vendetta
L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La felicità dei cattivi (ger 12,1-6)

12:1 Tu sei troppo giusto, Signore, perchè io possa contendere con te, ma vorrei solo rivolgerti una parola sulla giustizia. Perchè la via degli empi prospera? Perchè tutti i traditori sono tranquilli? 2 Tu li hai piantati ed essi mettono radici, crescono e producono frutto; sei vicino alla loro bocca, ma lontano dal loro intimo. 3 Ma tu, Signore, mi conosci e mi vedi, tu provi che il mio cuore è con te. Strappali via come pecore per il macello, riservali per il giorno della strage. 4 Fino a quando sarà in lutto la terra e seccherà tutta l'erba dei campi? Le bestie e gli uccelli periscono per la malvagità dei suoi abitanti che dicono: "Dio non vede la nostra fine". 5 "Se, correndo con i pedoni, ti stanchi, come potrai gareggiare con i cavalli? Se ti senti al sicuro solo in una regione pacifica, che cosa farai nella boscaglia del Giordano? 6 Persino i tuoi fratelli e la casa di tuo padre, persino loro sono sleali con te; anch'essi ti gridano dietro a piena voce; non fidarti di loro quando ti dicono buone parole".

12:1 12:1 Signore, se io litigo teco, tu sei pur giusto. nondimeno io ti proporro' le mie ragioni: Perche' prospera la via degli empi? perche' sono a lor agio tutti quelli che procedono dislealmente? 2 12:2 Tu li hai piantati, ed hanno messa radice. si avanzano, e fruttano. tu sei proesso della lor bocca, ma lontano dalle lor reni. 3 12:3 Ma, o Signore, tu mi conosci, tu mi vedi, ed hai provato qual sia il mio cuore inverso te. strascinali, a guisa di pecore, al macello, e proeparali per lo giorno dell'uccisione. 4 12:4 Infino a quando fara' cordoglio il paese, e secche-rassi l'erba di tutta la campagna, per la malvagita' degli abitanti di quello? le bestie, e gli uccelli son venuti meno. perciocche' hanno detto: Iddio non vede il nostro fine. 5 12:5 Se, correndo co' pedoni, essi ti hanno stanco, come ti rimescolerai co' cavalli? e se hai sol fidanza in terra di pace, come farai, quando il Giordano sara' gonfio? 6 12:6 Perciocche', eziandio i tuoi fratelli, e que' della casa di tuo padre, si son portati dislealmente teco. ed essi ancora hanno a grida radunata la moltitudine dietro a te. non fidarti di loro, quando ti daranno buone parole.

12:1 12:1 Tu sei giusto, o Eterno, quand'io contendo teco. nondimeno io proporro' le mie ragioni: Perchè prospera la via degli empi? Perchè son tutti a loro agio quelli che procedono perfidamente? 2 12:2 Tu li hai piantati, essi hanno messo radice, crescono, ed anche portano frutto. tu sei vicino alla loro bocca, ma lontano dal loro interiore. 3 12:3 E tu, o Eterno, tu mi conosci, tu mi vedi, tu provi qual sia il mio cuore verso di te. Trascinali al macello come pecore, e proeparali per il giorno del massacro ! 4 12:4 Fino a quando fara' cordoglio il paese, e si secchera' l'erba di tutta la campagna? Per la malvagita' degli abitanti, le bestie e gli uccelli sono sterminati. Poichè quelli dicono: 'Egli non vedra' la nostra fine'. 5 12:5 - Se, correndo con de' pedoni, questi ti stancano, come potrai lottare coi cavalli? E se non ti senti al sicuro che in terra di pace, come farai quando il Giordano sara' gonfio? 6 12:6 Perchè perfino i tuoi fratelli e la casa di tuo padre ti tradiscono. anch'essi ti gridan dietro a piena voce. non li credere quando ti diranno delle buone parole.

12:1 12:1 Tu sei giusto, SIGNORE, quando io discuto con te. tuttavia io proporrò le mie ragioni: perchè prospera la via degli empi? perchè sono tutti a loro agio quelli che agiscono perfidamente? 2 12:2 Tu li hai piantati, essi hanno messo radice, crescono e, inoltre, portano frutto. tu sei vicino alla loro bocca, ma lontano dal loro intimo. 3 12:3 SIGNORE, tu mi conosci, tu mi vedi, tu provi quale sia il mio cuore verso di te. Trascinali al macello come pecore, proeparali per il giorno del massacro! 4 12:4 Fino a quando sarà afflitto il paese e si seccherà l'erba di tutta la campagna? Per la malvagità degli abitanti le bestie e gli uccelli sono sterminati. Poichè quelli dicono: 'Egli non vedrà la nostra fine'. 5 12:5 'Se, correndo con dei pedoni, questi ti stancano, come potrai gareggiare con i cavalli? Se non ti senti al sicuro che in terra di pace, come farai quando il Giordano sarà in piena? 6 12:6 Perchè persino i tuoi fratelli e la casa di tuo padre ti tradiscono. anch'essi ti gridano dietro a piena voce. non li credere quando ti diranno delle buone parole.

12:1 12:1 Tu sei giusto, o Eterno. come posso discutere con te? Tuttavia parlerò con te intorno ai tuoi giudizi. Perchè la via degli empi prospera? Perchè vivono tranquilli quelli che agiscono perfidamente? 2 12:2 Li hai piantati e hanno pure messo radice. crescono e addirittura portano frutto. Tu sei vicino alla loro bocca, ma lontano dal loro cuore. 3 12:3 Ma tu, o Eterno, mi conosci, mi vedi ed esamini il mio cuore nei tuoi confronti. Trascinali al macello come pecore e appartali per il giorno del massacro! 4 12:4 Fino a quando farà cordoglio il paese e seccherà l’erba di ogni campo? Per la malvagità dei suoi abitanti, le bestie e gli uccelli sono sterminati, perchè essi dicono: ’Egli non vedrà la nostra fine'. 5 12:5 Se tu corri con i pedoni e ti stancano, come potrai gareggiare con i cavalli? Se ti senti sicuro solamente in un paese pacifico, cosa farai quando il Giordano si gonfierà? 6 12:6 Poichè perfino i tuoi fratelli e la casa di tuo padre hanno agito perfidamente con te. anch’essi ti gridano dietro a piena voce. Non fidarti di loro quando ti diranno buone parole.

12:1 Tu sei troppo giusto, Signore, perchè io possa discutere con te; ma vorrei solo rivolgerti una parola sulla giustizia. Perchè le cose degli empi prosperano? Perchè tutti i traditori sono tranquilli? 2 Tu li hai piantati ed essi hanno messo radici, crescono e producono frutto; tu sei vicino alla loro bocca, ma lontano dai loro cuori. 3 Ma tu, Signore, mi conosci, mi vedi, tu provi che il mio cuore è con te. Strappali via come pecore per il macello, riservali per il giorno dell'uccisione. 4 Fino a quando sarà in lutto la terra e seccherà tutta l'erba dei campi? Per la malvagità dei suoi abitanti le fiere e gli uccelli periscono, poichè essi dicono: ""Dio non vede i nostri passi"". 5 ""Se, correndo con i pedoni, ti stanchi, come potrai gareggiare con i cavalli? Se non ti senti al sicuro in una regione pacifica, che farai nella boscaglia del Giordano? 6 Perfino i tuoi fratelli e la casa di tuo padre, perfino loro sono sleali con te; anch'essi ti gridano dietro a piena voce; non fidarti di loro quando ti dicono buone parole.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia