Cronologia dei paragrafi

Corruzione morale di Giuda
Lamenti a Sion
La vera saggezza
La circoncisione, falsa garanzia
Idoli e vero Dio
Panico nel paese
Geremia e le parole dell'alleanza
Rimprovero ai frequentatori del tempio
Geremia perseguitato ad Anatàt
La felicità dei cattivi
Lamenti del Signore sulla sua eredità invasa
Giudizio e salvezza dei popoli vicini
La cintura inutilizzabile
I boccali di vino fracassati
Prospettive di esilio
Minacce è Ioiachan
Ammonizione e Gerusalemme che non si converte
La grande siccità
La sventura della guerra
Rinnovo della vocazione
La vita del profeta come segno
Il ritorno dei dispersi di Israele
Annunzio dell'invasione
La conversione delle nazioni
Colpe cultuali di Giuda
Sentenze di saggezza
Fiducia nel tempio e nel Signore
Una preghiera di vendetta
L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Corruzione morale di Giuda (ger 9,1-8)

9:1 Chi mi darà nel deserto un rifugio per viandanti? Lascerei il mio popolo e mi allontanerei, perchè sono tutti adùlteri, una massa di traditori. 2 "Tendono la loro lingua come il loro arco; non la verità ma la menzogna domina nella terra. Passano da un delitto all'altro e non conoscono me. Oracolo del Signore. 3 Ognuno si guardi dal suo prossimo, non fidatevi neppure del fratello, poichè ogni fratello inganna come Giacobbe e ogni amico va spargendo calunnie. 4 Ognuno si beffa del suo prossimo, nessuno dice la verità. Hanno addestrato la lingua a dire menzogne, operano l'iniquità, incapaci di convertirsi. 5 Angheria su angheria, inganno su inganno; rifiutano di conoscermi". Oracolo del Signore. 6 Perciò dice il Signore degli eserciti: "Ecco, li raffinerò al crogiolo e li saggerò; come dovrei comportarmi con la figlia del mio popolo? 7 Saetta micidiale è la loro lingua, inganno le parole della loro bocca. Ognuno parla di pace con il prossimo, ma nell'intimo gli ordisce un tranello. 8 Non dovrei forse punirli? Oracolo del Signore. Di una nazione come questa non dovrei vendicarmi?".

9:1 9:1 Oh! fosse pur la mia testa acqua, e l'occhio mio una fonte di lagrime! io piangerei giorno e notte gli uccisi della figliuola del mio popolo. 2 9:2 Oh! avessi io pure un alberghetto da viandanti nel deserto! io lascerei il mio popolo, e me ne andrei via da loro. perciocche' essi tutti sono adulteri, una raunanza di disleali. 3 9:3 E scoccano falsita' dalla lor lingua, che e' l'arco loro. e non si fortificano in verita' nella terra. anzi procedono di male in male, e non mi conoscono, dice il Signore. 4 9:4 Guardatevi ciascuno dal suo compagno, e non vi fidate in alcun fratello. per-ciocche' ogni fratello non fa altro che usar frodi, ed ogni compagno va sparlando. 5 9:5 Ed ogni uomo gabba il suo compagno, e non parlano verita'. hanno ammaestrata la lor lingua a parlar menzogna, si stancano a far male. 6 9:6 La tua dimora e' in mezzo di frodi. per frode ricusano di conoscermi, dice il Signore. 7 9:7 Percio', cosi' ha detto il Signor degli eserciti: Ecco, io li mettero' al cimento, ed alla prova. perciocche', come farei altrimenti, per amor della figliuola del mio popolo? 8 9:8 La lingua loro e' una saetta tratta, parla frode. ciascuno con la sua bocca, parla di pace co' suoi prossimi. ma nel loro interiore pongono insidie.

9:1 9:1 Oh fosse pur la mia testa mutata in acqua, e fosser gli occhi miei una fonte di lacrime ! Io piangerei giorno e notte gli uccisi della figliuola del mio popolo! 2 9:2 Oh se avessi nel deserto un rifugio da viandanti! Io abbandonerei il mio popolo e me n'andrei lungi da costoro, perchè son tutti adulteri, un'adunata di traditori. 3 9:3 Tendono la lingua, ch'e' il loro arco, per scoccar menzogne. son diventati potenti nel paese, ma non per agir con fedelta'. poichè procedono di malvagita' in malvagita', e non conoscono me, dice l'Eterno. 4 9:4 Si guardi ciascuno dal suo amico, e nessuno si fidi del suo fratello. poichè ogni fratello non fa che ingannare, ed ogni amico va spargendo calunnie. 5 9:5 L'uno gabba l'altro, e non dice la verita', esercitano la loro lingua a mentire, s'affannano a fare il male. 6 9:6 La tua dimora e' la malafede. ed e' per malafede che costoro rifiutano di conoscermi, dice l'Eterno. 7 9:7 Percio', cosi' parla l'Eterno degli eserciti: Ecco, io li fondero' nel crogiuolo per saggiarli. poichè che altro farei riguardo alla figliuola del mio popolo? 8 9:8 La loro lingua e' un dardo micidiale. essa non dice che menzogne. con la bocca ognuno parla di pace al suo prossimo, ma nel cuore gli tende insidie.

9:1 9:1 Oh, fosse la mia testa piena d'acqua e i miei occhi una fonte di lacrime! Io piangerei giorno e notte gli uccisi della figlia del mio popolo! 2 9:2 Oh, se avessi nel deserto un rifugio da viandanti! Io abbandonerei il mio popolo e me n'andrei lontano da costoro, perchè sono tutti adulteri, un'adunata di traditori. 3 9:3 'Tendono la lingua, che è il loro arco, per scoccare menzogne. sono diventati potenti nel paese, ma non per agire con fedeltà. poichè passano di malvagità in malvagità e non conoscono me, dice il SIGNORE. 4 9:4 Si guardi ciascuno dal suo amico, nessuno si fidi del suo fratello. poichè ogni fratello non fa che ingannare, ogni amico va spargendo calunnie. 5 9:5 L'uno inganna l'altro, non dice la verità, esercitano la loro lingua a mentire, si affannano a fare il male. 6 9:6 La tua abitazione è in mezzo alla malafede. per malafede costoro rifiutano di conoscermi' dice il SIGNORE. 7 9:7 Perciò, cosò parla il SIGNORE degli eserciti: 'Ecco, io li fonderò nel crogiuolo per saggiarli. poichè che altro dovrei fare per la figlia del mio popolo? 8 9:8 La loro lingua è una freccia micidiale. essa non parla che in malafede. con la bocca ognuno parla di pace al suo prossimo, ma nel cuore gli tende insidie.

9:1 9:1 Oh, fosse la mia testa una sorgente d’acqua e i miei occhi una fonte di lacrime, perchè pianga giorno e notte gli uccisi della figlia del mio popolo ! 2 9:2 Oh, avessi nel deserto un rifugio per viandanti! Abbandonerei il mio popolo e me ne andrei lontano da loro, perchè sono tutti adulteri, un assembramento di traditori. 3 9:3 ’Tendono le loro lingue come fosse il loro arco per scoccare menzogne. nel paese sono potenti ma non per la verità, perchè procedono di malvagità in malvagità e non conoscono me', dice l’Eterno. 4 9:4 ’Si guardi ciascuno dal suo vicino e non fidatevi di ogni fratello, perchè ogni fratello non fa che ingannare ed ogni vicino va spargendo calunnie. 5 9:5 Ognuno inganna il suo vicino e non dicono la verità. esercitano la loro lingua a mentire e si affaticano a fare il male. 6 9:6 La tua dimora è in mezzo all’inganno e per inganno rifiutano di conoscermi', dice l’Eterno. 7 9:7 Perciò così dice l’Eterno degli eserciti: ’Ecco, io li raffinerò e li saggerò. Cos’altro infatti posso fare per la figlia del mio popolo? 8 9:8 La loro lingua è una freccia micidiale. essa non dice che menzogne. Con la bocca ognuno parla di pace al suo vicino, ma nel suo cuore sta in agguato.

9:1 Chi mi darà nel deserto un rifugio per viandanti? Io lascerei il mio popolo e mi allontanerei da lui, perchè sono tutti adùlteri, una massa di traditori. 2 Tendono la loro lingua come un arco; la menzogna e non la verità domina nel paese. Passano da un delitto all'altro e non conoscono il Signore. 3 Ognuno si guardi dal suo amico, non fidatevi neppure del fratello, poichè ogni fratello inganna il fratello, e ogni amico va spargendo calunnie. 4 Ognuno si beffa del suo prossimo, nessuno dice la verità. Hanno abituato la lingua a dire menzogne, operano l'iniquità, incapaci di convertirsi. 5 Angheria sopra angheria, inganno su inganno; rifiutano di conoscere il Signore. 6 Perciò dice il Signore degli eserciti: ""Ecco li raffinerò al crogiuolo e li saggerò; come dovrei comportarmi con il mio popolo? 7 Una saetta micidiale è la loro lingua, inganno le parole della loro bocca. Ognuno parla di pace con il prossimo, mentre nell'intimo gli ordisce un tranello 8 Non dovrei forse punirli per tali cose? Oracolo del Signore. Di un popolo come questo non dovrei vendicarmi?"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia