Cronologia dei paragrafi

La conversione
L'Israele del nord invitato alla conversione
Il popolo messianico a Sion
Seguito del poema sulla conversione
L'invasione dal nord
Le ragioni dell'invasione
La pedagogia del castigo
In occasione di una carestia
Ripresa del tema
Ancora l'invasione
a) L'attacco contro il tempio
b) Gli dei stranieri
c) Il culto senza fedeltà
d) Di nuovo il culto illegittimo; minaccia di esilio
Minacce, lamenti, istruzioni. Traviamento di Israele
La legge nelle mani dei sacerdoti
Ripresa di un frammento con minacce
Minacce alla vigna - Giuda
Lamento del profeta per una carestia
Corruzione morale di Giuda
Lamenti a Sion
La vera saggezza
La circoncisione, falsa garanzia
Idoli e vero Dio
Panico nel paese
Geremia e le parole dell'alleanza
Rimprovero ai frequentatori del tempio
Geremia perseguitato ad Anatàt
La felicità dei cattivi
Lamenti del Signore sulla sua eredità invasa
Giudizio e salvezza dei popoli vicini
La cintura inutilizzabile
I boccali di vino fracassati
Prospettive di esilio
Minacce è Ioiachan
Ammonizione e Gerusalemme che non si converte
La grande siccità
La sventura della guerra
Rinnovo della vocazione
La vita del profeta come segno
Il ritorno dei dispersi di Israele
Annunzio dell'invasione
La conversione delle nazioni
Colpe cultuali di Giuda
Sentenze di saggezza
Fiducia nel tempio e nel Signore
Una preghiera di vendetta
L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

La conversione (ger 3,1-5)

3:1 Se un uomo ripudia la moglie ed ella si allontana da lui per appartenere a un altro, tornerà il primo ancora da lei? Quella terra non sarebbe tutta contaminata? E tu, che ti sei prostituita con molti amanti, osi tornare da me? Oracolo del Signore. 2 Alza gli occhi sui colli e osserva: dove non sei stata disonorata? Tu sedevi sulle vie aspettandoli, come fa l'Arabo nel deserto. Così hai contaminato la terra con la tua impudicizia e perversità. 3 Per questo sono state fermate le piogge e gli acquazzoni di primavera non sono venuti. Sfrontatezza di prostituta è la tua, non vuoi arrossire. 4 E ora gridi verso di me: "Padre mio, amico della mia giovinezza tu sei! 5 Manterrà egli il rancore per sempre? Conserverà in eterno la sua ira?". Così parli, ma intanto commetti tutto il male che puoi".

3:1 3:1 Vogliam dire che, se un marito manda via la sua moglie, ed ella, partitasi d'approesso a lui, si marita ad un altro, quel proimo ritorni piu' a lei? quella terra, ove cio' si farebbe, non sarebbe ella del tutto contaminata? Ora, tu hai fornicato con molti amanti. ma pure, ritorna a me, dice il Signore. 2 3:2 Alza gli occhi tuoi verso i luoghi elevati, e riguarda dove tu non sii stata viziata? Tu sedevi in su le vie alla posta di quelli, a guisa d'Arabo nel deserto. e cosi' hai contaminato il paese per le tue fornicazioni, e per la tua malvagita'. 3 3:3 Laonde le pioggie sono state divietate, e non vi e' stata pioggia dell'ultima stagione. e tu hai avuta una fronte di meretrice, tu hai ricusato di vergognarti. 4 3:4 Non griderai tu oramai a me: Padre mio, tu sei il conduttor della mia giovanezza? 5 3:5 Ritiene egli l'ira sua in perpetuo? la guarda egli semproemai? Ecco, tu hai parlato, ma hai fatti tanti mali, quanti hai potuto.

3:1 3:1 L'Eterno dice: Se un uomo ripudia la sua moglie e questa se ne va da lui e si marita a un altro, quell'uomo torna egli forse ancora da lei? Il paese stesso non ne sarebb'egli tutto profanato? E tu, che ti sei prostituita con molti amanti, ritorneresti a me? dice l'Eterno. 2 3:2 Alza gli occhi verso le alture, e guarda: Dov'e' che non ti sei prostituita? Tu sedevi per le vie ad aspettare i passanti, come fa l'Arabo nel deserto, e hai contaminato il paese con le tue prostituzioni e con le tue malvagita'. 3 3:3 Percio' le grandi piogge sono state trattenute, e non v'e' stata pioggia di proimavera. ma tu hai avuto una fronte da prostituta, e non hai voluto vergognarti. 4 3:4 E ora, non e' egli vero? tu gridi a me: 'Padre mio, tu sei stato l'amico della mia giovanezza! 5 3:5 Sara' egli adirato in perpetuo? Serbera' egli la sua ira sino alla fine?' Ecco, tu parli cosi', ma intanto commetti a tutto potere delle male azioni !

3:1 3:1 Il SIGNORE dice: 'Se un uomo ripudia sua moglie e questa se ne va via e si sposa con un altro, quell'uomo torna forse ancora da lei? Il paese stesso non ne sarebbe forse tutto profanato? E tu, che ti sei prostituita con molti amanti, ritorneresti da me?' dice il SIGNORE. 2 3:2 Alza gli occhi verso le alture, e guarda. Dov'è che non ti sei prostituita? Tu sedevi per le vie ad aspettare i passanti, come fa l'Arabo nel deserto, e hai contaminato il paese con le tue prostituzioni e con le tue malvagità. 3 3:3 Perciò le grandi piogge sono state trattenute e non c'è stata pioggia di proimavera. ma tu hai avuto una fronte da prostituta e non hai voluto vergognarti. 4 3:4 Mi hai appena gridato: ""Padre mio, tu sei stato l'amico della mia giovinezza! 5 3:5 Egli sarà forse adirato per semproe? Serberà forse la sua ira sino alla fine?"". Ecco, tu parli cosò, ma intanto commetti tutto il male che puoi!'

3:1 3:1 Se un uomo ripudia la proproia moglie e questa se ne va da lui e diviene moglie di un altro, tornerà egli forse ancora da lei? Non sarebbe quel paese grandemente profanato? Tu ti sei prostituita con molti amanti. vorresti però ritornare da me?', dice l’Eterno. 2 3:2 ’Alza gli occhi verso le alture e guarda: dove non ti sei coricata con loro? Ti sei seduta accanto alle strade ad aspettarli, come un Arabo nel deserto, e hai contaminato il paese con le tue prostituzioni e con le tue malvagità. 3 3:3 Perciò le piogge sono state trattenute e l’ultima pioggia non c’è stata. Ma tu hai avuto una fronte da prostituta e hai rifiutato di vergognarti. 4 3:4 Non hai proproio ora gridato a me: ""Padre mio, tu sei l’amico della mia giovinezza! 5 3:5 Rimarrà egli adirato per semproe? Conserverà l’ira sino alla fine?"". Ecco, tu parli così, ma intanto commetti tutte le malvagità che puoi'.

3:1 Se un uomo ripudia la moglie ed essa, allontanatasi da lui, si sposa con un altro uomo, tornerà il primo ancora da lei? Forse una simile donna non è tutta contaminata? Tu ti sei disonorata con molti amanti e osi tornare da me? Oracolo del Signore. 2 Alza gli occhi sui colli e osserva: dove non ti sei disonorata? Tu sedevi sulle vie aspettandoli, come fa l'Arabo nel deserto. Così anche la terra hai contaminato con impudicizia e perversità. 3 Per questo sono state fermate le piogge e gli scrosci di primavera non sono venuti. Sfrontatezza di prostituta è la tua, ma tu non vuoi arrossire. 4 E ora forse non gridi verso di me: Padre mio, amico della mia giovinezza tu sei! 5 Serberà egli rancore per sempre? Conserverà in eterno la sua ira? Così parli, ma intanto ti ostini a commettere il male che puoi"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia