Cronologia dei paragrafi

Vocazione di Geremia
Le predicazioni più antiche. L'apostasia di Israele
La conversione
L'Israele del nord invitato alla conversione
Il popolo messianico a Sion
Seguito del poema sulla conversione
L'invasione dal nord
Le ragioni dell'invasione
La pedagogia del castigo
In occasione di una carestia
Ripresa del tema
Ancora l'invasione
a) L'attacco contro il tempio
b) Gli dei stranieri
c) Il culto senza fedeltà
d) Di nuovo il culto illegittimo; minaccia di esilio
Minacce, lamenti, istruzioni. Traviamento di Israele
La legge nelle mani dei sacerdoti
Ripresa di un frammento con minacce
Minacce alla vigna - Giuda
Lamento del profeta per una carestia
Corruzione morale di Giuda
Lamenti a Sion
La vera saggezza
La circoncisione, falsa garanzia
Idoli e vero Dio
Panico nel paese
Geremia e le parole dell'alleanza
Rimprovero ai frequentatori del tempio
Geremia perseguitato ad Anatàt
La felicità dei cattivi
Lamenti del Signore sulla sua eredità invasa
Giudizio e salvezza dei popoli vicini
La cintura inutilizzabile
I boccali di vino fracassati
Prospettive di esilio
Minacce è Ioiachan
Ammonizione e Gerusalemme che non si converte
La grande siccità
La sventura della guerra
Rinnovo della vocazione
La vita del profeta come segno
Il ritorno dei dispersi di Israele
Annunzio dell'invasione
La conversione delle nazioni
Colpe cultuali di Giuda
Sentenze di saggezza
Fiducia nel tempio e nel Signore
Una preghiera di vendetta
L'osservanza del sabato
Geremia presso il vasaio
Israele dimentica il Signore
In occasione di un attentato contro Geremia
La brocca spezzata è l'alterco con Pascer
Estratti diversi dalle e Confessionì
La risposta agli inviati di Sedecia
Appello generale alla casa reale
Oracoli contro diversi re: contro Ioacaz
Contro Ioiakim
Contro Ioiachin
Oracoli messianici. Il re dell'avvenire
Libretto contro i falsi profeti
I due canestri di fichi
4. Babilonia, flagello del Signore
La visione della coppa
Arresto e giudizio di Geremia
L'azione simbolica del giogo e il messaggio ai re occidentali
L'alterco con il profeta Anania
La lettera agli esiliati
Profezia contro Semaia
Restaurazione promessa a Israele
Ristabilimento promesso a Giuda
Israele e Giuda
La retribuzione personale
La nuova alleanza
Permanenza di Israele
Ricostruzione e grandezza di Gerusalemme
L'acquisto di un campo, pegno di avvenire felice
Altra promessa di restaurazione
Le istituzioni dell'avvenire
La sorte finale di Sedecia
Il problema della liberazione degli schiavi
Il rotolo del 65-64
Giudizio riassuntivo su Sedecia
Geremia nella cisterna. Intervento di Ebed-Milech
Ultimo incontro di Geremia con Sedecia
Sorte di Geremia alla caduta di Gerusalemme
Oracolo di salvezza per Ebed-Milech
Ancora la sorte di Geremia
Godolia governatore: suo assassinio
La fuga in Egitto
Geremia predice l'invasione dell'Egitto da parte di Nabucodonosor
Ultimo ministero di Geremia: i Giudei in Egitto e la Regina del Cielo
La parola di consolazione per Baruc
Oracoli contro l'Egitto. La disfatta di Crchemis
L'invasione dell'Egitto
Oracolo contro i Filistei
Oracolo contro Moab
Oracolo contro Ammon
Oracolo contro Edom
Oracolo contro città sire
Oracolo contro le tribù arabe
Oracolo contro Elam
Oracolo contro Babilonia
Caduta di Babilonia, liberazione di Israele
Caduta di Babilonia annunziata a Gerusalemme
Il peccato di insolenza
Il Signore redentore di Israele
Il popolo del nord e il leone del Giordano
Il Signore contro Babilonia
Il martello del Signore e il monte colossale
Verso la fine
La vendetta del Signore
Elegia su Babilonia
La visita del Signore agli idoli
L'abbattimento di Babilonia
L'oracolo gettato nell'Eufrate
La catastrofe di Gerusalemme è il favore reso è Ioiachin

Vocazione di Geremia (ger 1,4-99)

1:4 Mi fu rivolta questa parola del Signore: 5 "Prima di formarti nel grembo materno, ti ho conosciuto, prima che tu uscissi alla luce, ti ho consacrato; ti ho stabilito profeta delle nazioni". 6 Risposi: "Ahimè, Signore Dio! Ecco, io non so parlare, perchè sono giovane". 7 Ma il Signore mi disse: "Non dire: "Sono giovane". Tu andrai da tutti coloro a cui ti manderò e dirai tutto quello che io ti ordinerò. 8 Non aver paura di fronte a loro, perchè io sono con te per proteggerti". Oracolo del Signore. 9 Il Signore stese la mano e mi toccò la bocca, e il Signore mi disse: "Ecco, io metto le mie parole sulla tua bocca. 10 Vedi, oggi ti do autorità sopra le nazioni e sopra i regni per sradicare e demolire, per distruggere e abbattere, per edificare e piantare". 11 Mi fu rivolta questa parola del Signore: "Che cosa vedi, Geremia?". Risposi: "Vedo un ramo di mandorlo". 12 Il Signore soggiunse: "Hai visto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per realizzarla". 13 Mi fu rivolta di nuovo questa parola del Signore: "Che cosa vedi?". Risposi: "Vedo una pentola bollente, la cui bocca è inclinata da settentrione". 14 Il Signore mi disse: "Dal settentrione dilagherà la sventura su tutti gli abitanti della terra. 15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i regni del settentrione. Oracolo del Signore. Essi verranno e ognuno porrà il proprio trono alle porte di Gerusalemme, contro le sue mura, tutt'intorno, e contro tutte le città di Giuda. 16 Allora pronuncerò i miei giudizi contro di loro, per tutta la loro malvagità, poichè hanno abbandonato me e hanno sacrificato ad altri dèi e adorato idoli fatti con le proprie mani. 17 Tu, dunque, stringi la veste ai fianchi, àlzati e di' loro tutto ciò che ti ordinerò; non spaventarti di fronte a loro, altrimenti sarò io a farti paura davanti a loro. 18 Ed ecco, oggi io faccio di te come una città fortificata, una colonna di ferro e un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda e i suoi capi, contro i suoi sacerdoti e il popolo del paese. 19 Ti faranno guerra, ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per salvarti". Oracolo del Signore.

1:4 1:4 LA parola del Signore adunque mi fu indirizzata, dicendo: 5 1:5 Io ti ho conosciuto, avanti che ti formassi nel ventre. e avanti che tu uscissi della matrice, io ti ho consacrato, io ti ho costituito profeta alle genti. 6 1:6 Ed io risposi: Ahi! Signore Iddio! ecco, io non so parlare. perciocche' io son fanciullo. 7 1:7 E il Signore mi disse: Non dire: Io son fanciullo. perciocche' tu andrai dovunque io ti mandero', e dirai tutte le cose che io ti comandero'. 8 1:8 Non temer di loro. con-ciossiache' io sia teco per liberarti, dice il Signore. 9 1:9 E il Signore distese la sua mano, e mi tocco' la bocca. Poi il Signore mi disse: Ecco, io ho messe le mie parole nella tua bocca. 10 1:10 Vedi, io ti ho oggi costituito soproa le genti, e soproa i regni. per divellere, per diroccare, per disperdere, e per distruggere. ed altresi' per edificare, e per piantare. 11 1:11 Poi la parola del Signore mi fu indirizzata, dicendo: Che vedi, Geremia? Ed io dissi: Io veggo una verga di mandorlo. 12 1:12 Ed il Signore mi disse: Bene hai veduto. concios-siache' io sia vigilante, ed intento a mandare ad esecuzione la mia parola. 13 1:13 Poi la parola del Signore mi fu indirizzata la seconda volta, dicendo: Che vedi? Ed io dissi: Io veggo una pignatta che bolle, la cui bocca e' volta verso il Settentrione. 14 1:14 E il Signore mi disse: Dal Settentrione trabocchera' il male soproa tutti gli abitanti del paese. 15 1:15 Perciocche', ecco, io chiamo tutte le nazioni de' regni del Settentrione, dice il Signore. e verranno, e porranno ciascuna il suo seggio reale all'entrata delle porte di Gerusalemme, ed approesso tutte le sue mura d'ogni intorno, ed approesso tutte le citta' di Giuda. 16 1:16 Ed io pronunziero' i miei giudicii contro a loro, per tutta la lor malvagita' per la quale mi hanno abbandonato, ed han fatti profumi ad altri dii, ed hanno adorate le opere delle lor mani. 17 1:17 Tu adunque, cingiti i lombi, e levati, e di' loro tutto cio' che io ti comandero'. non aver spavento di loro, che talora io non ti fiacchi nel lor cospetto. 18 1:18 E quant'e' a me, ecco, io ti ho oggi posto come una citta' di fortezza, e come una colonna di ferro, e come mura di rame, contro a tutto il paese. contro ai re di Giuda, a' suoi proincipi, a' suoi sacerdoti, ed al popolo del paese. 19 1:19 Ed essi combatteranno contro a te, ma non ti vinceranno. perciocchà io son teco, per liberarti, dice il Signore.

1:4 1:4 La parola dell'Eterno mi fu rivolta, dicendo : 5 1:5 'proima ch'io ti avessi formato nel seno di tua madre, io t'ho conosciuto. e proima che tu uscissi dal suo seno, io t'ho consacrato e t'ho costituito profeta delle nazioni'. 6 1:6 E io risposi: 'Ahime', Signore, Eterno, io non so parlare, poichè non sono che un fanciullo'. 7 1:7 Ma l'Eterno mi disse: 'Non dire: - Sono un fanciullo, - poichè tu andrai da tutti quelli ai quali ti mandero', e dirai tutto quello che io ti comandero'. 8 1:8 Non li temere, perchè io son teco per liberarti, dice l'Eterno'. 9 1:9 Poi l'Eterno stese la mano e mi tocco' la bocca. e l'Eterno disse: 'Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca. 10 1:10 Vedi, io ti costituisco oggi sulle nazioni e soproa i regni, per svellere, per demolire, per abbattere, per distruggere, per edificare e per piantare'. 11 1:11 Poi la parola dell'Eterno mi fu rivolta, dicendo: - 'Geremia, che vedi?' Io risposi: 'Vedo un ramo di mandorlo'. E l'Eterno mi disse: 12 1:12 'Hai veduto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto'. 13 1:13 E la parola dell'Eterno mi fu rivolta per la seconda volta, dicendo: 'Che vedi?' Io risposi: 'Vedo una caldaia che bolle ed ha la bocca vo'lta dal settentrione in qua'. E l'Eterno mi disse: 14 1:14 'Dal settentrione verra' fuori la calamita' su tutti gli abitanti del paese. 15 1:15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i popoli dei regni del settentrione, dice l'Eterno. essi verranno, e porranno ognuno il suo trono all'ingresso delle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura all'intorno, e contro tutte le citta' di Giuda. 16 1:16 E pronunziero' i miei giudizi contro di loro, a motivo di tutta la loro malvagita', perchè m'hanno abbandonato e hanno offerto il loro profumo ad altri de'i e si son prostrati dinanzi all'opera delle loro mani. 17 1:17 Tu dunque, cingiti i lombi, le'vati, e di' loro tutto quello che io ti comandero'. Non ti sgomentare per via di loro, ond'io non ti renda sgomento in loro proesenza. 18 1:18 Ecco, oggi io ti stabilisco come una citta' fortificata, come una colonna di ferro e come un muro di rame contro tutto il paese, contro i re di Giuda, contro i suoi proincipi, contro i suoi sacerdoti e contro il popolo del paese. 19 1:19 Essi ti faranno la guerra, ma non ti vinceranno, perchè io son teco per liberarti, dice l'Eterno'.

1:4 1:4 La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 5 1:5 'proima che io ti avessi formato nel grembo di tua madre, io ti ho conosciuto. proima che tu uscissi dal suo grembo, io ti ho consacrato e ti ho costituito profeta delle nazioni'. 6 1:6 Io risposi: 'Ahimè, Signore, DIO, io non so parlare, perchè non sono che un ragazzo'. 7 1:7 Ma il SIGNORE mi disse: 'Non dire: ""Sono un ragazzo"", perchè tu andrai da tutti quelli ai quali ti manderò, e dirai tutto quello che io ti comanderò. 8 1:8 Non li temere, perchè io sono con te per liberarti' dice il SIGNORE. 9 1:9 Poi il SIGNORE stese la mano e mi toccò la bocca. e il SIGNORE mi disse: 'Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca. 10 1:10 Vedi, io ti stabilisco oggi sulle nazioni e soproa i regni, per sradicare, per demolire, per abbattere, per distruggere, per costruire e per piantare'. 11 1:11 Poi la parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 'Geremia, che cosa vedi?'. Io risposi: 'Vedo un ramo di mandorlo'. 12 1:12 E il SIGNORE mi disse: 'Hai visto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto'. 13 1:13 La parola del SIGNORE mi fu rivolta per la seconda volta: 'Che cosa vedi?'. Io risposi: 'Vedo una gran pentola che bolle e ha la bocca rivolta dal settentrione in qua'. 14 1:14 E il SIGNORE mi disse: 'Dal settentrione verrà fuori la calamità su tutti gli abitanti del paese. 15 1:15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i popoli dei regni del settentrione' dice il SIGNORE. 'essi verranno, e porranno ognuno il suo trono all'ingresso delle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura all'intorno, e contro tutte le città di Giuda. 16 1:16 pronunzierò i miei giudizi contro di loro, a causa di tutta la loro malvagità, perchè mi hanno abbandonato e hanno offerto il loro incenso ad altri dèi, e si sono prostrati davanti all'opera delle loro mani. 17 1:17 Tu dunque, cingiti i fianchi, alzati, e dò loro tutto quello che io ti comanderò. Non lasciarti sgomentare da loro, affinchè io non ti renda sgomento in loro proesenza. 18 1:18 Ecco, oggi io ti stabilisco come una città fortificata, come una colonna di ferro e come un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda, contro i suoi proincipi, contro i suoi sacerdoti e contro il popolo del paese. 19 1:19 Essi ti faranno la guerra, ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per liberarti' dice il SIGNORE.

1:4 1:4 La parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: 5 1:5 ’proima che io ti formassi nel grembo di tua madre, ti ho conosciuto. proima che tu uscissi dal suo grembo, ti ho consacrato e ti ho stabilito profeta delle nazioni'. 6 1:6 Io risposi: ’Ahimè, Signore, Eterno, io non so parlare, perchè sono un ragazzo'. 7 1:7 Ma l’Eterno mi disse: ’Non dire: ""Sono un ragazzo"", perchè tu andrai da tutti coloro ai quali ti manderò e dirai tutto ciò che ti comanderò. 8 1:8 Non temere davanti a loro, perchè io sono con te per liberarti, dice l’Eterno'. 9 1:9 Poi l’Eterno stese la sua mano e toccò la mia bocca. quindi l’Eterno mi disse: ’Ecco, io ho messo le mie parole nella tua bocca. 10 1:10 Ecco, oggi ti costituisco soproa le nazioni e soproa i regni, per sradicare e per demolire, per abbattere e per distruggere, per edificare e per piantare'. 11 1:11 Poi la parola dell’Eterno mi fu rivolta, dicendo: ’Geremia, che cosa vedi?'. Io risposi: ’Vedo un ramo di mandorlo'. 12 1:12 L’Eterno mi disse: ’Hai visto bene, perchè io vigilo sulla mia parola per mandarla ad effetto'. 13 1:13 La parola dell’Eterno mi fu rivolta per la seconda volta, dicendo: ’Che cosa vedi?'. Io risposi: ’Vedo una pentola che bolle e ha la bocca volta nella direzione opposta al nord'. 14 1:14 L’Eterno mi disse: ’Dal nord la calamità si ro-vescerà su tutti gli abitanti del paese. 15 1:15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i popoli dei regni del nord, dice l’Eterno. Essi verranno e porranno ognuno il suo trono all’ingresso delle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura, tutt’intorno, e contro tutte le città di Giuda. 16 1:16 Allora pronuncerò i miei giudizi contro di loro, a motivo di tutta la loro malvagità, perchè mi hanno abbandonato e hanno bruciato incenso ad altri dèi e si sono prostrati davanti all’opera delle loro mani. 17 1:17 Perciò cingiti i lombi, lèvati e dì loro tutto ciò che ti comanderò. Non sgomentarti davanti a loro, affinchè non ti renda sgomento davanti a loro. 18 1:18 Ecco, oggi io faccio di te una città fortificata, una colonna di ferro e un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda, contro i suoi proincipi, contro i suoi sacerdoti e contro il popolo del paese. 19 1:19 Essi combatteranno contro di te ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per liberarti, dice l’Eterno'.

1:4 Mi fu rivolta la parola del Signore: 5 ""Prima di formarti nel grembo materno, ti conoscevo, prima che tu uscissi alla luce, ti avevo consacrato; ti ho stabilito profeta delle nazioni"". 6 Risposi: ""Ahimè, Signore Dio, ecco io non so parlare, perchè sono giovane"". 7 Ma il Signore mi disse: ""Non dire: Sono giovane, ma va' da coloro a cui ti manderò e annunzia ciò che io ti ordinerò. 8 Non temerli, perchè io sono con te per proteggerti"". Oracolo del Signore. 9 Il Signore stese la mano, mi toccò la bocca e il Signore mi disse: ""Ecco, ti metto le mie parole sulla bocca. 10 Ecco, oggi ti costituisco sopra i popoli e sopra i regni per sradicare e demolire, per distruggere e abbattere, per edificare e piantare"". 11 Mi fu rivolta questa parola del Signore: ""Che cosa vedi, Geremia?"". Risposi: ""Vedo un ramo di mandorlo"". 12 Il Signore soggiunse: ""Hai visto bene, poichè io vigilo sulla mia parola per realizzarla"". 13 Quindi mi fu rivolta di nuovo questa parola del Signore: ""Che cosa vedi?"". Risposi: ""Vedo una caldaia sul fuoco inclinata verso settentrione"". 14 Il Signore mi disse: ""Dal settentrione si rovescerà la sventura su tutti gli abitanti del paese. 15 Poichè, ecco, io sto per chiamare tutti i regni del settentrione. Oracolo del Signore. Essi verranno e ognuno porrà il trono davanti alle porte di Gerusalemme, contro tutte le sue mura e contro tutte le città di Giuda. 16 Allora pronunzierò i miei giudizi contro di loro, per tutto il male che hanno commesso abbandonandomi, per sacrificare ad altri dèi e prostrarsi dinanzi al lavoro delle proprie mani. 17 Tu, dunque, cingiti i fianchi, alzati e di' loro tutto ciò che ti ordinerò; non spaventarti alla loro vista, altrimenti ti farò temere davanti a loro. 18 Ed ecco oggi io faccio di te come una fortezza, come un muro di bronzo contro tutto il paese, contro i re di Giuda e i suoi capi, contro i suoi sacerdoti e il popolo del paese. 19 Ti muoveranno guerra ma non ti vinceranno, perchè io sono con te per salvarti"". Oracolo del Signore.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-4°domenica dell'anno C dove si leggono i seguenti passi
[(1co 12,31-31.13,1-13)}; (ger 1,4-5.1,17-19)}; (sal 7,1-6.7,16-17)}; (1co 12,31-31.13,1-13)}; (Lc 4,21-3)}; (1co 12,31-31.13,1-13)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
Martirio di S. Giovanni Battista dove si leggono i seguenti passi: (ger 1,17-19); (sal 71,1-6.71,15-15.71,17-17); (mc 6,17-29);

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia