Cronologia dei paragrafi

La manna e le quaglie
L'acqua scaturita dalla roccia
Combattimento contro Amalek
Incontro di Ietro e di mosè
Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

La manna e le quaglie (eso 16,1-99)

16:1 Levarono le tende da Elìm e tutta la comunità degli Israeliti arrivò al deserto di Sin, che si trova tra Elìm e il Sinai, il quindici del secondo mese dopo la loro uscita dalla terra d'Egitto. 2 Nel deserto tutta la comunità degli Israeliti mormorò contro Mosè e contro Aronne. 3 Gli Israeliti dissero loro: "Fossimo morti per mano del Signore nella terra d'Egitto, quando eravamo seduti presso la pentola della carne, mangiando pane a sazietà! Invece ci avete fatto uscire in questo deserto per far morire di fame tutta questa moltitudine". 4 Allora il Signore disse a Mosè: "Ecco, io sto per far piovere pane dal cielo per voi: il popolo uscirà a raccoglierne ogni giorno la razione di un giorno, perchè io lo metta alla prova, per vedere se cammina o no secondo la mia legge. 5 Ma il sesto giorno, quando prepareranno quello che dovranno portare a casa, sarà il doppio di ciò che avranno raccolto ogni altro giorno". 6 Mosè e Aronne dissero a tutti gli Israeliti: "Questa sera saprete che il Signore vi ha fatto uscire dalla terra d'Egitto 7 e domani mattina vedrete la gloria del Signore, poichè egli ha inteso le vostre mormorazioni contro di lui. Noi infatti che cosa siamo, perchè mormoriate contro di noi?". 8 Mosè disse: "Quando il Signore vi darà alla sera la carne da mangiare e alla mattina il pane a sazietà, sarà perchè il Signore ha inteso le mormorazioni con le quali mormorate contro di lui. Noi infatti che cosa siamo? Non contro di noi vanno le vostre mormorazioni, ma contro il Signore". 9 Mosè disse ad Aronne: "Da' questo comando a tutta la comunità degli Israeliti: "Avvicinatevi alla presenza del Signore, perchè egli ha inteso le vostre mormorazioni!"". 10 Ora, mentre Aronne parlava a tutta la comunità degli Israeliti, essi si voltarono verso il deserto: ed ecco, la gloria del Signore si manifestò attraverso la nube. 11 Il Signore disse a Mosè: 12 "Ho inteso la mormorazione degli Israeliti. Parla loro così: "Al tramonto mangerete carne e alla mattina vi sazierete di pane; saprete che io sono il Signore, vostro Dio"". 13 La sera le quaglie salirono e coprirono l'accampamento; al mattino c'era uno strato di rugiada intorno all'accampamento. 14 Quando lo strato di rugiada svanì, ecco, sulla superficie del deserto c'era una cosa fine e granulosa, minuta come è la brina sulla terra. 15 Gli Israeliti la videro e si dissero l'un l'altro: "Che cos'è?", perchè non sapevano che cosa fosse. Mosè disse loro: "è il pane che il Signore vi ha dato in cibo. 16 Ecco che cosa comanda il Signore: "Raccoglietene quanto ciascuno può mangiarne, un omer a testa, secondo il numero delle persone che sono con voi. Ne prenderete ciascuno per quelli della propria tenda"". 17 Così fecero gli Israeliti. Ne raccolsero chi molto, chi poco. 18 Si misurò con l'omer: colui che ne aveva preso di più, non ne aveva di troppo; colui che ne aveva preso di meno, non ne mancava. Avevano raccolto secondo quanto ciascuno poteva mangiarne. 19 Mosè disse loro: "Nessuno ne faccia avanzare fino al mattino". 20 Essi non obbedirono a Mosè e alcuni ne conservarono fino al mattino; ma vi si generarono vermi e imputridì. Mosè si irritò contro di loro. 21 Essi dunque ne raccoglievano ogni mattina secondo quanto ciascuno mangiava; quando il sole cominciava a scaldare, si scioglieva. 22 Quando venne il sesto giorno essi raccolsero il doppio di quel pane, due omer a testa. Allora tutti i capi della comunità vennero a informare Mosè. 23 Egli disse loro: "è appunto ciò che ha detto il Signore: "Domani è sabato, riposo assoluto consacrato al Signore. Ciò che avete da cuocere, cuocetelo; ciò che avete da bollire, bollitelo; quanto avanza, tenetelo in serbo fino a domani mattina"". 24 Essi lo misero in serbo fino al mattino, come aveva ordinato Mosè, e non imputridì, nè vi si trovarono vermi. 25 Disse Mosè: "Mangiatelo oggi, perchè è sabato in onore del Signore: oggi non ne troverete nella campagna. 26 Sei giorni lo raccoglierete, ma il settimo giorno è sabato: non ve ne sarà". 27 Nel settimo giorno alcuni del popolo uscirono per raccoglierne, ma non ne trovarono. 28 Disse allora il Signore a Mosè: "Fino a quando rifiuterete di osservare i miei ordini e le mie leggi? 29 Vedete che il Signore vi ha dato il sabato! Per questo egli vi dà al sesto giorno il pane per due giorni. Restate ciascuno al proprio posto! Nel settimo giorno nessuno esca dal luogo dove si trova". 30 Il popolo dunque riposò nel settimo giorno. 31 La casa d'Israele lo chiamò manna. Era simile al seme del coriandolo e bianco; aveva il sapore di una focaccia con miele. 32 Mosè disse: "Questo ha ordinato il Signore: "Riempitene un omer e conservatelo per i vostri discendenti, perchè vedano il pane che vi ho dato da mangiare nel deserto, quando vi ho fatto uscire dalla terra d'Egitto"". 33 Mosè disse quindi ad Aronne: "Prendi un'urna e mettici un omer completo di manna; deponila davanti al Signore e conservala per i vostri discendenti". 34 Secondo quanto il Signore aveva ordinato a Mosè, Aronne la depose per conservarla davanti alla Testimonianza. 35 Gli Israeliti mangiarono la manna per quarant'anni, fino al loro arrivo in una terra abitata: mangiarono la manna finchè non furono arrivati ai confini della terra di Canaan. 36 L'omer è la decima parte dell'efa.

16:1 16:1 POI tutta la raunanza de' figliuoli d'Israele si parti' di Elim, e venne nel deserto di Sin, ch'e' fra Elim e Sinai, nel quintodecimo giorno del mese secondo, da che furono usciti di Egitto. 2 16:2 E tutta la raunanza de' figliuoli d'Israele mormoro' contro a Mose', e contro ad Aaronne, nel deserto. 3 16:3 E i figliuoli d'Israele dissero loro: Oh! fossimo pur morti per la mano del Signore, nel paese di Egitto, quando sedevamo proesso alle pignatte delle carni, quando mangiavamo del pane a sazieta'. conciossia-che' voi ci abbiate tratti in questo deserto, per far morir di fame tutta questa raunanza. 4 16:4 E il Signore disse a Mose': Ecco, io vi faro' piovere del pane dal cielo. e il popolo uscira', e ne raccogliera' di di' in di' quanto gliene bisognera' per giorno. acciocche' io lo provi, s'egli camminera' nella mia Legge, o no. 5 16:5 Ma ogni sesto giorno apparecchino essi cio' che avranno a portare in tavola. e cio' sia il doppio di quello che coglieranno per ciascun giorno. 6 16:6 E Mose' ed Aaronne dissero a tutti i figliuoli d'Israele: Questa sera voi conoscerete che il Signore vi ha tratti fuori del paese di Egitto. 7 16:7 E domattina voi vedrete la gloria del Signore. conciossiache' egli abbia uditi i vostri mormorii contro al Signore. ma, quant'e' a noi, che siamo noi, che voi mormoriate contro a noi? 8 16:8 Mose', oltre a cio', disse: Cio' avverra', dandovi il Signore questa sera della carne a mangiare, e domattina del pane a sazieta'. perche' il Signore ha intesi i vostri mormorii, co' quali avete mormorato contro a lui. ma, quant'e' a noi, che siamo noi? i vostri mormorii non s'indirizzano contro a noi, anzi contro al Signore. 9 16:9 Poi Mose' disse ad Aaronne: Di' a tutta la raunan-za de' figliuoli d'Israele: Approessatevi davanti al Signore. perciocche' egli ha intesi i vostri mormorii. 10 16:10 E, come Aaronne parlava a tutta la raunanza de' figliuoli d'Israele, essi voltarono la faccia verso il deserto. ed ecco, la gloria del Signore apparve nella nuvola. 11 16:11 E il Signore parlo' a Mose', dicendo: 12 16:12 Io ho intesi i mormorii dei figliuoli d'Israele. parla loro, dicendo: Fra i due vesproi voi mangerete della carne, e domattina sarete saziati di pane. e conoscerete ch'io sono il Signore Iddio vostro. 13 16:13 E avvenne su la sera che delle quaglie salirono, e coproirono il campo. e la mattina vi fu un suolo di rugiada intorno al campo. 14 16:14 E quando quel suolo di rugiada fu sparito, ecco, soproa la faccia del deserto vi era una cosa minuta, tonda, sottile come brina, in su la terra. 15 16:15 E quando i figliuoli d'Israele la videro, dissero l'uno all'altro: Questo e' del Man. perciocche' non sapevano che cosa fosse. E Mo-se' disse loro: Quest'e' il pane che il Signore vi da' per mangiare. 16 16:16 Quest'e' quello che il Signore ha comandato: Raccoglietene ciascuno a ragion del suo mangiare, un omer per testa, secondo il numero delle vostre persone. proendane ciascuno per quelli che son nel suo padiglione. 17 16:17 E i figliuoli d'Israele fecero cosi'. e ne raccolsero, chi assai, e chi poco. 18 16:18 E lo misurarono con l'omer. e chi ne avea raccolto assai non n'ebbe di soverchio. e chi ne avea raccolto poco non n'ebbe di manco. ciascuno ne raccoglieva quanto gliene bisognava per lo suo mangiare. 19 16:19 E Mose' disse loro: Niuno ne lasci di resto fino alla mattina. 20 16:20 Ma alcuni non ubbidirono a Mose', e ne lasciarono di resto fino alla mattina, e quello invermino', e puti'. laonde Mose' si adiro' contro a loro. 21 16:21 Cosi' lo raccoglievano ogni mattina, ciascuno a ragion del suo mangiare. e quando il sole si riscaldava, quello si struggeva. 22 16:22 E nel sesto giorno raccolsero di quel pane il doppio, cioe': due omer per uno. E tutti i proincipali della raunanza vennero, e rapportarono la cosa a Mose'. 23 16:23 Ed egli disse loro: Quest'e' quel che il Signore ha detto: Domani e' il Sabato, il riposo sacro al Signore. cuocete oggi quel che avete a cuocere al forno od al fuoco. e riponetevi tutto quello che soproabbondera', per serbarlo fino a domani. 24 16:24 Essi adunque riposero quello fino alla mattina, come Mose' avea comandato. e non puti', e non vi fu alcun vermine. 25 16:25 E Mose' disse: Mangiatelo oggi. perciocche' oggi e' Sabato al Signore. oggi voi non ne troverete per li campi. 26 16:26 Raccoglietene per sei giorni. ma nel settimo giorno e' Sabato. in quel di' non ne sara'. 27 16:27 Ora, nel settimo giorno avvenne che alcuni del popolo uscirono per raccoglierne, ma non ne trovarono. 28 16:28 E il Signore disse a Mose': Fino a quando ricuserete di osservare i miei comandamenti, e le mie leggi? 29 16:29 Vedete che il Signore vi ha ordinato il Sabato. percio' egli vi da' nel sesto giorno del pane per due giorni. stiasene ciascun di voi in casa, non esca alcuno del suo luogo al settimo giorno. 30 16:30 Il popolo adunque si riposo' nel settimo giorno. 31 16:31 E la casa d'Israele chiamo' quel pane manna. ed esso era simile a seme di coriandolo, ed era bianco, e il suo sapore era come di frittelle fatte col miele. 32 16:32 Mose', oltre a cio', disse: Quest'e' quello che il Signore ha comandato: Empi un omer di manna, accioc-che' sia serbata per le vostre eta', e che esse veggano il pane, del quale io vi ho cibati nel deserto, dopo avervi tratti fuor del paese di Egitto. 33 16:33 Mose' adunque disse ad Aaronne: Piglia un vaso, e mettivi dentro un pieno omer di manna, e riponilo davanti al Signore, accioc-che' quella sia serbata per le vostre eta'. 34 16:34 Come il Signore avea comandato a Mose', Aaron-ne ripose quella manna davanti alla Testimonianza, per esser serbata. 35 16:35 E i figliuoli d'Israele mangiarono la manna lo spazio di quarantanni, fin-che' furono arrivati in paese abitato. mangiarono la manna, finche' furono arrivati a' confini del paese di Canaan. 36 16:36 Or un omer e' la decima parte di un efa.

16:1 16:1 E tutta la raunanza de' figliuoli d'Israele parti' da Elim e giunse al deserto di Sin, ch'e' fra Elim e Sinai, il quindicesimo giorno del secondo mese dopo la loro partenza dal paese d'Egitto. 2 16:2 E tutta la raunanza de' figliuoli d'Israele mormoro' contro Mose' e contro Aaronne nel deserto. 3 16:3 I figliuoli d'Israele dissero loro: 'Oh, fossimo pur morti per mano dell'Eterno nel paese d'Egitto, quando sedevamo proesso le pignatte della carne e mangiavamo del pane a sazieta'! Poichè voi ci avete menati in questo deserto per far morir di fame tutta questa raunanza'. 4 16:4 E l'Eterno disse a Mose': 'Ecco, io vi faro' piovere del pane dal cielo. e il popolo uscira' e ne raccogliera' giorno per giorno quanto gliene abbisognera' per la giornata, ond'io lo metta alla prova per vedere se camminera' o no secondo la mia legge. 5 16:5 Ma il sesto giorno, quando proepareranno quello che avran portato a casa, esso sara' il doppio di quello che avranno raccolto ogni altro giorno'. 6 16:6 E Mose' ed Aaronne dissero a tutti i figliuoli d'Israele: 'Questa sera voi conoscerete che l'Eterno e' quegli che vi ha tratto fuori dal paese d'Egitto. 7 16:7 e domattina vedrete la gloria dell'Eterno. poich'egli ha udito le vostre mormorazioni contro l'Eterno. quanto a noi, che cosa siamo perchè mormoriate contro di noi?' 8 16:8 E Mose' disse: 'Vedrete la gloria dell'Eterno quando stasera egli vi dara' della carne da mangiare e domattina del pane a sazieta'. giacchè l'Eterno ha udito le vostre mormorazioni che proferite contro di lui. quanto a noi, che cosa siamo? le vostre mormorazioni non sono contro di noi, ma contro l'Eterno'. 9 16:9 Poi Mose' disse ad Aa-ronne: 'Di' a tutta la rau-nanza de' figliuoli d'Israele: Avvicinatevi alla proesenza dell'Eterno, perch'egli ha udito le vostre mormorazioni'. 10 16:10 E come Aaronne parlava a tutta la raunanza de' figliuoli d'Israele, questi volsero gli occhi verso il deserto. ed ecco che la gloria dell'Eterno apparve nella nuvola. 11 16:11 E l'Eterno parlo' a Mose', dicendo: 12 16:12 'Io ho udito le mormorazioni dei figliuoli d'Israele. parla loro, dicendo: Sull'imbrunire mangerete della carne, e domattina sarete saziati di pane. e conoscerete che io sono l'Eterno, l'Iddio vostro'. 13 16:13 E avvenne, verso sera, che saliron delle quaglie, che ricopersero il campo. e, la mattina, c'era uno strato di rugiada intorno al campo. 14 16:14 E quando lo strato di rugiada fu sparito, ecco sulla faccia del deserto una cosa minuta, tonda, minuta come brina sulla terra. 15 16:15 E i figliuoli d'Israele, veduta che l'ebbero, dissero l'uno all'altro: 'Che cos'e'?' perchè non sapevan che cosa fosse. E Mose' disse loro: 'Questo e' il pane che l'Eterno vi da' a mangiare. 16 16:16 'Ecco quel che l'Eterno ha comandato: Ne raccolga ognuno, quanto gli basta per il suo nutrimento: un omer a testa, secondo il numero delle vostre persone. ognuno ne pigli per quelli che sono nella sua tenda'. 17 16:17 I figliuoli d'Israele fecero cosi', e ne raccolsero gli uni piu' e gli altri meno. 18 16:18 Lo misurarono con l'omer, e chi ne aveva raccolto molto non n'ebbe di soverchio. e chi ne aveva raccolto poco non n'ebbe penuria. Ognuno ne raccolse quanto gliene abbisognava per il suo nutrimento. 19 16:19 E Mose' disse loro: 'Nessuno ne serbi fino a domattina'. 20 16:20 Ma alcuni non ubbidirono a Mose', e ne serbarono fino all'indomani. e quello invermini' e mando' fetore. e Mose' s'adiro' contro costoro. 21 16:21 Cosi' lo raccoglievano tutte le mattine: ciascuno nella misura che bastava al suo nutrimento. e quando il sole si faceva caldo, quello si struggeva. 22 16:22 E il sesto giorno raccolsero di quel pane il doppio: due omer per ciascuno. E tutti i capi della raunanza lo vennero a dire a Mose'. 23 16:23 Ed egli disse loro: 'Questo e' quello che ha detto l'Eterno: Domani e' un giorno solenne di riposo: un sabato sacro all'Eterno. fate cuocere oggi quel che avete da cuocere e fate bollire quel che avete da bollire. e tutto quel che vi avanza, riponetelo e serbatelo fino a domani'. 24 16:24 Essi dunque lo riposero fino all'indomani, come Mose' aveva ordinato: e quello non die' fetore e non invermini'. 25 16:25 E Mose' disse: 'Mangiatelo oggi, perchè oggi e' il sabato sacro all'Eterno. oggi non ne troverete per i campi. 26 16:26 Raccoglietene durante sei giorni. ma il settimo giorno e' il sabato. in quel giorno non ve ne sara''. 27 16:27 Or nel settimo giorno avvenne che alcuni del popolo uscirono per raccoglierne, e non ne trovarono. 28 16:28 E l'Eterno disse a Mose': 'Fino a quando rifiuterete d'osservare i miei comandamenti e le mie leggi? 29 16:29 Riflettete che l'Eterno vi ha dato il sabato. per questo, nel sesto giorno egli vi da' del pane per due giorni. ognuno stia dov'e'. nessuno esca dalla sua tenda il settimo giorno'. 30 16:30 Cosi' il popolo si riposo' il settimo giorno. 31 16:31 E la casa d'Israele chiamo' quel pane Manna. esso era simile al seme di coriandolo. era bianco, e aveva il gusto di schiacciata fatta col miele. 32 16:32 E Mose' disse: 'Questo e' quello che l'Eterno ha ordinato: Empi un omer di manna, perchè sia conservato per i vostri discendenti, onde veggano il pane col quale vi ho nutriti nel deserto, quando vi ho tratti fuori dal paese d'Egitto'. 33 16:33 E Mose' disse ad Aaronne: 'proendi un vaso, mettivi dentro un intero omer di manna, e deponilo davanti all'Eterno, perchè sia conservato per i vostri discendenti'. 34 16:34 Secondo l'ordine che l'Eterno avea dato a Mose', Aaronne lo depose dinanzi alla Testimonianza, perchè fosse conservato. 35 16:35 E i figliuoli d'Israele mangiarono la manna per quarantanni, finchè arrivarono in paese abitato. mangiarono la manna finchè giunsero ai confini del paese di Canaan. 36 16:36 Or l'omer e' la decima parte dell'efa.

16:1 16:1 Tutta la comunitó dei figli d'Israele partò da Elim e giunse al deserto di Sin, che è tra Elim e il Sinai, il quindicesimo giorno del secondo mese dopo la loro partenza dal paese d'Egitto. 2 16:2 Tutta la comunitó dei figli d'Israele mormorò contro Mosè e contro Aaronne nel deserto. 3 16:3 I figli d'Israele dissero loro: 'Fossimo pur morti per mano del SIGNORE nel paese d'Egitto, quando sedevamo intorno a pentole piene di carne e mangiavamo pane a sazietó! Voi ci avete condotti in questo deserto perchè tutta questa assemblea morisse di fame!'. 4 16:4 Allora il SIGNORE disse a Mosè: 'Ecco, io farò piovere pane dal cielo per voi. il popolo usciró e ne raccoglieró ogni giorno il necessario per la giornata. cosò lo metterò alla prova e vedrò se cammina o no secondo la mia legge. 5 16:5 Ma il sesto giorno, quando proepareranno quello che hanno portato a casa, dovró essere il doppio di quello che raccolgono ogni altro giorno'. 6 16:6 Mosè e Aaronne dissero a tutti i figli d'Israele: 'Questa sera voi conoscerete che il SIGNORE è colui che vi ha fatti uscire dal paese d'Egitto. 7 16:7 Domattina vedrete la gloria del SIGNORE, poichè egli ha udito i vostri mormorii contro il SIGNORE. Quanto a noi, che cosa siamo perchè mormoriate contro di noi?'. 8 16:8 E Mosè disse: 'Vedrete la gloria del SIGNORE quando stasera egli vi daró carne da mangiare e domattina pane a sazietó. perchè il SIGNORE ha udito le lagnanze che voi mormorate contro di lui. Noi infatti, che cosa siamo? I vostri mormorii non sono contro di noi, ma contro il SIGNORE'. 9 16:9 Poi Mosè disse ad Aaronne: 'Dò a tutta la comunitó dei figli d'Israele: ""Avvicinatevi alla proesenza del SIGNORE, perchè egli ha udito i vostri mormorii""'. 10 16:10 Mentre Aaronne parlava a tutta la comunitó dei figli d'Israele, questi volsero gli occhi verso il deserto, ed ecco la gloria del SIGNORE apparire nella nuvola. 11 16:11 E il SIGNORE disse a Mosè: 12 16:12 'Io ho udito i mormorii dei figli d'Israele. parla loro cosò: ""Al tramonto mangerete carne e domattina sarete saziati di pane. e conoscerete che io sono il SIGNORE, il vostro Dio""'. 13 16:13 La sera stessa arrivarono delle quaglie che ricoproirono il campo. La mattina c'era uno strato di rugiada intorno al campo. 14 16:14 e quando lo strato di rugiada fu sparito, ecco sulla superficie del deserto una cosa minuta, tonda, minuta come brina sulla terra. 15 16:15 I figli d'Israele, quando l'ebbero vista, si dissero l'un l'altro: 'Che cos'è?' perchè non sapevano che cosa fosse. Mosè disse loro: 'Questo è il pane che il SIGNORE vi dó da mangiare. 16 16:16 Ecco quello che il SIGNORE ha comandato: ""Ognuno ne raccolga quanto gli basta per il suo nutrimento: un omer a testa, secondo il numero delle persone che vivono con voi. ognuno ne proenda per quelli che sono nella sua tenda""'. 17 16:17 I figli d'Israele fecero cosò, ne raccolsero gli uni più e gli altri meno. 18 16:18 Lo misurarono con l'omer. chi ne aveva raccolto molto non ne ebbe in eccesso. e chi ne aveva raccolto poco non gliene mancava. Ognuno ne raccolse quanto gliene occorreva per il suo nutrimento. 19 16:19 Mosè disse loro: 'Nessuno ne conservi fino a domattina'. 20 16:20 Ma alcuni non ubbidirono a Mosè e ne conservarono fino all'indomani. Quello imputridò e fu infestato dai vermi. e Mosè si adirò contro costoro. 21 16:21 Cosò lo raccoglievano tutte le mattine: ciascuno nella misura che bastava al suo nutrimento. e quando il sole diventava caldo, quello si scioglieva. 22 16:22 Il sesto giorno raccolsero il doppio di quel pane: due omer per ciascuno. Tutti i capi della comunitó vennero a dirlo a Mosè. 23 16:23 Ed egli disse loro: 'Questo è quello che ha detto il SIGNORE: ""Domani è un giorno solenne di riposo: un sabato sacro al SIGNORE. fate cuocere oggi quello che avete da cuocere, e fate bollire quello che avete da bollire. tutto quel che vi avanza, riponetelo e conservatelo fino a domani""'. 24 16:24 Essi dunque lo misero da parte fino all'indomani, come Mosè aveva ordinato, e quello non imputridò e non fu infestato dai vermi. 25 16:25 Mosè disse: 'Mangiatelo oggi, perchè oggi è il sabato sacro al SIGNORE. oggi non ne troverete nei campi. 26 16:26 Raccoglietene durante sei giorni. ma il settimo giorno è il sabato. in quel giorno non ve ne saró'. 27 16:27 Il settimo giorno alcuni del popolo uscirono per raccoglierne, ma non ne trovarono. 28 16:28 Allora il SIGNORE disse a Mosè: 'Fino a quando rifiuterete di osservare i miei comandamenti e le mie leggi? 29 16:29 Guardate che il SIGNORE vi ha dato il sabato. Per questo, il sesto giorno egli vi dó del pane per due giorni. Perciò ognuno stia dov'è, nessuno esca dalla sua tenda il settimo giorno'. 30 16:30 Cosò il popolo si riposò il settimo giorno. 31 16:31 La casa d'Israele chiamò quel pane manna. esso era simile al seme del coriandolo. era bianco, e aveva il gusto di schiacciata fatta col miele. 32 16:32 Mosè disse: 'Questo è quello che il SIGNORE ha ordinato: ""Riempi un omer di manna, perchè sia conservato per i vostri discendenti, perchè vedano il pane col quale vi ho nutriti nel deserto, quando vi ho fatti uscire dal paese d'Egitto""'. 33 16:33 E Mosè disse ad Aaronne: 'proendi un vaso, mettici dentro un omer di manna, e deponilo davanti al SIGNORE, perchè sia conservato per i vostri discendenti'. 34 16:34 Secondo l'ordine che il SIGNORE aveva dato a Mosè, Aaronne lo depose davanti alla Testimonianza, perchè fosse conservato. 35 16:35 I figli d'Israele mangiarono la manna per qua-rant'anni, finchè arrivarono in terra abitata. Mangiarono la manna finchè giunsero ai confini del paese di Canaan. 36 16:36 L'omer è la decima parte dell'efa.

16:1 16:1 Poi essi partirono da Elim e tutta l’assemblea dei figli d’Israele giunse nel deserto di Sin, che è fra Elim e il Sinai, il quindicesimo giorno del secondo mese dopo la loro partenza dal paese d’Egitto. 2 16:2 E tutta l’assemblea dei figli d’Israele mormorò contro Mosè e contro Aaronne nel deserto. 3 16:3 I figli d’Israele dissero loro: ’Oh, fossimo pur morti per mano dell’Eterno nel paese d’Egitto, quando sedevamo proesso le pentole di carne e mangiavamo pane a sazietó! Poichè voi ci avete condotti in questo deserto per far morire di fame tutta questa assemblea'. 4 16:4 L’Eterno disse a Mosè: ’Ecco, io farò piovere per voi del pane dal cielo. e il popolo usciró e raccoglieró ogni giorno la provvista del giorno, perchè io lo voglio mettere alla prova per vedere se cammineró o no secondo la mia legge. 5 16:5 Ma il sesto giorno, quando proepareranno la provvista che devono portare a casa, essa saró il doppio di quella che raccolgono giornalmente'. 6 16:6 Allora Mosè ed Aaron-ne dissero a tutti i figli d’Israele: ’Alla sera voi conoscerete che l’Eterno è colui che vi ha fatto uscire dal paese d’Egitto. 7 16:7 e al mattino vedrete la gloria dell’Eterno, poichè egli ha udito le vostre mormorazioni contro l’Eterno. ma noi che cosa siamo perchè mormoriate contro di noi?'. 8 16:8 Mosè disse ancora: ’Questo avverró, quando l’Eterno vi daró carne da mangiare alla sera e pane a sazietó al mattino, poichè l’Eterno ha udito le vostre mormorazioni che avete fatto contro di lui. Ma noi che cosa siamo? Le vostre mormorazioni non sono contro di noi, ma contro l’Eterno'. 9 16:9 Poi Mosè disse ad Aa-ronne: ’Dì a tutta l’assemblea dei figli d’Israele: ""Avvicinatevi davanti all’Eterno, perchè egli ha udito le vostre mormorazioni""'. 10 16:10 Come Aaronne parlava a tutta l’assemblea dei figli d’Israele, essi si voltarono verso il deserto. ed ecco che la gloria dell’Eterno apparve nella nuvola. 11 16:11 E l’Eterno parlò a Mosè, dicendo: 12 16:12 ’Io ho udito le mormorazioni dei figli d’Israele. parla loro, dicendo: ""Sull’imbrunire mangerete della carne e al mattino sarete saziati di pane. e conoscerete che io sono l’Eterno, il vostro DIO""'. 13 16:13 Così, verso sera avvenne che salirono delle quaglie e ricopersero il campo. e al mattino c’era uno strato di rugiada intorno al campo. 14 16:14 Poi lo strato di rugiada scomparve, ed ecco sulla superficie del deserto una cosa fine e tonda, minuta come la brina sulla terra. 15 16:15 Quando i figli d’Israele la videro, si dissero l’un l’altro: ’Che cos’è?', perchè non sapevano che cosa fosse. E Mosè disse loro: ’Questo è il pane che l’Eterno vi ha dato da mangiare. 16 16:16 Ecco quel che l’Eterno ha comandato: Ne raccolga ognuno quanto gli basta per il suo nutrimento, un omer a testa, secondo il numero delle persone che siete. ognuno ne pigli per quelli che sono nella sua tenda'. 17 16:17 I figli d’Israele fecero così. gli uni ne raccolsero di più e gli altri di meno. 18 16:18 Lo misurarono con l’omer. or chi ne aveva raccolto molto non ne ebbe troppo. e chi ne aveva raccolto poco non ne mancò. Ognuno ne raccolse in base al suo bisogno di cibo. 19 16:19 Poi Mosè disse loro: ’Nessuno ne avanzi fino al mattino'. 20 16:20 Ma essi non ubbidirono a Mosè e alcuni ne avanzarono fino all’indomani. e questo imputridì producendo vermi e mandò fetore. e Mosè si adirò contro costoro. 21 16:21 Così lo raccoglievano tutte le mattine: ciascuno in base al suo bisogno di cibo. ma quando il sole si faceva caldo, quello si scioglieva. 22 16:22 Così il sesto giorno raccolsero una doppia porzione di pane, due omer per ciascuno. E tutti i capi dell’assemblea vennero a riferirlo a Mosè. 23 16:23 Egli allora disse loro: ’Questo è ciò che l’Eterno ha detto: Domani è un giorno solenne di riposo, un sabato sacro all’Eterno. fate cuocere oggi quel che dovete cuocere e fate bollire quel che dovete bollire. e tutto quel che vi avanza, riponetelo e conservatelo fino a domani'. 24 16:24 Essi dunque lo riposero fino all’indomani, come Mosè aveva ordinato. e quello non mandò fetore e non produsse vermi. 25 16:25 Mosè disse: ’Mangiatelo oggi, perchè oggi è il sabato sacro all’Eterno. oggi non ne troverete per i campi. 26 16:26 Raccoglietene durante sei giorni. ma nel settimo giorno, il sabato, non ve ne saró'. 27 16:27 Or nel settimo giorno avvenne che alcuni del popolo uscirono per raccoglierne, ma non ne trovarono. 28 16:28 Allora l’Eterno disse a Mosè: ’Fino a quando rifiuterete di osservare i miei comandamenti e le mie leggi? 29 16:29 Ricordate che l’Eterno vi ha dato il sabato. per questo nel sesto giorno egli vi dó del pane per due giorni. Rimanga ognuno al suo posto. nessuno esca dalla sua tenda il settimo giorno'. 30 16:30 Così il popolo si riposò il settimo giorno. 31 16:31 E la casa d’Israele lo chiamò Manna. essa era simile al seme di coriandolo, bianca e con il gusto di schiacciate fatte col miele. 32 16:32 Poi Mosè disse: ’Questo è ciò che l’Eterno ha ordinato: ""Riempi con essa un omer, perchè sia conservata per i vostri discendenti, affinchè essi vedano il pane che vi ho fatto mangiare nel deserto, quando vi ho fatto uscire dal paese d’Egitto""'. 33 16:33 Mosè disse quindi ad Aaronne: ’proendi un vaso, mettici dentro un intero omer di manna e deponilo davanti all’Eterno, perchè sia conservato per i vostri discendenti'. 34 16:34 Come l’Eterno aveva ordinato a Mosè, Aaronne lo depose davanti alla Testimonianza, perchè fosse conservato. 35 16:35 E i figli d’Israele mangiarono la manna per quarantanni, finchè arrivarono in un paese abitato. mangiarono la manna finchè giunsero ai confini del paese di Canaan. 36 16:36 Or l’omer è la decima parte dell’efa.

16:1 Levarono l'accampamento da Elim e tutta la comunità degli Israeliti arrivò al deserto di Sin, che si trova tra Elim e il Sinai, il quindici del secondo mese dopo la loro uscita dal paese d'Egitto. 2 Nel deserto tutta la comunità degli Israeliti mormorò contro Mosè e contro Aronne. 3 Gli Israeliti dissero loro: ""Fossimo morti per mano del Signore nel paese d'Egitto, quando eravamo seduti presso la pentola della carne, mangiando pane a sazietà! Invece ci avete fatti uscire in questo deserto per far morire di fame tutta questa moltitudine"". 4 Allora il Signore disse a Mosè: ""Ecco, io sto per far piovere pane dal cielo per voi: il popolo uscirà a raccoglierne ogni giorno la razione di un giorno, perchè io lo metta alla prova, per vedere se cammina secondo la mia legge o no. 5 Ma il sesto giorno, quando prepareranno quello che dovranno portare a casa, sarà il doppio di ciò che raccoglieranno ogni altro giorno"". 6 Mosè e Aronne dissero a tutti gli Israeliti: ""Questa sera saprete che il Signore vi ha fatti uscire dal paese d'Egitto; 7 domani mattina vedrete la Gloria del Signore; poichè egli ha inteso le vostre mormorazioni contro di lui. Noi infatti che cosa siamo, perchè mormoriate contro di noi?"". 8 Mosè disse: ""Quando il Signore vi darà alla sera la carne da mangiare e alla mattina il pane a sazietà, sarà perchè il Signore ha inteso le mormorazioni, con le quali mormorate contro di lui. Noi infatti che cosa siamo? Non contro di noi vanno le vostre mormorazioni, ma contro il Signore"". 9 Mosè disse ad Aronne: ""Dó questo comando a tutta la comunità degli Israeliti: Avvicinatevi alla presenza del Signore, perchè egli ha inteso le vostre mormorazioni!"". 10 Ora mentre Aronne parlava a tutta la comunità degli Israeliti, essi si voltarono verso il deserto: ed ecco la Gloria del Signore apparve nella nube. 11 Il Signore disse a Mosè: 12 ""Ho inteso la mormorazione degli Israeliti. Parla loro così: Al tramonto mangerete carne e alla mattina vi sazierete di pane; saprete che io sono il Signore vostro Dio"". 13 Ora alla sera le quaglie salirono e coprirono l'accampamento; al mattino vi era uno strato di rugiada intorno all'accampamento. 14 Poi lo strato di rugiada svanì ed ecco sulla superficie del deserto vi era una cosa minuta e granulosa, minuta come è la brina sulla terra. 15 Gli Israeliti la videro e si dissero l'un l'altro: ""Man hu: che cos'è?"", perchè non sapevano che cosa fosse. Mosè disse loro: ""è il pane che il Signore vi ha dato in cibo. 16 Ecco che cosa comanda il Signore: Raccoglietene quanto ciascuno può mangiarne, un omer a testa, secondo il numero delle persone con voi. Ne prenderete ciascuno per quelli della propria tenda"". 17 Così fecero gli Israeliti. Ne raccolsero chi molto chi poco. 18 Si misurò con l'omer: colui che ne aveva preso di più, non ne aveva di troppo, colui che ne aveva preso di meno non ne mancava: avevano raccolto secondo quanto ciascuno poteva mangiarne. 19 Poi Mosè disse loro: ""Nessuno ne faccia avanzare fino al mattino"". 20 Essi non obbedirono a Mosè e alcuni ne conservarono fino al mattino; ma vi si generarono vermi e imputridì. Mosè si irritò contro di loro. 21 Essi dunque ne raccoglievano ogni mattina secondo quanto ciascuno mangiava; quando il sole cominciava a scaldare, si scioglieva. 22 Nel sesto giorno essi raccolsero il doppio di quel pane, due omer a testa. Allora tutti i principi della comunità vennero ad informare Mosè. 23 E disse loro: ""è appunto ciò che ha detto il Signore: Domani è sabato, riposo assoluto consacrato al Signore. Ciò che avete da cuocere, cuocetelo; ciò che avete da bollire, bollitelo; quanto avanza, tenetelo in serbo fino a domani mattina"". 24 Essi lo misero in serbo fino al mattino, come aveva ordinato Mosè, e non imputridì, nè vi si trovarono vermi. 25 Disse Mosè: ""Mangiatelo oggi, perchè è sabato in onore del Signore: oggi non lo troverete nella campagna. 26 Sei giorni lo raccoglierete, ma il settimo giorno è sabato: non ve ne sarà"". 27 Nel settimo giorno alcuni del popolo uscirono per raccoglierne, ma non ne trovarono. 28 Disse allora il Signore a Mosè: ""Fino a quando rifiuterete di osservare i miei ordini e le mie leggi? 29 Vedete che il Signore vi ha dato il sabato! Per questo egli vi dà al sesto giorno il pane per due giorni. Restate ciascuno al proprio posto! Nel settimo giorno nessuno esca dal luogo dove si trova"". 30 Il popolo dunque riposò nel settimo giorno. 31 La casa d'Israele la chiamò manna. Era simile al seme del coriandolo e bianca; aveva il sapore di una focaccia con miele. 32 Mosè disse: ""Questo ha ordinato il Signore: Riempitene un omer e conservatelo per i vostri discendenti, perchè vedano il pane che vi ho dato da mangiare nel deserto, quando vi ho fatti uscire dal paese d'Egitto"". 33 Mosè disse quindi ad Aronne: ""Prendi un'urna e mettici un omer completo di manna; deponila davanti al Signore e conservala per i vostri discendenti"". 34 Secondo quanto il Signore aveva ordinato a Mosè, Aronne la depose per conservarla davanti alla Testimonianza. 35 Gli Israeliti mangiarono la manna per quarant'anni, fino al loro arrivo in una terra abitata, mangiarono cioè la manna finchè furono arrivati ai confini del paese di Canaan. 36 L'omer è la decima parte di un'efa.

Mappa

Commento di un santo

Tutto questo avvenne allora come fi gura del popolo di Israele. Noi invece lo vediamo ripetersi ancora ogni giorno nel la nostra vita e nella nostra professione. Chiunque infatti, dopo aver rinunciato a questo mondo, ritorna alle antiche ten denze e ai suoi passati desideri, di fatto, con la sua mente, ripete le stesse parole con loro e come loro: ''Come stavamo be ne in Egitto!'. E io temo che anche qui ci sia un numero tale di uomini simili, quan to grande si legge che fu allora il numero dei prevaricatori sotto Mosè. Di fatto, es sendo di ben seicento e tremila uomini armati la moltitudine di quelli che erano usciti dall'Egitto, di questi non più di due soltanto entrarono nella Terra promessa. Ne segue che noi dobbiamo essere molto guardinghi e scegliere gli esempi delle virtù unicamente da pochi e molto rari, poichè proprio secondo la figura già da me richiamata, anche nel Vangelo si dice che molti sono i chiamati, ma ben pochi gli eletti (cf. Mt 22, 14). Ben poco dun que gioverà a noi la rinuncia corporale e. in certo qual modo, l'uscita dall'Egitto con il cambiamento del luogo, se poi noi rinunciamo egualmente a raggiungere rinuncia del cuore, che è poi ben più al e utile.

Autore

Cassiano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-16°mercoledi dell'anno dispari dove si leggono i seguenti passi
[(sal 78,18-19.78,23-28)}; (Eso 16,1-5.16,9-15)}; (mat 13,1-9)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale
6
bato
210
l
2
bato
70
l