Cronologia dei paragrafi

Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Il giudizio futuro (Is 65,1-99)

65:1 Mi feci ricercare da chi non mi consultava, mi feci trovare da chi non mi cercava. Dissi: "Eccomi, eccomi" a una nazione che non invocava il mio nome. 2 Ho teso la mano ogni giorno a un popolo ribelle; essi andavano per una strada non buona, seguendo i loro propositi, 3 un popolo che mi provocava sempre, con sfacciataggine. Essi sacrificavano nei giardini, offrivano incenso sui mattoni, 4 abitavano nei sepolcri, passavano la notte in nascondigli, mangiavano carne suina e cibi immondi nei loro piatti. 5 Essi dicono: "Sta' lontano! Non accostarti a me, che per te sono sacro". Tali cose sono un fumo al mio naso, un fuoco acceso tutto il giorno. 6 Ecco, tutto questo sta scritto davanti a me; io non tacerò finchè non avrò ripagato abbondantemente 7 le vostre iniquità e le iniquità dei vostri padri, tutte insieme, dice il Signore. Costoro hanno bruciato incenso sui monti e sui colli mi hanno insultato; così io misurerò loro in grembo la ricompensa delle loro azioni passate. 8 Dice il Signore: "Come quando si trova succo in un grappolo, si dice: "Non distruggetelo, perchè qui c'è una benedizione", così io farò per amore dei miei servi, per non distruggere ogni cosa. 9 Io farò uscire una discendenza da Giacobbe, da Giuda un erede dei miei monti. I miei eletti ne saranno i padroni e i miei servi vi abiteranno. 10 Saron diventerà un pascolo di greggi, la valle di Acor un recinto per armenti, per il mio popolo che mi ricercherà. 11 Ma voi, che avete abbandonato il Signore, dimentichi del mio santo monte, che preparate una tavola per Gad e riempite per Menì la coppa di vino, 12 io vi destino alla spada; tutti vi curverete alla strage, perchè ho chiamato e non avete risposto, ho parlato e non avete udito. Avete fatto ciò che è male ai miei occhi, ciò che non gradisco, l'avete scelto". 13 Pertanto, così dice il Signore Dio: "Ecco, i miei servi mangeranno e voi avrete fame; ecco, i miei servi berranno e voi avrete sete; ecco, i miei servi gioiranno e voi resterete delusi; 14 ecco, i miei servi giubileranno per la gioia del cuore, voi griderete per il dolore del cuore, urlerete per lo spirito affranto. 15 Lascerete il vostro nome come imprecazione fra i miei eletti: "Così ti faccia morire il Signore Dio". Ma i miei servi saranno chiamati con un altro nome. 16 Chi vorrà essere benedetto nella terra, vorrà esserlo per il Dio fedele; chi vorrà giurare nella terra, giurerà per il Dio fedele, perchè saranno dimenticate le tribolazioni antiche, saranno occultate ai miei occhi. 17 Ecco, infatti, io creo nuovi cieli e nuova terra; non si ricorderà più il passato, non verrà più in mente, 18 poichè si godrà e si gioirà sempre di quello che sto per creare, poichè creo Gerusalemme per la gioia, e il suo popolo per il gaudio. 19 Io esulterò di Gerusalemme, godrò del mio popolo. Non si udranno più in essa voci di pianto, grida di angoscia. 20 Non ci sarà più un bimbo che viva solo pochi giorni, nè un vecchio che dei suoi giorni non giunga alla pienezza, poichè il più giovane morirà a cento anni e chi non raggiunge i cento anni sarà considerato maledetto. 21 Fabbricheranno case e le abiteranno, pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto. 22 Non fabbricheranno perchè un altro vi abiti, nè pianteranno perchè un altro mangi, poichè, quali i giorni dell'albero, tali i giorni del mio popolo. I miei eletti useranno a lungo quanto è prodotto dalle loro mani. 23 Non faticheranno invano, nè genereranno per una morte precoce, perchè prole di benedetti dal Signore essi saranno, e insieme con essi anche la loro discendenza. 24 Prima che mi invochino, io risponderò; mentre ancora stanno parlando, io già li avrò ascoltati. 25 Il lupo e l'agnello pascoleranno insieme, il leone mangerà la paglia come un bue, e il serpente mangerà la polvere, non faranno nè male nè danno in tutto il mio santo monte", dice il Signore.

65:1 65:3 ad un popolo, che del continuo mi dispetta in faccia, che sacrifica nei giardini, e fa profumi soproa i mattoni. 2 65:4 Il qual dimora fra i sepolcri, e passa le notti ne' luoghi appartati. che mangia carne di porco, e ne' cui vaselli vi e' del brodo di cose abbominevoli. 3 65:5 Che dice: Fatti in la', non accostarti a me. perciocchà io son piu' santo di te. Tali sono un fumo al mio naso, un fuoco ardente tuttodi'. 4 65:6 Ecco, tutto questo e' scritto nel mio cospetto. io non mi tacero', ma ne faro' la retribuzione. ne faro' loro la retribuzione in seno. 5 65:7 Le vostre iniquita', e l'iniquita' de' vostri padri, che han fatti profumi soproa i monti, e mi hanno villaneggiato soproa i colli, son tutte insieme, ha detto il Signore. percio', io misurero' loro in seno il pagamento di cio' che han fatto fin dal proincipio. 6 65:8 Cosi' ha detto il Signore: Siccome, quando si trova del mosto ne' grappoli, si dice: Non guastar la vigna, perciocche' vi e' della benedizione. cosi' faro' io per amor de' miei servitori, per non guastare ogni cosa. 7 65:9 E faro' uscire di Giacobbe una progenie, e di Giuda de' possessori de' miei monti. ed i miei eletti possederanno la terra, ed i miei servitori abiteranno in essa. 8 65:10 E Saron sara' per mandra del minuto bestiame, e la valle di Acor per mandra del grosso. per lo mio popolo che mi avra' cercato. 9 65:11 Ma quant'e' a voi che abbandonate il Signore, che dimenticate il monte della mia santita', che apparecchiate la mensa al pianeta Gad, e fate a piena coppa offerte da spandere a Meni, 10 65:12 io vi daro' a conto alla spada, e voi tutti sarete messi giu' per essere scannati. perciocchà io ho chiamato, e voi non avete risposto. io ho parlato, e voi non avete ascoltato. anzi avete fatto cio' che mi dispiace, ed avete eletto cio' che non mi aggrada. 11 65:13 Percio', cosi' ha detto il Signore Iddio: Ecco, i miei servitori mangeranno, e voi sarete affamati. ecco, i miei servitori berranno, e voi sarete assetati. ecco, i miei servitori si rallegreranno, e voi sarete confusi. 12 65:14 ecco, i miei servitori giubileranno di letizia di cuore, e voi striderete di cordoglio, ed urlerete di rottura di spirito. 13 65:15 E lascerete il vostro nome a' miei eletti, per servir d'esecrazione. e il Signore Iddio ti uccidera'. ma egli nominera' i suoi servitori d'un altro nome. 14 65:16 Colui che si benedira' nella terra si benedira' nell'Iddio di verita'. e colui che giurera' nella terra giurera' per l'Iddio di verita'. perciocchà le afflizioni di proima saranno dimenticate, e saranno nascoste dagli occhi miei. 15 65:17 Perciocche', ecco, io creo nuovi cieli, e nuova terra. e le cose di proima non saranno piu' rammemorate, e non verranno piu' alla mente. 16 65:18 Anzi rallegratevi, e festeggiate in perpetuo, per le cose che io son per creare. perciocche', ecco, io creero' Gerusalemme per esser tutta gioia, ed il suo popolo per esser tutto letizia. 17 65:19 Ed io festeggero' di Gerusalemme, e mi rallegrero' del mio popolo. ed in quella non si udira' piu' voce di pianto, ne' voce di strido. 18 65:20 Non vi sara' piu' da indi innanzi bambino di pochi giorni ne' vecchio, che non compia la sua eta'. per-ciocche' chi morra' d'eta' di cent'anni sara' ancora fanciullo, e il malfattore d'eta' di cent'anni sara' maledetto. 19 65:21 Ed edificheranno delle case, e vi abiteranno. e pianteranno delle vigne, e ne mangeranno il frutto. 20 65:22 Ei non avverra' piu' ch'essi edifichino delle case, e che altri vi abiti dentro. ch'essi piantino, e che altri mangi il frutto. per-ciocche' i giorni del mio popolo saranno come i giorni degli alberi, e i miei eletti faranno invecchiar l'opera delle lor mani. 21 65:23 Non si affaticheranno piu' in vano, e non genereranno piu' a turbamento. perciocche' saranno la progenie de' benedetti del Signore, ed avran seco quelli che saranno usciti di loro. 22 65:24 Ed avverra' che, avanti che abbian gridato, io rispondero'. mentre parleranno ancora, io li avro' esauditi. 23 65:25 Il lupo e l'agnello pastureranno insieme. e il leone mangera' lo strame come il bue. e il cibo della serpe sara' la polvere. queste bestie, in tutto il monte della mia santita', non faranno danno, ne' guasto. ha detto il Signore. 24 66:1 COSi' ha detto il Signore: Il cielo e' il mio trono, e la terra e' lo scannello de' miei piedi. dove e' la Casa che voi mi edifichereste? e dove e' il luogo del mio riposo? 25 66:2 E la mia mano ha fatte tutte queste cose, onde tutte sono state prodotte, dice il Signore. a chi dunque riguardero' io? all'afflitto, ed al contrito di spirito, ed a colui che trema alla mia parola.

65:1 65:3 verso un popolo che del continuo mi provoca sfacciatamente ad ira, che offre sacrifizi nei giardini e fa fumare profumi sui mattoni. 2 65:4 che sta fra i sepolcri e passa le notti nelle caverne, che mangia carne di porco ed ha ne' suoi vasi vivande impure. 3 65:5 che dice: 'Fatti in la', non t'accostare perch'io son piu' santo di te'. Cose siffatte, sono per me un fumo nel naso, un fuoco che arde da mane a sera. 4 65:6 Ecco, tutto cio' sta scritto dinanzi a me. io non mi tacero', anzi vi daro' la retribuzione, si', vi versero' in seno la retribuzione 5 65:7 delle iniquita' vostre, dice l'Eterno, e al tempo stesso delle iniquita' dei vostri padri, che hanno fatto fumare profumi sui monti e m'hanno oltraggiato sui colli. io misurero' loro in seno il salario della loro condotta passata. 6 65:8 Cosi' parla l'Eterno: Come quando si trova del succo nel grappolo si dice: 'Non lo distruggere perchè li' v'è una benedizione', cosi' faro' io, per amor de' miei servi, e non distruggero' tutto. 7 65:9 Io faro' uscire da Giacobbe una progenie e da Giuda un erede de' miei monti. e i miei eletti possederanno il paese, e i miei servi v'abiteranno. 8 65:10 Saron sara' un chiuso di greggi, e la valle d'Acor, un luogo di riposo alle mandre, per il mio popolo che m'avra' cercato. 9 65:11 Ma voi, che abbandonate l'Eterno, che dimenticate il monte mio santo, che apparecchiate la mensa a Gad ed empite la coppa del vin profumato a Meni, 10 65:12 io vi destino alla spada, e vi chinerete tutti per essere scannati. poichè io ho chiamato, e voi non avete risposto. ho parlato, e voi non avete dato ascolto. ma avete fatto cio' ch'e' male agli occhi miei, e avete proeferito cio' che mi dispiace. 11 65:13 Percio', cosi' parla il Signore, l'Eterno: Ecco, i miei servi mangeranno, ma voi avrete fame. ecco, i miei servi berranno, ma voi avrete sete. ecco, i miei servi gioiranno, ma voi sarete confusi. 12 65:14 ecco, i miei servi canteranno per la gioia del loro cuore, ma voi griderete per l'angoscia del cuor vostro, e urlerete perchè avrete lo spirito affranto. 13 65:15 E lascerete il vostro nome come una improecazione fra i miei eletti: 'Cosi' il Signore, l'Eterno, faccia morir te!'. ma Egli dara' ai suoi servi un altro nome, 14 65:16 in guisa che chi s'augurera' d'esser benedetto nel paese, lo fara' per l'Iddio di verita', e colui che giurera' nel paese, giurera' per l'Iddio di verita'. perchè le afflizioni di proima saran dimenticate, e saranno nascoste agli occhi miei. 15 65:17 Poichè, ecco, io creo de' nuovi cieli e una nuova terra. non ci si ricordera' piu' delle cose di proima. esse non torneranno piu' in memoria. 16 65:18 Rallegratevi, si', festeggiate in perpetuo per quanto io sto per creare. poichè, ecco, io creo Gerusalemme per il gaudio, e il suo popolo per la gioia. 17 65:19 Ed io festeggero' a motivo di Gerusalemme, e gioiro' del mio popolo. quivi non s'udran piu' voci di pianto nè gridi d'angoscia. 18 65:20 non vi sara' piu', in avvenire, bimbo nato per pochi giorni, nè vecchio che non compia il numero de' suoi anni. chi morra' a cent'anni morra' giovane, e il peccatore sara' colpito dalla maledizione a cent'anni. 19 65:21 Essi costruiranno case e le abiteranno. pianteranno vigne e ne mangeran-no il frutto. 20 65:22 Non costruiranno piu' perchè un altro abiti, non pianteranno piu' perchè un altro mangi. poichè i giorni del mio popolo saran come i giorni degli alberi. e i miei eletti godranno a lungo dell'opera delle loro mani. 21 65:23 Non si affaticheranno invano, e non avranno piu' figliuoli per vederli morire a un tratto. poichè saranno la progenie dei benedetti dall'Eterno, e i loro rampolli staran con essi. 22 65:24 E avverra' che, proima che m'invochino, io rispondero'. parleranno ancora, che gia' li avro' esauditi. 23 65:25 Il lupo e l'agnello pasceranno assieme, il leone mangera' la paglia come il bue, e il serpente si nutrira' di polvere. Non si fara' piu' danno nè guasto su tutto il mio monte santo, dice l'Eterno. 24 66:1 Cosi' parla l'Eterno: Il cielo e' il mio trono, e la terra e' lo sgabello de' miei piedi. qual casa mi potreste voi edificare? e qual po-trebb'essere il luogo del mio riposo? 25 66:2 Tutte queste cose le ha fatte la mia mano, e cosi' son tutte venute all'esistenza, dice l'Eterno. Ecco su chi io posero' lo sguardo: su colui ch'e' umile, che ha lo spirito contrito, e trema alla mia parola.

65:1 65:3 verso un popolo che semproe mi provoca sfacciatamente, che offre sacrifici nei giardini e fa fumare profumi sui mattoni. 2 65:4 che sta fra le tombe e passa le notti nelle caverne, che mangia carne di maiale e ha nei suoi vasi cibi impuri. 3 65:5 che dice: ""Fatti in là, non ti avvicinare perchè io sono più santo di te. Cose simili sono per me come un fumo nel naso, un fuoco che arde da mattina a sera. 4 65:6 Ecco, tutto ciò sta scritto davanti a me. io non tacerò, anzi vi darò la retribuzione, sò, vi verserò in grembo la retribuzione 5 65:7 delle iniquità vostre' dice il SIGNORE, 'e al tempo stesso delle iniquità dei vostri padri, che hanno fatto fumare profumi sui monti e mi hanno insultato sui colli. io misurerò loro in grembo il salario della loro condotta passata'. 6 65:8 Cosò parla il SIGNORE: 'Come quando si trova del succo in un grappolo, si dice: ""Non lo distruggere perchè lò c'è una benedizione"", cosò farò io, per amor dei miei servi, e non distruggerò tutto. 7 65:9 Io farò uscire da Giacobbe una discendenza e da Giuda un erede dei miei monti. i miei eletti possederanno il paese, i miei servi vi abiteranno. 8 65:10 Saron sarà un recinto di greggi, la valle d'Acor, un luogo di riposo alle mandrie, per il mio popolo che mi avrà cercato. 9 65:11 Ma voi, che abbandonate il SIGNORE, che dimenticate il mio monte santo, che apparecchiate la mensa a Gad e riempite la coppa di vino profumato a Meni, 10 65:12 io vi destino alla spada e vi piegherete tutti per essere scannati. poichè io ho chiamato, e voi non avete risposto. ho parlato, e voi non avete dato ascolto. ma avete fatto ciò che è male ai miei occhi e avete proeferito ciò che mi dispiace'. 11 65:13 Perciò, cosò parla il Signore, DIO: 'Ecco, i miei servi mangeranno, ma voi avrete fame. ecco, i miei servi berranno, ma voi avrete sete. ecco, i miei servi gioiranno, ma voi sarete delusi. 12 65:14 ecco, i miei servi canteranno per la gioia del loro cuore, ma voi griderete per l'angoscia del cuor vostro e urlerete perchè avrete lo spirito affranto. 13 65:15 Lascerete il vostro nome come una improecazione fra i miei eletti: ""Il Signore, DIO, ti faccia morire!"". Ma egli darà ai suoi servi un altro nome, 14 65:16 in modo che chi si augurerà di essere benedetto nel paese, lo farà per il Dio di verità, e colui che giurerà nel paese, lo farà per il Dio di verità. perchè le afflizioni di proima saranno dimenticate, saranno nascoste ai miei occhi. 15 65:17 Poichè, ecco, io creo nuovi cieli e una nuova terra. non ci si ricorderà più delle cose di proima. esse non torneranno più in memoria. 16 65:18 Gioite, sò, esultate in eterno per quanto io sto per creare. poichè, ecco, io creo Gerusalemme per il gaudio, e il suo popolo per la gioia. 17 65:19 Io esulterò a motivo di Gerusalemme e gioirò del mio popolo. là non si udranno più voci di pianto nè grida d'angoscia. 18 65:20 non ci sarà più, in avvenire, bimbo nato per pochi giorni, nè vecchio che non compia il numero dei suoi anni. chi morirà a cent'anni morirà giovane e il peccatore sarà colpito dalla maledizione a cent'anni. 19 65:21 Essi costruiranno case e le abiteranno. pianteranno vigne e ne mangeran-no il frutto. 20 65:22 Non costruiranno più perchè un altro abiti, non pianteranno più perchè un altro mangi. poichè i giorni del mio popolo saranno come i giorni degli alberi. i miei eletti godranno a lungo l'opera delle loro mani. 21 65:23 Non si affaticheranno invano, non avranno più figli per vederli morire all'improvviso. poichè saranno la discendenza dei benedetti del SIGNORE e i loro rampolli staranno con essi. 22 65:24 Avverrà che, proima che m'invochino, io risponderò. parleranno ancora, che già li avrò esauditi. 23 65:25 Il lupo e l'agnello pascoleranno assieme, il leone mangerà il foraggio come il bue, e il serpente si nutrirà di polvere. Non si farà nè male nè danno su tutto il mio monte santo' dice il SIGNORE. 24 66:1 Cosò parla il SIGNORE: 'Il cielo è il mio trono e la terra è lo sgabello dei miei piedi. quale casa potreste costruirmi? Quale potrebbe essere il luogo del mio riposo? 25 66:2 Tutte queste cose le ha fatte la mia mano, e cosò sono tutte venute all'esistenza' dice il SIGNORE. 'Ecco su chi io poserò lo sguardo: su colui che è umile, che ha lo spirito afflitto e trema alla mia parola.

65:1 65:3 un popolo che mi provoca continuamente ad ira con sfrontataggine, che offre sacrifici nei giardini e brucia incenso su altari di mattoni, 2 65:4 che sta fra i sepolcri e passa le notti in luoghi segreti, che mangia carne di porco e ha nei suoi vasi brodo di cose abominevoli, 3 65:5 che dice: ’Stà per conto tuo, non avvicinarti, perchè sono più santo di te'. Queste cose sono per me un fumo nel naso, un fuoco che arde tutto il giorno. 4 65:6 ’Ecco, tutto questo sta scritto davanti a me. io non tacerò, ma ripagherò, sì, ripagherò nel loro grembo 5 65:7 le vostre iniquità e le iniquità dei vostri padri tutte insieme', dice l’Eterno. ’Essi hanno bruciato incenso sui monti e mi hanno oltraggiato sui colli. perciò misurerò nel loro grembo il salario della loro condotta passata'. 6 65:8 Così dice l’Eterno: ’Come quando si trova succo nel grappolo, si dice: ""Non distruggetelo, perchè in esso c?è una benedizione"", così farò io per amor dei miei servi, e non distruggerò ogni cosa. 7 65:9 Io farò uscire da Giacobbe una progenie e da Giuda un erede dei miei monti. i miei eletti possederanno il paese e i miei servi vi abiteranno. 8 65:10 Sharon diventerà un ovile di greggi e la valle di Akor un luogo di riposo per armenti, per il mio popolo che mi cercherà. 9 65:11 Ma voi che abbandonate l’Eterno, che dimenticate il mio santo monte, che proeparate una mensa per Gad e riempite la coppa di vino drogato per Meni, 10 65:12 vi destino alla spada. cadrete tutti per la strage, perchè quando ho chiamato non avete risposto, quando ho parlato non avete dato ascolto, ma avete fatto ciò che è male ai miei occhi e avete scelto ciò che mi dispiace'. 11 65:13 Perciò così dice il Signore, l’Eterno: ’Ecco, i miei servi mangeranno, ma voi avrete fame. ecco, i miei servi berranno, ma voi avrete sete. ecco, i miei servi si rallegreranno, ma voi sarete confusi. 12 65:14 ecco, i miei servi canteranno per la gioia del loro cuore, ma voi griderete per l’angoscia del cuore e urlerete per l’afflizione di spirito. 13 65:15 Voi lascerete il vostro nome come esecrazione ai miei eletti. Il Signore, l’Eterno, ti farà morire, ma darà ai suoi servi un altro nome. 14 65:16 Così chi invocherà su di sè una benedizione nel paese, lo farà per il DIO di verità, e chi giurerà nel paese, giurerà per il DIO di verità, perchè le sventure passate saranno dimenticate e saranno nascoste ai miei occhi'. 15 65:17 ’Poichè ecco, io creo nuovi cieli e nuova terra, e le cose di proima non si ricorderanno più e non verranno più in mente. 16 65:18 Ma voi gioite ed esultate per semproe in ciò che creo, perchè, ecco, io creo Gerusalemme per il gaudio e il suo popolo per la gioia. 17 65:19 Mi rallegrerò di Gerusalemme e gioirò del mio popolo. in essa non si udrà più alcuna voce di pianto nè voce di grida. 18 65:20 Non vi sarà più in essa alcun bimbo che viva solo pochi giorni, nè vecchio che non compia i suoi giorni. poichè il giovane morirà a cento anni e il peccatore che non giunge ai cento anni, sarà considerato maledetto. 19 65:21 Costruiranno case e le abiteranno, pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto. 20 65:22 Non costruiranno più perchè un altro vi abiti, non pianteranno più perchè un altro mangi. poichè i giorni del mio popolo saranno come i giorni degli alberi. e i miei eletti godranno a lungo dell’opera delle loro mani. 21 65:23 Non faticheranno invano nè daranno alla luce figli per una improvvisa distruzione, perchè saranno la progenie dei benedetti dall’Eterno e i loro discendenti con essi. 22 65:24 E avverrà che proima che mi invochino io risponderò, staranno ancora parlando che io li esaudirò. 23 65:25 Il lupo e l’agnello pascoleranno insieme, il leone mangerà la paglia come il bue e il serpente si nutrirà di polvere. Non faranno più alcun danno nè distruzione su tutto il mio santo monte', dice l’Eterno. 24 66:1 Così dice l’Eterno: ’Il cielo è il mio trono e la terra è lo sgabello dei miei piedi. Dov’è dunque la casa che mi potreste edificare e dov’è il luogo del mio riposo? 25 66:2 Tutte queste cose le ha fatte la mia mano e tutte quante sono venute all’esistenza, dice l’Eterno. Su chi dunque volgerò lo sguardo? Su chi è umile, ha lo spirito contrito e trema alla mia parola.

65:1 Mi feci ricercare da chi non mi interrogava, mi feci trovare da chi non mi cercava. Dissi: ""Eccomi, eccomi"" a gente che non invocava il mio nome. 2 Ho teso la mano ogni giorno a un popolo ribelle; essi andavano per una strada non buona, seguendo i loro capricci, 3 un popolo che mi provocava sempre, con sfacciataggine. Essi sacrificavano nei giardini, offrivano incenso sui mattoni, 4 abitavano nei sepolcri, passavano la notte in nascondigli, mangiavano carne suina e cibi immondi nei loro piatti. 5 Essi dicono: ""Sta' lontano! Non accostarti a me, che per te sono sacro"". Tali cose sono un fumo al mio naso, un fuoco acceso tutto il giorno. 6 Ecco, tutto questo sta scritto davanti a me; io non tacerò finchè non avrò ripagato 7 le vostre iniquità e le iniquità dei vostri padri, tutte insieme, dice il Signore. Costoro hanno bruciato incenso sui monti e sui colli mi hanno insultato; così io calcolerò la loro paga e la riverserò nel loro grembo. 8 Dice il Signore: ""Come quando si trova succo in un grappolo, si dice: Non distruggetelo, perchè v'è qui una benedizione, così io farò per amore dei miei servi, per non distruggere ogni cosa. 9 Io farò uscire una discendenza da Giacobbe, da Giuda un erede dei miei monti. I miei eletti ne saranno i padroni e i miei servi vi abiteranno. 10 Saròn diventerà un pascolo di greggi, la valle di Acòr un recinto per armenti, per il mio popolo che mi ricercherà. 11 Ma voi, che avete abbandonato il Signore, dimentichi del mio santo monte, che preparate una tavola per Gad e riempite per Menì la coppa di vino, 12 io vi destino alla spada; tutti vi curverete alla strage, perchè ho chiamato e non avete risposto; ho parlato e non avete udito. Avete fatto ciò che è male ai miei occhi, ciò che mi dispiace avete scelto"". 13 Pertanto, così dice il Signore Dio: ""Ecco, i miei servi mangeranno e voi avrete fame; ecco, i miei servi berranno e voi avrete sete; ecco, i miei servi gioiranno e voi resterete delusi; 14 ecco, i miei servi giubileranno per la gioia del cuore, voi griderete per il dolore del cuore, urlerete per la tortura dello spirito. 15 Lascerete il vostro nome come imprecazione fra i miei eletti: Così ti faccia morire il Signore Dio. Ma i miei servi saranno chiamati con un altro nome. 16 Chi vorrà essere benedetto nel paese, vorrà esserlo per il Dio fedele; chi vorrà giurare nel paese, giurerà per il Dio fedele; perchè saranno dimenticate le tribolazioni antiche, saranno occultate ai miei occhi. 17 Ecco infatti io creo nuovi cieli e nuova terra; non si ricorderà più il passato, non verrà più in mente, 18 poichè si godrà e si gioirà sempre di quello che sto per creare, e farò di Gerusalemme una gioia, del suo popolo un gaudio. 19 Io esulterò di Gerusalemme, godrò del mio popolo. Non si udranno più in essa voci di pianto, grida di angoscia. 20 Non ci sarà più un bimbo che viva solo pochi giorni, nè un vecchio che dei suoi giorni non giunga alla pienezza; poichè il più giovane morirà a cento anni e chi non raggiunge i cento anni sarà considerato maledetto. 21 Fabbricheranno case e le abiteranno, pianteranno vigne e ne mangeranno il frutto. 22 Non fabbricheranno perchè un altro vi abiti, nè pianteranno perchè un altro mangi, poichè quali i giorni dell'albero, tali i giorni del mio popolo. I miei eletti useranno a lungo quanto è prodotto dalle loro mani. 23 Non faticheranno invano, nè genereranno per una morte precoce, perchè prole di benedetti dal Signore essi saranno e insieme con essi anche i loro germogli. 24 Prima che mi invochino, io risponderò; mentre ancora stanno parlando, io già li avrò ascoltati. 25 Il lupo e l'agnello pascoleranno insieme, il leone mangerà la paglia come un bue, ma il serpente mangerà la polvere, non faranno nè male nè danno in tutto il mio santo monte"". Dice il Signore.

Mappa

Commento di un santo

successo provvidenzialmente, lata anche ai Gentili la conosto dono e perchè potessero oche coloro che non ne avevaitito narlare e che neppure dai avuto notizia, mentre i i proprio da quanti ne grazie alle loro quoticene, ecco adempiersi eannunciata dalle proferito vostro, che in questo qui col desiderio di ascoltare la.sua dottrina della fede e di sapere chi è colui che è venuto, come è venuto e quale importanza abbia la sua venuta. E proprio questo che hanno predetto i profeti: a interessarvi di lui sareste stati voi che non ne avevate mai sentito parlare.

Autore

Clemente

Lettura del testo durante l'anno liturgico

quaresima

-4°lunedi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(is 65,17-21)}; (sal 29,2-6.29,11-13)}; (gv 4,43-54)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia