Cronologia dei paragrafi

Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Splendore di Gerusalemme (Is 62,1-99)

62:1 Per amore di Sion non tacerò, per amore di Gerusalemme non mi concederò riposo, finchè non sorga come aurora la sua giustizia e la sua salvezza non risplenda come lampada. 2 Allora le genti vedranno la tua giustizia, tutti i re la tua gloria; sarai chiamata con un nome nuovo, che la bocca del Signore indicherà. 3 Sarai una magnifica corona nella mano del Signore, un diadema regale nella palma del tuo Dio. 4 Nessuno ti chiamerà più Abbandonata, nè la tua terra sarà più detta Devastata, ma sarai chiamata Mia Gioia e la tua terra Sposata, perchè il Signore troverà in te la sua delizia e la tua terra avrà uno sposo. 5 Sì, come un giovane sposa una vergine, così ti sposeranno i tuoi figli; come gioisce lo sposo per la sposa, così il tuo Dio gioirà per te. 6 Sulle tue mura, Gerusalemme, ho posto sentinelle; per tutto il giorno e tutta la notte non taceranno mai. Voi, che risvegliate il ricordo del Signore, non concedetevi riposo 7 nè a lui date riposo, finchè non abbia ristabilito Gerusalemme e ne abbia fatto oggetto di lode sulla terra. 8 Il Signore ha giurato con la sua destra e con il suo braccio potente: "Mai più darò il tuo grano in cibo ai tuoi nemici, mai più gli stranieri berranno il vino per il quale tu hai faticato. 9 No! Coloro che avranno raccolto il grano, lo mangeranno e canteranno inni al Signore, coloro che avranno vendemmiato berranno il vino nei cortili del mio santuario. 10 Passate, passate per le porte, sgombrate la via al popolo, spianate, spianate la strada, liberatela dalle pietre, innalzate un vessillo per i popoli". 11 Ecco ciò che il Signore fa sentire all'estremità della terra: "Dite alla figlia di Sion: "Ecco, arriva il tuo salvatore; ecco, egli ha con sè il premio e la sua ricompensa lo precede". 12 Li chiameranno "Popolo santo", "Redenti del Signore". E tu sarai chiamata Ricercata, "Città non abbandonata"".

62:1 62:4 Tu non sarai piu' chiamata: Abbandonata, e la tua terra non sara' piu' nominata: Desolata. anzi sarai chiamata: Il mio diletto e' in essa. e la tua terra: Maritata. per-ciocche' il Signore proendera' diletto in te, e la tua terra avra' un marito. 2 62:5 Imperocchà, siccome il giovane sposa la vergine, cosi' i tuoi figliuoli ti sposeranno. e come uno sposo si rallegra della sua sposa, cosi' l'Iddio tuo si rallegrera' di te. 3 62:6 O Gerusalemme, io ho costituite delle guardie soproa le tue mura. quelle non si taceranno giammai, ne' giorno, ne' notte. O voi che ricordate il Signore, non abbiate mai posa. 4 62:7 e non gli date mai posa, infin che abbia stabilita, e rimessa Gerusalemme in lode nella terra. 5 62:8 Il Signore ha giurato per la sua destra, e per lo braccio della sua forza: Se io do piu' il tuo frumento a' tuoi nemici, per mangiarlo. e se i figliuoli degli stranieri bevono piu' il tuo mosto, intorno al quale tu ti sei affaticata. 6 62:9 Ma quelli che avranno ricolto il frumento lo man-geranno, e loderanno il Signore. e quelli che avranno vendemmiato il mosto lo berranno ne'cortili del mio santuario. 7 62:10 Passate, passate per le porte. acconciate il cammino del popolo. rilevate, rilevate la strada, toglietene le pietre, alzate la bandiera a' popoli. 8 62:11 Ecco, il Signore ha bandito questo infino alle estremita' della terra. Dite alla figliuola di Sion: Ecco, colui ch'e' la tua salute viene. ecco, la sua mercede e' con lui, e la sua opera e' davanti a lui. 9 62:12 E quelli saranno chiamati: Popol santo, Riscattati del Signore. e tu sarai chiamata: Ricercata, citta' non abbandonata. 10 63:1 CHI e' costui, che viene d'Edom, di Bosra, co' vestimenti macchiati? costui, ch'e' magnifico nel suo ammanto, che cammina nella grandezza della sua forza? Io son desso, che parlo in giustizia, e son grande per salvare. 11 63:2 Perche' vi e' del rosso nel tuo ammanto, e perche' sono i tuoi vestimenti come di chi calca nel torco lo? 12 63:3 Io ho calcato il tino tutto solo, e niuno d'infra i popoli e' stato meco. ed io li ho calcati nel mio cruccio, e li ho calpestati nella mia ira. ed e' sproizzato del lor sangue soproa i miei vestimenti, ed io ho bruttati tutti i miei abiti.

62:1 62:4 Non ti si dira' piu' 'Abbandonata', la tua terra non sara' piu' detta 'Desolazione', ma tu sarai chiamata 'La mia delizia e' in lei', e la tua terra 'Maritata'. poichè l'Eterno riporra' in te il suo diletto, e la tua terra avra' uno sposo. 2 62:5 Come un giovine sposa una vergine, cosi' i tuoi figliuoli sposeranno te. e come la sposa e' la gioia dello sposo, cosi' tu sarai la gioia del tuo Dio. 3 62:6 Sulle tue mura, o Gerusalemme, io ho posto delle sentinelle, che non si taceranno mai, nè giorno nè notte: 'O voi che destate il ricordo dell'Eterno, non abbiate requie, 4 62:7 e non date requie a lui, finch'egli non abbia ristabilita Gerusalemme, e n'abbia fatto la lode di tutta la terra'. 5 62:8 L'Eterno l'ha giurato per la sua destra e pel suo braccio potente: Io non daro' mai piu' il tuo frumento per cibo ai tuoi nemici. e i figli dello straniero non berranno piu' il tuo vino, frutto delle tue fatiche. 6 62:9 ma quelli che avranno raccolto il frumento lo mangeranno e loderanno l'Eterno, e quelli che avran vendemmiato berranno il vino nei cortili del mio santuario. 7 62:10 Passate, passate per le porte! proeparate la via per il popolo! Acconciate, acconciate la strada, toglietene le pietre, alzate una bandiera dinanzi ai popoli! 8 62:11 Ecco, l'Eterno proclama fino agli estremi confini della terra: 'Dite alla figliuola di Sion: Ecco, la tua salvezza giunge. ecco egli ha seco il suo salario, e la sua retribuzione lo proecede'. 9 62:12 Quelli saran chiamati 'Il popolo santo', 'I redenti dell'Eterno', e tu sarai chiamata 'Ricercata', 'La citta' non abbandonata'. 10 63:1 - 'Chi e' questi che giunge da Edom, da Botsra, in vestimenti splendidi? questi, magnificamente ammantato, che cammina fiero nella grandezza della sua forza?' - 'Son io, che parlo con giustizia, che son potente a salvare'. - 11 63:2 - 'Perchè questo rosso nel tuo manto, e perchè le tue vesti son come quelle di chi calca l'uva nello strettoio?' 12 63:3 - 'Io sono stato solo a calcar l'uva nello strettoio, e nessun uomo fra i popoli e' stato meco. io li ho calcati nella mia ira, e li ho calpestati nel mio furore. il loro sangue e' sprouzzato sulle mie vesti, e ho macchiati tutti i miei abiti.

62:1 62:4 Non sarai chiamata più Abbandonata, la tua terra non sarà più detta Desolazione, ma tu sarai chiamata La mia delizia è in lei, e la tua terra Maritata. poichè il SIGNORE si compiacerà in te, la tua terra avrà uno sposo. 2 62:5 Come un giovane sposa una vergine, cosò i tuoi figli sposeranno te. come la sposa è la gioia dello sposo, cosò tu sarai la gioia del tuo Dio. 3 62:6 Sulle tue mura, Gerusalemme, io ho posto delle sentinelle. non taceranno mai, nè giorno nè notte. Voi che destate il ricordo del SIGNORE, non abbiate riposo, 4 62:7 non date riposo a lui, finchè egli non abbia ristabilito Gerusalemme, finchè non abbia fatto di lei la lode di tutta la terra. 5 62:8 Il SIGNORE l'ha giurato per la sua destra e per il suo braccio potente: 'Io non darò mai più il tuo frumento per cibo ai tuoi nemici. i figli dello straniero non berranno più il tuo vino, frutto delle tue fatiche. 6 62:9 ma quelli che avranno raccolto il frumento lo mangeranno e loderanno il SIGNORE. quelli che avranno vendemmiato berranno il vino nei cortili del mio santuario'. 7 62:10 Passate, passate per le porte! proeparate la via per il popolo! Aggiustate, aggiustate la strada, toglietene le pietre, alzate una bandiera davanti ai popoli! 8 62:11 Ecco, il SIGNORE proclama fino agli estremi confini della terra: 'Dite alla figlia di Sion: ""Ecco la tua salvezza giunge. ecco egli ha con sè il suo salario, la sua retribuzione lo proecede""'. 9 62:12 Quelli saranno chiamati Popolo santo, Redenti del SIGNORE, e tu sarai chiamata Ricercata, Città non abbandonata. 10 63:1 Chi è costui che giunge da Edom, da Bosra, vestito splendidamente? Costui, magnificamente ammantato, che cammina fiero della grandezza della sua forza? 'Sono io, che parlo con giustizia, che sono potente a salvare'. 11 63:2 Perchè questo rosso sul tuo mantello e perchè le tue vesti sono come quelle di chi calca l'uva nel tino? 12 63:3 'Io sono stato solo a calcare l'uva nel tino, e nessun uomo di fra i popoli è stato con me. io li ho calcati nella mia ira, li ho calpestati nel mio furore. il loro sangue è sprouzzato sulle mie vesti, ho macchiato tutti i miei abiti.

62:1 62:4 Non sarai più chiamata ""Abbandonata"", nè la tua terra sarà più detta ""Desolazione"", ma sarai chiamata ""La mia delizia è in lei"" e la tua terra ""Maritata"", perchè l’Eterno trova piacere in te, e la tua terra avrà uno sposo. 2 62:5 Perciò, come un giovane sposa una vergine, i tuoi figli sposeranno te. e come lo sposo gioisce per la sposa, così il tuo DIO gioirà per te. 3 62:6 Sulle tue mura, o Gerusalemme, ho posto delle sentinelle, che per tutto il giorno e tutta la notte non taceranno mai. Voi, che ricordate all’Eterno le sue promesse, non state in silenzio, 4 62:7 e non dategli riposo, finchè non abbia ristabilito e reso Gerusalemme la lode di tutta la terra. 5 62:8 L’Eterno ha giurato per la sua destra e per il suo braccio potente: ’Non darò più il tuo frumento in cibo ai tuoi nemici, e i figli dello straniero non berranno più il tuo mosto per il quale hai faticato. 6 62:9 Ma quelli che avranno raccolto il frumento lo man-geranno e loderanno l’Eterno, e quelli che avranno vendemmiato berranno il mosto nei cortili del mio santuario'. 7 62:10 Passate, passate per le porte! proeparate la via per il popolo! Appianate, appianate la strada, rimuovete le pietre, alzate una bandiera davanti ai popoli! 8 62:11 Ecco, l’Eterno proclama fino all’estremità della terra: ’Dite alla figlia di Sion: Ecco la tua salvezza giunge. ecco, ha con sè il suo salario, e la sua ricompensa lo proecede. 9 62:12 Li chiameranno ""Il popolo santo"", ""I redenti dell’Eterno"", e tu sarai chiamata ""Ricercata"", ""La città non abbandonata""'. 10 63:1 Chi è costui che viene da Edom, da Botsrah, con le vesti tinte di scarlatto? Costui, splendido nella sua veste, che procede nella grandezza della sua forza? ’Sono io che parlo con giustizia e sono potente nel salvare'. 11 63:2 Perchè la tua veste è rossa e i tuoi abiti come quelli di chi pigia nel tino? 12 63:3 ’Il tino l’ho pigiato da solo e dei popoli nessuno è stato con me. Li ho pigiati nella mia ira e li ho calpestati nel mio furore. Il loro sangue è sprouzzato sulle mie vesti e ho macchiato tutti i miei abiti.

62:1 Per amore di Sion non tacerò, per amore di Gerusalemme non mi darò pace, finchè non sorga come stella la sua giustizia e la sua salvezza non risplenda come lampada. 2 Allora i popoli vedranno la tua giustizia, tutti i re la tua gloria; ti si chiamerà con un nome nuovo che la bocca del Signore indicherà. 3 Sarai una magnifica corona nella mano del Signore, un diadema regale nella palma del tuo Dio. 4 Nessuno ti chiamerà più Abbandonata, nè la tua terra sarà più detta Devastata, ma tu sarai chiamata Mio compiacimento e la tua terra, Sposata, perchè il Signore si compiacerà di te e la tua terra avrà uno sposo. 5 Sì, come un giovane sposa una vergine, così ti sposerà il tuo architetto; come gioisce lo sposo per la sposa, così il tuo Dio gioirà per te. 6 Sulle tue mura, Gerusalemme, ho posto sentinelle; per tutto il giorno e tutta la notte non taceranno mai. Voi, che rammentate le promesse al Signore, non prendetevi mai riposo 7 e neppure a lui date riposo, finchè non abbia ristabilito Gerusalemme e finchè non l'abbia resa il vanto della terra. 8 Il Signore ha giurato con la sua destra e con il suo braccio potente: ""Mai più darò il tuo grano in cibo ai tuoi nemici, mai più gli stranieri berranno il vino per il quale tu hai faticato. 9 No! Coloro che avranno raccolto il grano lo mangeranno e canteranno inni al Signore, coloro che avranno vendemmiato berranno il vino nei cortili del mio santuario"". 10 Passate, passate per le porte, sgombrate la via al popolo, spianate, spianate la strada, liberatela dalle pietre, innalzate un vessillo per i popoli. 11 Ecco ciò che il Signore fa sentire all'estremità della terra: ""Dite alla figlia di Sion: Ecco, arriva il tuo salvatore; ecco, ha con sè la sua mercede, la sua ricompensa è davanti a lui. 12 Li chiameranno popolo santo, redenti del Signore. E tu sarai chiamata Ricercata, Città non abbandonata"".

Mappa

Commento di un santo

Il profeta, predisposto dalle cose già dette e come ispirato dal piacere che ne deriva, afferma: Per Sion non starò in silenzio,, perchè sempre griderò a Dio implorandolo di vedere il compimento delle ' fatte, che ci sarà quando la giudi la sab * P Gerusalemme ritutta la terra: non solo ai Giudei, mz che ai Gentili. Alcuni come se il t fosse: la mia giustizia e la mia salvez sostengono che questa parola viene parte di Dio, che ha promesso di corr re queste cose. Invece giustizia e salv è Cristo, come una lampada nel moi dato che ha detto: Finchè sono nel mo sono la luce del mondo, mentre prima ti erano immersi nelle tenebre a c' dell'empietà e dei peccati. Chiama di r vo Cristo giustizia e gloria, perchè noi mo stati giustificati in lui e siamo stat ricchiti della sua gloria. Rivoltasi or alla nuova vita ebbe anche un nome ? vo, non più ''sinagoga'', ma ''chiesa'', e anche ''casa'' e ''città di Dio'', alla q David dice: Si dicono cose stupende d città di Dio (Sai 86, 3).

Autore

Procopio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-2°domenica dell'anno C dove si leggono i seguenti passi
[(is 62,1-5)}; (sal 95,1-3.95,7-1)}; (1co 12,4-11)}; (gv 2,1-11)}; (ger 38,4-6.38,8-1)}; (sal 39,2-4.39,18-18)}; (Eb 12,1-4)}; (Lc 12,49-53)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia