Cronologia dei paragrafi

La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

La rivincita di Gerusalemme (Is 54,1-1)

54:1 Esulta, o sterile che non hai partorito, prorompi in grida di giubilo e di gioia, tu che non hai provato i dolori, perchè più numerosi sono i figli dell'abbandonata che i figli della maritata, dice il Signore.

54:1 54:4 Non temere, percioc-che', tu non sarai confusa. e non vergognarti, perciocche' tu non sarai adontata. anzi dimenticherai la vergogna della tua fanciullezza, e non ti ricorderai piu' del vituperio della tua vedovita'.

54:1 54:4 Non temere, poichè tu non sarai piu' confusa. non aver vergogna, chè non avrai piu' da arrossire. ma dimenticherai l'onta della tua giovinezza, e non ricorderai piu' l'obbrobrio della tua vedovanza.

54:1 54:4 Non temere, perchè tu non sarai più confusa. non avere vergogna, perchè non dovrai più arrossire. ma dimenticherai la vergogna della tua giovinezza, non ricorderai più l'infamia della tua vedovanza.

54:1 54:4 Non temere, perchè non sarai confusa. non aver vergogna, perchè non dovrai arrossire. dimenticherai anzi la vergogna della tua giovinezza e non ricorderai più il disonore della tua vedovanza.

54:1 Esulta, o sterile che non hai partorito, prorompi in grida di giubilo e di gioia, tu che non hai provato i dolori, perchè più numerosi sono i figli dell'abbandonata che i figli della maritata, dice il Signore.

Mappa

Commento di un santo

Voglio mostrare la morte e la sepoltura e la risurrezione del mio Cristo con un'unica parola di Isaia, che dice: La sua sepoltura fu tolta di mezzo (Is 57, 3 Vetus Latina 33). Infatti non sarebbe stato sepolto, se non fosse morto, e la sua sepoltura non sarebbe stata tolta di mezzo se non per via della risurrezione. Infine ha aggiunto: Egli avrà in eredità molte genti e dividerà le spoglie di molti nemici, per il fatto che la sua anima è stata consegnata alla morte. Così è stato mostrato il motivo del favore di cui gode, cioè per ricompensarlo della morte subita ingiustamente.

Autore

Tertulliano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia