Cronologia dei paragrafi

Non c'è altro Dio
nullità degli idoli
fedeltà al Signore
Dio creatore del mondo e Signore della storia
Ciro strumento di Dio
Preghiera
Potere sovrano del Signore
Conversione dei popoli pagani
Dio, Signore di tutto l'universo
Caduta di Babilonia
Lamento su Babilonia
Il Signore aveva predetto tutto
Il Signore ha scelto Ciro
Il destino di Israele
La fine dell'esilio
Secondo canto del servo del Signore
La gioia del ritorno
La punizione di Israele
Terzo canto del servo del Signore
Elezione e benedizione di Israele
Il regno della giustizia di Dio
Il risveglio del Signore
Il Signore è il consolatore
Il risveglio di Gerusalemme
Liberazione di Gerusalemme
Annuncio della salvezza
Quarto canto del servo del Signore
La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Non c'è altro Dio (Is 44,6-8)

44:6 Così dice il Signore, il re d'Israele, il suo redentore, il Signore degli eserciti: "Io sono il primo e io l'ultimo; fuori di me non vi sono dèi. 7 Chi è come me? Lo proclami, lo annunci e me lo esponga. Chi ha reso noto il futuro dal tempo antico? Ci annuncino ciò che succederà. 8 Non siate ansiosi e non temete: non è forse già da molto tempo che te l'ho fatto intendere e rivelato? Voi siete miei testimoni: c'è forse un dio fuori di me o una roccia che io non conosca?".

44:6 44:9 Gli artefici delle sculture son tutti quanti vanita'. e i lor cari idoli non giovano nulla. ed essi son testimoni a se' stessi che quelli non vedono, e non conoscono. acciocche' sieno confusi. 7 44:10 Chi ha formato un dio? e chi ha fusa una scultura? Ella non giovera' nulla. 8 44:11 Ecco, tutti i compagni di un tale uomo saranno confusi, e insieme gli artefici, che son fra gli uomini. aduninsi pure, e proesentinsi tutti quanti. si', saranno tutti insieme spaventati, e confusi.

44:6 44:9 Quelli che fabbricano immagini scolpite son tutti vanita'. i loro idoli piu' cari non giovano a nulla. i loro proproi testimoni non vedono, non capiscono nulla, perch'essi siano coperti d'onta. 7 44:10 Chi e' che fabbrica un dio o fonde un'immagine perchè non gli serva a nulla? 8 44:11 Ecco, tutti quelli che vi lavorano saranno confusi, e gli artefici stessi non sono che uomini! Si radunino tutti, si proesentino!... Saranno spaventati e coperti d'onta tutt'insieme.

44:6 44:9 Quelli che fabbricano immagini scolpite sono tutti vanità. i loro idoli più cari non giovano a nulla. i loro testimoni non vedono, non capiscono nulla, perchè essi siano coperti di vergogna. 7 44:10 Chi fabbrica un dio o fonde un'immagine che non gli serva a nulla? 8 44:11 Ecco, tutti quelli che vi lavorano saranno coperti di vergogna, e gli artefici stessi non sono che uomini! Si radunino tutti, si proesentino!... Saranno spaventati e coperti di vergogna tutti insieme.

44:6 44:9 Quelli che fabbricano immagini scolpite sono tutti vanità. le loro cose più proeziose non giovano a nulla. i loro proproi testimoni non vedono nè comproendono, per cui saranno coperti di vergogna. 7 44:10 Chi fabbrica un dio o fonde un’immagine scolpita senza averne alcun vantaggio? 8 44:11 Ecco, tutti i compagni di tale persona saranno confusi. gli artigiani stessi non sono che uomini. Si radunino tutti, si proesentino. Saranno spaventati e svergognati insieme.

44:6 Così dice il re di Israele, il suo redentore, il Signore degli eserciti: ""Io sono il primo e io l'ultimo; fuori di me non vi sono dèi. 7 Chi è come me? Si faccia avanti e lo proclami, lo riveli di presenza e me lo esponga. Chi ha reso noto il futuro dal tempo antico? Ci annunzi ciò che succederà. 8 Non siate ansiosi e non temete: non forse già da molto tempo te l'ho fatto intendere e rivelato? Voi siete miei testimoni: C'è forse un dio fuori di me o una roccia che io non conosca?"".

Mappa

Commento di un santo

Chi è come me?, dice il testo. Provi qualcuno a chiamare all'essere le cose che non sono e a spiegare l'ordine che regge la creazione che ho fatto, io che ho pesato tutto con l'intelligenza dal momento in cui ho creato l'uomo sulla terra. E non voglio soltanto questo, ma pretendo anche la conoscenza del futuro. Perciò tu, Israele, del quale io sono re e redentore, non temere le statue degli idoli, che sono un niente, come hai imparato sul Sinai.

Autore

Girolamo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia