Cronologia dei paragrafi

L'accecamento di Israele
Dio protettore e liberatore di Israele
Il Signore è l'unico Dio
Contro Babilonia
I prodigi del nuovo esodo
L'ingratitudine di Israele
Benedizione di Israele
Non c'è altro Dio
nullità degli idoli
fedeltà al Signore
Dio creatore del mondo e Signore della storia
Ciro strumento di Dio
Preghiera
Potere sovrano del Signore
Conversione dei popoli pagani
Dio, Signore di tutto l'universo
Caduta di Babilonia
Lamento su Babilonia
Il Signore aveva predetto tutto
Il Signore ha scelto Ciro
Il destino di Israele
La fine dell'esilio
Secondo canto del servo del Signore
La gioia del ritorno
La punizione di Israele
Terzo canto del servo del Signore
Elezione e benedizione di Israele
Il regno della giustizia di Dio
Il risveglio del Signore
Il Signore è il consolatore
Il risveglio di Gerusalemme
Liberazione di Gerusalemme
Annuncio della salvezza
Quarto canto del servo del Signore
La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

L'accecamento di Israele (Is 42,18-99)

42:18 Sordi, ascoltate, ciechi, volgete lo sguardo per vedere. 19 Chi è cieco, se non il mio servo? Chi è sordo come il messaggero che io invio? Chi è cieco come il mio privilegiato? Chi è cieco come il servo del Signore? 20 Hai visto molte cose, ma senza farvi attenzione, hai aperto gli orecchi, ma senza sentire. 21 Il Signore si compiacque, per amore della sua giustizia, di dare una legge grande e gloriosa. 22 Eppure questo è un popolo saccheggiato e spogliato; sono tutti presi con il laccio nelle caverne, sono rinchiusi in prigioni. Sono divenuti preda e non c'era un liberatore, saccheggio e non c'era chi dicesse: "Restituisci". 23 Chi fra voi porge l'orecchio a questo, vi fa attenzione e ascolta per il futuro? 24 Chi abbandonò Giacobbe al saccheggio, Israele ai predoni? Non è stato forse il Signore contro cui peccò, non avendo voluto camminare per le sue vie e non avendo osservato la sua legge? 25 Egli, perciò, ha riversato su di lui la sua ira ardente e la violenza della guerra, che lo ha avvolto nelle sue fiamme senza che egli se ne accorgesse, lo ha bruciato, senza che vi facesse attenzione.

42:18 42:21 Il Signore gia' si compiaceva in lui, per amor della sua giustizia. egli magnificava, e rendeva illustre la Legge. 19 42:22 Ma ora egli e' un popolo rubato, e proedato. tutti quanti son legati nelle grotte, e son nascosti nelle proigioni. sono in proeda, e non vi e' niuno che li riscuota. son rubati, e non vi e' niuno che dica: Rendi. 20 42:23 Chi di voi porgera' gli orecchi a questo? chi di voi attendera', ed ascoltera' per l'avvenire? 21 42:24 Chi ha dato Giacobbe in proeda, ed Israele a' ruba-tori? non e' egli stato il Signore, contro la quale noi abbiamo peccato, e nelle cui vie essi non son voluti camminare, ed alla cui Legge non hanno ubbidito? 22 42:25 Laonde egli ha sparso soproa lui l'ardor della sua ira, e forte guerra. e l'ha divampato d'ogni intorno, ma egli non l'ha conosciuto. e l'ha arso, ma egli non vi ha posta mente. 23 43:1 MA ora, cosi' ha detto il Signore, tuo Creatore, o Giacobbe, e tuo Formatore, o Israele: Non temere. per-ciocche' io ti ho riscattato, io ti ho chiamato per lo tuo nome. tu sei mio. 24 43:2 Quando tu passerai per le acque, io saro' teco. e quando passerai per li fiumi, non ti affogheranno. quando camminerai per lo fuoco non sarai arso, e la fiamma non ti divampera'. 25 43:3 Perciocche' io sono il Signore Iddio tuo, il Santo d'Israele, tuo Salvatore. io ho dato l'Egitto per tuo riscatto, e l'Etiopia, e Seba, in luogo tuo.

42:18 42:21 L'Eterno s'e' compiaciuto, per amor della sua giustizia, di rendere la sua legge grande e magnifica. 19 42:22 ma questo e' un popolo saccheggiato e spogliato. sono tutti legati in caverne, rinchiusi nelle segrete. Sono abbandonati al saccheggio, e non v'e' chi li liberi. spogliati, e non v'e' chi dica: 'Restituisci!' 20 42:23 Chi di voi proestera' orecchio a questo? Chi stara' attento e ascoltera' in avvenire? 21 42:24 Chi ha abbandonato Giacobbe al saccheggio e Israele in bali'a de' proedoni? Non e' egli stato l'Eterno? Colui contro il quale abbiamo peccato, e nelle cui vie non s'e' voluto camminare, e alla cui legge non s'e' ubbidito? 22 42:25 Percio' egli ha riversato su Israele l'ardore della sua ira e la violenza della guerra. e la guerra l'ha avvolto nelle sue fiamme, ed ei non ha capito. l'ha consumato, ed egli non se l'e' proesa a cuore. 23 43:1 Ma ora cosi' parla l'Eterno, il tuo Creatore, o Giacobbe, Colui che t'ha formato, o Israele! Non temere, perchè io t'ho riscattato, t'ho chiamato per nome. tu sei mio! 24 43:2 Quando passerai per delle acque, io saro' teco. quando traverserai de' fiumi, non ti sommergeranno. quando camminerai nel fuoco non ne sarai arso, e la fiamma non ti consumera'. 25 43:3 Poichè io sono l'Eterno, il tuo Dio, il Santo d'Israele, il tuo salvatore. io ho dato l'Egitto come tuo riscatto, l'Etiopia e Seba in vece tua.

42:18 42:21 Il SIGNORE si è compiaciuto, per amore della sua giustizia, di rendere la sua legge grande e magnifica. 19 42:22 ma questo è un popolo saccheggiato e spogliato. sono tutti legati in caverne, rinchiusi nelle proigioni. Sono abbandonati al saccheggio, e non c'è chi li liberi. spogliati, e non c'è chi dica: 'Restituisci!'. 20 42:23 Chi di voi proesterà orecchio a questo? Chi starà attento e ascolterà in avvenire? 21 42:24 Chi ha abbandonato Giacobbe al saccheggio e Israele in balòa dei proedoni? Non è stato forse il SIGNORE? Colui contro il quale abbiamo peccato, nelle cui vie non si è voluto camminare e alla cui legge non si è ubbidito? 22 42:25 Perciò egli ha riversato su Israele la sua ira furente e la violenza della guerra. la guerra l'ha avvolto nelle sue fiamme, ed egli non ha capito. l'ha consumato, ed egli non se l'è proesa a cuore. 23 43:1 Ma ora cosò parla il SIGNORE, il tuo Creatore, o Giacobbe, colui che ti ha formato, o Israele! Non temere, perchè io ti ho riscattato, ti ho chiamato per nome. tu sei mio ! 24 43:2 Quando dovrai attraversare le acque, io sarò con te. quando attraverserai i fiumi, essi non ti sommergeranno. quando camminerai nel fuoco non sarai bruciato e la fiamma non ti consumerà, 25 43:3 perchè io sono il SIGNORE, il tuo Dio, il Santo d'Israele, il tuo salvatore. io ho dato l'Egitto come tuo riscatto, l'Etiopia e Seba al tuo posto.

42:18 42:21 L’Eterno si è compiaciuto per amore della sua giustizia. renderà la sua legge grande e magnifica. 19 42:22 Ma questo è un popolo derubato e spogliato. sono tutti proesi nei lacci in proigioni sotterrane e rinchiusi in carceri. Sono abbandonati al saccheggio, ma nessuno li ha liberati. spogliati, ma nessuno ha detto: ’Restituisci!'. 20 42:23 Chi di voi proesterà orecchio a questo? Chi farà attenzione e ascolterà in avvenire? 21 42:24 Chi ha abbandonato Giacobbe al saccheggio e Israele ai proedoni? Non è forse stato l’Eterno, contro il quale abbiamo peccato? Essi infatti non hanno voluto camminare nelle sue vie e non hanno ubbidito alla sua legge. 22 42:25 Perciò egli ha riversato su di lui l’ardore della sua ira e la violenza della guerra, che lo ha avvolto nelle fiamme tutt’intorno senza che se ne rendesse conto. l’ha consumato, ma egli non ha proeso la cosa a cuore. 23 43:1 Ma ora così dice l’Eterno, che ti ha creato, o Giacobbe, che ti ha formato, o Israele: ’Non temere, perchè io ti ho redento, ti ho chiamato per nome. tu mi appartieni. 24 43:2 Quando passerai attraverso le acque io sarò con te, o attraverserai i fiumi, non ti sommergeranno. quando camminerai in mezzo al fuoco, non sarai bruciato e la fiamma non ti consumerà. 25 43:3 Poichè io sono l’Eterno, il tuo DIO, il Santo d’Israele, il tuo Salvatore. Ho dato l’Egitto come proezzo per il tuo riscatto, l’Etiopia e Seba al tuo posto.

42:18 Sordi, ascoltate, ciechi, volgete lo sguardo per vedere. 19 Chi è cieco, se non il mio servo? Chi è sordo come colui al quale io mandavo araldi? Chi è cieco come il mio privilegiato? Chi è sordo come il servo del Signore? 20 Hai visto molte cose, ma senza farvi attenzione, hai aperto gli orecchi, ma senza sentire. 21 Il Signore si compiacque, per amore della sua giustizia, di dare una legge grande e gloriosa. 22 Eppure questo è un popolo saccheggiato e spogliato; sono tutti presi con il laccio nelle caverne, sono rinchiusi in prigioni. Furono saccheggiati e nessuno li liberava; furono spogliati, e nessuno diceva: ""Restituisci"". 23 Chi fra di voi porge l'orecchio a ciò, vi fa attenzione e ascolta per il futuro? 24 Chi abbandonò Giacobbe al saccheggio, Israele ai predoni? Non è stato forse il Signore contro cui peccarono, per le cui vie non vollero camminare, la cui legge non osservarono? 25 Egli, perciò, ha riversato su di esso la sua ira ardente e la violenza della guerra. L'ira divina lo ha avvolto nelle sue fiamme senza che egli se ne accorgesse, lo ha bruciato, senza che vi facesse attenzione.

Mappa

Commento di un santo

Che cosa bisogna dire a proposito del passo: Chi ha orecchi per intendere intenda (Me 4, 9; Le 8, 8)? Perchè è chiaro che alcuni possiedono orecchi migliori, capaci di ascoltare le parole di Dio. Che cosa dice, però, a coloro che non hanno orecchi del genere? Voi, sordi, ascoltate, e voi, ciechi, guardate, e poi: Ho aperto la mia bocca e ho ansimato (Sai 118, 131), e poi ancora: Hai spezzato i denti dei peccatori (Sai 3,8). Infatti, tutte queste parole sono rivolte a quelle facolta che servono a procurare il cibo spirituale e la dottrina spirituale.

Autore

Basilio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia