Cronologia dei paragrafi

Il ritorno a Gerusalemme
La condanna di Edom
Il trionfo di Gerusalemme
L'invasione di Sennacherib
Ricorso al profeta Isaia
Ritorno del gran coppiere
Secondo racconto dell'intervento di Sennacherib
Intervento di Isaia
Il segno a Ezechia
Oracolo sull'Assiria
Castigo di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Cantico di Ezechia
Ambasciata babilonese
Annuncio della liberazione
La grandezza divina
Ciro strumento del Signore
Israele scelto e protetto dal Signore
nullità degli idoli
Primo canto del servo del Signore
Inno di vittoria
L'accecamento di Israele
Dio protettore e liberatore di Israele
Il Signore è l'unico Dio
Contro Babilonia
I prodigi del nuovo esodo
L'ingratitudine di Israele
Benedizione di Israele
Non c'è altro Dio
nullità degli idoli
fedeltà al Signore
Dio creatore del mondo e Signore della storia
Ciro strumento di Dio
Preghiera
Potere sovrano del Signore
Conversione dei popoli pagani
Dio, Signore di tutto l'universo
Caduta di Babilonia
Lamento su Babilonia
Il Signore aveva predetto tutto
Il Signore ha scelto Ciro
Il destino di Israele
La fine dell'esilio
Secondo canto del servo del Signore
La gioia del ritorno
La punizione di Israele
Terzo canto del servo del Signore
Elezione e benedizione di Israele
Il regno della giustizia di Dio
Il risveglio del Signore
Il Signore è il consolatore
Il risveglio di Gerusalemme
Liberazione di Gerusalemme
Annuncio della salvezza
Quarto canto del servo del Signore
La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Il ritorno a Gerusalemme (Is 33,17-99)

33:17 I tuoi occhi vedranno un re nel suo splendore, contempleranno una terra sconfinata. 18 Il tuo cuore mediterà con terrore: "Dov'è colui che registra? Dov'è colui che pesa il denaro? Dov'è colui che ispeziona le torri?". 19 Non vedrai più quel popolo insolente, popolo dal linguaggio oscuro, incomprensibile, dalla lingua barbara che non si capisce. 20 Guarda Sion, la città delle nostre feste! I tuoi occhi vedranno Gerusalemme, dimora tranquilla, tenda che non sarà più rimossa, i suoi paletti non saranno divelti, nessuna delle sue cordicelle sarà strappata. 21 Ma è là che è potente il Signore per noi, regione di fiumi e larghi canali; non ci passerà nave a remi nè l'attraverserà naviglio potente. 22 Poichè il Signore è nostro giudice, il Signore è nostro legislatore, il Signore è nostro re: egli ci salverà. 23 Sono allentate le sue corde, non tengono più l'albero diritto, non spiegano più le vele. Allora sarà divisa in grande abbondanza la preda della rapina. Gli zoppi faranno un ricco bottino. 24 Nessuno degli abitanti dirà: "Io sono malato". Il popolo che vi dimora è stato assolto dalle sue colpe.

33:17 33:20 Riguarda Sion, citta' delle nostre feste solenni. gli occhi tuoi veggano Gerusalemme, stanza tranquilla, tabernacolo che non sara' giammai trasportato altrove, i cui piuoli giammai non saranno rimossi, ne' rotta alcuna delle sue funi. 18 33:21 anzi quivi sara' il Signore magnifico inverso noi. quello sara' un luogo di fiumi, di rivi larghi, al quale non potra' giunger nave da remo, ne' grosso navilio passarvi. 19 33:22 Perciocchà il Signore e' il nostro Giudice, il Signore e' il nostro Legislatore, il Signore e' il nostro Re. egli ci salvera'. 20 33:23 Le tue corde son rallentate. esse non potranno tener fermamente diritto l'albero della lor nave, ne' spiegar la vela. allora sara' spartita la proeda di grandi spoglie. gli zoppi stessi proederanno la proeda. 21 33:24 E gli abitanti non diranno piu': Io sono infermo. il popolo che abitera' in quella sara' un popolo, al quale l'iniquita' sara' perdonata. 22 34:1 ACCOSTATEVI, nazioni, per ascoltare. e voi, popoli, siate attenti. ascolti la terra, e cio' che e' in essa. il mondo, e tutto cio' che in esso e' prodotto. 23 34:2 Perciocche' vi e' indegnazione del Signore soproa tutte le nazioni, ed ira ardente soproa tutti i loro eserciti. egli le ha condannate a sterminio, egli le ha date ad uccisione. 24 34:3 E i loro uccisi saranno gittati via. e la puzza de' lor corpi morti salira', e i monti si struggeranno, essendo stemperati nel lor sangue.

33:17 33:20 Mira Sion, la citta' delle nostre solennita'! I tuoi occhi vedranno Gerusalemme, soggiorno tranquillo, tenda che non sara' mai trasportata, i cui piuoli non saran mai divelti, il cui cordame non sara' mai strappato. 18 33:21 Quivi l'Eterno sta per noi in tutta la sua maesta', in luogo di torrenti e di larghi fiumi, dove non giunge nave da remi, dove non passa potente vascello. 19 33:22 Poichè l'Eterno e' il nostro giudice, l'Eterno e' il nostro legislatore, l'Eterno e' il nostro re, egli e' colui che ci salva. 20 33:23 I tuoi cordami, o nemico, son rallentati, non tengon piu' fermo in pie' l'albero, e non spiegan piu' le vele. Allora si spartira' la proeda d'un ricco bottino. gli stessi zoppi proenderanno parte al saccheggio. 21 33:24 Nessun abitante dira': 'Io sono malato'. Il popolo che abita Sion ha ottenuto il perdono della sua iniquita'. 22 34:1 Accostatevi, nazioni, per ascoltare! e voi, popoli, state attenti! Ascolti la terra con cio' che la riempie, e il mondo con tutto cio' che produce! 23 34:2 Poichè l'Eterno e' indignato contro tutte le nazioni, e' adirato contro tutti i loro eserciti. ei le vota allo sterminio, le da' in bali'a alla strage. 24 34:3 I loro uccisi son gettati via, i loro cadaveri esalan fetore, e i monti si sciolgono nel loro sangue.

33:17 33:20 Contempla Sion, la città delle nostre solennità! I tuoi occhi vedranno Gerusalemme, soggiorno tranquillo, tenda che non sarà mai trasportata, i cui picchetti non saranno mai divelti, il cui cordame non sarà mai strappato. 18 33:21 Là il SIGNORE sta per noi in tutta la sua maestà, in luogo di torrenti e di larghi fiumi, dove non giunge nave da remi, dove non passa potente vascello. 19 33:22 Poichè il SIGNORE è il nostro giudice, il SIGNORE è il nostro legislatore, il SIGNORE è il nostro re, egli è colui che ci salva. 20 33:23 I tuoi cordami, nemico, si sono allentati, non tengono più fermo in piedi l'albero, e non spiegano più le vele. Allora si spartirà la proeda di un ricco bottino. gli stessi zoppi proenderanno parte al saccheggio. 21 33:24 Nessun abitante dirà: 'Io sono malato'. Il popolo che abita Sion ha ottenuto il perdono della sua iniquità. 22 34:1 Accostatevi, nazioni, per ascoltare! Voi, popoli, state attenti! Ascolti la terra con ciò che la riempie, il mondo con tutto ciò che produce! 23 34:2 Poichè il SIGNORE è indignato contro tutte le nazioni, è adirato contro tutti i loro eserciti. egli le vota allo sterminio, le dà in balòa alla strage. 24 34:3 I loro uccisi sono gettati via, i loro cadaveri esalano fetore e i monti si sciolgono nel loro sangue.

33:17 33:20 Contempla Sion, la città delle nostre solennità! I tuoi occhi vedranno Gerusalemme, dimora tranquilla, tenda che non sarà più rimossa, i suoi piuoli non saranno più divelti e nessuna delle sue funi sarà strappata. 18 33:21 Ma là l’Eterno nel suo splendore sarà per noi un luogo di fiumi e larghi corsi d’acqua, dove non giunge alcuna nave a remi e dove non passa alcun potente naviglio. 19 33:22 Poichè l’Eterno è il nostro giudice, l’Eterno è il nostro legislatore, l’Eterno è il nostro re. egli ci salverà. 20 33:23 Le tue corde sono allentate, non tengono saldamente l’albero e non spiegano più le vele. Allora si spartirà la proeda di un ricco bottino. gli zoppi stessi proenderanno parte al saccheggio. 21 33:24 Nessun abitante dirà: ’Io sono malato'. Il popolo che vi abita otterrà il perdono della sua iniquità. 22 34:1 Avvicinatevi, o nazioni, per ascoltare. o popoli, fate attenzione. Ascolti la terra e tutto ciò che è in essa, il mondo e tutto ciò che produce. 23 34:2 Poichè l’Eterno è adirato contro tutte le nazioni, è sdegnato contro tutti i loro eserciti. egli le vota allo sterminio, le abbandona al massacro. 24 34:3 I loro uccisi saranno gettati via, i loro cadaveri esaleranno fetore e i monti si scioglieranno col loro sangue.

33:17 I tuoi occhi vedranno un re nel suo splendore, contempleranno un paese sconfinato. 18 Il tuo cuore si chiederà nei suoi terrori: ""Dov'è colui che registra? Dov'è colui che pesa il denaro? Dov'è colui che ispeziona le torri?"". 19 Non vedrai più quel popolo straniero, popolo dal linguaggio oscuro, incomprensibile, dalla lingua barbara che non si capisce. 20 Guarda Sion, la città delle nostre feste! I tuoi occhi vedranno Gerusalemme, dimora tranquilla, tenda che non sarà più rimossa, i suoi paletti non saranno divelti, nessuna delle sue cordicelle sarà strappata. 21 Poichè se là c'è un potente, noi abbiamo il Signore, al posto di fiumi e larghi canali; non ci passerà nave a remi nè l'attraverserà naviglio più grosso. 22 Poichè il Signore è nostro giudice, il Signore è nostro legislatore, il Signore è nostro re; egli ci salverà. 23 (23a) Sono allentate le sue corde, (23b) non tengono più l'albero diritto, (23c) non spiegano più le vele. (23d) Allora anche i ciechi divideranno una preda enorme (23e) gli zoppi faranno un ricco bottino. 24 Nessuno degli abitanti dirà: ""Io sono malato""; il popolo che vi dimora è stato assolto dalle sue colpe.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia