Cronologia dei paragrafi

Il trionfo del diritto
Contro l'ambasciata in Egitto
Altro oracolo contro un'ambasciata
Testamento
Dio perdonerà
Contro l'Assiria
Contro l'alleanza egiziana
Contro l'Assiria
Il re giusto
Il grossolano e il nobile
Contro le donne di Gerusalemme
L'effusione dello Spirito
L'attesa della salvezza
Il ritorno a Gerusalemme
La condanna di Edom
Il trionfo di Gerusalemme
L'invasione di Sennacherib
Ricorso al profeta Isaia
Ritorno del gran coppiere
Secondo racconto dell'intervento di Sennacherib
Intervento di Isaia
Il segno a Ezechia
Oracolo sull'Assiria
Castigo di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Cantico di Ezechia
Ambasciata babilonese
Annuncio della liberazione
La grandezza divina
Ciro strumento del Signore
Israele scelto e protetto dal Signore
nullità degli idoli
Primo canto del servo del Signore
Inno di vittoria
L'accecamento di Israele
Dio protettore e liberatore di Israele
Il Signore è l'unico Dio
Contro Babilonia
I prodigi del nuovo esodo
L'ingratitudine di Israele
Benedizione di Israele
Non c'è altro Dio
nullità degli idoli
fedeltà al Signore
Dio creatore del mondo e Signore della storia
Ciro strumento di Dio
Preghiera
Potere sovrano del Signore
Conversione dei popoli pagani
Dio, Signore di tutto l'universo
Caduta di Babilonia
Lamento su Babilonia
Il Signore aveva predetto tutto
Il Signore ha scelto Ciro
Il destino di Israele
La fine dell'esilio
Secondo canto del servo del Signore
La gioia del ritorno
La punizione di Israele
Terzo canto del servo del Signore
Elezione e benedizione di Israele
Il regno della giustizia di Dio
Il risveglio del Signore
Il Signore è il consolatore
Il risveglio di Gerusalemme
Liberazione di Gerusalemme
Annuncio della salvezza
Quarto canto del servo del Signore
La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Il trionfo del diritto (Is 29,15-99)

29:15 Guai a quanti vogliono sottrarsi alla vista del Signore per dissimulare i loro piani, a coloro che agiscono nelle tenebre, dicendo: "Chi ci vede? Chi ci conosce?". 16 Che perversità! Forse che il vasaio è stimato pari alla creta? Un oggetto può dire del suo autore: "Non mi ha fatto lui"? E un vaso può dire del vasaio: "Non capisce"? 17 Certo, ancora un po' e il Libano si cambierà in un frutteto e il frutteto sarà considerato una selva. 18 Udranno in quel giorno i sordi le parole del libro; liberati dall'oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 19 Gli umili si rallegreranno di nuovo nel Signore, i più poveri gioiranno nel Santo d'Israele. 20 Perchè il tiranno non sarà più, sparirà l'arrogante, saranno eliminati quanti tramano iniquità, 21 quanti con la parola rendono colpevoli gli altri, quanti alla porta tendono tranelli al giudice e rovinano il giusto per un nulla. 22 Pertanto, dice alla casa di Giacobbe il Signore, che riscattò Abramo: "D'ora in poi Giacobbe non dovrà più arrossire, il suo viso non impallidirà più, 23 poichè vedendo i suoi figli l'opera delle mie mani tra loro, santificheranno il mio nome, santificheranno il Santo di Giacobbe e temeranno il Dio d'Israele. 24 Gli spiriti traviati apprenderanno la sapienza, quelli che mormorano impareranno la lezione".

29:15 29:18 E in quel giorno i sordi udiranno le parole del libro, e gli occhi de' ciechi vedranno, essendo liberati di caligine, e di tenebre. 16 29:19 Ed i mansueti avranno allegrezza soproa allegrezza, nel Signore. e i poveri d'infra gli uomini gioiranno nel Santo d'Israele. 17 29:20 Perciocchà il violento sara' mancato, e non vi sara' piu' schernitore, e saranno stati distrutti tutti quelli che si studiano ad iniquita'. 18 29:21 I quali fanno peccar gli uomini in parole, e tendono lacci a chi li riproende nella porta, e traboccano il giusto in confusione. 19 29:22 Percio', il Signore, che ha riscattato Abrahamo, dice cosi' della casa di Giacobbe: Ora Giacobbe non sara' piu' confuso, e la sua faccia non impallidira' piu'. 20 29:23 Quando pur vedra' in mezzo di sà i suoi figliuoli, opera delle mie mani. i quali santificheranno il mio Nome. santificheranno il Santo di Giacobbe, e temeranno l'Iddio d'Israele. 21 29:24 E quelli ch'erano traviati di spirito comproenderanno l'intendimento, ed i mormoratori impareranno la dottrina. 22 30:1 GUAI a' figliuoli ribelli, dice il Signore, i quali proendono consiglio, e non da me, e fanno delle improese, e non dallo Spirito mio. per soproaggiunger peccato a peccato. 23 30:2 i quali si mettono in cammino, per iscendere in Egitto, senza averne domandata la mia bocca. per fortificarsi della forza di Faraone, e per ridursi in salvo all'ombra dell'Egitto! 24 30:3 Or la forza di Faraone vi sara' in vergogna, e il ridurvi all'ombra di Egitto in ignominia.

29:15 29:18 In quel giorno, i sordi udranno le parole del libro, e, liberati dall'oscurita' e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 16 29:19 gli umili avranno abbondanza di gioia nell'Eterno, e i piu' poveri tra gli uomini esulteranno nel Santo d'Israele. 17 29:20 Poichè il violento sara' scomparso, il beffardo non sara' piu', e saran distrutti tutti quelli che vegliano per commettere iniquita', 18 29:21 che condannano un uomo per una parola, che tendon tranelli a chi difende le cause alla porta, e violano il diritto del giusto per un nulla. 19 29:22 Percio' cosi' dice l'Eterno alla casa di Giacobbe, l'Eterno che riscatto' Abrahamo: Giacobbe non avra' piu' da vergognarsi, e la sua faccia non impallidira' piu'. 20 29:23 Poichè quando i suoi figliuoli vedranno in mezzo a loro l'opera delle mie mani, santificheranno il mio nome, santificheranno il Santo di Giacobbe, e temeranno grandemente l'Iddio d'Israele. 21 29:24 i traviati di spirito impareranno la saviezza, e i mormoratori accetteranno l'istruzione. 22 30:1 Guai, dice l'Eterno, ai figliuoli ribelli che forman dei disegni, ma senza di me, che contraggono alleanze, ma senza il mio spirito, per accumulare peccato su peccato. 23 30:2 che vanno giu' in Egitto senz'aver consultato la mia bocca, per rifugiarsi sotto la protezione di Faraone, e cercar ricetto all'ombra dell'Egitto! 24 30:3 Ma la protezione di Faraone vi tornera' a confusione, e il ricetto all'ombra dell'Egitto, ad ignominia.

29:15 29:18 In quel giorno, i sordi udranno le parole del libro e, liberati dall'oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 16 29:19 gli umili avranno abbondanza di gioia nel SIGNORE e i più poveri tra gli uomini esulteranno nel Santo d'Israele. 17 29:20 poichè il violento sarà scomparso, il beffardo non sarà più, e saranno distrutti tutti quelli che vegliano per commettere iniquità, 18 29:21 che condannano un uomo per una parola, che tendono tranelli a chi difende le cause alla porta e violano il diritto del giusto per un nulla. 19 29:22 Perciò cosò dice il SIGNORE alla casa di Giacobbe, il SIGNORE che riscattò Abraamo: 'Giacobbe non avrà più da vergognarsi e la sua faccia non impallidirà più. 20 29:23 Poichè quando i suoi figli vedranno in mezzo a loro l'opera delle mie mani, santificheranno il mio nome, santificheranno il Santo di Giacobbe, e temeranno grandemente il Dio d'Israele. 21 29:24 i traviati di spirito impareranno la saggezza e i mormoratori accetteranno l'istruzione'. 22 30:1 Guai, dice il SIGNORE, ai figli ribelli che formano dei disegni, ma senza di me, che contraggono alleanze, ma senza il mio spirito, per accumulare peccato su peccato. 23 30:2 che vanno giù in Egitto senza aver consultato la mia bocca, per rifugiarsi sotto la protezione del faraone, e cercare riparo all'ombra dell'Egitto! 24 30:3 La protezione del faraone vi tornerà a confusione, e il riparo all'ombra dell'Egitto, a vergogna.

29:15 29:18 In quel giorno i sordi intenderanno le parole del libro e, liberati dall’oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 16 29:19 Gli umili potranno ancora gioire nell’Eterno e i poveri dell’umanità esulteranno nel Santo d’Israele. 17 29:20 Poichè il tiranno sarà scomparso, lo schernitore sarà distrutto, e saranno sterminati tutti quelli che tramano iniquità, 18 29:21 che condannano un uomo per una parola, che tendono tranelli a chi giudica alla porta, pervertono il diritto del giusto per un nulla. 19 29:22 Perciò così dice alla casa di Giacobbe l’Eterno che riscattò Abrahamo: ’D’ora in poi Giacobbe non dovrà più vergognarsi e la sua faccia non impallidirà più. 20 29:23 ma quando vedrà i suoi figli, l’opera delle mie mani nel suo mezzo, essi santificheranno il mio nome, santificheranno il Santo di Giacobbe e temeranno il DIO d’Israele. 21 29:24 I traviati di spirito giungeranno ad avere intendimento e i mormoratori, impareranno la sana dottrina'. 22 30:1 ’Guai ai figli ribelli, dice l’Eterno, che fanno progetti che non vengono da me, che contraggono alleanze ma senza il mio Spirito, per accumulare peccato su peccato. 23 30:2 che vanno giù in Egitto senz’aver consultato la mia bocca, per rafforzarsi nella forza del Faraone e cercare rifugio all’ombra dell’Egitto! 24 30:3 Ma la forza del Faraone sarà la vostra vergogna e il rifugiarsi all’ombra dell’Egitto la vostra disgrazia.

29:15 Guai a quanti vogliono sottrarsi alla vista del Signore per dissimulare i loro piani, a coloro che agiscono nelle tenebre, dicendo: ""Chi ci vede? Chi ci conosce?"". 16 Quanto siete perversi! Forse che il vasaio è stimato pari alla creta? Un oggetto può dire del suo autore: ""Non mi ha fatto lui""? E un vaso può dire del vasaio: ""Non capisce""? 17 Certo, ancora un po' e il Libano si cambierà in un frutteto e il frutteto sarà considerato una selva. 18 Udranno in quel giorno i sordi le parole di un libro; liberati dall'oscurità e dalle tenebre, gli occhi dei ciechi vedranno. 19 Gli umili si rallegreranno di nuovo nel Signore, i più poveri gioiranno nel Santo di Israele. 20 Perchè il tiranno non sarà più, sparirà il beffardo, saranno eliminati quanti tramano iniquità, 21 quanti con la parola rendono colpevoli gli altri, quanti alla porta tendono tranelli al giudice e rovinano il giusto per un nulla. 22 Pertanto, dice alla casa di Giacobbe il Signore che riscattò Abramo: ""D'ora in poi Giacobbe non dovrà più arrossire, il suo viso non impallidirà più, 23 poichè vedendo il lavoro delle mie mani tra di loro, santificheranno il mio nome, santificheranno il Santo di Giacobbe e temeranno il Dio di Israele. 24 Gli spiriti traviati apprenderanno la sapienza e i brontoloni impareranno la lezione"".

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

avvento

-1°venerdi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia