Cronologia dei paragrafi

Nascita di un figlio di Isaia
Siloe e l'Eufrate
La missione di Isaia
Il cammino nella notte
La liberazione
Le prove del regno del Nord
Contro il re di Assiria
Il piccolo resto
Fiducia in Dio
L'invasione
Il discendente di Davide
Il ritorno degli esiliati
Salmo
Contro Babilonia
Il ritorno dall'esilio
La morte del re di Babilonia
Contro l'Assiro
Contro i Filistei
Su Moab
La richiesta dei Moabiti
Lamento di Moab
Contro Damasco e Israele
Contro l'Etiopia
Contro l'Egitto
Conversione dell'Egitto
A proposito della presa di Asdòd
La caduta di Babilonia
Sull'Idumea
Contro gli Arabi
Contro l'entusiasmo di Gerusalemme
Contro Sebnà
Contro Tiro
Il giudizio del Signore
Canto sulla città distrutta
Le ultime sventure
Inno di ringraziamento
Il divino banchetto
Inno di ringraziamento
Salmo
Il passaggio del Signore
La vigna del Signore
Grazia e castigo
Ritorno degli Israeliti
Contro Samaria
Contro i falsi profeti
Contro i cattivi consiglieri
Parabola
Su Gerusalemme
Oracolo
Il trionfo del diritto
Contro l'ambasciata in Egitto
Altro oracolo contro un'ambasciata
Testamento
Dio perdonerà
Contro l'Assiria
Contro l'alleanza egiziana
Contro l'Assiria
Il re giusto
Il grossolano e il nobile
Contro le donne di Gerusalemme
L'effusione dello Spirito
L'attesa della salvezza
Il ritorno a Gerusalemme
La condanna di Edom
Il trionfo di Gerusalemme
L'invasione di Sennacherib
Ricorso al profeta Isaia
Ritorno del gran coppiere
Secondo racconto dell'intervento di Sennacherib
Intervento di Isaia
Il segno a Ezechia
Oracolo sull'Assiria
Castigo di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Cantico di Ezechia
Ambasciata babilonese
Annuncio della liberazione
La grandezza divina
Ciro strumento del Signore
Israele scelto e protetto dal Signore
nullità degli idoli
Primo canto del servo del Signore
Inno di vittoria
L'accecamento di Israele
Dio protettore e liberatore di Israele
Il Signore è l'unico Dio
Contro Babilonia
I prodigi del nuovo esodo
L'ingratitudine di Israele
Benedizione di Israele
Non c'è altro Dio
nullità degli idoli
fedeltà al Signore
Dio creatore del mondo e Signore della storia
Ciro strumento di Dio
Preghiera
Potere sovrano del Signore
Conversione dei popoli pagani
Dio, Signore di tutto l'universo
Caduta di Babilonia
Lamento su Babilonia
Il Signore aveva predetto tutto
Il Signore ha scelto Ciro
Il destino di Israele
La fine dell'esilio
Secondo canto del servo del Signore
La gioia del ritorno
La punizione di Israele
Terzo canto del servo del Signore
Elezione e benedizione di Israele
Il regno della giustizia di Dio
Il risveglio del Signore
Il Signore è il consolatore
Il risveglio di Gerusalemme
Liberazione di Gerusalemme
Annuncio della salvezza
Quarto canto del servo del Signore
La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Nascita di un figlio di Isaia (Is 8,1-4)

8:1 Il Signore mi disse: "Prenditi una grande tavoletta e scrivici con caratteri ordinari: "A Maher-salal-cas-baz"". 2 Io mi presi testimoni fidati, il sacerdote Uria e Zaccaria, figlio di Ieberechìa. 3 Poi mi unii alla profetessa, la quale concepì e partorì un figlio. Il Signore mi disse: "Chiamalo Maher-salal-cas-baz, 4 poichè prima che il bambino sappia dire "papà" e "mamma" le ricchezze di Damasco e le spoglie di Samaria saranno portate davanti al re d'Assiria".

8:1 8:3 Oltre a cio', essendomi accostato alla profetessa, ed ella avendo conceputo, e poi partorito un figliuolo, il Signore mi disse: Pongli nome: Maher-salal-has-baz. 2 8:4 Perciocche', avanti che il fanciullo sappia gridare: Padre mio, e Madre mia, le ricchezze di Damasco, e le spoglie di Samaria saranno portate via, davanti al re di Assiria. 3 8:5 E il Signore continuo' ancora a parlarmi, dicendo: 4 8:6 Perciocche' questo popolo ha sproezzate le acque di Siloe, che corrono que-tamente, e si e' rallegrato di Resin, e del figliuolo di Remalia.

8:1 8:3 M'accostai pure alla profetessa, ed ella concepi' e partori' un figliuolo. Allora l'Eterno mi disse: 'Chiamalo Maher-Shalal-Hash-Baz. 2 8:4 poichè proima che il bambino sappia gridare: -Padre mio, madre mia, - le ricchezze di Damasco e il bottino di Samaria saran portati davanti al re d'Assiria'. 3 8:5 E l'Eterno mi parlo' ancora e mi disse: 4 8:6 Poichè questo popolo ha sproezzate le acque di Si-loe che scorrono placidamente, e si rallegra a motivo di Retsin e del figliuolo di Remalia,

8:1 8:3 Mi unii pure alla profetessa, e lei concepò e partorò un figlio. Allora il SIGNORE mi disse: 'Chiamalo ""Affrettate il saccheggio. proesto al bottino"". 2 8:4 poichè proima che il bambino sappia chiamare papà e mamma, le ricchezze di Damasco e il bottino di Samaria saranno portati davanti al re d'Assiria'. 3 8:5 Il SIGNORE mi parlò ancora e mi disse: 4 8:6 'Siccome questo popolo ha disproezzato le acque di Siloe che scorrono placide, e si rallegra a causa di Re-sin e del figlio di Remalia,

8:1 8:3 Mi unii pure alla profetessa, ed ella concepì e diede alla luce un figlio. Allora l’Eterno mi disse: ’Chiamalo Maher-Shalal-Hash-Baz. 2 8:4 poichè proima che il bambino sappia dire: ""Padre mio"", o ""Madre mia"" le ricchezze di Damasco e il bottino di Samaria saranno portati davanti al re di Assiria'. 3 8:5 L’Eterno mi parlò ancora e mi disse: 4 8:6 ’Poichè questo popolo ha disproezzato le acque di Siloe che scorrono dolcemente e si rallegra a motivo di Retsin e del figlio di Re-maliah,

8:1 Il Signore mi disse: ""Prenditi una grande tavoletta e scrivici con caratteri ordinari: A Mahèr-salàl-cash-baz"". 2 Io mi presi testimoni fidati, il sacerdote Uria e Zaccaria figlio di Iebarachìa. 3 Poi mi unii alla profetessa, la quale concepì e partorì un figlio. Il Signore mi disse: ""Chiamalo Mahèr-salàl-cash-baz, 4 poichè, prima che il bambino sappia dire babbo e mamma, le ricchezze di Damasco e le spoglie di Samaria saranno portate davanti al re di Assiria"".

Mappa

Commento di un santo

Ascoltate ora come Isaia, con le sue stesse parole, profetizzò che Cristo sarebbe nato da una vergine. Così fu detto: Ecco, una vergine concepirà e partorirà un figlio e lo chiameranno col nome ''Dio con noi'. Ciò che era incredibile e ritenuto impossibile a verificarsi presso gli uomini, questo, per mezzo dello Spirito profetico, Dio ha predetto che sarebbe accaduto affinchè, quando si fosse verificato, non venisse messo in dubbio, ma vi si prestasse fede perchè era stato predetto (cf. Gv 14, 29). Affinchè alcuni, non comprendendo la profezia di cui abbiamo parlato, non rimproverino a noi le stesse cose che noi abbiamo rimproverato ai poeti (i quali dicono che Zeus spinto dalla lussuria si univa alle donne), cercheremo di chiarire il discorso. La frase: Ecco, la vergine concepirà, indica che la vergine concepì senza essersi unita con un uomo; se infatti si fosse unita con qualcuno, non sarebbe stata più vergine; ma la potenza di Dio, scendendo sulla vergine, l'adombrò (Le 1, 35) e fece sì che concepisse pur restando vergine.

Autore

Giustino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia