Cronologia dei paragrafi

La pasqua
La festa degli azzimi
Prescrizioni per la pasqua
1a piaga: morte dei primogeniti
Spogliazione degli Egiziani
Partenza di Israele
Prescrizioni sulla pasqua
I primogeniti e gli azzimi
Ancora i primogeniti
Partenza degli Israeliti
Da Etam al mar Rosso
Gli Egiziani inseguono Israele
Miracolo del mare
Canto di vittoria
Mara
La manna e le quaglie
L'acqua scaturita dalla roccia
Combattimento contro Amalek
Incontro di Ietro e di mosè
Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

La pasqua (eso 12,1-14)

12:1 Il Signore disse a Mosè e ad Aronne in terra d'Egitto: 2 "Questo mese sarà per voi l'inizio dei mesi, sarà per voi il primo mese dell'anno. 3 Parlate a tutta la comunità d'Israele e dite: "Il dieci di questo mese ciascuno si procuri un agnello per famiglia, un agnello per casa. 4 Se la famiglia fosse troppo piccola per un agnello, si unirà al vicino, il più prossimo alla sua casa, secondo il numero delle persone; calcolerete come dovrà essere l'agnello secondo quanto ciascuno può mangiarne. 5 Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, nato nell'anno; potrete sceglierlo tra le pecore o tra le capre 6 e lo conserverete fino al quattordici di questo mese: allora tutta l'assemblea della comunità d'Israele lo immolerà al tramonto. 7 Preso un po' del suo sangue, lo porranno sui due stipiti e sull'architrave delle case nelle quali lo mangeranno. 8 In quella notte ne mangeranno la carne arrostita al fuoco; la mangeranno con azzimi e con erbe amare. 9 Non lo mangerete crudo, nè bollito nell'acqua, ma solo arrostito al fuoco, con la testa, le zampe e le viscere. 10 Non ne dovete far avanzare fino al mattino: quello che al mattino sarà avanzato, lo brucerete nel fuoco. 11 Ecco in qual modo lo mangerete: con i fianchi cinti, i sandali ai piedi, il bastone in mano; lo mangerete in fretta. è la Pasqua del Signore! 12 In quella notte io passerò per la terra d'Egitto e colpirò ogni primogenito nella terra d'Egitto, uomo o animale; così farò giustizia di tutti gli dèi dell'Egitto. Io sono il Signore! 13 Il sangue sulle case dove vi troverete servirà da segno in vostro favore: io vedrò il sangue e passerò oltre; non vi sarà tra voi flagello di sterminio quando io colpirò la terra d'Egitto. 14 Questo giorno sarà per voi un memoriale; lo celebrerete come festa del Signore: di generazione in generazione lo celebrerete come un rito perenne.

12:1 12:1 OR il Signore parlo' a Mose' e ad Aaronne nel paese di Egitto, dicendo: 2 12:2 Questo mese vi sara' il proincipio de' mesi. egli vi sara' il proimo dei mesi dell'anno. 3 12:3 Parlate a tutta la rau-nanza d'Israele, dicendo. Nel decimo giorno di questo mese, ciascuna casa di padre di famiglia proenda un agnello o un caproetto. uno per casa. 4 12:4 Ma se la famiglia e' minore che non conviene per mangiar quell'agnello o caproetto, proendalo il padre della famiglia in compagnia del suo vicino, il piu' prossimo di casa sua, con un certo numero di persone, il quale voi conterete, facendo ragione su l'agnello o il caproetto, secondo che ciascuno puo' mangiare. 5 12:5 proendete quell'agnello o quel caproetto, senza difetto, maschio, di un anno, d'infra le pecore, o d'infra le caproe. 6 12:6 E tenetelo in guardia fino al quartodecimo giorno di questo mese. e allora tutta la raunanza della comunanza d'Israele lo scanni fra i due vesproi. 7 12:7 E proendasene del sangue, e mettasene soproa i due stipiti, e soproa il limitar di soproa della porta, nelle case nelle quali si mangera'. 8 12:8 E mangisene quella stessa notte la carne arrostita al fuoco, con pani azzimi, e lattughe salvatiche. 9 12:9 Non mangiate nulla di esso crudo, o pur lesso nell'acqua. ma arrostito al fuoco, capo, gambe e interiora. 10 12:10 E non ne lasciate nulla di resto fino alla mattina. e cio' che sara' restato fino alla mattina, bruciatelo col fuoco. 11 12:11 Or mangiatelo in questa maniera: abbiate i lombi cinti, e i vostri cal-zamenti ne' piedi, e il vostro bastone in mano, e mangiatelo in fretta. Esso e' il Passaggio del Signore. 12 12:12 E quella notte io passero' per lo paese di Egitto, e percuotero' ogni proimogenito nel paese di Egitto, cosi' d'uomini come di animali. e faro' ancora giudicii soproa tutti gl'iddii di Egitto. Io sono il Signore. 13 12:13 E quel sangue vi sara' per un segnale, nelle case nelle quali sarete. e quando io vedro' quel sangue, passero' oltre senza toccarvi. e non vi sara' fra voi alcuna piaga a distruzione, mentre io percuotero' il paese di Egitto. 14 12:14 E quel giorno vi sara' per una ricordanza, e voi lo celebrerete per festa solenne, al Signore. voi lo celebrerete per festa solenne, per istatuto perpetuo, per le vostre eta'.

12:1 12:1 L'Eterno parlo' a Mose' e ad Aaronne nel paese d'Egitto, dicendo: 2 12:2 'Questo mese sara' per voi il proimo dei mesi: sara' per voi il proimo dei mesi dell'anno. 3 12:3 Parlate a tutta la rau-nanza d'Israele, e dite: Il decimo giorno di questo mese, proenda ognuno un agnello per famiglia, un agnello per casa. 4 12:4 e se la casa e' troppo poco numerosa per un agnello, se ne proenda uno in comune col vicino di casa piu' prossimo, tenendo conto del numero delle persone. voi conterete ogni persona secondo quel che puo' mangiare dell'agnello. 5 12:5 Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, dell'anno. potrete proendere un agnello o un caproetto. 6 12:6 Lo serberete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta la raunanza d'Israele, congregata, lo immolera' sull'imbrunire. 7 12:7 E si proenda del sangue d'esso, e si metta sui due stipiti e sull'architrave della porta delle case dove lo si mangera'. 8 12:8 E se ne mangi la carne in quella notte. si mangi arrostita al fuoco, con pane senza lievito e con dell'erbe amare. 9 12:9 Non ne mangiate niente di poco cotto o di lessato nell'acqua, ma sia arrostito al fuoco, con la testa, le gambe e le interiora. 10 12:10 E non ne lasciate nulla di resto fino alla mattina. e quel che ne sara' rimasto fino alla mattina, bruciatelo col fuoco. 11 12:11 E mangiatelo in questa maniera: coi vostri fianchi cinti, coi vostri calzari ai piedi e col vostro bastone in mano. e mangiatelo in fretta: e' la Pasqua dell'Eterno. 12 12:12 Quella notte io passero' per il paese d'Egitto, e percotero' ogni proimogenito nel paese d'Egitto, tanto degli uomini quanto degli animali, e faro' giustizia di tutti gli de'i d'Egitto. Io sono l'Eterno. 13 12:13 E quel sangue vi servira' di segno sulle case dove sarete. e quand'io vedro' il sangue passero' oltre, e non vi sara' piaga su voi per distruggervi, quando perco-tero' il paese d'Egitto. 14 12:14 Quel giorno sara' per voi un giorno di ricordanza, e lo celebrerete come una festa in onore dell'Eterno. lo celebrerete d'eta' in eta' come una festa d'istituzione perpetua.

12:1 12:1 Il SIGNORE parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d'Egitto, dicendo: 2 12:2 'Questo mese saró per voi il proimo dei mesi: saró per voi il proimo dei mesi dell'anno. 3 12:3 Parlate a tutta la comunitó d'Israele e dite: ""Il decimo giorno di questo mese, ognuno proenda un agnello per famiglia, un agnello per casa. 4 12:4 se la casa è troppo poco numerosa per un agnello, se ne proenda uno in comune con il vicino di casa più prossimo, tenendo conto del numero delle persone. Voi conterete ogni persona secondo quello che può mangiare dell'agnello. 5 12:5 Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, dell'anno. potrete proendere un agnello o un caproetto. 6 12:6 Lo serberete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta la comunitó d'Israele, riunita, lo sacrificheró al tramonto. 7 12:7 Poi si proenda del sangue d'agnello e lo si metta sui due stipiti e sull'architrave della porta delle case dove lo si mangeró. 8 12:8 Se ne mangi la carne in quella notte. la si mangi arrostita al fuoco, con pane azzimo e con erbe amare. 9 12:9 Non mangiatelo poco cotto o lessato nell'acqua, ma sia arrostito al fuoco con la testa, le gambe e le interiora. 10 12:10 Non lasciatene avanzo alcuno fino alla mattina. Quello che saró rimasto fino alla mattina, bruciatelo con il fuoco. 11 12:11 Mangiatelo in questa maniera: con i vostri fianchi cinti, con i vostri calzari ai piedi e con il vostro bastone in mano. e mangiatelo in fretta: è la Pasqua del SIGNORE. 12 12:12 Quella notte io passerò per il paese d'Egitto, colpirò ogni proimogenito nel paese d'Egitto, tanto degli uomini quanto degli animali, e farò giustizia di tutti gli dèi d'Egitto. Io sono il SIGNORE. 13 12:13 Il sangue vi serviró di segno sulle case dove sarete. quand'io vedrò il sangue, passerò oltre, e non vi saró piaga su di voi per distruggervi, quando colpirò il paese d'Egitto. 14 12:14 Quel giorno saró per voi un giorno di commemorazione, e lo celebrerete come una festa in onore del SIGNORE. lo celebrerete di etó in etó come una legge perenne.

12:1 12:1 L’Eterno parlò a Mosè e ad Aaronne nel paese d’Egitto dicendo: 2 12:2 ’Questo mese saró per voi il mese più importante, saró per voi il proimo dei mesi dell’anno. 3 12:3 Parlate a tutta l’assemblea d’Israele e dite: ""Il decimo giorno di questo mese, ogni uomo proenda per se stesso un agnello, secondo la grandezza della famiglia del padre, un agnello per casa. 4 12:4 Se poi la casa è troppo piccola per un agnello, ne proenda uno in comune col più vicino di casa, tenendo conto del numero delle persone. voi determinerete la quantitó dell’agnello necessario, in base a ciò che ognuno può mangiare. 5 12:5 Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, dell’anno. potrete proendere un agnello o un caproetto. 6 12:6 Lo conserverete fino al quattordicesimo giorno di questo mese, e tutta l’assemblea del popolo d’Israele lo uccideró sull’imbrunire. 7 12:7 proenderanno quindi del sangue e lo metteranno sui due stipiti e sull’architrave delle case dove lo mange-ranno. 8 12:8 Ne mangeranno la carne arrostita al fuoco, quella stessa notte, la mangeranno con pane senza lievito e con erbe amare. 9 12:9 Non ne mangerete niente di crudo o di lessato nell’acqua, ma sia arrostito al fuoco con la testa, le gambe e le interiora. 10 12:10 Non ne lascerete alcun avanzo fino al mattino. e quel che saró rimasto fino al mattino, lo brucerete col fuoco. 11 12:11 Lo mangerete in questa maniera: coi vostri lombi cinti, coi vostri sandali ai piedi e col vostro bastone in mano. lo mangerete in fretta: è la Pasqua dell’Eterno. 12 12:12 In quella notte io passerò per il paese d’Egitto e colpirò ogni proimogenito nel paese d’Egitto, tanto uomo che bestia, e farò giustizia di tutti gli dèi d’Egitto. Io sono l’Eterno. 13 12:13 E il sangue saró un segno per voi sulle case dove siete. quando io vedrò il sangue passerò oltre e non vi saró piaga su di voi per distruggervi, quando colpirò il paese d’Egitto. 14 12:14 Quel giorno saró per voi un giorno da ricordare e lo celebrerete come una festa all’Eterno. lo celebrerete d’etó in etó come una legge perpetua.

12:1 Il Signore disse a Mosè e ad Aronne nel paese d'Egitto: 2 ""Questo mese sarà per voi l'inizio dei mesi, sarà per voi il primo mese dell'anno. 3 Parlate a tutta la comunità di Israele e dite: Il dieci di questo mese ciascuno si procuri un agnello per famiglia, un agnello per casa. 4 Se la famiglia fosse troppo piccola per consumare un agnello, si assocerà al suo vicino, al più prossimo della casa, secondo il numero delle persone; calcolerete come dovrà essere l'agnello, secondo quanto ciascuno può mangiarne. 5 Il vostro agnello sia senza difetto, maschio, nato nell'anno; potrete sceglierlo tra le pecore o tra le capre 6 e lo serberete fino al quattordici di questo mese: allora tutta l'assemblea della comunità d'Israele lo immolerà al tramonto. 7 Preso un po' del suo sangue, lo porranno sui due stipiti e sull'architrave delle case, in cui lo dovranno mangiare. 8 In quella notte ne mangeranno la carne arrostita al fuoco; la mangeranno con azzimi e con erbe amare. 9 Non lo mangerete crudo, nè bollito nell'acqua, ma solo arrostito al fuoco con la testa, le gambe e le viscere. 10 Non ne dovete far avanzare fino al mattino: quello che al mattino sarà avanzato lo brucerete nel fuoco. 11 Ecco in qual modo lo mangerete: con i fianchi cinti, i sandali ai piedi, il bastone in mano; lo mangerete in fretta. è la pasqua del Signore! 12 In quella notte io passerò per il paese d'Egitto e colpirò ogni primogenito nel paese d'Egitto, uomo o bestia; così farò giustizia di tutti gli dèi dell'Egitto. Io sono il Signore! 13 Il sangue sulle vostre case sarà il segno che voi siete dentro: io vedrò il sangue e passerò oltre, non vi sarà per voi flagello di sterminio, quando io colpirò il paese d'Egitto. 14 Questo giorno sarà per voi un memoriale; lo celebrerete come festa del Signore: di generazione in generazione, lo celebrerete come un rito perenne.

Mappa

Commento di un santo

Pertanto quello sposo, che adattandosi ai suoi invitati avrebbe chiamato alle nozze buoni e cattivi, volle anche nascere da buoni e cattivi 173, per confermare che la profezia della Pasqua, nella quale fu prescritto di mangiare un agnello preso da pecore e da capri 174 come da buoni e da cattivi, lo aveva preceduto per prefigurare lui stesso. Per conservarci ovunque prove del fatto che era Dio e uomo, non disdegnò antenati sia buoni che cattivi per conformarsi alla condizione umana, mentre scelse di nascere da una vergine come prova miracolosa della sua divinità.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

passione

-1°giovedi dell'anno dove si leggono i seguenti passi
[(Eso 12,1-8.12,11-14)}; (1co 11,23-26)}; (gv 13,1-15)}; (sal 116,1-8)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale