Cronologia dei paragrafi

Titolo
Contro l'ipocrisia
Lamento su Gerusalemme
Contro gli alberi sacri
La pace perpetua
Splendore è maestà del Signore
L'anarchia a Gerusalemme
Le donne di Gerusalemme
Gerusalemme colpita dalla sventura
Il germoglio del Signore
Il canto della vigna
Maledizioni
La collera del Signore
La chiamata degli invasori
Vocazione di Isaia
Primo intervento di Isaia
Secondo intervento
Predizione di un'invasione
Nascita di un figlio di Isaia
Siloe e l'Eufrate
La missione di Isaia
Il cammino nella notte
La liberazione
Le prove del regno del Nord
Contro il re di Assiria
Il piccolo resto
Fiducia in Dio
L'invasione
Il discendente di Davide
Il ritorno degli esiliati
Salmo
Contro Babilonia
Il ritorno dall'esilio
La morte del re di Babilonia
Contro l'Assiro
Contro i Filistei
Su Moab
La richiesta dei Moabiti
Lamento di Moab
Contro Damasco e Israele
Contro l'Etiopia
Contro l'Egitto
Conversione dell'Egitto
A proposito della presa di Asdòd
La caduta di Babilonia
Sull'Idumea
Contro gli Arabi
Contro l'entusiasmo di Gerusalemme
Contro Sebnà
Contro Tiro
Il giudizio del Signore
Canto sulla città distrutta
Le ultime sventure
Inno di ringraziamento
Il divino banchetto
Inno di ringraziamento
Salmo
Il passaggio del Signore
La vigna del Signore
Grazia e castigo
Ritorno degli Israeliti
Contro Samaria
Contro i falsi profeti
Contro i cattivi consiglieri
Parabola
Su Gerusalemme
Oracolo
Il trionfo del diritto
Contro l'ambasciata in Egitto
Altro oracolo contro un'ambasciata
Testamento
Dio perdonerà
Contro l'Assiria
Contro l'alleanza egiziana
Contro l'Assiria
Il re giusto
Il grossolano e il nobile
Contro le donne di Gerusalemme
L'effusione dello Spirito
L'attesa della salvezza
Il ritorno a Gerusalemme
La condanna di Edom
Il trionfo di Gerusalemme
L'invasione di Sennacherib
Ricorso al profeta Isaia
Ritorno del gran coppiere
Secondo racconto dell'intervento di Sennacherib
Intervento di Isaia
Il segno a Ezechia
Oracolo sull'Assiria
Castigo di Sennacherib
Malattia e guarigione di Ezechia
Cantico di Ezechia
Ambasciata babilonese
Annuncio della liberazione
La grandezza divina
Ciro strumento del Signore
Israele scelto e protetto dal Signore
nullità degli idoli
Primo canto del servo del Signore
Inno di vittoria
L'accecamento di Israele
Dio protettore e liberatore di Israele
Il Signore è l'unico Dio
Contro Babilonia
I prodigi del nuovo esodo
L'ingratitudine di Israele
Benedizione di Israele
Non c'è altro Dio
nullità degli idoli
fedeltà al Signore
Dio creatore del mondo e Signore della storia
Ciro strumento di Dio
Preghiera
Potere sovrano del Signore
Conversione dei popoli pagani
Dio, Signore di tutto l'universo
Caduta di Babilonia
Lamento su Babilonia
Il Signore aveva predetto tutto
Il Signore ha scelto Ciro
Il destino di Israele
La fine dell'esilio
Secondo canto del servo del Signore
La gioia del ritorno
La punizione di Israele
Terzo canto del servo del Signore
Elezione e benedizione di Israele
Il regno della giustizia di Dio
Il risveglio del Signore
Il Signore è il consolatore
Il risveglio di Gerusalemme
Liberazione di Gerusalemme
Annuncio della salvezza
Quarto canto del servo del Signore
La rivincita di Gerusalemme
La nuova Gerusalemme
Invito finale
Conclusione
Promessa agli stranieri
Indegnità dei capi
Contro l'idolatria
La salvezza per i deboli
Il digiuno accetto a Dio
Il sabato
Salmo penitenziale
Oracolo
Splendore di Gerusalemme
Vocazione di un profeta
Ringraziamento
Splendore di Gerusalemme
Il giudizio dei popoli
Maledizione sulla storia di Israele
Il giudizio futuro
Oracolo sul tempio
Giudizio su Gerusalemme
Discorso escatologico

Titolo (Is 1,1-9)

1:1 Visione che Isaia, figlio di Amoz, ebbe su Giuda e su Gerusalemme al tempo dei re di Giuda Ozia, Iotam, Acaz ed Ezechia. 2 Udite, o cieli, ascolta, o terra, così parla il Signore: "Ho allevato e fatto crescere figli, ma essi si sono ribellati contro di me. 3 Il bue conosce il suo proprietario e l'asino la greppia del suo padrone, ma Israele non conosce, il mio popolo non comprende". 4 Guai, gente peccatrice, popolo carico d'iniquità! Razza di scellerati, figli corrotti! Hanno abbandonato il Signore, hanno disprezzato il Santo d'Israele, si sono voltati indietro. 5 Perchè volete ancora essere colpiti, accumulando ribellioni? Tutta la testa è malata, tutto il cuore langue. 6 Dalla pianta dei piedi alla testa non c'è nulla di sano, ma ferite e lividure e piaghe aperte, che non sono state ripulite nè fasciate nè curate con olio. 7 La vostra terra è un deserto, le vostre città arse dal fuoco. La vostra campagna, sotto i vostri occhi, la divorano gli stranieri; è un deserto come la devastazione di Sòdoma. 8 è rimasta sola la figlia di Sion, come una capanna in una vigna, come una tenda in un campo di cetrioli, come una città assediata. 9 Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato qualche superstite, già saremmo come Sòdoma, assomiglieremmo a Gomorra.

1:1 1:1 La visione d'Isaia, figliuolo di Amos, la quale egli vide intorno a Giuda ed a Gerusalemme, a' di' di Uz-zia, di Iotam, di Achaz, e di Ezechia, re di Giuda. 2 1:2 ASCOLTATE, cieli. e tu, terra, porgi gli orecchi. perciocche' il Signore ha parlato, dicendo: Io ho allevati de' figliuoli, e li ho cresciuti. ma essi si son ribellati contro a me. 3 1:3 Il bue conosce il suo possessore, e l'asino la mangiatoia del suo padrone. ma Israele non ha conoscimento, il mio popolo non ha intelletto. 4 1:4 Guai alla nazione peccatrice, al popolo carico d'iniquita', alla schiatta de' maligni, a' figliuoli perduti! Hanno abbandonato il Signore. hanno dispettato il Santo d'Israele. si sono alienati e rivolti indietro. 5 1:5 A che sareste ancora percossi? voi aggiungereste rivolta a rivolta. ogni capo e' infermo, e ogni cuore e' languido. 6 1:6 Dalla pianta del pie' infino alla testa non vi e' sanita' alcuna in esso. tutto e' ferita, e lividore, e piaga colante. le quali non sono state rasciugate, ne' fasciate, ne' allenite con unguento. 7 1:7 Il vostro paese e' desolato, le vostre citta' sono arse col fuoco. i forestieri divorano il vostro paese, in proesenza vostra. e questa desolazione e' come una sovversione fatta da strani. 8 1:8 E la figliuola di Sion resta come un frascato in una vigna, come una capanna in un cocomeraio, come una citta' assediata. 9 1:9 Se il Signor degli eserciti non ci avesse lasciato alcun piccolo rimanente, noi saremmo stati come Sodoma, saremmo stati simili a Gomorra.

1:1 1:1 La visione d'Isaia, figliuolo d'Amots, ch'egli ebbe relativamente a Giuda e a Gerusalemme ai giorni di Uzzia, di Jotham, di A-chaz e di Ezechia, re di Giuda. 2 1:2 Udite, o cieli! e tu, terra, proesta orecchio! poichè l'Eterno parla: Io, dic'egli, ho nutrito de' figliuoli e li ho allevati, ma essi si son ribellati a me. 3 1:3 Il bue conosce il suo possessore, e l'asino la greppia del suo padrone. ma Israele non ha conoscenza, il mio popolo non ha discernimento. 4 1:4 Ahi, nazione peccatrice, popolo carico d'iniquita', razza di malvagi, figliuoli corrotti! Hanno abbandonato l'Eterno, hanno sproezzato il Santo d'Israele, si son vo'lti e ritratti indietro. 5 1:5 A che pro colpirvi ancora? Aggiungereste altre rivolte. Tutto il capo e' malato, tutto il cuore e' languente. 6 1:6 Dalla pianta del pie' fino alla testa non v'e' nulla di sano in esso: non vi son che ferite, contusioni, piaghe aperte, che non sono state nettate, nè fasciate, nè lenite con olio. 7 1:7 Il vostro paese e' desolato, le vostre citta' son consumate dal fuoco, i vostri campi li divorano degli stranieri, sotto agli occhi vostri. tutto e' devastato, come per un sovvertimento di barbari. 8 1:8 E la figliuola di Sion e' rimasta come un frascato in una vigna, come una capanna in un campo di cocomeri, come una citta' assediata. 9 1:9 Se l'Eterno degli eserciti non ci avesse lasciato un picciol residuo, saremmo come Sodoma, somiglieremmo a Gomorra.

1:1 1:1 Visione che Isaia, figlio di Amots, ebbe riguardo a Giuda e a Gerusalemme ai giorni di Uzzia, di Iotam, di Acaz e di Ezechia, re di Giuda. 2 1:2 Udite, o cieli! E tu, terra, proesta orecchio! Poichè il SIGNORE parla: 'Ho nutrito dei figli e li ho allevati, ma essi si sono ribellati a me. 3 1:3 Il bue conosce il suo possessore, e l'asino la greppia del suo padrone, ma Israele non ha conoscenza, il mio popolo non ha discernimento'. 4 1:4 Guai alla nazione peccatrice, popolo carico d'iniquità, razza di malvagi, figli corrotti! Hanno abbandonato il SIGNORE, hanno disproezzato il Santo d'Israele, hanno voltato le spalle e si sono allontanati. 5 1:5 Per quale ragione colpirvi ancora? Aggiungereste altre rivolte. Tutto il capo è malato, tutto il cuore è languente. 6 1:6 Dalla pianta del piede fino alla testa non c'è nulla di sano in esso: non ci sono che ferite, contusioni, piaghe aperte, che non sono state ripulite, nè fasciate, nè lenite con olio. 7 1:7 Il vostro paese è desolato, le vostre città sono consumate dal fuoco, i vostri campi li divorano degli stranieri, sotto i vostri occhi. tutto è devastato, come per un sovvertimento di barbari. 8 1:8 La figlia di Sion è rimasta come un frascato in una vigna, come una capanna in un campo di cocomeri, come una città assediata. 9 1:9 Se il SIGNORE degli eserciti non ci avesse lasciato un piccolo residuo, saremmo come Sodoma, somiglieremmo a Gomorra.

1:1 1:1 La visione d’Isaia, figlio di Amots, che egli ebbe riguardo a Giuda e a Gerusalemme ai giorni di Uz-ziah, di Jotham, di Achaz e di Ezechia, re di Giuda. 2 1:2 Udite, o cieli, e ascolta, o terra, perchè l’Eterno ha parlato: ’Ho allevato dei figli e li ho fatti crescere, ma essi si sono ribellati contro di me. 3 1:3 Il bue riconosce il suo proproietario e l’asino la mangiatoia del suo padrone, ma Israele non ha conoscenza e il mio popolo non ha intendimento'. 4 1:4 Guai, nazione peccatrice, popolo carico di iniquità, razza di malfattori, figli che operano perversamente! Hanno abbandonato l’Eterno, hanno disproezzato il Santo d’Israele, si sono sviati e voltati indietro. 5 1:5 Perchè volete essere ulteriormente colpiti? Vi ribellereste ancor di più. Tutto il capo è malato, tutto il cuore langue. 6 1:6 Dalla pianta del piede fino alla testa non vi è nulla di sano: solo ferite, lividure e piaghe aperte, che non sono state pulite nè fasciate nè lenite con olio. 7 1:7 Il vostro paese è desolato, le vostre città arse dal fuoco, il vostro suolo lo divorano gli stranieri sotto i vostri occhi. è una desolazione come se fosse distrutto da stranieri. 8 1:8 Così la figlia di Sion è rimasta come un capanno in una vigna, come una capanna in un campo di cocomeri, come una città assediata. 9 1:9 Se l’Eterno degli eserciti non ci avesse lasciato un piccolo residuo, saremmo come Sodoma, assomiglieremmo a Gomorra.

1:1 Visione che Isaia, figlio di Amoz, ebbe su Giuda e su Gerusalemme nei giorni di Ozia, di Iotam, di Acaz e di Ezechia, re di Giuda. 2 Udite, cieli; ascolta, terra, perchè il Signore dice: ""Ho allevato e fatto crescere figli, ma essi si sono ribellati contro di me. 3 Il bue conosce il proprietario e l'asino la greppia del padrone, ma Israele non conosce e il mio popolo non comprende"". 4 Guai, gente peccatrice, popolo carico di iniquità! Razza di scellerati, figli corrotti! Hanno abbandonato il Signore, hanno disprezzato il Santo di Israele, si sono voltati indietro; 5 perchè volete ancora essere colpiti, accumulando ribellioni? La testa è tutta malata, tutto il cuore langue. 6 Dalla pianta dei piedi alla testa non c'è in esso una parte illesa, ma ferite e lividure e piaghe aperte, che non sono state ripulite, nè fasciate, nè curate con olio. 7 Il vostro paese è devastato, le vostre città arse dal fuoco. La vostra campagna, sotto i vostri occhi, la divorano gli stranieri; è una desolazione come Sòdoma distrutta. 8 è rimasta sola la figlia di Sion come una capanna in una vigna, come un casotto in un campo di cocomeri, come una città assediata. 9 Se il Signore degli eserciti non ci avesse lasciato un resto, già saremmo come Sòdoma, simili a Gomorra.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Autore


Lettura del testo durante l'anno liturgico

ordinario

-15°mercoledi dell'anno pari dove si leggono i seguenti passi
[(sal 94,5-10.94,14-15)}; (mat 11,25-27)}; (is 1,5-7.1,13-16)};
E nelle seguenti solennità
dove si leggono i seguenti passi:

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia