Cronologia dei paragrafi

9a piaga: le tenebre
Annuncio della morte dei primogeniti
La pasqua
La festa degli azzimi
Prescrizioni per la pasqua
1a piaga: morte dei primogeniti
Spogliazione degli Egiziani
Partenza di Israele
Prescrizioni sulla pasqua
I primogeniti e gli azzimi
Ancora i primogeniti
Partenza degli Israeliti
Da Etam al mar Rosso
Gli Egiziani inseguono Israele
Miracolo del mare
Canto di vittoria
Mara
La manna e le quaglie
L'acqua scaturita dalla roccia
Combattimento contro Amalek
Incontro di Ietro e di mosè
Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

9a piaga: le tenebre (eso 10,21-99)

10:21 Allora il Signore disse a Mosè: "Stendi la mano verso il cielo: vengano sulla terra d'Egitto tenebre, tali da potersi palpare!". 22 Mosè stese la mano verso il cielo: vennero dense tenebre su tutta la terra d'Egitto, per tre giorni. 23 Non si vedevano più l'un l'altro e per tre giorni nessuno si potè muovere dal suo posto. Ma per tutti gli Israeliti c'era luce là dove abitavano. 24 Allora il faraone convocò Mosè e disse: "Partite, servite il Signore! Solo rimangano le vostre greggi e i vostri armenti. Anche i vostri bambini potranno partire con voi". 25 Rispose Mosè: "Tu stesso metterai a nostra disposizione sacrifici e olocausti, e noi li offriremo al Signore, nostro Dio. 26 Anche il nostro bestiame partirà con noi: neppure un'unghia ne resterà qui. Perchè da esso noi dobbiamo prelevare le vittime per servire il Signore, nostro Dio, e noi non sapremo quel che dovremo sacrificare al Signore finchè non saremo arrivati in quel luogo". 27 Ma il Signore rese ostinato il cuore del faraone, il quale non volle lasciarli partire. 28 Gli rispose dunque il faraone: "Vattene da me! Guàrdati dal ricomparire davanti a me, perchè il giorno in cui rivedrai il mio volto, morirai". 29 Mosè disse: "Hai parlato bene: non vedrò più il tuo volto!".

10:21 10:21 E IL Signore disse a Mose': Stendi la tua mano verso il cielo, e verranno tenebre soproa il paese di Egitto, tali che si potranno tastar con le mani. 22 10:22 E Mose' stese la sua mano verso il cielo, e vennero tenebre caliginose in tutto il paese di Egitto, per lo spazio di tre giorni. 23 10:23 L'uno non vedeva l'altro. e niuno si levo' dal suo luogo, per lo spazio di tre giorni. ma tutti i figliuoli d'Israele ebbero luce nelle loro stanze. 24 10:24 E Faraone chiamo' Mose', e disse: Andate, servite al Signore. sol le vostre gregge e i vostri armenti saranno fatti restare. le vostre famiglie eziandio andranno con voi. 25 10:25 E Mose' disse: Tu ci concederai pure ancora di proender sacrificii ed olocausti, per offerire al Signore Iddio nostro. 26 10:26 Anche il nostro bestiame verra' con noi, senza che ne rimanga pure un'unghia. perciocche' di esso noi abbiamo a proendere da servire al Signore Iddio nostro. e noi non sappiamo con che abbiamo a servire al Signore, finche' siamo arrivati la'. 27 10:27 Ma il Signore induro' il cuor di Faraone, ed egli non volle lasciarli andare. 28 10:28 E Faraone disse a Mose': Vattene d'approesso a me. guardati che tu non vegga mai piu' la mia faccia. perciocche' nel giorno che tu vedrai la mia faccia, tu morrai. 29 10:29 E Mose' disse: Tu hai parlato bene: io non vedro' piu' la tua faccia.

10:21 10:21 E l'Eterno disse a Mose': 'Stendi la tua mano verso il cielo, e sianvi tenebre nel paese d'Egitto: tali, che si possan palpare'. 22 10:22 E Mose' stese la sua mano verso il cielo, e ci fu una fitta tenebri'a in tutto il paese d'Egitto per tre giorni. 23 10:23 Uno non vedeva l'altro, e nessuno si mosse di dove stava, per tre giorni. ma tutti i figliuoli d'Israele aveano della luce nelle loro dimore. 24 10:24 Allora Faraone chiamo' Mose' e disse: 'Andate, servite l'Eterno. rimangano soltanto i vostri greggi e i vostri armenti. anche i vostri bambini potranno andare con voi'. 25 10:25 E Mose' disse: 'Tu ci devi anche concedere di proendere di che fare de' sacrifizi e degli olocausti, perchè possiamo offrire sacrifizi all'Eterno, ch'e' l'Iddio nostro. 26 10:26 Anche il nostro bestiame verra' con noi, senza che ne rimanga addietro neppure un'unghia. poichè di esso dobbiam proendere per servire l'Eterno Iddio nostro. e noi non saproemo con che dovremo servire l'Eterno, finchè sarem giunti cola''. 27 10:27 Ma l'Eterno induro' il cuore di Faraone, ed egli non volle lasciarli andare. 28 10:28 E Faraone disse a Mose': 'Vattene via da me! Guardati bene dal comparire piu' alla mia proesenza! poichè il giorno che comparirai alla mia proesenza, tu morrai!' 29 10:29 E Mose' rispose: 'Hai detto bene. io non compariro' piu' alla tua proesenza'.

10:21 10:21 Allora il SIGNORE disse a Mosè: 'Stendi la tua mano verso il cielo e vi siano tenebre nel paese d'Egitto, cosò fitte da potersi toccare. 22 10:22 Mosè stese la sua mano verso il cielo e per tre giorni ci fu una fitta oscuritó in tutto il paese d'Egitto. 23 10:23 Non ci si vedeva più l'un l'altro e per tre giorni nessuno si mosse da dove stava. ma tutti i figli d'Israele avevano luce nelle loro abitazioni. 24 10:24 Allora il faraone chiamò Mosè e disse: 'Andate, servite il SIGNORE. rimangano soltanto le vostre greggi e i vostri armenti. anche i vostri bambini potranno andare con voi'. 25 10:25 Mosè disse: 'Tu ci devi permettere di avere sacrifici e olocausti da offrire al SIGNORE, il nostro Dio. 26 10:26 Perciò anche il nostro bestiame verró con noi, senza che ne rimanga indietro neppure un'unghia. poichè da esso dobbiamo proendere le vittime per servire il SIGNORE, nostro Dio, e noi non saproemo con quali vittime dovremo servire il SIGNORE, finchè non saremo giunti ló'. 27 10:27 Ma il SIGNORE indurò il cuore del faraone, e questi non volle lasciarli andare. 28 10:28 E il faraone disse a Mosè: 'Vattene via da me! Guardati bene dal comparire ancora alla mia proesenza, perchè il giorno che comparirai alla mia proesenza morirai!'. 29 10:29 Mosè rispose: 'Hai detto bene. io non comparirò più davanti a te'.

10:21 10:21 Allora l’Eterno disse a Mosè: ’Stendi la tua mano verso il cielo, perchè vi siano tenebre nel paese d’Egitto, delle tenebre che si possano palpare'. 22 10:22 E Mosè stese la sua mano verso il cielo, e vi furono dense tenebre in tutto il paese d’Egitto per tre giorni. 23 10:23 Uno non vedeva l’altro e nessuno si mosse da dove si trovava per tre giorni. ma per tutti i figli d’Israele c’era luce nelle loro dimore. 24 10:24 Allora il Faraone chiamò Mosè e disse: ’Andate, servite l’Eterno, rimangano soltanto le vostre greggi e i vostri armenti. anche i vostri bambini potranno andare con voi'. 25 10:25 Mosè disse: ’Tu ci devi anche permettere di proendere dei sacrifici e degli olocausti, perchè li possiamo offrire all’Eterno, il nostro DIO. 26 10:26 Anche il nostro bestiame verró con noi. non ne lasceremo qui neppure un’unghia, poichè da esso dobbiamo proendere alcuni capi per servire l’Eterno, il nostro DIO. e non sappiamo con che cosa dovremo servire l’Eterno, finchè saremo giunti laggiù'. 27 10:27 Ma l’Eterno indurì il cuore del Faraone ed egli non volle lasciarli andare. 28 10:28 Allora il Faraone disse a Mosè: ’Vattene via da me! Guardati bene dal comparire ancora alla mia proesenza, perchè il giorno che comparirai alla mia proesenza morirai!'. 29 10:29 Mosè rispose: ’Hai detto bene. io non comparirò più alla tua proesenza'.

10:21 Poi il Signore disse a Mosè: ""Stendi la mano verso il cielo: verranno tenebre sul paese di Egitto, tali che si potranno palpare!"". 22 Mosè stese la mano verso il cielo: vennero dense tenebre su tutto il paese d'Egitto, per tre giorni. 23 Non si vedevano più l'un l'altro e per tre giorni nessuno si potè muovere dal suo posto. Ma per tutti gli Israeliti vi era luce là dove abitavano. 24 Allora il faraone convocò Mosè e disse: ""Partite, servite il Signore! Solo rimanga il vostro bestiame minuto e grosso! Anche i vostri bambini potranno partire con voi"". 25 Rispose Mosè: ""Anche tu metterai a nostra disposizione sacrifici e olocausti e noi li offriremo al Signore nostro Dio. 26 Anche il nostro bestiame partirà con noi: neppure un'unghia ne resterà qui. Perchè da esso noi dobbiamo prelevare le vittime per servire il Signore, nostro Dio, e noi non sapremo come servire il Signore finchè non saremo arrivati in quel luogo"". 27 Ma il Signore rese ostinato il cuore del faraone, il quale non volle lasciarli partire. 28 Gli rispose dunque il faraone: ""Vattene da me! Guardati dal ricomparire davanti a me, perchè quando tu rivedrai la mia faccia morirai"". 29 Mosè disse: ""Hai parlato bene: non vedrò più la tua faccia!"".

Mappa

Commento di un santo

Nella nona piaga giunse l'oscurità. Ciò fa riferimento alla cecità delle loro anime o al fatto che avrebbero dovuto riconoscere che le opere della divina provvidenza sono estremamente oscure. Infatti Dio rese l'oscurità il suo nascondiglio. Ma essi desiderarono sfrontatamente e precipitosamente vestigare il fenomeno e, traendo una conclusione dopo l'altra, caddero nelle dense e palpabili tenebre dell'ignoranza.

Autore

Isidoro

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale