Cronologia dei paragrafi

4a piaga: i mosconi
5a piaga: mortalità' del bestiame
6a piaga: le ulcere
7a piaga: la grandine
8a piaga: le cavallette
9a piaga: le tenebre
Annuncio della morte dei primogeniti
La pasqua
La festa degli azzimi
Prescrizioni per la pasqua
1a piaga: morte dei primogeniti
Spogliazione degli Egiziani
Partenza di Israele
Prescrizioni sulla pasqua
I primogeniti e gli azzimi
Ancora i primogeniti
Partenza degli Israeliti
Da Etam al mar Rosso
Gli Egiziani inseguono Israele
Miracolo del mare
Canto di vittoria
Mara
La manna e le quaglie
L'acqua scaturita dalla roccia
Combattimento contro Amalek
Incontro di Ietro e di mosè
Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

4a piaga: i mosconi (eso 8,16-99)

8:16 Il Signore disse a Mosè: "àlzati di buon mattino e presèntati al faraone quando andrà alle acque. Gli dirai: "Così dice il Signore: Lascia partire il mio popolo, perchè mi possa servire! 17 Se tu non lasci partire il mio popolo, ecco, manderò su di te, sui tuoi ministri, sul tuo popolo e sulle tue case sciami di tafani: le case degli Egiziani saranno piene di tafani e anche il suolo sul quale essi si trovano. 18 Ma in quel giorno io risparmierò la regione di Gosen, dove dimora il mio popolo: là non vi saranno tafani, perchè tu sappia che io sono il Signore in mezzo al paese! 19 Così farò distinzione tra il mio popolo e il tuo popolo. Domani avverrà questo segno"". 20 Così fece il Signore: sciami imponenti di tafani entrarono nella casa del faraone, nella casa dei suoi ministri e in tutta la terra d'Egitto; la terra era devastata a causa dei tafani. 21 Il faraone fece chiamare Mosè e Aronne e disse: "Andate a sacrificare al vostro Dio, ma nel paese!". 22 Mosè rispose: "Non è opportuno far così, perchè quello che noi sacrifichiamo al Signore, nostro Dio, è abominio per gli Egiziani. Se noi facessimo, sotto i loro occhi, un sacrificio abominevole per gli Egiziani, forse non ci lapiderebbero? 23 Andremo nel deserto, a tre giorni di cammino, e sacrificheremo al Signore, nostro Dio, secondo quanto egli ci ordinerà!". 24 Allora il faraone replicò: "Vi lascerò partire e potrete sacrificare al Signore nel deserto. Ma non andate troppo lontano e pregate per me". 25 Rispose Mosè: "Ecco, mi allontanerò da te e pregherò il Signore; domani i tafani si ritireranno dal faraone, dai suoi ministri e dal suo popolo. Però il faraone cessi di burlarsi di noi, impedendo al popolo di partire perchè possa sacrificare al Signore!". 26 Mosè si allontanò dal faraone e pregò il Signore. 27 Il Signore agì secondo la parola di Mosè e allontanò i tafani dal faraone, dai suoi ministri e dal suo popolo: non ne restò neppure uno. 28 Ma il faraone si ostinò anche questa volta e non lasciò partire il popolo. 29 30 31 32

8:16 8:16 E IL Signore disse a Mose': Di' ad Aaronne: Stendi la tua bacchetta, e percuoti la polvere della terra, ed ella diverra' mosconi in tutto il paese di Egitto. 17 8:17 Ed essi fecero cosi'. e Aaronne stese la sua mano con la sua bacchetta, e percosse la polvere della terra. e una moltitudine di mosconi venne in su gli uomini, e in su gli animali. tutta la polvere della terra divenne mosconi in tutto il paese di Egitto. 18 8:18 E i Magi si adoperarono anch'essi simigliante-mente co' loro incantesimi, per produrre mosconi. ma non poterono. E quella moltitudine di mosconi fu soproa gli uomini, e soproa gli animali. 19 8:19 E i Magi dissero a Faraone: Questo e' il dito di Dio. Ma il cuor di Faraone s'induro', e non porse loro orecchio. come il Signore ne avea parlato. 20 8:20 POI il Signore disse a Mose': Levati da mattina, e proesentati davanti a Faraone. ecco, egli uscira' fuori verso l'acqua. e digli: Cosi' ha detto il Signore: 21 8:21 Lascia andare il mio popolo, acciocche' mi serva. Perciocche', se tu non lasci andare il mio popolo, ecco, io mandero' soproa te, soproa i tuoi servitori, soproa il tuo popolo, e soproa le tue case, una mischia d'insetti. e le case degli Egizj, e la terra soproa la quale abitano, saranno ripiene di quella mischia. 22 8:22 Ma in quel giorno io lascero' da parte la contrada di Gosen, nella quale sta il mio popolo. talche' non vi sara' alcuna mischia. accioc-che' tu conosca che io sono il Signore in mezzo della terra. 23 8:23 Ed io mettero' una salvaguardia tra il mio popolo e il tuo popolo. domani avverra' questo segno. 24 8:24 E il Signore fece cosi'. e venne una gran mischia d'insetti nella casa di Faraone, e nelle case de' suoi servitori. e la terra fu guasta da questa mischia d'insetti per tutto il paese di Egitto. 25 8:25 E Faraone chiamo' Mo-se' ed Aaronne, e disse: Andate, sacrificate al vostro Dio nel paese. 26 8:26 Ma Mose' disse: E' non e' convenevole di far cosi'. conciossiache' noi abbiamo a sacrificare al Signore Iddio nostro cose, che gli E-gizj abbominano di sacrificare. ecco, se noi sacrificassimo davanti agli occhi degli Egizj cio' ch'essi abbominano di sacrificare, non ci lapiderebbero essi? 27 8:27 Lascia che andiamo tre giornate di cammino nel deserto, e noi sacrificheremo al Signore Iddio nostro, secondo ch'egli ci dira'. 28 8:28 E Faraone disse: Io vi lascero' andare, acciocche' sacrifichiate al Signore Iddio vostro nel deserto. sol che non andiate piu' lungi. proegate per me. 29 8:29 E Mose' disse: Ecco, io esco di proesente d'approesso a te, e proeghero' il Signore, e la mischia degl'insetti si partira' domani da Faraone, da' suoi servitori, e dal suo popolo. ma non continui Faraone a farsi beffe, per non lasciare andare il popolo, per sacrificare al Signore. 30 8:30 E Mose' usci' fuori d'approesso a F araone, e proego' il Signore. 31 8:31 E il Signore fece secondo la parola di Mose'. e rimosse quella mischia d'insetti da Faraone, da' suoi servitori, e dal suo popolo. non ve ne resto' pur uno. 32 8:32 Ma Faraone ancora questa volta aggravo' il suo cuore, e non lascio' andare il popolo.

8:16 8:16 E l'Eterno disse a Mose': 'Di' ad Aaronne: Stendi il tuo bastone e percuoti la polvere della terra, ed essa diventera' zanzare per tutto il paese di Egitto'. 17 8:17 Ed essi fecero cosi'. Aaronne stese la sua mano col suo bastone, percosse la polvere della terra, e ne vennero delle zanzare sugli uomini e sugli animali. tutta la polvere della terra divento' zanzare per tutto il paese d'Egitto. 18 8:18 E i magi cercarono di far lo stesso coi loro incantesimi per produrre le zanzare, ma non poterono. Le zanzare furon dunque sugli uomini e sugli animali. 19 8:19 Allora i magi dissero a Faraone: 'Questo e' il dito di Dio'. Ma il cuore di Faraone s'induro' ed egli non die' ascolto a Mose' e ad Aaron-ne, come l'Eterno avea detto. 20 8:20 Poi l'Eterno disse a Mose': 'Alzati di buon mattino, e proesentati a Faraone. Ecco, egli uscira' per andar verso l'acqua. e digli: Cosi' dice l'Eterno: Lascia andare il mio popolo, perchè mi serva. 21 8:21 Se no, se non lasci andare il mio popolo, ecco io mandero' su te, sui tuoi servitori, sul tuo popolo e nelle tue case, le mosche velenose. le case degli Egiziani saran piene di mosche velenose e il suolo su cui stanno ne sara' coperto. 22 8:22 Ma in quel giorno io faro' eccezione del paese di Goscen, dove abita il mio popolo. e quivi non ci saranno mosche, affinchè tu sappia che io, l'Eterno, sono in mezzo al paese. 23 8:23 E io faro' una distinzione fra il mio popolo e il tuo popolo. Domani avverra' questo miracolo'. 24 8:24 E l'Eterno fece cosi'. e vennero grandi sciami di mosche velenose in casa di Faraone e nelle case dei suoi servitori. e in tutto il paese d'Egitto la terra fu guasta dalle mosche velenose. 25 8:25 Faraone chiamo' Mose' ed Aaronne e disse: 'Andate, offrite sacrifizi al vostro Dio nel paese'. 26 8:26 Ma Mose' rispose: 'Non si puo' far cosi'. poichè offriremmo all'Eterno, ch'e' l'Iddio nostro, dei sacrifizi che sono un abominio per gli Egiziani. Ecco, se offrissimo sotto i loro occhi dei sacrifizi che sono un abominio per gli Egiziani, non ci lapiderebbero essi? 27 8:27 Andremo tre giornate di cammino nel deserto, e offriremo sacrifizi all'Eterno, ch'e' il nostro Dio, com'egli ci ordinera''. 28 8:28 E Faraone disse: 'Io vi lascero' andare, perchè offriate sacrifizi all'Eterno, ch'e' il vostro Dio, nel deserto. soltanto, non andate troppo lontano. proegate per me'. 29 8:29 E Mose' disse: 'Ecco, io esco da te e proeghero' l'Eterno, e domani le mosche s'allontaneranno da Faraone, dai suoi servitori e dal suo popolo. soltanto, Faraone non si faccia piu' beffe, impedendo al popolo d'andare a offrir sacrifizi all'Eterno'. 30 8:30 E Mose' usci' dalla proesenza di Faraone, e proego' l'Eterno. 31 8:31 E l'Eterno fece quel che Mose' domandava, e allontano' le mosche velenose da Faraone, dai suoi servitori e dal suo popolo. non ne resto' neppur una. 32 8:32 Ma anche questa volta Faraone si ostino' in cuor suo, e non lascio' andare il popolo.

8:16 8:16 Quindi il SIGNORE disse a Mosè: 'Dò ad Aaronne: ""Stendi il tuo bastone, percuoti la polvere della terra ed essa diventeró zanzare per tutto il paese d'Egitto""'. 17 8:17 Essi fecero cosò. Aa-ronne stese il braccio con il suo bastone, percosse la polvere della terra e ne vennero delle zanzare sugli uomini e sugli animali. Tutta la polvere della terra diventò zanzare per tutto il paese d'Egitto. 18 8:18 I maghi cercarono di fare la stessa cosa con le loro arti occulte per produrre le zanzare, ma non poterono. Le zanzare infierivano sugli uomini e sugli animali. 19 8:19 Allora i maghi dissero al faraone: 'Questo è il dito di Dio'. Ma il cuore del faraone si indurò e non diede ascolto a Mosè e ad Aaron-ne, come il SIGNORE aveva detto. 20 8:20 Poi il SIGNORE disse a Mosè: 'Alzati di buon mattino e proesentati al faraone. Egli usciró per andare verso l'acqua. Tu gli dirai: ""Cosò dice il SIGNORE: Lascia andare il mio popolo, perchè mi serva. 21 8:21 Perchè se non lasci andare il mio popolo, io manderò su di te, sui tuoi servitori, sul tuo popolo e nelle tue case, le mosche velenose. Le case degli Egiziani saranno piene di mosche velenose e il suolo su cui stanno ne saró coperto. 22 8:22 Ma in quel giorno io risparmierò la terra di Go-scen, dove abita il mio popolo. lò non ci saranno mosche, affinchè tu sappia che io, il SIGNORE, sono in mezzo al paese. 23 8:23 Io farò distinzione tra il mio popolo e il tuo popolo. Domani avverró questo miracolo""'. 24 8:24 Il SIGNORE fece cosò: vennero grandi sciami di mosche velenose in casa del faraone, nelle case dei suoi servitori e in tutto il paese d'Egitto. La terra fu devastata dalle mosche velenose. 25 8:25 Il faraone chiamò Mosè e Aaronne e disse: 'Andate, offrite sacrifici al vostro Dio nel paese'. 26 8:26 Ma Mosè rispose: 'Non si può far cosò. perchè offriremmo al SIGNORE, al nostro Dio, dei sacrifici che sono un abominio per gli Egiziani. Ecco, se offrissimo sotto i loro occhi dei sacrifici che sono un abominio per gli Egiziani, essi ci lapiderebbero ! 27 8:27 Andremo per tre giornate di cammino nel deserto e offriremo sacrifici al SIGNORE nostro Dio, come egli ci ordineró'. 28 8:28 Allora il faraone disse: 'Io vi lascerò andare, perchè offriate sacrifici al SIGNORE vostro Dio, nel deserto. soltanto, non andate troppo lontano. proegate per me'. 29 8:29 Mosè disse: 'Ecco, io esco dalla tua proesenza, proegherò il SIGNORE e domani le mosche si allontaneranno dal faraone, dai suoi servitori e dal suo popolo. Però il faraone non si faccia più beffe di noi, impedendo al popolo di andare a offrire sacrifici al SIGNORE'. 30 8:30 Mosè uscò dalla proesenza del faraone e proegò il SIGNORE. 31 8:31 Il SIGNORE fece quello che Mosè domandava e allontanò le mosche velenose dal faraone, dai suoi servitori e dal suo popolo. non ne restò neppure una. 32 8:32 Ma anche questa volta il faraone si ostinò in cuor suo e non lasciò andare il popolo.

8:16 8:16 L’Eterno disse quindi a Mosè: ’Dì ad Aaronne: ""Stendi il tuo bastone e percuoti la polvere della terra, ed essa diventeró zanzare per tutto il paese d’Egitto""'. 17 8:17 Ed essi fecero così, Aa-ronne stese la sua mano col suo bastone, percosse la polvere della terra e vi furono zanzare sugli uomini e sugli animali. tutta la polvere della terra diventò zanzare in tutto il paese d’Egitto. 18 8:18 Ora i maghi cercarono di fare lo stesso con le loro arti occulte per produrre le zanzare, ma non poterono. Le zanzare furono dunque sugli uomini e sugli animali. 19 8:19 Allora i maghi dissero al Faraone: ’Questo è il dito di DIO'. Ma il cuore del Faraone si indurì ed egli non diede loro ascolto, come l’Eterno aveva loro detto. 20 8:20 Poi l’Eterno disse a Mo-sè: ’Alzati di buon mattino e proesentati al Faraone, come egli esce per andare verso l’acqua. e digli: ""Così dice l’Eterno: Lascia il mio popolo, perchè mi possa servire. 21 8:21 Ma se non lasci andare il mio popolo, ecco io manderò su di te, sui tuoi servi, sul tuo popolo e nelle tue case sciami di mosche. le case degli Egiziani saranno piene di sciami di mosche, e così saró la terra su cui stanno. 22 8:22 Ma in quel giorno io separerò il paese di Goscen, dove abita il mio popolo. e lì non ci saranno sciami di mosche, affinchè tu sappia che io sono l’Eterno in mezzo al paese. 23 8:23 Io farò una distinzione fra il mio popolo e il tuo popolo. Domani avverró questo miracolo""'. 24 8:24 E l’Eterno fece così. vennero folti sciami di mosche in casa del Faraone e nelle case dei suoi servi, e in tutto il paese d’Egitto la terra fu devastata dagli sciami di mosche. 25 8:25 Allora il Faraone chiamò Mosè ed Aaronne e disse: ’Andate, sacrificate al vostro DIO nel paese'. 26 8:26 Ma Mosè rispose: ’Non si può fare questo, poichè faremmo all’Eterno, il nostro DIO, sacrifici che sono un abominio per gli Egiziani. Ecco, facendo sotto i loro occhi dei sacrifici che sono un abominio per gli Egiziani non ci lapideranno? 27 8:27 Andremo nel deserto per un cammino di tre giorni e sacrificheremo all’Eterno, il nostro DIO, come egli ci ordineró'. 28 8:28 Il Faraone disse: ’Io vi lascerò andare, perchè sacrifichiate all’Eterno, il vostro DIO, nel deserto. soltanto, non andate troppo lontano. proegate per me'. 29 8:29 Mosè disse: ’Ecco, io esco da te e proegherò l’Eterno e domani gli sciami di mosche si allontaneranno dal Faraone, dai suoi servi e dal suo popolo. basta però che il Faraone non ci proenda più in giro, impedendo al popolo di andare a sacrificare all’Eterno'. 30 8:30 Mosè uscì quindi dalla proesenza del Faraone e proegò l’Eterno. 31 8:31 E l’Eterno fece secondo la parola di Mosè e allontanò gli sciami di mosche dal Faraone, dai suoi servi e dal suo popolo. non ne rimase neppure una. 32 8:32 Ma anche questa volta il F araone indurì il suo cuore e non lasciò andare il popolo.

8:16 Poi il Signore disse a Mosè: ""Alzati di buon mattino e presentati al faraone quando andrà alle acque; gli riferirai: Dice il Signore: Lascia partire il mio popolo, perchè mi possa servire! 17 Se tu non lasci partire il mio popolo, ecco manderò su di te, sui tuoi ministri, sul tuo popolo e sulle tue case i mosconi: le case degli Egiziani saranno piene di mosconi e anche il suolo sul quale essi si trovano. 18 Ma in quel giorno io eccettuerò il paese di Gosen, dove dimora il mio popolo, in modo che là non vi siano mosconi, perchè tu sappia che io, il Signore, sono in mezzo al paese! 19 Così farò distinzione tra il mio popolo e il tuo popolo. Domani avverrà questo segno"". 20 Così fece il Signore: una massa imponente di mosconi entrò nella casa del faraone, nella casa dei suoi ministri e in tutto il paese d'Egitto; la regione era devastata a causa dei mosconi. 21 Il faraone fece chiamare Mosè e Aronne e disse: ""Andate a sacrificare al vostro Dio nel paese!"". 22 Ma rispose Mosè: ""Non è opportuno far così perchè quello che noi sacrifichiamo al Signore, nostro Dio, è abominio per gli Egiziani. Se noi facciamo un sacrificio abominevole agli Egiziani sotto i loro occhi, forse non ci lapideranno? 23 Andremo nel deserto, a tre giorni di cammino, e sacrificheremo al Signore, nostro Dio, secondo quanto egli ci ordinerà!"". 24 Allora il faraone replicò: ""Vi lascerò partire e potrete sacrificare al Signore nel deserto. Ma non andate troppo lontano e pregate per me"". 25 Rispose Mosè: ""Ecco, uscirò dalla tua presenza e pregherò il Signore; domani i mosconi si ritireranno dal faraone, dai suoi ministri e dal suo popolo. Però il faraone cessi di burlarsi di noi, non lasciando partire il popolo, perchè possa sacrificare al Signore!"". 26 Mosè si allontanò dal faraone e pregò il Signore. 27 Il Signore agì secondo la parola di Mosè e allontanò i mosconi dal faraone, dai suoi ministri e dal suo popolo: non ne restò neppure uno. 28 Ma il faraone si ostinò anche questa volta e non lasciò partire il popolo. 29 30 31 32

Mappa

Commento di un santo

gli egiziani disdeganavano di mangiare carne di pecora. Ma ciò che gli egiziani hanno in abominio, gli israeliti offrono a dio. L'ingiusto disprezza una conoscenza pulita come debole ed abietta, ma il giusto la trasforma in un sacrificio al Dio della virtù. Gli uomini retti, nel venerare Dio, offrono al loro purezza e gentilezza a lui. Il reprobo disprezza queste virtù e le considera stupidità

Autore

Paterio

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale