Cronologia dei paragrafi

Disfatta di Iamnia
Successo in Idumea e in Filistea
Fine di Antioco Epifane
Avvento al trono di Antioco V
L'assedio dell'Acra di Gerusalemme da parte di Giuda Maccabeo
Spedizione di Antioco V e di Lisia. Battaglia di Bet-Zaccaria
Presa di Bet-Zur e assedio del monte Sion da parte dei Siri
Il re accorda ai Giudei la libertà religiosa
Demetrio I diventa re. Invia Bacchide e Alcimo in Giudea
Niconore in Giudea. Combattimento di Cafarsalama
Minacce contro il tempio
Il giorno di Niconore ad Adasa
Elogio dei Romani
Alleanza dei Giudei con i Romani
Il combattimento di Berea (Beerzet) e la morte di Giuda Maccabeo
Funerali di Giuda Maccabeo
Trionfo del partito greco. Gionata capo della resistenza
Gionata nel deserto di Tekea. Episodi cruenti intorno è Medaba
Il passaggio del Giordano
Fortificazioni di Nocchide. Morte di Alcimo
L'assedio di Bet-Basi
Competizione di Alessandro Basal. Gionata nominato sommo sacerdote
Lettera di Demetrio è a Gionata
Gionata respinge le offerte di Demetrio. Morte del re
Matrimonio di Alessandro con Cleopatra. Gionata stratega è governatore
Demetrio II. Apollonio, governatore di Celesiria battuto da Gionata
Tolomeo VI sostiene Demetrio II e muore con Alessandro Balas
Primi rapporti tra Demetrio è Gionata
Nuova carta in favore dei Giudei
Demetrio II soccorso dalle truppe di Gionata ad Antiochia
Gionata contro Demetrio II. Simone riprende Bet-Zur. Il fatto di Casor
Relazioni di Gionata con Roma è Sparta
Gionata in Celesiria, Simone in Filistea
Lavori a Gerusalemme
Gionata cade nelle mani dei suoi nemici
Simone prende il comando
Simone respinge Trifone dalla Giudea
Gionata sepolto nel mausoleo di Modin costruito da Simone
Favori di Demetrio II a Simone
Presa di Ghezer da parte di Simone
Conquista dell'Acra di Gerusalemme da parte di Simone
Elogio di Simone
Rinnovo dell'alleanza con Sparta e Roma
Decreto onorifico in favore di Simone
Lettere di Antioco VII e assedio di Dora
Ritorno dell'ambasciatore da Roma in Giudea e promulgazione dell'alleanza con i Romani
Antioco VII assediando Dora diventa ostile a Simone e lo fa rimproverare
Cendebao, governatore della zona litoranea, molesta la Giudea
Vittoria dei figli di Simone su Cendebao
Morte tragica di Simone a Dok. Gli succede il figlio Giovanni

Disfatta di Iamnia (1mac 5,55-62)

5:55 Nel tempo in cui Giuda e Giònata erano rimasti in Gàlaad, e Simone, loro fratello, in Galilea di fronte a Tolemàide, 56 Giuseppe, figlio di Zaccaria, e Azaria, comandanti dell'esercito, vennero a sapere delle imprese gloriose e delle battaglie che avevano compiute 57 e dissero: "Facciamoci onore anche noi e usciamo a combattere contro i pagani che sono intorno a noi". 58 Diedero ordine ai soldati che erano con loro e si diressero a Iàmnia. 59 Ma Gorgia uscì dalla città con i suoi uomini incontro a loro per attaccarli. 60 Giuseppe e Azaria furono vinti e inseguiti fin nel territorio della Giudea, e in quel giorno caddero circa duemila uomini del popolo d'Israele. 61 Toccò questa grave sconfitta al popolo, perchè non avevano ascoltato Giuda e i suoi fratelli, pensando di compiere gesta eroiche. 62 Costoro non erano della stirpe di quegli uomini, alle cui mani era stata affidata la salvezza d'Israele.

5:55 56 57 58 59 60 61 62

5:55 56 57 58 59 60 61 62

5:55 56 57 58 59 60 61 62

5:55 56 57 58 59 60 61 62

5:55 Allora vi si recò e cercava di impadronirsi della città e di depredarla, ma non vi riuscì, perchè il suo piano fu risaputo dagli abitanti della città, 56 che si opposero a lui con le armi; egli fu messo in fuga e dovette partire di là con grande tristezza e tornare in Babilonia. 57 Poi venne un messaggero in Persia ad annunciargli che erano state sconfitte le truppe inviate contro Giuda, 58 che Lisia si era mosso con un esercito tra i più agguerriti ma era rimasto sconfitto davanti a loro e che quelli si erano rinforzati con armi e truppe e bottino ingente, riportato dagli accampamenti che avevano distrutti; 59 che inoltre avevano demolito l'idolo da lui innalzato sull'altare in Gerusalemme, che avevano circondato con mura alte come prima il santuario e anche Bet-Zur, che era una sua città. 60 Il re, sentendo queste novità, rimase sbigottito e scosso terribilmente; si mise a letto e cadde ammalato per la tristezza, perchè non era avvenuto secondo i suoi desideri. 61 Rimase così molti giorni, perchè si rinnovava in lui una forte depressione e credeva di morire. 62 Allora chiamò tutti i suoi amici e disse loro: ""Se ne va il sonno dai miei occhi e ho l'animo oppresso dai dispiaceri;

Mappa

#http://##http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia