Cronologia dei paragrafi

Testamento e morte di Mattatia
Elogio di Giuda Maccabeo
Primi successi di Giuda
Preparativi di Antioco contro la Persia e la Giudea. Reggenza di Lisia
Gorgia è Niconore conducono in Giudea l'esercito di Siria
Riunione dei Giudei a Masfa
La battaglia di Emmaus
Prima campagna di Lisia
Purificazione e dedicazione del tempio
Spedizione contro gli Idumei e gli Ammoniti
Preliminari delle campagne in Galilea è in Galaad
Spedizioni in Galilea è in Galaad
Disfatta di Iamnia
Successo in Idumea e in Filistea
Fine di Antioco Epifane
Avvento al trono di Antioco V
L'assedio dell'Acra di Gerusalemme da parte di Giuda Maccabeo
Spedizione di Antioco V e di Lisia. Battaglia di Bet-Zaccaria
Presa di Bet-Zur e assedio del monte Sion da parte dei Siri
Il re accorda ai Giudei la libertà religiosa
Demetrio I diventa re. Invia Bacchide e Alcimo in Giudea
Niconore in Giudea. Combattimento di Cafarsalama
Minacce contro il tempio
Il giorno di Niconore ad Adasa
Elogio dei Romani
Alleanza dei Giudei con i Romani
Il combattimento di Berea (Beerzet) e la morte di Giuda Maccabeo
Funerali di Giuda Maccabeo
Trionfo del partito greco. Gionata capo della resistenza
Gionata nel deserto di Tekea. Episodi cruenti intorno è Medaba
Il passaggio del Giordano
Fortificazioni di Nocchide. Morte di Alcimo
L'assedio di Bet-Basi
Competizione di Alessandro Basal. Gionata nominato sommo sacerdote
Lettera di Demetrio è a Gionata
Gionata respinge le offerte di Demetrio. Morte del re
Matrimonio di Alessandro con Cleopatra. Gionata stratega è governatore
Demetrio II. Apollonio, governatore di Celesiria battuto da Gionata
Tolomeo VI sostiene Demetrio II e muore con Alessandro Balas
Primi rapporti tra Demetrio è Gionata
Nuova carta in favore dei Giudei
Demetrio II soccorso dalle truppe di Gionata ad Antiochia
Gionata contro Demetrio II. Simone riprende Bet-Zur. Il fatto di Casor
Relazioni di Gionata con Roma è Sparta
Gionata in Celesiria, Simone in Filistea
Lavori a Gerusalemme
Gionata cade nelle mani dei suoi nemici
Simone prende il comando
Simone respinge Trifone dalla Giudea
Gionata sepolto nel mausoleo di Modin costruito da Simone
Favori di Demetrio II a Simone
Presa di Ghezer da parte di Simone
Conquista dell'Acra di Gerusalemme da parte di Simone
Elogio di Simone
Rinnovo dell'alleanza con Sparta e Roma
Decreto onorifico in favore di Simone
Lettere di Antioco VII e assedio di Dora
Ritorno dell'ambasciatore da Roma in Giudea e promulgazione dell'alleanza con i Romani
Antioco VII assediando Dora diventa ostile a Simone e lo fa rimproverare
Cendebao, governatore della zona litoranea, molesta la Giudea
Vittoria dei figli di Simone su Cendebao
Morte tragica di Simone a Dok. Gli succede il figlio Giovanni

Testamento e morte di Mattatia (1mac 2,49-99)

2:49 Intanto si avvicinava per Mattatia l'ora della morte ed egli disse ai figli: "Ora dominano superbia e ingiustizia, è il tempo della distruzione e dell'ira rabbiosa. 50 Ora, figli, mostrate zelo per la legge e date la vostra vita per l'alleanza dei nostri padri. 51 Ricordate le gesta compiute dai padri ai loro tempi e traetene gloria insigne e nome eterno. 52 Abramo non fu trovato forse fedele nella tentazione e ciò non gli fu accreditato a giustizia? 53 Giuseppe nell'ora dell'oppressione osservò il precetto e divenne signore dell'Egitto. 54 Fineès, nostro padre, per lo zelo dimostrato conseguì l'alleanza del sacerdozio perenne. 55 Giosuè, obbedendo alla divina parola, divenne giudice in Israele. 56 Caleb, testimoniando nell'assemblea, ebbe in sorte parte del nostro paese. 57 Davide per la sua pietà ottenne il trono del regno per sempre. 58 Elia, poichè aveva dimostrato zelo ardente per la legge, fu assunto in cielo. 59 Anania, Azaria e Misaele per la loro fede furono salvati dalla fiamma. 60 Daniele nella sua innocenza fu sottratto alle fauci dei leoni. 61 Così, di seguito, considerate di generazione in generazione: quanti hanno fiducia in lui non soccombono. 62 Non abbiate paura delle parole del perverso, perchè la sua gloria andrà a finire ai rifiuti e ai vermi; 63 oggi è esaltato, domani non si trova più, perchè ritorna alla polvere e i suoi progetti falliscono. 64 Figli, siate valorosi e forti nella legge, perchè in essa sarete glorificati. 65 Ecco qui vostro fratello Simone; io so che è un uomo saggio: ascoltatelo sempre, egli sarà vostro padre. 66 Giuda Maccabeo, forte guerriero dalla sua gioventù, sarà capo del vostro esercito e condurrà la battaglia contro i popoli. 67 Radunate, dunque, intorno a voi quanti praticano la legge e vendicate il vostro popolo; 68 rendete il meritato castigo ai pagani e attenetevi all'ordinamento della legge". 69 Poi li benedisse e si riunì ai suoi padri. 70 Morì nell'anno centoquarantasei e fu sepolto nella tomba dei suoi padri a Modin; tutto Israele fece grande pianto su di lui.

2:49 7:8 Poi il re ritorno' dall'orto del palazzo nella casa del convito del vino. Or Haman s'era gittato in sul letto, soproa il quale era Ester. E il re disse: Sforzerebbe egli pure ancora la regina approesso di me in casa? Come quella parola fu uscita della bocca del re, la faccia di Haman fu coperta. 50 7:9 Ed Harbona, uno degli eunuchi, ministri ordinari del re, disse: Ecco ancora il legno che Haman avea approestato per Mardocheo, il quale diede quel buono avviso al re, e' rizzato nella casa di Haman, alto cinquanta cubiti. E il re disse: Appiccatevelo su. 51 7:10 Haman adunque fu appiccato al legno ch'egli avea approestato per Mardocheo. E l'ira del re si acqueto'. 52 8:1 In quello stesso giorno il re Assuero dono' alla regina Ester la casa di Haman, nemico de' Giudei. E Mardocheo venne davanti al re. perciocche' Ester gli avea dichiarato cio' ch'egli le era. 53 8:2 E il re si trasse il suo anello, il quale egli avea tolto ad Haman, e lo diede a Mardocheo. Ed Ester costitui' Mardocheo soproa la casa di Haman. 54 8:3 POI Ester parlo' di nuovo in proesenza del re, e gli si gitto' a' piedi. e piangendo, lo supplicava di far che la malvagita' di Haman A-gageo, e la sua macchinazione contro a' Giudei, non avesse effetto. 55 8:4 E il re stese la verga d'oro verso Ester. Ed Ester si levo', e si tenne in pie' davanti al re. 56 8:5 e disse: Se cosi' piace al re, e se io ho trovata grazia appo lui, e se la cosa gli pare convenevole, e se io gli sono a grado, scrivasi per rivocar le lettere della macchinazione di Haman, fi-gliuol di Hammedata, Aga-geo. le quali egli avea scritte per distruggere i Giudei, che sono per tutte le provincie del re. 57 8:6 Perciocche', come potrei io vivere, veggendo il male che avverrebbe al mio popolo? anzi, come potrei io vivere, veggendo la distruzione del mio parentado? 58 8:7 E il re Assuero disse alla regina Ester, ed a Mardocheo Giudeo: Ecco, io ho donata ad Ester la casa di Haman, ed egli e' stato appiccato al legno. perciocche' egli avea voluto metter la mano soproa i Giudei. 59 8:8 Or voi scrivete lettere a' Giudei, nella maniera che vi parra' meglio, a nome del re. e suggellatele con l'anello del re. perciocche' quello ch'e' scritto a nome del re, ed e' suggellato col suo anello, non si puo' rivocare. 60 8:9 Ed in quell'istesso tempo, al ventesimoterzo giorno del terzo mese, che e' il mese di Sivan, furono scritte lettere, interamente come ordino' Mardocheo, ai Giudei, ed a' satrapi, ed a' governatori, ed a' proincipi delle provincie, ch'erano dall'India fino in Etiopia, in numero di cenventisette provincie. a ciascuna provincia, secondo la sua maniera di scrivere, e a ciascun popolo, secondo il suo linguaggio. ed a' Giudei, secondo la lor maniera di scrivere, e secondo il lor linguaggio. 61 8:10 Mardocheo adunque scrisse lettere a nome del re Assuero, e le suggello' con l'anello del re, e le mando' per corrieri a cavallo, che cavalcano dromedari, muli corsieri, nati di cavalle. 62 8:11 il cui tenore era: Che il re concedeva ai Giudei ch'erano in ciascuna citta', di raunarsi, e di stare alla difesa della lor vita, per distruggere, per uccidere, e per isterminare ogni moltitudine di gente armata di qualunque popolo, o provincia, che li assalisse. insieme co' piccoli figliuoli, e le mogli. e per proedar le loro spoglie. 63 8:12 e cio' in un medesimo giorno, per tutte le provincie del re Assuero, cioe', nel tredicesimo giorno del duodecimo mese, che e' il mese di Adar. 64 8:13 In quelle lettere si conteneva ancora, che si bandisse un decreto per ciascuna provincia, si' che fosse palese a tutti i popoli: Che i Giudei stessero proesti per quel giorno, per vendicarsi de' lor nemici. 65 8:14 Cosi' i corrieri, cavalcando dromedari, e muli corsieri, si misero in cammino, affrettati, e sollecitati per lo comandamento del re. Il decreto fu eziandio bandito in Susan, stanza reale. 66 8:15 E Mardocheo usci' d'innanzi al re, con un vestimento reale di color violato e bianco, e con una gran corona d'oro, e con un ammanto di bisso e di scarlatto. e la citta' di Susan ne giubilo', e se ne rallegro'. 67 8:16 E per li Giudei vi fu serenita', e allegrezza, e letizia, ed onore. 68 8:17 Parimente, in ciascuna provincia, ed in ciascuna citta', dovunque la parola del re e il suo decreto pervenne, vi fu allegrezza e letizia per li Giudei, conviti, e giorni lieti. e molti d'infra i popoli della terra si facevano Giudei. perciocche' lo spavento de' Giudei era caduto soproa loro. 69 9:1 NEL duodecimo mese adunque, che e' il mese di Adar, nel tredicesimo giorno del mese, nel quale scadeva l'esecuzione della parola del re e del suo decreto. nel medesimo giorno che i nemici de' Giudei speravano di averli in lor potere (ma la cosa si rivolse in contrario. conciossiache' i Giudei avessero in lor potere i lor nemici), 70 9:2 i Giudei si raunarono nelle lor citta', per tutte le provincie del re Assuero, per metter le mani adosso a coloro che tenterebbero di far loro male. e niuno pote' loro stare a fronte. percioc-che' lo spavento de' Giudei era caduto soproa tutti i popoli.

2:49 7:8 Poi il re torno' dal giardino del palazzo nel luogo del convito. intanto Haman s'era gettato sul divano sul quale si trovava Ester. e il re esclamo': 'Vuol egli anche far violenza alla regina, davanti a me in casa mia?' Non appena questa parola fu uscita dalla bocca del re, copersero a Haman la faccia. 50 7:9 e Harbona, uno degli eunuchi, disse in proesenza del re: 'Ecco, e' perfino rizzata, in casa d'Haman, la forca alta cinquanta cubiti che Haman ha fatto proeparare per Mardocheo, il quale avea parlato per il bene del re'. E il re disse: 'Appiccatevi lui ! ' 51 7:10 Cosi' Haman fu appiccato alla forca ch'egli avea proeparata per Mardocheo. E l'ira del re si calmo'. 52 8:1 In quello stesso giorno, il re Assuero dono' alla regina Ester la casa di Haman, il nemico dei Giudei. E Mardocheo si proesento' al re, al quale Ester avea dichiarato la parentela che l'univa a lui. 53 8:2 E il re si cavo' l'anello che avea fatto togliere a Haman, e lo diede a Mardocheo. Ed Ester diede a Mardocheo il governo della casa di Haman. 54 8:3 Poi Ester parlo' di nuovo in proesenza del re, gli si git-to' ai piedi, e lo supplico' con le lacrime agli occhi d'impedire gli effetti della malvagita' di Haman, l'Agaghita, e delle trame ch'egli aveva ordite contro i Giudei. 55 8:4 Allora il re stese lo scettro d'oro verso Ester. ed Ester s'alzo', rimase in piedi davanti al re, 56 8:5 e disse: 'Se cosi' piace al re, se io ho trovato grazia agli occhi suoi, se la cosa gli par giusta, e se io gli sono gradita, si scriva per revocare le lettere scritte da Haman, figliuolo di Ham-medatha, l'Agaghita, col perfido disegno di far perire i Giudei che sono in tutte le province del re. 57 8:6 Perchè come potrei io reggere a vedere la calamita' che colpirebbe il mio popolo? Come potrei reggere a vedere la distruzione della mia stirpe?' 58 8:7 Allora il re Assuero disse alla regina Ester e a Mardocheo, il Giudeo: 'Ecco, io ho dato a Ester la casa di Haman, e questi e' stato appeso alla forca, perchè avea voluto metter la mano addosso ai Giudei. 59 8:8 Scrivete dunque, a pro de' Giudei, come vi parra' meglio, nel nome del re, e suggellate coll'anello reale. perchè cio' ch'e' scritto in nome del re e sigillato con l'anello reale, e' irrevocabile'. 60 8:9 Senza perder tempo, il ventitreesimo giorno del terzo mese, ch'e' il mese di Sivan, furon chiamati i segretari del re, e fu scritto, seguendo in tutto l'ordine di Mardocheo, ai Giudei, ai satrapi, ai governatori e ai capi delle centoventisette province, dall'India all'Etiopia, a ogni provincia secondo il suo modo di scrivere, a ogni popolo nella sua lingua, e ai Giudei secondo il loro modo di scrivere e nella loro lingua. 61 8:10 Fu dunque scritto in nome del re Assuero, si si-gillaron le lettere con l'anello reale, e le si mandarono per mezzo di corrieri che cavalcavano veloci corsieri usati per il servizio del re, nati da stalloni reali. 62 8:11 In esse il re permetteva ai Giudei, in qualunque citta' si trovassero, di radunarsi e di difendere la loro vita, di distruggere, uccidere, sterminare, non esclusi i bambini e le donne, tutta la gente armata, di qualunque popolo e di qualunque provincia si fosse, che li assalisse, e di abbandonare al saccheggio i suoi beni. 63 8:12 e cio', in un medesimo giorno, in tutte le province del re Assuero: il tredici del dodicesimo mese, ch'e' il mese di Adar. 64 8:13 Queste lettere contenevano una copia dell'editto che doveva esser bandito in ogni provincia e pubblicato fra tutti i popoli, perchè i Giudei si tenessero pronti per quel giorno a vendicarsi dei loro nemici. 65 8:14 Cosi' i corrieri che montavano veloci corsieri usati per il servizio del re partirono tosto, in tutta fretta, per ordine del re. e il decreto fu promulgato nella residenza reale di Susa. 66 8:15 Mardocheo usci' dalla proesenza del re con una veste reale di porpora e di lino bianco, con una grande corona d'oro, e un manto di bisso e di scarlatto. la citta' di Susa mandava gridi di gioia, ed era in festa. 67 8:16 I Giudei poi erano raggianti di gioia, d'allegrezza, di gloria. 68 8:17 E in ogni provincia, in ogni citta', dovunque giungevano l'ordine del re e il suo decreto, vi furon, tra i Giudei, gioia, allegrezza, conviti, e giorni lieti. E molti appartenenti ai popoli del paese si fecero Giudei, perchè lo spavento dei Giudei s'era impossessato di loro. 69 9:1 Il dodicesimo mese, ch'e' il mese d'Adar, il tredicesimo giorno del mese, quando l'ordine del re e il suo decreto doveano esser mandati ad effetto, il giorno che i nemici de' Giudei speravano d'averli in loro potere, avvenne invece tutto il contrario. poichè furono i Giudei ch'ebbero in loro potere i loro nemici. 70 9:2 I Giudei si radunarono nelle loro citta', in tutte le province del re Assuero, per metter la mano su quelli che cercavano far ad essi del male. e nessuno pote' resister loro, perchè lo spavento de' Giudei s'era impossessato di tutti i popoli.

2:49 8:6 Perchè come potrei io reggere nel vedere la calamitó che colpirebbe il mio popolo? Come potrei reggere nel vedere la distruzione della mia stirpe?'. 50 8:7 Allora il re Assuero disse alla regina Ester e a Mardocheo, il Giudeo: 'Ecco, io ho dato a Ester la casa di Aman, e questi è stato appeso alla forca, perchè aveva voluto mettere la mano addosso ai Giudei. 51 8:8 Scrivete dunque, in favore dei Giudei, come vi parró meglio, nel nome del re, e sigillate con l'anello reale. perchè ciò che è scritto in nome del re e sigillato con l'anello reale, è irrevocabile'. 52 8:9 Senza perdere tempo, il giorno ventitrè del terzo mese, cioè il mese di Sivan, furono chiamati i segretari del re, che scrissero, seguendo in tutto l'ordine di Mardocheo, ai Giudei, ai satrapi, ai governatori e ai capi delle centoventisette provincie, dall'India all'Etiopia, a ogni provincia nella sua scrittura, a ogni popolo nella sua lingua e ai Giudei nella loro scrittura e nella loro lingua. 53 8:10 Si scrisse dunque in nome del re Assuero, si sigillarono le lettere con l'anello reale e si mandarono per mezzo di corrieri che cavalcavano cavalli veloci, usati per il servizio del re, nati da stalloni reali. 54 8:11 Con queste lettere il re autorizzava i Giudei, in qualunque cittó si trovassero, a radunarsi e a difendere la loro vita, a distruggere, uccidere, sterminare, senza escludere i bambini e le donne, tutta la gente armata, di qualunque popolo e di qualunque provincia fosse, che li assalisse, e a saccheggiare i suoi beni. 55 8:12 e ciò, in un medesimo giorno, in tutte le provincie del re Assuero: il tredici del dodicesimo mese, cioè il mese di Adar. 56 8:13 Queste lettere contenevano una copia del decreto che doveva essere bandito in ogni provincia e pubblicato fra tutti i popoli, perchè i Giudei si tenessero pronti per quel giorno a vendicarsi dei loro nemici. 57 8:14 Cosò i corrieri che cavalcavano cavalli veloci, usati per il servizio del re, partirono immediatamente, in tutta fretta, per ordine del re. e il decreto fu promulgato nella residenza reale di Susa. 58 8:15 Mardocheo uscò dalla proesenza del re con una veste reale viola e bianca, con una grande corona d'oro e un mantello di bisso e di porpora. la cittó di Susa alzava grida di gioia ed era in festa. 59 8:16 I Giudei poi erano raggianti di gioia, di entusiasmo e di gloria. 60 8:17 In ogni provincia, in ogni cittó, dovunque giungevano l'ordine del re e il suo decreto, ci furono, tra i Giudei, gioia, entusiasmo, banchetti e feste. Molte persone appartenenti ai popoli del paese si fecero Giudei, perchè il timore dei Giudei si era impadronito di loro. 61 9:1 Il dodicesimo mese, cioè il mese di Adar, il tredicesimo giorno del mese, quando l'ordine del re e il suo decreto dovevano essere applicati, il giorno che i nemici dei Giudei speravano di averli in loro potere, avvenne invece tutto il contrario. poichè furono i Giudei ad avere in loro potere i loro nemici. 62 9:2 I Giudei si radunarono nelle loro cittó, in tutte le provincie del re Assuero, per metter la mano su quelli che cercavano di fare loro del male. nessuno potè resistere loro, perchè erano stati proesi dal timore dei Giudei. 63 9:3 Tutti i capi delle provincie, i satrapi, i governatori e quelli che svolgevano gli affari del re diedero man forte ai Giudei, perchè avevano paura di Mardocheo. 64 9:4 Mardocheo infatti era potente nel palazzo del re, e la sua fama raggiungeva tutte le provincie, perchè quest'uomo, Mardocheo, diventava semproe più potente. 65 9:5 I Giudei dunque colpirono tutti i loro nemici, passandoli a fil di spada, uccidendoli e sterminandoli. fecero dei loro nemici quello che vollero. 66 9:6 Nella residenza reale di Susa i Giudei uccisero e sterminarono cinquecento uomini, 67 9:7 misero a morte Parsandata, Dalfon, Aspata, 68 9:8 Porata, Adalia, Aridata, 69 9:9 Parmasta, Arisai, Aridai, e Vaizata, 70 9:10 i dieci figli di Aman, figlio di Ammedata, il nemico dei Giudei, ma non si diedero al saccheggio.

2:49 8:6 Come potrei infatti io resistere nel vedere la calamitó che colpirebbe il mio popolo? O come potrei resistere nel vedere la distruzione della mia stirpe?'. 50 8:7 Allora il re Assuero disse alla regina Ester e a Mardocheo, il Giudeo: ’Ecco, io ho dato a Ester la casa di Haman, e questi è stato impiccato alla forca, perchè aveva cercato di stendere la sua mano contro i Giudei. 51 8:8 Voi stessi scrivete un decreto in favore dei Giudei a nome del re, come meglio vi sembra, e sigillatelo con l’anello reale, perchè il decreto scritto a nome del re e sigillato con l’anello reale è irrevocabile'. 52 8:9 Allora, il ventitre del terzo mese, che è il mese di Sivan, furono chiamati i segretari del re e, secondo tutto ciò che Mardocheo aveva ordinato, fu scritto ai Giudei, ai satrapi, ai governatori e ai capi delle centoventi-sette province, dall’India all’Etiopia, a ogni provincia secondo la sua scrittura, a ogni popolo nella sua lingua, e ai Giudei secondo la loro scrittura e nella loro lingua. 53 8:10 Così egli scrisse a nome del re Assuero, mettendo il sigillo con l’anello reale, e mandò i documenti per mezzo di corrieri a cavallo che montavano veloci corsieri, nati da cavalli di razza. 54 8:11 In essi il re dava ai Giudei, in qualunque cittó si trovassero, il diritto di riunirsi e di difendere la loro vita, distruggendo, uccidendo e sterminando tutta la gente armata di qualsiasi popolo o provincia che li assalisse comproesi bambini e donne e di saccheggiare i suoi beni, 55 8:12 in un sol giorno, in tutte le province del re Assuero: il tredici del dodicesimo mese, che è il mese di Adar. 56 8:13 Una copia del decreto, emanato come legge in ogni provincia, doveva essere promulgato per tutti i popoli, perchè i Giudei si tenessero pronti per quel giorno a vendicarsi dei loro nemici. 57 8:14 Così i corrieri che montavano veloci corsieri partirono sollecitati e stimolati dall’ordine del re. e il decreto fu promulgato nella cittadella di Susa. 58 8:15 Mardocheo uscì dalla proesenza del re con una veste reale di porpora e di lino bianco, con una grande corona d’oro e un manto di bisso e di scarlatto. la cittó di Susa mandava grida di gioia ed era in festa. 59 8:16 Per i Giudei fu luce, allegrezza, gioia e gloria. 60 8:17 In ogni provincia e in ogni cittó, dovunque giungeva l’ordine del re e il suo decreto, c’era per i Giudei gioia e allegrezza, banchetti e giorni lieti. E molti appartenenti ai popoli del paese si fecero Giudei, perchè il terrore dei Giudei era caduto su di loro. 61 9:1 Il dodicesimo mese, che è il mese di Adar, il tredicesimo giorno del mese, quando l’ordine del re e il suo decreto dovevano essere eseguiti, il giorno in cui i nemici dei Giudei speravano di avere il dominio su di loro, la situazione fu interamente rovesciata e i Giudei ebbero il dominio sui loro nemici. 62 9:2 I Giudei si radunarono nelle loro cittó, in tutte le province del re Assuero, per stendere la mano su quelli che cercavano di fare loro del male. e nessuno potè resistere loro, perchè il terrore dei Giudei era caduto su tutti i popoli. 63 9:3 Tutti i capi delle province, i satrapi, i governatori e quelli che curavano gli affari del re diedero man forte ai Giudei, perchè il terrore di Mardocheo era caduto su di loro. 64 9:4 Mardocheo infatti era grande nel palazzo del re, e la sua fama si spargeva per tutte le province, perchè quest’uomo, Mardocheo, diventava semproe più grande. 65 9:5 I Giudei dunque colpirono tutti i loro nemici, passandoli a fil di spada, e compiendo un grande massacro e distruzione. fecero dei loro nemici quello che vollero. 66 9:6 Nella cittadella di Susa i Giudei uccisero e sterminarono cinquecento uomini. 67 9:7 misero a morte anche Parshandatha, Dalfon, A-spatha, 68 9:8 Poratha, Adalia, Aridatha, 69 9:9 Parmashta, Arisai, Aridai e Vajezatha, 70 9:10 i dieci figli di Haman, figlio di Hammedatha, il nemico dei Giudei, ma non si diedero al saccheggio.

2:49 Ecco qui vostro fratello Simone, che io so uomo saggio: ascoltatelo sempre, egli sarà vostro padre. 50 Giuda Maccabeo, forte guerriero dalla sua gioventù, sarà capo del vostro esercito e condurrà la battaglia contro i pagani. 51 Voi, dunque, radunate intorno a voi quanti praticano la legge e vendicate il vostro popolo; 52 rendete il meritato castigo ai pagani e applicatevi all'ordinamento della legge"". 53 Poi li benedisse e si riunì ai suoi padri. 54 Morì nell'anno centoquarantasei e fu sepolto nella tomba dei suoi padri in Modin; tutto Israele fece grande pianto su di lui. 55 Al suo posto sorse il figlio di lui Giuda, chiamato Maccabeo; 56 lo aiutavano tutti i fratelli e quanti si erano legati al padre e conducevano la battaglia d'Israele con entusiasmo. 57 Egli accrebbe la gloria del suo popolo, rivestì la corazza come gigante, cinse l'armatura di guerra e impegnò battaglia difendendo il campo con la spada. 58 Nelle sue gesta fu simile a leone, come leoncello ruggente sulla preda. 59 Inseguì gli empi braccandoli; i perturbatori del popolo distrusse con il fuoco. 60 Gli empi sbigottirono per paura di lui e tutti i malfattori furono confusi e si avviò la salvezza per mano di lui. 61 Inflisse amarezze a molti re, rallegrò con le sue gesta Giacobbe; sempre la sua memoria sarà benedetta. 62 Egli passò per le città di Giuda e vi disperse gli empi e distolse l'ira da Israele. 63 Divenne celebre fino all'estremità della terra perchè radunò coloro che erano sperduti. 64 Apollonio radunò dei pagani e un forte esercito dalla Samaria per combattere Israele. 65 Giuda lo seppe e avanzò contro di lui, lo sconfisse e lo uccise; molti caddero colpiti a morte e i superstiti fuggirono. 66 Così si impadronirono delle loro spoglie e Giuda si riservò la spada di Apollonio e l'adoperò in guerra per tutto il tempo della sua vita. 67 Quando Seron, comandante delle forze di Siria, seppe che Giuda aveva radunato un contingente e c'era con lui uno stuolo di fedeli e uomini preparati alla guerra, 68 disse: ""Mi farò un nome e mi coprirò di gloria nel regno combattendo Giuda e i suoi uomini che hanno disprezzato gli ordini del re"". 69 Fece i preparativi e si unì a lui un forte gruppo di empi per aiutarlo a vendicarsi degli Israeliti. 70 Si spinse fino alla salita di Bet-Coròn e Giuda gli andò incontro con piccola schiera.

Mappa

#http://##http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia