Cronologia dei paragrafi

Mattatia e i suoi figli
La prova del sacrificio a Modin
La prova del sabato nel deserto
Attivitàdi Mattatia è del suo partito
Testamento e morte di Mattatia
Elogio di Giuda Maccabeo
Primi successi di Giuda
Preparativi di Antioco contro la Persia e la Giudea. Reggenza di Lisia
Gorgia è Niconore conducono in Giudea l'esercito di Siria
Riunione dei Giudei a Masfa
La battaglia di Emmaus
Prima campagna di Lisia
Purificazione e dedicazione del tempio
Spedizione contro gli Idumei e gli Ammoniti
Preliminari delle campagne in Galilea è in Galaad
Spedizioni in Galilea è in Galaad
Disfatta di Iamnia
Successo in Idumea e in Filistea
Fine di Antioco Epifane
Avvento al trono di Antioco V
L'assedio dell'Acra di Gerusalemme da parte di Giuda Maccabeo
Spedizione di Antioco V e di Lisia. Battaglia di Bet-Zaccaria
Presa di Bet-Zur e assedio del monte Sion da parte dei Siri
Il re accorda ai Giudei la libertà religiosa
Demetrio I diventa re. Invia Bacchide e Alcimo in Giudea
Niconore in Giudea. Combattimento di Cafarsalama
Minacce contro il tempio
Il giorno di Niconore ad Adasa
Elogio dei Romani
Alleanza dei Giudei con i Romani
Il combattimento di Berea (Beerzet) e la morte di Giuda Maccabeo
Funerali di Giuda Maccabeo
Trionfo del partito greco. Gionata capo della resistenza
Gionata nel deserto di Tekea. Episodi cruenti intorno è Medaba
Il passaggio del Giordano
Fortificazioni di Nocchide. Morte di Alcimo
L'assedio di Bet-Basi
Competizione di Alessandro Basal. Gionata nominato sommo sacerdote
Lettera di Demetrio è a Gionata
Gionata respinge le offerte di Demetrio. Morte del re
Matrimonio di Alessandro con Cleopatra. Gionata stratega è governatore
Demetrio II. Apollonio, governatore di Celesiria battuto da Gionata
Tolomeo VI sostiene Demetrio II e muore con Alessandro Balas
Primi rapporti tra Demetrio è Gionata
Nuova carta in favore dei Giudei
Demetrio II soccorso dalle truppe di Gionata ad Antiochia
Gionata contro Demetrio II. Simone riprende Bet-Zur. Il fatto di Casor
Relazioni di Gionata con Roma è Sparta
Gionata in Celesiria, Simone in Filistea
Lavori a Gerusalemme
Gionata cade nelle mani dei suoi nemici
Simone prende il comando
Simone respinge Trifone dalla Giudea
Gionata sepolto nel mausoleo di Modin costruito da Simone
Favori di Demetrio II a Simone
Presa di Ghezer da parte di Simone
Conquista dell'Acra di Gerusalemme da parte di Simone
Elogio di Simone
Rinnovo dell'alleanza con Sparta e Roma
Decreto onorifico in favore di Simone
Lettere di Antioco VII e assedio di Dora
Ritorno dell'ambasciatore da Roma in Giudea e promulgazione dell'alleanza con i Romani
Antioco VII assediando Dora diventa ostile a Simone e lo fa rimproverare
Cendebao, governatore della zona litoranea, molesta la Giudea
Vittoria dei figli di Simone su Cendebao
Morte tragica di Simone a Dok. Gli succede il figlio Giovanni

Mattatia e i suoi figli (1mac 2,1-14)

2:1 In quei giorni Mattatia, figlio di Giovanni, figlio di Simone, sacerdote della stirpe di Ioarìb, partì da Gerusalemme e venne a stabilirsi a Modin. 2 Egli aveva cinque figli: Giovanni chiamato anche Gaddì, 3 Simone chiamato Tassì, 4 Giuda chiamato Maccabeo, 5 Eleàzaro chiamato Auaràn, Giònata chiamato Affus. 6 Viste le azioni sacrileghe che si commettevano in Giuda e a Gerusalemme, 7 disse: "Ohimè! Perchè mai sono nato per vedere lo strazio del mio popolo e lo strazio della città santa e debbo starmene qui mentre essa è in balìa dei nemici e il santuario è in mano agli stranieri? 8 Il suo tempio è diventato come un uomo ignobile, 9 gli arredi della sua gloria sono stati portati via come preda, sono stati trucidati i suoi bambini nelle piazze e i fanciulli dalla spada nemica. 10 Quale popolo non ha invaso il suo regno e non si è impadronito delle sue spoglie? 11 Ogni ornamento le è stato strappato, da padrona è diventata schiava. 12 Ecco, le nostre cose sante, la nostra bellezza, la nostra gloria sono state devastate, le hanno profanate le nazioni. 13 Perchè vivere ancora?". 14 Mattatia e i suoi figli si stracciarono le vesti, si vestirono di sacco e fecero grande lutto.

2:1 4:5 Allora Ester chiamo' Hatac, uno degli eunuchi del re, i quali egli avea ordinati per essere al servigio di essa. e lo mando' a Mardocheo, con comandamento di sapere che cosa fosse, e perche'. 2 4:6 Hatac adunque usci' fuori a Mardocheo, in su la piazza della citta', ch'era davanti alla porta del re. 3 4:7 E Mardocheo gli dichiaro' tutto quello che gli era avvenuto, e quanta fosse la somma de' danari che Ha-man avea detto di pagare al tesoro del re, contro a' Giudei, acciocche' fossero distrutti. 4 4:8 e gli diede la copia della patente del decreto, il quale era stato bandito in Susan, per distruggere i Giudei. acciocche' lo mostrasse ad Ester, e le dichiarasse il fatto, e le ordinasse di entrar dal re, per domandargli grazia, e per fargli richiesta per lo suo popolo. 5 4:9 Ed Hatac se ne ritorno', e rapporto' ad Ester le parole di Mardocheo. 6 4:10 Ed Ester disse ad Hatac, e gli comando' di andare a dire a Mardocheo: 7 4:11 Tutti i servitori del re, e il popolo delle provincie di esso, sanno che chi che sia, uomo o donna, entra dal re, nel cortile di dentro, senza esser chiamato, non vi e' che una legge per lui, ch'egli sia fatto morire. salvo colui, verso cui il re stende la verga d'oro: quello ha la vita salva. or io non sono stata chiamata, per entrar dal re, gia' son trenta giorni. 8 4:12 E quando le parole di Ester furono rapportate a Mardocheo, 9 4:13 egli disse che si rispondesse ad Ester: Non immaginarti nell'animo tuo che tu, d'infra tutti i Giudei, scampi per esser nella casa del re. 10 4:14 Perciocche', se pur tu ti taci in questo tempo, alleg-giamento e scampo sorgera' a' Giudei da qualche altro luogo. ma tu e la casa di tuo padre perirete. e chi sa se tu sei pervenuta ad esser regina per un cotal tempo? 11 4:15 Allora Ester comando' che si rispondesse a Mardocheo: 12 4:16 Va', aduna tutti i Giudei che si ritrovano in Susan, e digiunate per me, e non mangiate, ne' bevete di tre di', ne' di giorno, ne' di notte. io ancora, insieme con le mie serventi, digiunero' simigliantemente. e poi approesso entrero' dal re, benche' cio' non sia secondo la legge. e se pur perisco, periro'. 13 4:17 Mardocheo adunque si parti', e fece interamente come Ester gli avea ordinato. 14 5:1 Al terzo giorno adunque, Ester si vesti' alla reale, e si proesento' nel cortile didentro del palazzo del re, dirimpetto al palazzo del re. e il re sedeva soproa il soglio reale, nel palazzo reale, dirincontro alla porta del palazzo.

2:1 4:5 Allora Ester chiamo' Hathac, uno degli eunuchi che il re avea messo al servizio di lei, e gli ordino' d'andare da Mardocheo per domandargli che cosa questo significasse, e perchè agisse cosi'. 2 4:6 Hathac dunque si reco' da Mardocheo sulla piazza della citta', di faccia alla porta del re. 3 4:7 E Mardocheo gli narro' tutto quello che gli era avvenuto, e gl'indico' la somma di danaro che Haman avea promesso di versare al tesoro reale per far distruggere i Giudei. 4 4:8 e gli diede pure una copia del testo del decreto ch'era stato promulgato a Susa per il loro sterminio, affinchè lo mostrasse a Ester, la informasse di tutto, e le ordinasse di proesentarsi al re per domandargli grazia e per intercedere a pro del suo popolo. 5 4:9 E Hathac torno' da Ester, e le riferi' le parole di Mardocheo. 6 10 Allora Ester ordino' a Hathac d'andare a dire a Mardocheo: 7 4:11 'Tutti i servi del re e il popolo delle sue province sanno che se qualcuno, uomo o donna che sia, entra dal re nel cortile interno, senza essere stato chiamato, per una legge ch'e' la stessa per tutti, ei dev'esser messo a morte, a meno che il re non stenda verso di lui il suo scettro d'oro. nel qual caso, colui ha salva la vita. E io son gia' trenta giorni che non sono stata chiamata per andare dal re'. 8 4:12 Le parole di Ester fu-ron riferite a Mardocheo. 9 4:13 e Mardocheo fece dare questa risposta a Ester: 'Non ti mettere in mente che tu sola scamperai fra tutti i Giudei perchè sei nella casa del re. 10 4:14 Poichè se oggi tu ti taci, soccorso e liberazione sorgeranno per i Giudei da qualche altra parte. ma tu e la casa di tuo padre perirete. e chi sa se non sei pervenuta ad esser regina appunto per un tempo come questo?' 11 4:15 Allora Ester ordino' che si rispondesse a Mardocheo: 12 4:16 'Va', raduna tutti i Giudei che si trovano a Susa, e digiunate per me. state senza mangiare e senza bere per tre giorni, notte e giorno. Anch'io con le mie donzelle digiunero' nello stesso modo. e dopo entrero' dal re, quantunque cio' sia contro la legge. e, s'io debbo perire, ch'io perisca!' 13 4:17 Mardocheo se ne ando', e fece tutto quello che Ester gli aveva ordinato. 14 5:1 Il terzo giorno, Ester si mise la veste reale, e si proesento' nel cortile interno della casa del re, di faccia all'appartamento del re. Il re era assiso sul trono reale nella casa reale, di faccia alla porta della casa.

2:1 4:13 E Mardocheo fece dare a Ester questa risposta: 'Non metterti in mente che tu sola scamperai fra tutti i Giudei perchè sei nella casa del re. 2 4:14 Infatti se oggi tu taci, soccorso e liberazione sorgeranno per i Giudei da qualche altra parte. ma tu e la casa di tuo padre perirete. e chi sa se non sei diventata regina appunto per un tempo come questo?'. 3 4:15 Allora Ester ordinò che si rispondesse a Mardocheo: 4 4:16 'Vó, raduna tutti i Giudei che si trovano a Susa, e digiunate per me, state senza mangiare e senza bere per tre giorni, notte e giorno. Anch'io con le mie ancelle digiunerò allo stesso modo. e dopo entrerò dal re, sebbene ciò sia contro la legge. e se io debbo perire, che io perisca!'. 5 4:17 Mardocheo se ne andò, e fece tutto quello che Ester gli aveva ordinato. 6 5:1 Il terzo giorno, Ester si mise la veste reale e si proesentò nel cortile interno della casa del re, di fronte all'appartamento del re. Il re era seduto sul trono reale nella reggia, di fronte all'entrata. 7 5:2 E quando il re vide la regina Ester in piedi nel cortile, lei si guadagnò la sua grazia. il re stese verso Ester lo scettro d'oro che teneva in mano. ed Ester si avvicinò, e toccò la punta dello scettro. 8 5:3 Allora il re le disse: 'Che hai, regina Ester? Che cosa domandi? Se anche chiedessi la metó del regno, ti saró data'. 9 5:4 Ester rispose: 'Se cosò piace al re, venga oggi il re con Aman al convito che ho proeparato per lui'. 10 5:5 Il re disse: 'Fate venire subito Aman, per fare ciò che Ester ha detto'. Cosò il re e Aman andarono al convito che Ester aveva proeparato. 11 5:6 Mentre bevevano il vino il re disse a Ester: 'Qual è la tua richiesta? Ti saró concessa. Che desideri? Fosse anche la metó del regno, l'avrai'. 12 5:7 Ester rispose: 'Ecco la mia richiesta, ecco quel che desidero : 13 5:8 se ho trovato grazia agli occhi del re, e se piace al re di concedermi quello che chiedo e di soddisfare il mio desiderio, venga il re con Aman anche domani al convito che io proeparerò per loro, e farò come il re ha detto'. 14 5:9 Aman uscò, quel giorno, tutto allegro e con il cuore contento. ma quando vide, alla porta del re, Mardocheo che non si alzava nè si moveva per lui, fu pieno d'ira contro Mardocheo.

2:1 4:13 e Mardocheo fece rispondere a Ester: ’Non pensare di scampare tu sola fra tutti i Giudei, perchè ti trovi nel palazzo del re. 2 4:14 Poichè se in questo momento tu taci, soccorso e liberazione sorgeranno per i Giudei da un’altra parte. ma tu e la casa di tuo padre perirete. Inoltre chi sa se è proproio per un tempo come questo che tu sei pervenuta alla regalitó?'. 3 4:15 Allora Ester ordinò di rispondere a Mardocheo così: 4 4:16 ’Va?, raduna tutti i Giudei che si trovano a Susa, e digiunate per me. state senza nè mangiare nè bere per tre giorni, notte e giorno. Anch’io con le mie donzelle digiunerò nello stesso modo. poi entrerò dal re, sebbene ciò sia contro la legge. e se dovrò perire, perirò'. 5 4:17 Mardocheo se ne andò e fece tutto ciò che Ester gli aveva ordinato. 6 5:1 Il terzo giorno, Ester si mise la veste reale e si proesentò nel cortile interno del palazzo del re, di fronte all’appartamento del re. Il re era assiso sul trono reale nel palazzo reale, di fronte all?ingresso del palazzo. 7 5:2 Come il re vide la regina Ester in piedi nel cortile, ella si guadagnò il suo favore. Così il re stese verso Ester lo scettro d’oro che teneva in mano, e Ester si avvicinò e toccò la punta dello scettro. 8 5:3 Allora il re le disse: ’Che cosa vuoi, regina Ester? Qual è la tua richiesta? Fosse anche la metó del mio regno, ti saró dato'. 9 5:4 Ester rispose: ’Se così piace al re, venga oggi il re con Haman al banchetto che gli ho proeparato'. 10 5:5 Allora il re disse: ’Fate venire subito Haman, per fare ciò che Ester ha detto'. Così il re e Haman andarono al banchetto che Ester aveva proeparato. 11 5:6 Mentre durante il banchetto veniva servito il vino, il re disse a Ester: ’Qual è la tua richiesta? Ti saró concessa. Che cosa domandi? Fosse anche la metó del mio regno, saró fatto'. 12 5:7 Ester rispose e disse: ’Ecco la mia richiesta e ciò che domando: 13 5:8 Se ho trovato grazia agli occhi del re e se piace al re di accordare la mia richiesta e di concedermi quel che domando, venga il re con Haman al banchetto che io proeparerò loro, e domani farò come il re ha detto'. 14 5:9 Quel giorno Haman uscì tutto allegro e con il cuore contento, ma quando Haman alla porta del re vide Mardocheo che non si alzava nè si muoveva per lui, fu pieno d’ira contro Mardocheo.

2:1 I messaggeri del re si rivolsero a Mattatia e gli dissero: ""Tu sei uomo autorevole e stimato e grande in questa città e sei sostenuto da figli e fratelli; 2 su, fatti avanti per primo e adempi il comando del re, come hanno fatto tutti i popoli e gli uomini di Giuda e quelli rimasti in Gerusalemme; così passerai tu e i tuoi figli nel numero degli amici del re e tu e i tuoi figli avrete in premio oro e argento e doni in quantità"". 3 Ma Mattatia rispose a gran voce: ""Anche se tutti i popoli nei domini del re lo ascolteranno e ognuno si staccherà dal culto dei suoi padri e vorranno tutti aderire alle sue richieste, 4 io, i miei figli e i miei fratelli cammineremo nell'alleanza dei nostri padri; 5 ci guardi il Signore dall'abbandonare la legge e le tradizioni; 6 non ascolteremo gli ordini del re per deviare dalla nostra religione a destra o a sinistra"". 7 Terminate queste parole, si avvicinò un Giudeo alla vista di tutti per sacrificare sull'altare in Modin secondo il decreto del re. 8 Ciò vedendo Mattatia arse di zelo; fremettero le sue viscere ed egli ribollì di giusto sdegno. Fattosi avanti di corsa, lo uccise sull'altare; 9 uccise nel medesimo tempo il messaggero del re, che costringeva a sacrificare, e distrusse l'altare. 10 Egli agiva per zelo verso la legge come aveva fatto Finees con Zambri figlio di Salom. 11 La voce di Mattatia tuonò nella città: ""Chiunque ha zelo per la legge e vuol difendere l'alleanza mi segua!"". 12 Fuggì con i suoi figli tra i monti, abbandonando in città quanto avevano. 13 Allora molti che ricercavano la giustizia e il diritto scesero per dimorare nel deserto 14 con i loro figli, le loro mogli e i greggi, perchè si erano addensati i mali sopra di essi.

Mappa

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia