Cronologia dei paragrafi

Intervento del sovrintendente e fortificazioni della città di Davide
Diffusione dei culti pagani
Mattatia e i suoi figli
La prova del sacrificio a Modin
La prova del sabato nel deserto
Attivitàdi Mattatia è del suo partito
Testamento e morte di Mattatia
Elogio di Giuda Maccabeo
Primi successi di Giuda
Preparativi di Antioco contro la Persia e la Giudea. Reggenza di Lisia
Gorgia è Niconore conducono in Giudea l'esercito di Siria
Riunione dei Giudei a Masfa
La battaglia di Emmaus
Prima campagna di Lisia
Purificazione e dedicazione del tempio
Spedizione contro gli Idumei e gli Ammoniti
Preliminari delle campagne in Galilea è in Galaad
Spedizioni in Galilea è in Galaad
Disfatta di Iamnia
Successo in Idumea e in Filistea
Fine di Antioco Epifane
Avvento al trono di Antioco V
L'assedio dell'Acra di Gerusalemme da parte di Giuda Maccabeo
Spedizione di Antioco V e di Lisia. Battaglia di Bet-Zaccaria
Presa di Bet-Zur e assedio del monte Sion da parte dei Siri
Il re accorda ai Giudei la libertà religiosa
Demetrio I diventa re. Invia Bacchide e Alcimo in Giudea
Niconore in Giudea. Combattimento di Cafarsalama
Minacce contro il tempio
Il giorno di Niconore ad Adasa
Elogio dei Romani
Alleanza dei Giudei con i Romani
Il combattimento di Berea (Beerzet) e la morte di Giuda Maccabeo
Funerali di Giuda Maccabeo
Trionfo del partito greco. Gionata capo della resistenza
Gionata nel deserto di Tekea. Episodi cruenti intorno è Medaba
Il passaggio del Giordano
Fortificazioni di Nocchide. Morte di Alcimo
L'assedio di Bet-Basi
Competizione di Alessandro Basal. Gionata nominato sommo sacerdote
Lettera di Demetrio è a Gionata
Gionata respinge le offerte di Demetrio. Morte del re
Matrimonio di Alessandro con Cleopatra. Gionata stratega è governatore
Demetrio II. Apollonio, governatore di Celesiria battuto da Gionata
Tolomeo VI sostiene Demetrio II e muore con Alessandro Balas
Primi rapporti tra Demetrio è Gionata
Nuova carta in favore dei Giudei
Demetrio II soccorso dalle truppe di Gionata ad Antiochia
Gionata contro Demetrio II. Simone riprende Bet-Zur. Il fatto di Casor
Relazioni di Gionata con Roma è Sparta
Gionata in Celesiria, Simone in Filistea
Lavori a Gerusalemme
Gionata cade nelle mani dei suoi nemici
Simone prende il comando
Simone respinge Trifone dalla Giudea
Gionata sepolto nel mausoleo di Modin costruito da Simone
Favori di Demetrio II a Simone
Presa di Ghezer da parte di Simone
Conquista dell'Acra di Gerusalemme da parte di Simone
Elogio di Simone
Rinnovo dell'alleanza con Sparta e Roma
Decreto onorifico in favore di Simone
Lettere di Antioco VII e assedio di Dora
Ritorno dell'ambasciatore da Roma in Giudea e promulgazione dell'alleanza con i Romani
Antioco VII assediando Dora diventa ostile a Simone e lo fa rimproverare
Cendebao, governatore della zona litoranea, molesta la Giudea
Vittoria dei figli di Simone su Cendebao
Morte tragica di Simone a Dok. Gli succede il figlio Giovanni

Intervento del sovrintendente e fortificazioni della città di Davide (1mac 1,29-40)

1:29 Due anni dopo, il re mandò alle città di Giuda un sovrintendente ai tributi. Egli venne a Gerusalemme con un grande esercito 30 e rivolse loro con perfidia parole di pace ed essi gli prestarono fede. Ma all'improvviso piombò sulla città, le inflisse colpi crudeli e mise a morte molta gente in Israele. 31 Mise a sacco la città, la diede alle fiamme e distrusse le sue abitazioni e le mura di cinta. 32 Trassero in schiavitù le donne e i bambini e s'impossessarono del bestiame. 33 Poi costruirono attorno alla Città di Davide un muro grande e massiccio, con torri solidissime, e divenne per loro una cittadella. 34 Vi stabilirono una razza perversa, uomini scellerati, che vi si fortificarono, 35 vi collocarono armi e vettovaglie e, radunato il bottino di Gerusalemme, ve lo depositarono e divennero un grande tranello. 36 Fu un'insidia per il santuario e un avversario maligno per Israele in ogni momento. 37 Versarono sangue innocente intorno al santuario e profanarono il luogo santo. 38 Fuggirono gli abitanti di Gerusalemme a causa loro e la città divenne abitazione di stranieri; divenne straniera alla sua gente e i suoi figli l'abbandonarono. 39 Il suo santuario fu desolato come il deserto, le sue feste si mutarono in lutto, i suoi sabati in vergogna, il suo onore in disprezzo. 40 Pari alla sua gloria fu il suo disonore e il suo splendore si cambiò in lutto.

1:29 2:7 Ed egli allevava Hadas-sa, la quale e' Ester, figliuola del suo zio. perciocche' ella non avea ne' padre ne' madre. e la fanciulla era formosa, e bella di aspetto. e dopo la morte di suo padre e di sua madre, Mardocheo se l'avea proesa per figliuola. 30 2:8 E, quando la parola del re, e il suo decreto fu inteso, molte fanciulle essendo raunate in Susan, stanza reale, sotto la cura di Hegai, Ester fu anch'essa assunta nella casa del re, sotto la cura di Hegai, guardiano delle femmine. 31 2:9 E la fanciulla piacque ad Hegai, ed acquisto' la sua grazia. laonde egli proestamente le diede le cose che si richiedevano per abbellirsi, e i suoi alimenti. le diede ancora le sette piu' ragguardevoli donzelle della casa del re. poi la tramuto', insieme con le sue donzelle, nella piu' bella parte dell'ostello delle femmine. 32 2:10 Ora Ester non dichiaro' il suo popolo, ne' il suo parentado. perciocche' Mardocheo le avea divietato di dichiararlo. 33 2:11 E Mardocheo passeggiava ogni di' davanti al cortile dell'ostello delle femmine, per sapere se Ester stava bene, e cio' che si farebbe di lei. 34 2:12 Ora, quando veniva la volta a ciascuna fanciulla di entrare dal re Assuero, al termine che si era fatto inverso essa, cio' ch'era ordinato intorno alle femmine, cioe', di dodici mesi (con-ciossiache' cosi' si compiesse il tempo de' loro abbellimenti: sei mesi con olio di mirra, e sei mesi con odori, e con altre cose da abbellir femmine). 35 2:13 allora la fanciulla, entrando in questo stato dal re, tutto cio' che diceva le era dato, per portarlo addosso, dall'ostello delle femmine fino alla casa del re. 36 2:14 Ella entrava la sera, e la mattina ritornava nel secondo ostello delle femmine, sotto la cura di Saasgaz, eunuco del re, guardiano delle concubine. ella non entrava piu' dal re, se non che il re la volesse, e che fosse chiamata per nome. 37 2:15 Cosi', quando fu venuta la volta ad Ester, figliuola di Abihail, zio di Mardocheo, il quale se l'avea proesa per figliuola, di entrar dal re, ella non chiese nulla se non cio' che Hegai, eunuco del re, guardiano delle femmine, direbbe. Ed Ester acquisto' la grazia di chiunque la vide. 38 2:16 Ester adunque fu menata al re Assuero, nel palazzo reale di esso, al decimo mese, che e' il mese di Tebet, l'anno settimo del regno di esso. 39 2:17 E il re amo' Ester soproa tutte le altre femmine. ed ella acquisto' la sua grazia e benevolenza, piu' che tutte le altre vergini. laonde egli le pose la corona reale in sul capo, e la costitui' regina in luogo di Vasti. 40 2:18 E il re fece un gran convito a tutti i suoi baroni e servitori, cioe', il convito delle nozze di Ester. e sgravo' le provincie, e fece proesenti secondo il poter reale.

1:29 2:7 Egli aveva allevata la figliuola di suo zio, Hadas-sa, che e' Ester, perch'essa non avea nè padre nè madre. la fanciulla era formosa e di bell'aspetto. e alla morte del padre e della madre, Mardocheo l'aveva adottata per figliuola. 30 2:8 E come l'ordine del re e il suo editto furon divulgati, e un gran numero di fanciulle furon radunate nella residenza reale di Susa sotto la sorveglianza di Hegai, Ester fu menata anch'essa nella casa del re, sotto la sorveglianza di Hegai, guardiano delle donne. 31 2:9 La fanciulla piacque a Hegai, ed entro' nelle buone grazie di lui. ei s'affretto' a fornirle i cosmetici di cui ell'avea bisogno e i suoi alimenti, le diede sette donzelle scelte nella casa del re, e assegno' a lei e alle sue donzelle l'appartamento migliore della casa delle donne. 32 2:10 Ester non avea detto nulla nè del suo popolo nè del suo parentado, perchè Mardocheo le avea proibito di parlarne. 33 2:11 E Mardocheo tutti i giorni passeggiava davanti al cortile della casa delle donne per sapere se Ester stava bene e che cosa si farebbe di lei. 34 2:12 Or quando veniva la volta per una fanciulla d'andare dal re Assuero alla fine dei dodici mesi proescritti alle donne per i loro proeparativi - perchè tanto durava il tempo dei loro proeparativi: sei mesi per profumarsi con olio di mirra e sei mesi con aromi e altri cosmetici usati dalle donne, - la fanciulla andava dal re, 35 2:13 e le si permetteva di portar seco, dalla casa delle donne alla casa del re, tutto quello che chiedeva. 36 2:14 V'andava la sera, e la mattina dipoi passava nella seconda casa delle donne, sotto la sorveglianza di Shaashgaz, eunuco del re, guardiano delle concubine. Ella non tornava piu' dal re, a meno che il re la desiderasse ed ella fosse chiamata nominatamente. 37 2:15 Quando venne la volta per Ester - la figliuola d'Abihail, zio di Mardocheo che l'aveva adottata per figliuola - d'andare dal re, ella non domando' altro fuori di quello che le fu indicato da Hegai, eunuco del re, guardiano delle donne. Ed Ester si guadagnava il favore di tutti quelli che la vedevano. 38 2:16 Ester fu dunque condotta dal re Assuero, nella casa reale, il decimo mese, ch'e' il mese di Tebeth, il settimo anno del regno di lui. 39 2:17 E il re amo' Ester piu' di tutte le altre donne, ed ella trovo' grazia e favore agli occhi di lui piu' di tutte le altre fanciulle. Ei le pose in testa la corona reale e la fece regina in luogo di Vashti. 40 2:18 E il re fece un gran convito a tutti i suoi proincipi ed ai suoi servi, che fu il convito d'Ester. concedette sgravi alle province, e fece doni con munificenza di re.

1:29 2:15 Quando venne il turno di Ester - la figlia di Abiail, zio di Mardocheo che l'aveva adottata come figlia - di andare dal re, lei non domandò altro che quello che le fu indicato da Egai, eunuco del re, guardiano delle donne. Ester si guadagnava il favore di tutti quelli che la vedevano. 30 2:16 Ester fu dunque condotta in proesenza del re Assuero nella reggia il decimo mese, che è il mese di Te-bet, il settimo anno del regno di lui. 31 2:17 Il re amò Ester più di tutte le altre donne, e lei trovò grazia e favore agli occhi di lui più di tutte le altre vergini. Egli le pose in testa la corona reale e la fece regina al posto di Vasti. 32 2:18 Poi, per tutti i suoi proincipi e i suoi servitori, il re fece un gran convito in onore di Ester. concesse uno sgravio alle provincie, e fece doni con munificenza regale. 33 2:19 La seconda volta che si radunavano delle vergini, Mardocheo stava seduto alla porta del re. 34 2:20 Ester, secondo l'ordine che Mardocheo le aveva dato, non aveva detto nulla dei suoi parenti nè del suo popolo. perchè faceva quanto Mardocheo le diceva come quand'era sotto la tutela di lui. 35 2:21 In quei giorni, mentre Mardocheo stava seduto alla porta del re, Bigtan e Teres, due eunuchi del re, di quelli che stavano di guardia all'ingresso, irritatisi contro il re Assuero, cercarono di attentare alla sua vita. 36 2:22 Mardocheo scoproò la cosa, e ne informò la regina Ester, che a sua volta ne parlò al re in nome di Mardocheo. 37 2:23 Dopo che furono svolte indagini e verificato il fatto, i due eunuchi furono impiccati a una forca. e il fatto fu registrato nel libro delle Cronache, in proesenza del re. 38 3:1 Dopo queste cose, il re Assuero innalzò Aman, figlio di Ammedata, l'Aga-ghita, alla più alta dignitó, e pose il suo seggio al di soproa di quelli di tutti i proincipi che erano con lui. 39 3:2 Tutti i servitori del re che stavano alla porta del re si inchinavano e si prostravano davanti ad Aman, perchè cosò aveva ordinato il re. Ma Mardocheo non s'inchinava nè si prostrava. 40 3:3 I servitori del re che stavano alla porta del re dissero a Mardocheo: 'Perchè trasgredisci l'ordine del re?'.

1:29 2:15 Quando giunse per Ester, la figlia di Abihail, zio di Mardocheo, che l’aveva proesa con sè come figlia, il turno di andare dal re, ella non chiese nulla se non quello che le fu indicato da Hegai, eunuco del re, guardiano delle donne. Ed Ester si guadagnò il favore di tutti quelli che la vedevano. 30 2:16 Ester fu condotta dal re Assuero nel suo palazzo reale il decimo mese, cioè il mese di Tebeth, il settimo anno del suo regno. 31 2:17 Il re amò Ester più di tutte le altre donne, ed ella trovò grazia e favore ai suoi occhi più di tutte le altre fanciulle. Così egli le pose in capo la corona reale e la fece regina al posto di Va-shti. 32 2:18 Poi il re fece un gran banchetto per tutti i suoi proincipi e servi, il banchetto di Ester. inoltre concesse un giorno di riposo nelle province e fece doni con munificenza regale. 33 2:19 Quando le fanciulle si radunarono la seconda volta, Mardocheo stava seduto alla porta del re. 34 2:20 Ester, secondo l’ordine che Mardocheo le aveva dato, non aveva fatto sapere nulla nè del suo paese d’origine nè del suo popolo. Ester infatti eseguiva gli ordini di Mardocheo, come quando era sotto la sua tutela. 35 2:21 In quei giorni, come Mardocheo stava seduto alla porta del re, Bightan e Teresh, due eunuchi del re e guardie della soglia, andarono in collera e cercarono di stendere la mano contro il re Assuero. 36 2:22 Venuto a conoscenza della cosa, Mardocheo avvertì la regina Ester, ed Ester informò il re a nome di Mardocheo. 37 2:23 Si fecero indagini e, trovato che la cosa era vera, i due eunuchi furono impiccati sul patibolo. il fatto fu poi registrato nel libro delle Cronache, alla proesenza del re. 38 3:1 Dopo queste cose, il re Assuero promosse Haman, figlio di Hammedatha, l’A-gaghita, lo elevò in dignitó e pose il suo seggio al di soproa di quelli di tutti i proincipi che erano con lui. 39 3:2 Tutti i servi del re che stavano alla porta del re si inchinavano e si prostravano davanti a Haman, perchè così aveva ordinato il re nei suoi confronti. Ma Mardocheo non si inchinava nè si prostrava. 40 3:3 Allora i servi del re che stavano alla porta del re dissero a Mardocheo: ’Perchè trasgredisci l’ordine del re?'.

1:29 di far cessare nel tempio gli olocausti, i sacrifici e le libazioni, di profanare i sabati e le feste 30 e di contaminare il santuario e i fedeli, 31 di innalzare altari, templi ed edicole e sacrificare carni suine e animali immondi, 32 di lasciare che i propri figli, non circoncisi, si contaminassero con ogni impurità e profanazione, 33 così da dimenticare la legge e mutare ogni istituzione, 34 pena la morte a chiunque non avesse agito secondo gli ordini del re. 35 Secondo questi ordini scrisse a tutto il regno, stabilì ispettori su tutto il popolo e intimò alle città di Giuda di sacrificare città per città. 36 Anche molti del popolo si unirono a loro, tutti i traditori della legge, e commisero il male nella regione 37 e ridussero Israele a nascondersi in ogni possibile rifugio. 38 Nell'anno centoquarantacinque, il quindici di Casleu il re innalzò sull'altare un idolo. Anche nelle città vicine di Giuda eressero altari 39 e bruciarono incenso sulle porte delle case e nelle piazze. 40 Stracciavano i libri della legge che riuscivano a trovare e li gettavano nel fuoco.

Mappa

#http://#

Commento di un santo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia