Cronologia dei paragrafi

Smacco di Amon
Amon al banchetto di Ester
Il favore reale passa ai Giudei
Decreto di riabilitazione
Il grande giorno di Purim
Istituzione ufficiale della festa di Purim

Smacco di Amon (est 6,1-13)

6:1 Quella notte il Signore tolse il sonno al re, che perciò disse al suo precettore di portargli il libro delle memorie, le cronache, e di dargliene lettura. 2 Egli vi trovò scritto, riguardo a Mardocheo, che egli aveva riferito al re che due eunuchi del re, nel fare la guardia, avevano cercato di aggredire Artaserse. 3 Disse allora il re: "Quale onore o favore abbiamo fatto a Mardocheo?". I servi del re risposero: "Non hai fatto nulla per lui". 4 Mentre il re veniva informato circa la benevolenza di Mardocheo, ecco Aman nel cortile della reggia. Allora il re disse: "Chi c'è nel cortile?". Aman era venuto per dire al re di fare impiccare Mardocheo al palo che egli aveva preparato per lui. 5 I servi del re dissero: "Ecco, Aman è nel cortile della reggia". E il re replicò: "Chiamatelo!". 6 Allora il re disse ad Aman: "Che cosa dovrò fare per l'uomo che io voglio onorare?". Aman disse in cuor suo: "Chi il re vuole onorare se non me?". 7 E rispose al re: "Per l'uomo che il re vuole onorare, 8 i servi del re portino una veste di lino che viene indossata dal re e un cavallo che il re suole cavalcare: 9 siano dati a uno degli amici del re, fra i nobili, e questi ne rivesta l'uomo che il re ama; poi lo faccia salire sul cavallo e si annunci nella piazza della città: "Così sarà per ogni uomo che il re intende onorare"". 10 Il re disse ad Aman: "Come hai detto, così fai a Mardocheo, il Giudeo, che si trova nel cortile della reggia, e non trascurare nulla di quello che hai detto". 11 Aman prese la veste e il cavallo, rivestì Mardocheo e lo fece salire sul cavallo, passò per la piazza della città annunciando: "Così sarà per ogni uomo che il re intende onorare". 12 Mardocheo ritornò nel cortile della reggia, e Aman tornò a casa sua afflitto e con il capo coperto. 13 Poi Aman raccontò a Zosara, sua moglie, e ai suoi amici quello che era accaduto. Allora gli amici e la moglie si rivolsero a lui con queste parole: "Se Mardocheo è della stirpe dei Giudei, comincia ad abbassarti davanti a lui, cadendo ai suoi piedi: tu non potrai resistergli, perchè il Dio vivente è con lui".

6:1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

6:1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

6:1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

6:1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

6:1 Allora la regina Ester rispose: ""Se ho trovato grazia ai tuoi occhi, o re, e se così piace al re, la mia richiesta è che mi sia concessa la vita e il mio desiderio è che sia risparmiato il mio popolo. 2 Perchè io e il mio popolo siamo stati venduti per essere distrutti, uccisi, sterminati. Ora, se fossimo stati venduti per diventare schiavi e schiave, avrei taciuto; ma il nostro avversario non potrebbe riparare al danno fatto al re con la nostra morte"". 3 Subito il re Assuero disse alla regina Ester: ""Chi è e dov'è colui che ha pensato di fare una cosa simile?"". 4 Ester rispose: ""L'avversario, il nemico, è quel malvagio di Amàn"". Allora Amàn fu preso da terrore alla presenza del re e della regina. 5 Il re incollerito si alzò dal banchetto e uscì nel giardino della reggia, mentre Amàn rimase per chiedere la grazia della vita alla regina Ester, perchè vedeva bene che da parte del re la sua rovina era decisa. 6 Poi tornò dal giardino della reggia nel luogo del banchetto; intanto Amàn si era prostrato sul divano sul quale si trovava Ester. Allora il re esclamò: ""Vuole anche far violenza alla regina, davanti a me, in casa mia?"". Non appena questa parola fu uscita dalla bocca del re, posero un velo sulla faccia di Amàn. 7 Carbonà, uno degli eunuchi, disse alla presenza del re: ""Ecco, è stato perfino rizzato in casa di Amàn un palo alto cinquanta cubiti, che Amàn ha fatto preparare per Mardocheo, il quale aveva parlato per il bene del re"". Il re disse: ""Impiccatevi lui!"". 8 Così Amàn fu impiccato al palo che aveva preparato per Mardocheo. E l'ira del re si calmò. 9 In quello stesso giorno il re Assuero diede alla regina Ester la casa di Amàn, nemico dei Giudei. Mardocheo si presentò al re, al quale Ester aveva dichiarato il rapporto di parentela che egli aveva con lei. 10 Il re si tolse l'anello che aveva fatto ritirare ad Amàn e lo diede a Mardocheo. Ester affidò a Mardocheo l'amministrazione della casa che era stata di Amàn. 11 Poi Ester parlò di nuovo alla presenza del re, gli si gettò ai piedi e lo supplicò con le lacrime agli occhi d'impedire gli effetti della malvagità di Amàn l'Agaghita e l'attuazione dei piani che aveva preparato contro i Giudei. 12 Allora il re stese lo scettro d'oro verso Ester; Ester si alzò, rimase in piedi davanti al re 13 e disse: ""Se così piace al re, se io ho trovato grazia ai suoi occhi, se la cosa gli par giusta e se io gli sono gradita, si scriva per revocare i documenti scritti, macchinazione di Amàn figlio di Hammedàta, l'Agaghita, in cui si ordina di far perire i Giudei che sono in tutte le province del re.

Mappa

Commento di un santo

Notate come la volontà della regina che invita e l'ordine del re che comanda coincidano. Ma guai a chi viene al banchetto del Signore con mente malvagia! Sebbene una tale persona abbia il cuore contaminato dall'odio ed una coscienza corrotta, non si vergogna di entrare indegnamente al banchetto del Signore. Sebbene venga dopo essere stato inviato, non partecipa alla gioia degli ospiti. Ma quando il re arriverà e lo vedrà seduto là, senza indossare un abito nuziale, lo rimprovererà della sua audacia e ordinerà che sia legato mani e piedi e gettato nelle tenebre esterne (cf. Mt 22, 1114), dove dovrà soffrire il male dell'inganno, che stava iniquamente preparando contro gli innocenti, come dice Salomone: Il malvagio resterà preso nei suoi tranelli (Pr 12, 13).

Autore

Rabano

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia