Cronologia dei paragrafi

Potere taumaturgico concesso a mosè
Aronne interprete di mosè
Ritorno di mosè in Egitto. Partenza da Madiam
Circoncisione del figlio di mosè
Incontro con Aronne
Primo incontro con il Faraone
Istruzioni ai capi dei lavori forzati
Recriminazione degli scribi e del popolo
Nuovo racconto della vocazione di mosè
Genealogia di mosè e di Aronne
Ripresa del racconto della vocazione di mosè
Il bastone cambiato in serpente
1a piaga: l'acqua cambiata in sangue
2a piaga: le rane
3a piaga: le zanzare
4a piaga: i mosconi
5a piaga: mortalità' del bestiame
6a piaga: le ulcere
7a piaga: la grandine
8a piaga: le cavallette
9a piaga: le tenebre
Annuncio della morte dei primogeniti
La pasqua
La festa degli azzimi
Prescrizioni per la pasqua
1a piaga: morte dei primogeniti
Spogliazione degli Egiziani
Partenza di Israele
Prescrizioni sulla pasqua
I primogeniti e gli azzimi
Ancora i primogeniti
Partenza degli Israeliti
Da Etam al mar Rosso
Gli Egiziani inseguono Israele
Miracolo del mare
Canto di vittoria
Mara
La manna e le quaglie
L'acqua scaturita dalla roccia
Combattimento contro Amalek
Incontro di Ietro e di mosè
Istituzione dei giudici
Arrivo al Sinai
Promessa dell'alleanza
Preparazione dell'alleanza
La teofania
Il decalogo
Legge dell'altare
Leggi sugli schiavi
Omicidio
Colpi e ferite
Furti di animali
Delitti che esigono un indennizzo
Violenza a una vergine
Leggi morali e religiose
Primizie e primogeniti
La giustizia. I doveri verso i nemici
Anno sabbatico e sabato
Feste d'Israele
Promesse e istruzioni per l'ingresso in Canaan
3. Conclusione dell'alleanza
mosè sul monte
Contributo per il santuario
La tenda e il suo arredamento. L'arca
Tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
La dimora. Le stoffe e la copertura
Il legname
Il velo
L'altare degli olocausti
L'atrio
L'olio per il candelabro
Gli abiti dei sacerdoti
L'efod
Il pettorale
Il manto
Il segno della consacrazione
Abiti dei sacerdoti
Consacrazione di Aronne e dei suoi figli. Preparazione
Purificazione. Abiti indossati. Unzione
Offerte
Investitura dei sacerdoti
Pasto sacro
Consacrazione dell'altare degli olocausti
Olocausto quotidiano
Altare dei profumi
Imposta per il censimento
La conca
L'olio dell'unzione
Il profumo
Gli operai del santuario
Riposo sabbatico
Consegna a mosè delle tavole della legge
Il vitello d'oro
Il Signore avverte mosè
Preghiera di mosè
mosè spezza le tavole della legge
Zelo dei leviti
Nuova preghiera di mosè
L'ordine di partenza
La tenda
Preghiera di mosè
mosè sulla montagna
L'alleanza rinnovata. Le tavole della legge
Apparizione divina
L'alleanza
mosè ridiscende dal monte
La legge del riposo sabbatico
Raccolta di materiali
Gli operai del santuario
Fine della raccolta
La dimora
Il legname
Il velo
L'arca
La tavola dei pani dell'offerta
Il candelabro
L'altare dei profumi. L'olio di unzione e il profumo
L'altare degli olocausti
La conca
Costruzione dell'atrio
Computo dei metalli
L'abito del sommo sacerdote
L'efod
Il pettorale
Il manto
Abiti sacerdotali
Il segno della consacrazione
Consegna a mosè delle opere eseguite
Erezione e consacrazione del santuario
Esecuzione degli ordini divini
Il Signore prende possesso del santuario
La nube guida gli Israeliti

Potere taumaturgico concesso a mosè (eso 4,1-9)

4:1 Mosè replicò dicendo: "Ecco, non mi crederanno, non daranno ascolto alla mia voce, ma diranno: "Non ti è apparso il Signore!"". 2 Il Signore gli disse: "Che cosa hai in mano?". Rispose: "Un bastone". 3 Riprese: "Gettalo a terra!". Lo gettò a terra e il bastone diventò un serpente, davanti al quale Mosè si mise a fuggire. 4 Il Signore disse a Mosè: "Stendi la mano e prendilo per la coda!". Stese la mano, lo prese e diventò di nuovo un bastone nella sua mano. 5 "Questo perchè credano che ti è apparso il Signore, Dio dei loro padri, Dio di Abramo, Dio di Isacco, Dio di Giacobbe". 6 Il Signore gli disse ancora: "Introduci la mano nel seno!". Egli si mise in seno la mano e poi la ritirò: ecco, la sua mano era diventata lebbrosa, bianca come la neve. 7 Egli disse: "Rimetti la mano nel seno!". Rimise in seno la mano e la tirò fuori: ecco, era tornata come il resto della sua carne. 8 "Dunque se non ti credono e non danno retta alla voce del primo segno, crederanno alla voce del secondo! 9 Se non crederanno neppure a questi due segni e non daranno ascolto alla tua voce, prenderai acqua del Nilo e la verserai sulla terra asciutta: l'acqua che avrai preso dal Nilo diventerà sangue sulla terra asciutta".

4:1 4:1 E Mose' rispose, e disse: Ma ecco, essi non mi crederanno, e non ubbidiranno alla mia voce. perciocche' diranno: Il Signore non ti e' apparito. 2 4:2 E il Signore gli disse: Che cosa e' questa che tu hai in mano? Ed egli rispose: Una bacchetta. 3 4:3 E il Signore gli disse: Gittala in terra. Ed egli la gitto' in terra. ed ella divenne un serpente. e Mose' fuggi' d'innanzi a quello. 4 4:4 Ma il Signore disse a Mose': Stendi la tua mano, e proendilo per la coda. Ed egli stese la mano, e lo proese. ed esso divenne bacchetta nella sua mano. 5 4:5 Cosi' farai, disse Iddio, acciocche' credano che il Signore Iddio de' lor padri, l'Iddio di Abrahamo, l'Iddio d'Isacco e l'Iddio di Giacobbe, ti e' apparito. 6 4:6 Il Signore gli disse ancora: Mettiti ora la mano in seno. Ed egli si mise la mano in seno. poi, trattala fuori, ecco, la sua mano era lebbrosa, bianca come neve. 7 4:7 Poi gli disse: Rimettiti la mano in seno. Ed egli si rimise la mano in seno. poi, trattasela fuor del seno, ecco, era tornata come l'altra sua carne. 8 4:8 Se dunque, disse il Signore, non ti credono, e non ubbidiscono alla tua voce al proimo segno, ubbidiranno alla tua voce, al secondo segno. 9 4:9 E se egli avviene che non pure a questi due segni credano, e non ubbidiscano alla tua voce. allora proendi dell'acqua del fiume, e spandila in su l'asciutto. e l'acqua che tu avrai proesa dal fiume diventera' sangue in su l'asciutto.

4:1 4:1 Mose' rispose e disse: 'Ma ecco, essi non mi crederanno e non ubbidiranno alla mia voce, perchè diranno: L'Eterno non t'e' apparso'. 2 4:2 E l'Eterno gli disse: 'Che e' quello che hai in mano?' Egli rispose: 'Un bastone'. 3 4:3 E l'Eterno disse: 'Gettalo in terra'. Egli lo getto' in terra, ed esso divento' un serpente. e Mose' fuggi' d'innanzi a quello. 4 4:4 Allora l'Eterno disse a Mose': 'Stendi la tua mano, e proendilo per la coda'. Egli stese la mano, e lo proese, ed esso ritorno' un bastone nella sua mano. 5 4:5 'Questo farai, disse l'Eterno, affinchè credano che l'Eterno, l'Iddio dei loro padri, l'Iddio d'Abrahamo, l'Iddio d'Isacco e l'Iddio di Giacobbe t'e' apparso'. 6 4:6 L'Eterno gli disse ancora: 'Mettiti la mano in seno'. Ed egli si mise la mano in seno. poi, cavatala fuori, ecco che la mano era lebbrosa, bianca come neve. 7 4:7 E l'Eterno gli disse: 'Rimettiti la mano in seno'. Egli si rimise la mano in seno. poi, cavatasela di seno, ecco ch'era ritornata come l'altra sua carne. 8 4:8 'Or avverra', disse l'Eterno, che, se non ti crederanno e non daranno ascolto alla voce del proimo segno, crederanno alla voce del secondo segno. 9 4:9 e se avverra' che non credano neppure a questi due segni e non ubbidiscano alla tua voce, tu proenderai dell'acqua del fiume, e la verserai sull'asciutto. e l'acqua che avrai proesa dal fiume, diventera' sangue sull'asciutto'.

4:1 4:1 Mosè rispose e disse: 'Ma ecco, essi non mi crederanno e non ubbidiranno alla mia voce, perchè diranno: ""Il SIGNORE non ti è apparso""'. 2 4:2 Il SIGNORE gli disse: 'Che cos'è quello che hai in mano?'. Egli rispose: 'Un bastone'. 3 4:3 Il SIGNORE disse: 'Gettalo a terra'. Egli lo gettò a terra ed esso diventò un serpente. Mosè fuggò davanti a quello. 4 4:4 Allora il SIGNORE disse a Mosè: 'Stendi la tua mano e proendilo per la coda'. Egli stese la mano, lo proese ed esso ritornò un bastone nella sua mano. 5 4:5 'Farai questo', disse il SIGNORE, 'affinchè credano che il SIGNORE, il Dio dei loro padri, il Dio d'Abraamo, il Dio d'Isacco e il Dio di Giacobbe ti è apparso'. 6 4:6 Il SIGNORE gli disse ancora: 'Mettiti la mano nel petto'. Egli si mise la mano nel petto. e, quando la tirò fuori, ecco che la mano era lebbrosa, bianca come la neve. 7 4:7 Il SIGNORE gli disse: 'Rimettiti la mano nel petto'. Egli si rimise la mano nel petto. e, quando la tirò fuori, ecco che era ritornata come il resto della sua carne. 8 4:8 'Avverró', disse il SIGNORE, 'che, se non ti crederanno e non daranno ascolto alla testimonianza del proimo segno, crederanno a quella del secondo segno. 9 4:9 Se non crederanno neppure a questi due segni e non ubbidiranno alla tua voce, tu proenderai dell'acqua del Fiume, la verserai sull'asciutto, e l'acqua che avrai proesa dal Fiume diventeró sangue sull'asciutto'.

4:1 4:1 Mosè rispose e disse: ’Ma ecco, essi non mi crederanno e non ubbidiranno alla mia voce, perchè diranno: ""L’Eterno non ti è apparso""'. 2 4:2 L’Eterno quindi gli disse: ’Che cos’è quello che hai in mano?'. Egli rispose: ’Un bastone'. 3 4:3 L’Eterno disse: ’Gettalo a terra'. Egli lo gettò a terra, ed esso diventò un serpente, davanti al quale Mosè fuggì. 4 4:4 Allora l’Eterno disse a Mosè: ’Stendi la tua mano e proendilo per la coda'. (Egli stese la mano e lo proese, e nella sua mano esso divenne un bastone). 5 4:5 ’Questo farai', disse l’Eterno, ’affinchè credano che l’Eterno, il DIO dei loro padri, il DIO di Abrahamo, il DIO di Isacco e il DIO di Giacobbe ti è apparso'. 6 4:6 L’Eterno gli disse ancora: ’Ora metti la tua mano nel tuo seno'. Ed egli mise la sua mano in seno e poi la ritrasse, ed ecco che la mano era lebbrosa, bianca come neve. 7 4:7 L’Eterno gli disse ancora: ’Rimetti la tua mano nel tuo seno'. Egli rimise la sua mano in seno e poi la ritrasse dal seno, ed ecco che era ritornata come la sua carne. 8 4:8 ’Or avverró che, se non ti crederanno e non daranno ascolto alla voce del proimo segno, crederanno alla voce del secondo segno. 9 4:9 Ma, se essi non crederanno neppure a questi due segni e non ubbidiranno alla tua voce, tu allora proenderai dell’acqua del fiume e la verserai sull’asciutto. e l’acqua che avrai proeso dal fiume diventeró sangue sull’asciutto'.

4:1 Mosè rispose: ""Ecco, non mi crederanno, non ascolteranno la mia voce, ma diranno: Non ti è apparso il Signore!"". 2 Il Signore gli disse: ""Che hai in mano?"". Rispose: ""Un bastone"". 3 Riprese: ""Gettalo a terra!"". Lo gettò a terra e il bastone diventò un serpente, davanti al quale Mosè si mise a fuggire. 4 Il Signore disse a Mosè: ""Stendi la mano e prendilo per la coda!"". Stese la mano, lo prese e diventò di nuovo un bastone nella sua mano. 5 ""Questo perchè credano che ti è apparso il Signore, il Dio dei loro padri, il Dio di Abramo, il Dio di Isacco, il Dio di Giacobbe"". 6 Il Signore gli disse ancora: ""Introduci la mano nel seno!"". Egli si mise in seno la mano e poi la ritirò: ecco la sua mano era diventata lebbrosa, bianca come la neve. 7 Egli disse: ""Rimetti la mano nel seno!"". Rimise in seno la mano e la tirò fuori: ecco era tornata come il resto della sua carne. 8 ""Dunque se non ti credono e non ascoltano la voce del primo segno, crederanno alla voce del secondo! 9 Se non credono neppure a questi due segni e non ascolteranno la tua voce, allora prenderai acqua del Nilo e la verserai sulla terra asciutta: l'acqua che avrai presa dal Nilo diventerà sangue sulla terra asciutta"".

Mappa

Commento di un santo

Tentiamo di spiegare il loro significato, per quanto il Signore ci aiuterà. La verga significa il regno, il serpente la mortalità. La morte infatti è stata propinata all'uomo dal serpente 20. Il Signore si è degnato di prendere su di sè questa morte. La verga, cadendo in terra, prese la forma di serpente perchè il regno di Dio, che è Cristo Gesù, venne sulla terra. Si rivestì di mortalità che conficcò sulla croce. La Santità vostra sa che quando nel deserto il popolo giudeo, ostinato e superbo, mormorò contro Dio, cominciò ad essere morso dai serpenti e a morire per quei morsi 21. Per compassione Dio diede loro un rimedio che, mentre dava allora la sanità, preannunciava il futuro piano della salvezza.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale