Cronologia dei paragrafi

Presentazione di Giuditta
Giuditta e gli anziani
Preghiera di Giuditta
Giuditta si reca presso Oloferne
Primo incontro di Giuditta e di Oloferne
Giuditta al banchetto di Oloferne
Giuditta porta a Betulia la testa di Oloferne
Gli Ebrei assalgono l'accampamento assiro
Ringraziamento
Vecchiaia e morte di Giuditta

Presentazione di Giuditta (Gdt 8,1-8)

Mappa

Commento di un santo

Dopo molte descrizioni si dice: Acuto, mobile, certo, immacolato 85. Così è mobile anche la Sap ienza di Dio. Ora, se è mobile, forse che quando tocca un punto non ne tocca un altro? o, se tocca questo si allontana da quello? Dov'è allora la velocità? La velocità consegue proprio questo: che essa sia sempre dovunque e nessuna cosa valga a circoscriverla. Ma noi non siamo in grado di pensare a cose come queste; siamo lenti. Chi riuscirà mai a pensarle? In realtà, fratelli, vi ho detto qualcosa come meglio ho potuto (se poi ho potuto, o capito, qualcosa), e così anche voi avete compreso secondo quel che potevate. Ma cosa dice l'apstolo? A lui che può compiere di più di tutto quanto possiamo chiedere o pensare 86. Cosa ci lascia dedurre da ciò? Che, anche quando comprendiamo, non comprendiamo come stanno le cose nella loro oggettività. Perchè questo? Il corpo corruttibile appesantisce l'anima 87. Finchè quindi saremo sulla terra, saremo freddi, mentre la velocità è bruciante di calore. Tant'è vero che tutte le cose calde sono veloci, mentre quelle fredde sono lente. Noi siamo lenti, quindi freddi; mentre quella Sap ienza corre al limite [massimo] della velocità. è pertanto sommamente calda, nè c'è persona che possa sottrarsi al suo calore 88.

Autore

Agostino

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia