Cronologia dei paragrafi

Allarme in Giudea
Le grandi suppliche
Consiglio di guerra nell'accampamento di Oloferne
Achior è consegnato agli Israeliti
Campagna contro Israele
Presentazione di Giuditta
Giuditta e gli anziani
Preghiera di Giuditta
Giuditta si reca presso Oloferne
Primo incontro di Giuditta e di Oloferne
Giuditta al banchetto di Oloferne
Giuditta porta a Betulia la testa di Oloferne
Gli Ebrei assalgono l'accampamento assiro
Ringraziamento
Vecchiaia e morte di Giuditta

Allarme in Giudea (Gdt 4,1-8)

Mappa

Commento di un santo

Il profeta scongiura il Signore e dice: Da' loro, Signore. E si risponde da solo: Che cosa darai loro?. E subito aggiunge: Da' loro un grembo infecondo e un seno arido (Os 3, 14), perchè non abbiano ragioni di superbia e siano svergognati in ciò di cui sono soliti gloriarsi. E chiaro che ciò può intendersi anche riguardo ai maestri delle dottrine eretiche, che si gloriano del gran numero di uomini e di quei figli che hanno allevato per la perdizione, per trarli fuori dalla Chiesa e portarli innanzi all'omicida (cioè il diavolo; cf. Gv 8,44). Infatti, quanti figli gli eretici hanno generato nell'errore, tanti ne sgozza il diavolo. Di un'anima di tal fatta si dice: Beata la sterile non contaminata, la quale non ha conosciuto un letto peccaminoso (Sap 3, 13). E. infatti, beato l'uomo di Chiesa che, al contrario dell'eretico, non ha procreato figli nell'errore. E in un altro passo leggiamo: Meglio essere senza figli e avere la virtù; la discendenza di un'unione illegittima sarà sterminata. Anche se avranno lunga vita, non saranno contati per niente, e, infine, la loro vecchiaia sarà senza onore {Sap 4, 1; 3, 1617). Infatti, la moltitudi ne feconda degli empi non è utile a nulla (Sap 4, 3),

Autore

Girolamo

Lettura del testo durante l'anno liturgico

Conversione di misure antiche presenti nel testo

Quantità nel testo
misura bibblica
Quantità convertita
Unità di misura attuale

Genealogia